La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 CORSO REGIONALE ARBITRI Cervignano del Friuli Novembre - Dicembre 2006 Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Corso per Arbitri Regionali del Friuli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 CORSO REGIONALE ARBITRI Cervignano del Friuli Novembre - Dicembre 2006 Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Corso per Arbitri Regionali del Friuli."— Transcript della presentazione:

1 1 CORSO REGIONALE ARBITRI Cervignano del Friuli Novembre - Dicembre 2006 Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano INDICAZIONI, SUGGERIMENTI PROPOSTE E SOLUZIONI

2 2 AGGIORMAMENTO: s.m. 1 Messa in pari: la. dei registri * Informazione riguardante le novità in un settore tecnico professionale: corso di a. AGGIORNATO: che dispone dinformazioni costantemente accresciute e migliorate, specialmente in relazione alla professione che svolge. dal dizionario DE VOTO - OLI Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

3 3 Limpreparazione LUfficiale di gara che non si aggiorna è ostacolo al buon svolgimento della gara Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

4 4 E cambiato il logo federale Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

5 5 PUBBLICOPUBBLICOPUBBLICOPUBBLICO AREA Gestione Gara AREA Organizzazione AREA Dirigenti - Allenatori - Atleti AREA Peso e Pedane La gestione della gara Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

6 6 M A S C H I L E 10 ^(1, x Log(PP/107,844)^2) x TOTALE SOLLEVATO F E M M I N I L E 10 ^(0, x Log(PP/168,091)^2) x TOTALE SOLLEVATO La formula Sinclair Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

7 7 PESISTICA con 298 regole PALESTRIADI con 40 regole SVILUPPO MUSCOLARE con 12 articoli BIATHLON ATLETICO con 25 regole Braccio di ferro (italiano) con 64 regole I Regolamenti tecnici Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

8 8 Quando due o più concorrenti ottengono lo stesso risultato in una gara in cui sono registrati con lo stesso peso, il concorrente che ha conseguito il risultato per primo, in base alla sequenza di gara, si classifica prima dellaltro. (segue) Riflessioni - R.T.I Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

9 9 Quadriennio regole Quadriennio regole (+ 17) PESISTICA regole Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

10 10 La corsa su TREADMILL La corsa su BIKE STAZIONARIA Le trazioni (avanti) al LAT MACHINE Le distensioni su PANCA PALESTRIDI - 40 regole Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

11 11 LO S.M. È IL RISULTATO CUI PORTANO ALLENAMENTI SPECIFICI CON SOVRACCARICHI E NON, MIRATI AL RAGGIUNGIMENTO DI UNIPERTROFIA MUSCOLARE ARMONICA E SIMMETRICA IN RAPPORTO AL SISTEMA DI LEVE FISIOLOGICHE DI CUI OGNI INDIVIDUO È NATURALMENTE DOTATO. SVILUPPO MUSCOLARE 12 regole Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

12 12 PANCA CORSA Per la classifica ci si avvale della Tabella SINCLAIR Tabella Corsa per Biathlon BIATHLON ATLETICO 25 regole Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

13 Qualunque fatto doloso o colposo, che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno. … CODICE CIVILE - TITOLO IX - Dei fatti illeciti (responsabilità extra-contrattuale artt ): 1/2 - Responsabilità personale Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

14 Danni non patrimoniali. Il danno non patrimoniale deve essere risarcito solo nei casi determinati dalla legge. CODICE CIVILE - TITOLO IX - Dei fatti illeciti (responsabilità extra-contrattuale artt ): 2/2 - Responsabilità personale Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

15 15 Vincolo di giustizia 1)Tutti coloro che aderiscono alla Federazione si impegnano a non adire altre Autorità che non siano quelle Federali per la risoluzione di controversie di qualsiasi natura connesse allattività espletata nellambito della Federazione. … 3) Linosservanza del presente vincolo di giustizia e della successiva clausola compromissoria comporta ladozione di sanzioni disciplinari. Statuto Federale - Art. 11 Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

16 16 Clausola compromissoria e … 1) Tutti coloro che aderiscono alla Federazione, riconoscono lassoluta necessità che le controversie originate dallesercizio dellattività sportiva siano risolte nellambito della comunità sportiva federale, accettano senza riserve di rimettersi ad un giudizio arbitrale definitivo la soluzione delle controversie medesime, per qualsiasi fatto o causa che rientri nella competenza statutaria degli O.F.G. Statuto Federale - Art. 12 Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

17 17 DIVISA FEDERALE IN ORDINE PUNTUALITA DISCIPLINA NEI RAPPORTI DI RUOLO COLLABORAZIONE CON TUTTI I COLLEGHI ATTENZIONE A NON COMMETTERE ERRORI SCRUPOLOSITA NEL ESEGUIRE I COMPITI AFFIDATI OBIETTIVITA NEL GIUDIZIO ARBITRALE 1/8. Sette Riflessioni Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

18 18 60 minuti, pari ad unora Due ore prima dellinizio della gara Non sono ammesse deroghe allorario del peso. Altre modalità per le gare nazionali DURATA DELLE OPERAZIONI DI PESO SERA PRIMA !!!! 2/8. Operazioni del peso R.T.I Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

