La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il Terzo Rapporto sullinnovazione nelle regioni dItalia Roma, 30 giugno 2005.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il Terzo Rapporto sullinnovazione nelle regioni dItalia Roma, 30 giugno 2005."— Transcript della presentazione:

1 1 Il Terzo Rapporto sullinnovazione nelle regioni dItalia Roma, 30 giugno 2005

2 2 Previsto dallart. 2 del Protocollo dIntesa MIT - Regioni che ha istituito, il 21 marzo 2002, la Commissione permanente per linnovazione e le tecnologie: L'informazione prodotta e condivisa nell'ambito delle attività della Commissione verrà organizzata e pubblicata in un Rapporto annuale sulla società dell'informazione nelle Regioni d'Italia. La terza edizione (2005) è il risultato del lavoro congiunto di: funzione coordinamento osservatorio presso lo Staff centrale; referenti osservatorio presso ciascun CRC (sotto supervisione del Coordinatore CRC); in alcune regioni, altri interlocutori del CRC presso uffici regionali ed Enti locali (referenti provinciali) Impostazione del Rapporto 2005 decisa dal Comitato di Direzione della rete CRC e condivisa dal Comitato tecnico MIT-Regioni. Il Rapporto sullinnovazione nelle regioni

3 3 Struttura del Rapporto Il Rapporto sullinnovazione nelle regioni dItalia è composto da: Report nazionale Report nazionale -> diviso in 3 parti -> a stampa + Cd-Rom 20 Report regionali 20 Report regionali (nel 2005 manca il RR Molise) -> struttura omogenea -> inseriti nel Cd-Rom -> a stampa nel 2005 Emilia-Romagna, Lazio, Piemonte, Sardegna e Veneto Tutti i Report sono anche disponibili sul sito Il riferimento temporale del Rapporto è febbraio 2004 –> marzo 2005

4 4 Indice del Report nazionale 2005 Parte I – Quadro nazionale e lettura di sintesi trasversale 1Linnovazione nelle regioni: novità e sviluppi recenti 2Gli APQ per la SI + Appendice sui programmi MIT per il Mezzogiorno 3La revisione di medio periodo del QCS e dei POR Obiettivo 1 e la SI 4Lavanzamento dei progetti 1° Avviso 5Lavvio della fase 2 delle-government 6I progetti per la cittadinanza elettronica 7Sviluppi del Sistema Pubblico di Connettività e Cooperazione 8La diffusione delle carte per laccesso ai servizi 9I servizi on-line per cittadini e imprese: unanalisi quantitativa sui Comuni 10Levoluzione della rete CRC Parte II – Schede di sintesi regionali Parte III – Indagine sulle policy di e-learning nelle Regioni e Province Autonome

5 5 Servizi ai cittadini dai progetti 1° avviso 98 progetti coinvolti sui 134 considerati74% 485 servizi rilasciati sui 2127 previsti23% 10,9milioni popolazione interessata su 37,4 milioni29% Fonte: monitoraggio Cnipa

6 6 Osservatorio SOL CRC: ICI online Dicembre 2004 Giugno 2005 Var.% Comuni con servizio ICI online % % dei Comuni34,3%55,2% % popolazione tot. interessata33,2%47,1% popolazione tot. interessata (milioni) 18,9 26,8+42% Comuni con pagamento ICI online % % dei Comuni7,5%13,8% % popolazione tot. interessatan.d.24,7% popolazione tot. interessata (milioni)n.d. 14 Il servizio ICI online nei Comuni con più di abitanti Fonte: Osservatorio SOL, giugno 2005

7 7 I focus dei Report regionali 2005 /1 AbruzzoIl portale della sanità e la tessera sanitaria BasilicataIl Piano di sviluppo per la larga banda sul territorio lucano CalabriaIl progetto per i servizi sanitari Campania Il progetto SPICCA - Sistema Pubblico per lInteroperabilità e la Cooperazione applicativa in Campania Emilia-Romagna Un sistema federato per le-learning regionale + Storia di innovazione Agriservizi Friuli Venezia-Giulia Lattenzione a impresa e cittadino nelle-government: i casi di Impresafuturo e dei servizi sanitari LazioLa collaborazione tra i progetti 1° Avviso del Lazio LiguriaAPQ Terza età e Welfare nella società dellinformazione Lombardia La carta regionale dei servizi. Infrastrutture e centri servizi per i piccoli Comuni Marche Nuove opportunità dalle ICT per il miglioramento organizzativo dellamministrazione sanitaria regionale

8 8 I focus dei Report regionali 2005 /2 PiemonteLa banda larga (wireless) contro il digital divide PugliaLe politiche della Regione Puglia sulle ICT per i disabili SardegnaDalle infrastrutture ai servizi di e-government SiciliaI progetti delle Reti Civiche nei comuni siciliani ToscanaLo scenario della SI in alcune province toscane UmbriaLa concertazione locale per la SI Valle D'Aosta Casi di servizi innovati e sperimentazione della Carta servizi VenetoLagorà del riuso Prov. Aut. di Bolzano I servizi per il lavoro Prov. Aut. di Trento Il progetto di voto elettronico ProVotE

9 9 RN Parte III – Policy e regolazione e-learning Indagine documentale 252Analizzati 252 documenti di Regioni e Province relativi a: –attività normativa degli enti (leggi, delibere, circolari) –programmazione regionale ed ai relativi strumenti di attuazione (POR, Piani S.I., Complementi di Programmazione, Piani Strategici, progetti integrati, ecc) –regolamentazione per lo svolgimento delle attività (sistemi di accreditamento o di certificazione, manuali FSE, linee guida) –acquisto di beni e servizi (avvisi e bandi) Risultati su: –numero e tipologia di documenti per regione –settori e soggetti beneficiari delle iniziative di e-learning –regole/indicazioni su progettazione e gestione del processo di e- learning (valutazione, rendicontazione, impatto organizzativo ecc.) –regole/indicazioni su accreditamento strutture formative e certificazione di materiali didattici


Scaricare ppt "1 Il Terzo Rapporto sullinnovazione nelle regioni dItalia Roma, 30 giugno 2005."

Presentazioni simili


Annunci Google