La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fondo di Garanzia per la previdenza complementare Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fondo di Garanzia per la previdenza complementare Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale."— Transcript della presentazione:

1 Fondo di Garanzia per la previdenza complementare Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale

2 Fondo di garanzia ex art. 5 L. n. 80 del 1992 Il fondo di Garanzia tutela: i lavoratori subordinati contro leventualità che il datore di lavoro non ottemperi al versamento dei contributi di previdenza complementare ai Fondi pensione siano essi: a) Fondi aperti; b) Fondi chiusi; c) P.I.P. In caso di morte del lavoratore prima della maturazione del diritto alla prestazione pensionistica tutela i soggetti aventi titolo, nel sistema pensionistico obbligatorio alla pensione indiretta a condizione che gli stessi soggetti siano stati indicati quali beneficiari nel contratto di adesione al fondo pensione. 04/02/2014 Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale2

3 …segue In caso di morte di un soggetto già titolare di prestazione integrativa, la domanda può essere presentata esclusivamente dai soggetti aventi titolo, nel sistema pensionistico pubblico obbligatorio alla pensione di reversibilità alle seguenti condizioni: Il fondo pensione preveda, in caso di morte del beneficiario, la restituzione del montante residuo o lerogazione della rendita ai superstiti (non è prevista ordinariamente); Tali soggetti siano gli effettivi beneficiari delle prestazioni. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale3

4 Prestazioni garantite dal Fondo ex art. 5 d.lgs. 80/1992 Sono garantiti dal Fondo: il contributo del datore di lavoro; il contributo del lavoratore che il datore di lavoro abbia trattenuto e non versato; la quota di TFR conferita al fondo che il datore di lavoro abbia trattenuto e non versato. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale4

5 …segue Tale quota, pertanto, divenuta contribuzione alla previdenza complementare, non potrà più esser richiesta al Fondo di garanzia per il TFR di cui allart. 2 della Legge n. 297/82 (all. 5). Al fine di assicurare pienamente la posizione previdenziale complementare dei lavoratori, il Fondo provvederà a rivalutare i contributi versati utilizzando, per ciascun anno, lindice di rendimento del TFR. E esclusa la corresponsione di interessi di mora eventualmente previsti dal regolamento dei singoli fondi ed ogni altro onere accessorio. E esclusa la corresponsione direttamente al lavoratore delle prestazioni erogate dal Fondo di Garanzia. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale5

6 Procedure concorsuali che danno titolo allintervento al Fondo Fallimento Concordato preventivo Liquidazione coatta amministrativa Amministrazione straordinaria delle grandi imprese in crisi. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale6

7 Termini per le richieste di intervento del Fondo di garanzia Ipotesi di interventoTermini per le richieste Fallimento, liquidaz. Coatta ammin. e amm.controllata Dopo 30 gg. deposito stato passivo Impugnazioni o opposizione al credito del lavoratore Dal g succ. alla pubbl. della relativa sentenza Concordato preventivog. succ. a pubbl. decreto di omolga o decreto che decide su eventuali opposiz o impug. Insinuazione tardiva del credito nella procedura fall. g. succ. decreto ammiss. Al passivo o dopo sent.che decide event. impugn. Esecuzione individualeg.succ.data verbale di pign negativo o parziale 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale7

8 Presupposti per lintervento del Fondo di garanzia Le modalità di intervento del fondo differiscono a seconda che il datore di lavoro sia o meno assoggettabile ad una delle procedure concorsuali. Requisiti: iscrizione ad un fondo pensione al momento della domanda; Cessazione del rapporto di lavoro; Insolvenza del datore di lavoro accertata mediante lapertura di una procedura concorsuale; Accertamento dellesistenza del credito dellomissione contributiva 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale8

9 Fondo di Garanzia Lintervento del Fondo di garanzia ripristina la posizione presso il Fondo pensione. In caso di insolvenza del datore di lavoro con il Tfr in parte depositato presso il datore di lavoro (con più di 49 dipendenti depositato presso il Fondo di tesoreria dellInps) e in parte presso un Fondo pensione la domanda di intervento del Fondo di garanzia va presentata ad entrambi i Fondi di garanzia ai sensi della L. n. 80 del 1992 e ai sensi della Legge n. 297 del La titolarità in entrambi i casi è sempre del solo lavoratore mentre il pagamento delle somme omesse vengono pagate direttamente al Fondo Pensione. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale9

10 Presupposti : Datore di lavoro non assoggettabile a procedura concorsuale Presupposti per lintervento del fondo di garanzia: iscrizione ad un fondo pensione al momento della domanda; cessazione del rapporto di lavoro; accertamento giudiziale del mancato versamento dei contributi alla previdenza complementare; inapplicabilità al datore di lavoro, per mancanza dei requisiti di cui allart. 1, L.F. ; insufficienza delle garanzie patrimoniali del datore di lavoro a seguito dellesperimento dellesecuzione forzata. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale10

11 Datore di lavoro non assoggettabile a procedure concorsuali Lart. 5 del D.Lgs. 80/1992 prevede lintervento del Fondo di Garanzia nel caso in cui il datore di lavoro non è assoggettabile ad una delle procedure tassativamente elencate al comma 1 e, a seguito dellesecuzione forzata, le garanzie patrimoniali siano risultate in tutto o in parte insufficienti (differenza con omissione contributiva AGO). 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale11

12 Termine di prescrizione La richiesta di intervento del Fondo di garanzia è soggetta al termine di prescrizione ordinario ex Art c.c. (10 anni). La differenza sussiste rispetto a quanto previsto per il sistema AGO, per il quale vige il principio dellautomaticità delle prestazioni. La richiesta deve essere inoltrata al Fondo di Garanzia esclusivamente da parte del lavoratore. Il Fondo di Garanzia eroga la prestazione direttamente al Fondo pensione il quale si surroga nei diritti del lavoratore nei limiti dei contributi omessi. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale12

13 Chi contribuisce a finanziare il Fondo di garanzia? Qual è il prezzo di tale garanzia? Le imprese ai sensi dellArt.16 D.Lgs. N. 252 del 2005 pagano un contributo allInps (pari al 10%) sulle somme destinate alla previdenza integrativa. Ai sensi del comma 2 dellarticolo 16 del D.Lgs. n. 252/2005 una percentuale pari all'1% del gettito del predetto contributo di solidarietà deve confluire presso lapposito Fondo di garanzia previsto dallarticolo 5 del decreto legislativo n. 80/ /02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale13

14 Questioni aperte! In caso di nomina di più beneficiari della prestazione di previdenza complementare di cui alcuni rientranti tra i c.d. superstiti e quindi aventi diritto a chiedere lintervento del Fondo di Garanzia e altri non rientranti in tale categoria la richiesta di intervento è limitata solo per la parte di sua spettanza o per lintera posizione? Es: se laderente nomina beneficiario il figlio minore, il fratello e il padre cosa accade? Dei tre beneficiari solo uno è considerato superstite ai fini dellAgo (assicurazione generale obbligatoria) il quale potrebbe chiedere lintervento al fondo di garanzia in caso di omissione di contributi di previdenza complementare da parte del datore di lavoro del defunto. 04/02/2014 Avv. Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale14


Scaricare ppt "Fondo di Garanzia per la previdenza complementare Anna Ilaria Orlando Cisl Nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google