19 19 Gli Arbitri designati (almeno due) Il Segretario di gara Il Pesista LAllenatore o laccompagnatore delegato NELLA SALA PESO ENTRANO SOLO: 3/8. Operazioni del peso R.T.I Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

20 20 Siano stati squalificati Non siano identificabili Non abbiano diritto alla gara Chiedano di esserlo dopo lorario previsto NON DEVONO ESSERE PESATI GLI ATLETI CHE: 4/8. Operazioni del peso Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

21 21 Documento didentità valido. Tesserino F.I.P.C.F. dellanno in corso o il modulo di tesseramento con copia del tagliando di versamento postale. LATLETA DEVE ESSERE IN POSSESSO DEL 5/8. Operazioni del peso Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

22 22 Per ogni difficoltà va fatto riferimento al Coordinatore della gara o allArbitro da lui delegato. 6/8. Operazioni del peso La registrazione dei dati va compiuta con esattezza e precisione. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

23 23 Coloro che non sono direttamente interessati a questa prima fase della gara, devono essere immediatamente allontanati dalla sala peso. 7/8. Operazioni del peso Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

24 24 Il VERBALE del PESO è pubblicato soltanto dopo che tutti i concorrenti sono stati pesati. Verbale del PESO Verbale del PESO 8/8. Operazioni del peso R.T.I Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

25 25 I moduli regolarmente compilati e debitamente firmati, costituiscono i verbali di gara. Gli Arbitri preposti a tale compito sono tenuti alla più scrupolosa osservanza delle norme Federali e allassoluta imparzialità. 1/8. La verbalizzazione Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

26 26 dellerrata attribuzione di medaglie ai Pesisti, da cui può conseguire lalterazione della classifica finale. 2/8. La verbalizzazione La verbalizzazione inesatta o, peggio ancora, infedele, può essere causa, Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

27 27 Essi sono gli unici documenti cui fare riferimento. A questi devono essere allegati, se regolarmente presentati, altri con specifiche finalità (es.: referti medici, ricorsi, ect.). Verbal i delle gare Verbal i delle gare 3/8. I documenti ufficiali Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

28 28 Registrare un qualsiasi dato significativo della gara è compito importante, carico di responsabilità e conseguenze, pertanto va posta la massima attenzione. Una grafia chiara consente una lettura facile e immediata, che si traduce in un risparmio di tempo per TUTTI. 4/8. La verbalizzazione Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

29 29 Scrivere, poi leggere e far verificare da più di un Arbitro lesatta corrispondenza tra levento e il dato registrato. Accertarsi che vi sia precisa relazione con altri dati gara. Così si eliminano gli errori dovuti a disattenzione o a una diminuita concentrazione. 5/8. Due suggerimenti Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

30 30 La presenza in sala gara di mezzi audiovisivi e/o registratori-video, possono consentire agli Arbitri un migliore giudizio. 7 I documenti ufficiali per la gara di Sollevamento pesi sono 7 : 6/8. I mezzi dausilio Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

31 31 1.Lista delle partenze (Start list) 2.Lista del peso (Weigh-in list) 3.Carta del competitore (Competitors card) 4.Protocollo dei risultati (Official protocol form) 5.Protocollo dei record (Record protocol) 6.Pass per area riscaldamento (Pass warm-up area) 7.Pacchetto dei risultati finali (Final results package) 7/8. Documenti ufficiali della gara R.T.I. 3.7 e seguenti Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

32 32 1.Il peso del bilanciere 2.Il numero di tentativo I°, II° o III° 3.Il numero di sorteggio del concorrente Eccezione: La progressione, vale a dire la differenza in kg tra il tentativo precedente e il tentativo attuale. Riflessioni - R.T.I La sequenza di gara si applica anche quando una categoria di peso e divisa in gruppi. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

33 I alzata II alzata III alzata kg Prova NON valida 5 Passaggio 5 Prova valida ATTENZIONE : TRA I a e II a PROVA LINCREMENTO AUTOMATICO DI 2 kg ORDINE di PRECEDENZA nelle CHIAMATE in PEDANA ORDINE di PRECEDENZA nelle CHIAMATE in PEDANA R.T.I Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

34 34 I rapporti devono essere improntati alla massima collaborazione, nellintento di ottenere da tutti la maggior disponibilità di energie e di competenza. 1/2. Arbitri /Allenatori Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

35 35 Tutte le polemiche devono essere evitate 2/2. Arbitri /Allenatori Ogni dissidio deve essere al più presto ricomposto Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

36 36 1/8. Arbitri e comunicazione Ogni arbitro deve comunicare con i colleghi per quando riguarda i dati di gara, i risultati, le classifiche e quanto è relativo alla disciplina senza alcun timore. Solo comunicando possiamo scoprire i nostri limiti e superarli con minori costi. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

37 37 2/8. Arbitri e comunicazione Ogni Arbitro deve sforzarsi di comunicare con i mezzi tecnologici più moderni. La posta elettronica è uno di questi. IL MIO INDIRIZZO E_MAIL È IL SEGUENTE … … e il tuo ? Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano Quello del Comitato Regionale è

38 38 Gli Arbitri devono mantenere in gara e fuori il massimo aplomb. Ogni manifesta incompetenza arbitrale è pagata subito da tutto il settore. La competenza arbitrale, invece, è ripagata nellarco del tempo. 3/8. Arbitri, stile e competenza Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

39 39 Gli Arbitri devono aggiornarsi con ogni mezzo tecnologico, costantemente, in palestra e in gara confrontandosi con i più esperti. NON SIAMO DEI PROFESSIONISTI MA DOBBIAMO AGIRE PROFESSIONALMENTE 4/8. Arbitri ed aggiornamento Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

40 40 La gara inizia prima e finisce dopo per tutti gli Arbitri presenti. NESSUNO ESCLUSO!!! Collaborare con i colleghi e non defilarsi. Un grande lavoro diventa piccolo se suddiviso. 5/8. Arbitri e collaborazione Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

41 41 LArbitro non deve allontanarsi dalla sede di gara se prima non ha firmato i documenti che gli competono. 6/8. Arbitri e verbali Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

42 42 Nelle gare nazionali sono previste le classifiche per società maschili e femminili. Prima dellinizio delle gare un Arbitro sarà incaricato di redigere le classifiche e controllarle nel loro divenire. 7/8. Arbitri e classifiche Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

43 43 Tutta la documentazione originale deve essere inviata alla Segreteria federale per con allegata la breve relazione. 8/8. Arbitri e segreteria FIPCF I CONTROLLI DEFINITIVI DEI DATI LOMOLOGAZIONE DELLA C.N.U.G. LA PUBBLICAZIONE UFFICIALE Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

44 44 In alcuni casi per la differenza tra le categorie di peso nelle classi detà ci si regola così: Se un Cadetto M (p.p. 48,5 kg - cat. 50), dovesse ottenere un risultato tale da migliorare un primato Juniores M, sarà inserito nella categoria Juniores o Seniores (cat. 56 kg), corrispondente al suo peso effettivo. 1/1. Gestione dei primati Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

45 45 Se si verifica un ERRORE nel CARICAMENTO del bilanciere o quando lo SPEAKER fa un annuncio sbagliato, la GIURIA prende la seguente decisione … Giuria - Gli errori nel caricamento R.T.I. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

46 46 Se il bilanciere è caricato con un peso più leggero di quello dichiarato dal concorrente, egli può, se vuole, accettare il tentativo se è VALIDO e se il bilanciere era caricato con un multiplo di 1 kg, oppure rifiutarlo. Nel caso in cui rifiuti, al concorrente è concessa un ulteriore prova con il peso dichiarato inizialmente. Giuria - Gli errori nel caricamento R.T.I. - Esempio 1 Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

47 47 Quando il bilanciere è caricato con un peso che non è multiplo di 1 kg e il sollevamento è valido, il concorrente può accettare il tentativo al valore immediatamente inferiore di 1 kg. Giuria - Gli errori nel caricamento R.T.I. - Esempio 2 Es.: 157,5 kg può accettare 157 kg Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

48 48 Bilanciere caricato con peso MAGGIORE del dichiarato, il pesista può, se vuole, accettare il tentativo se è stato VALIDO e se il bilanciere era caricato con un multiplo di 1,0 kg. Con tentativo NON VALIDO o se il peso del bilanciere non è multiplo di 1 kg, È CONCESSA un ulteriore prova al peso richiesto inizialmente. Giuria - Gli errori nel caricamento R.T.I. - Esempio 3 Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

49 49 Quando un tentativo è NULLO: 1.bilanciere non è caricato in modo bilanciato, 2.il bilanciere è cambiato durante il sollevamento o la pedana non è in buone condizioni la Giuria può concedere un ulteriore tentativo su richiesta dellAtleta o dellallenatore Giuria - Gli errori nel caricamento R.T.I. - Esempio 4 Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

50 50 Quando lo SPEAKER fa un errore annunciando un peso minore o maggiore di quello dichiarato dal concorrente Giuria - Errori dello Speaker R.T.I. - Esempio 5 la Giuria deve prendere la stessa decisione come per gli errori di caricamento. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

51 51 In alcune competizioni, quando i concorrenti non sono obbligati a restare vicino alla pedana e quindi è impossibile seguire i progressi degli altri concorrenti, Giuria - Errori dello Speaker R.T.I. - Esempio 6 il peso deve essere ridotto quando lo SPEAKER non chiama un concorrente nel momento in cui avrebbe dovuto eseguire il suo tentativo. Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano

52 52 a TUTTI per lattenzione ed ARRIVEDERCI GRAZIE GLI ARBITRI SONO CONTRO TUTTI I DOPING Corso per Arbitri Regionali del Friuli Venezia Giulia Docente BLASUTIG Fabiano


Scaricare ppt "1 CORSO REGIONALE ARBITRI Cervignano del Friuli Novembre - Dicembre 2006 Comitato Regionale FRIULI VENEZIA GIULIA Corso per Arbitri Regionali del Friuli."

Presentazioni simili


Annunci Google