La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Project LIFE08 ENV/IT/000423 WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Elena De Felip.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Project LIFE08 ENV/IT/000423 WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Elena De Felip."— Transcript della presentazione:

1 Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Elena De Felip Dipartimento Ambiente e connessa prevenzione primaria Reparto di Chimica Tossicologica

2 da: Needham et al, Uses and issues of biomonitoring. Int. J. Environ. Health 210, Human Biomonitoring (HBM) of Environmental Chemicals Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Measuring chemicals in human tissues is the gold standard for assessing peoples exposure to pollution Ken Sexton, Larry L. Needham and James L. Pirkle, in American Scientist, January- February 2004,

3 Source Water Air Food Soil Sediment Exposure Internal dose Absorption Distribution Metabolism Excretion Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Il biomonitoraggio umano (HBM) fornisce una stima integrata dellesposizione

4 I dati di HBM data sono considerati la stima più affidabile dellesposizione al fine di un adeguato risk assessment, specialmente nel caso di POP che sono costituite da famiglie di congeneri con differente attività tossicologica, not determined Da: di Domenico A. et al., Reports for the Italian Ministry of the Environment 2003, Arbitrary Units Blood PCB congeners Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

5 Diossine e PCB Follonica (GR), 2005 Beta-HCH, diossine, PCB Valle del Sacco (FR), 2007 Diossine, PCB, PBDE Napoli, Caserta, 2007 Diossine,PCB Trento, 2010 Diossine, PCB Brescia, 2008 Diossine, PCB Taranto, 2009 Diossine, PCB Terni, 2010 POP e biomonitoraggio: le aspettative della popolazione, gli interventi dellISS Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

6 HBM and the regulatory international committments 1. The Stockholm Convention: obligations for Parties Article 11 Research, development and monitoring The Parties shall, at the national level, encourage and/or undertake appropriate research and monitoring pertaining to POPs and candidate POPs including on their: Presence, levels and trends in humans and the environment Effects on human health and the environment The UNECE Protocol on POPs: obligations for Parties Article 8 Research, development and monitoring The Parties shall encourage research and monitoring related to but not limited to … relevant effects on human health and the environment and quantification of such effects. Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

7 HBM and the regulatory international committments 2. Il biomonitoraggio umano è una delle azioni considerate prioritarie allinterno della Strategia Europea Ambiente e Salute (ciclo ) lanciata dalla Commissione Europea nel 2003 con lacronimo di SCALE based on Science, focused on Children, aiming at raising Awareness, using Legal instruments and including Evaluation Technical Working Group on Biomonitoring of Children …one of the main options within SCALE is to carry out biomonitoring activities on the EU population with particular attention to children and other vulnerable groups …one of the main options within SCALE is to carry out biomonitoring activities on the EU population with particular attention to children and other vulnerable groups Implementing Group on Human Biomonitoring Implementing Group on Human Biomonitoring European Pilot Project of Human Biomonitoring (FP7) European Pilot Project of Human Biomonitoring (FP7) Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

8 Conferenza interministeriale di Parma Protecting childrens health in a changing environment Environment and Health Parma Declaration on Environment and Health and Commitment to Act Environment and Health Parma Declaration on Environment and Health and Commitment to Act …we will contribute to develop a consistent and rational approach to human biomonitoring as a complementary tool to assist evidence-based public health and environmental measures, including awareness-raising for preventive actions …we will contribute to develop a consistent and rational approach to human biomonitoring as a complementary tool to assist evidence-based public health and environmental measures, including awareness-raising for preventive actions Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

9 Implementing Group on Human Biomonitoring (EU) I dati di biomonitoraggio umano sono necessari per: - caratterizzare lesposizione di fondo della popolazione - identificare gli hot spots - derivare andamenti spaziali e temporali - per il follow up dellefficacia delle strategie di riduzione Deve essere messo a punto uno studio di HBM europeo con specifica attenzione allesposizione dei bambini, basato su criteri armonizzati che assicurino la massima comparabilità dei dati a livello EU: - Stesso disegno campionario (approccio bi o trifocale, o gradiente urbanizzazione) - Stessa metodologia analitica (laboratorio centrale) - Stesso materiale (questionari, moduli consenso, etc,.) Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

10 La situazione internazionale: I dati di biomonitoraggio sono per lo più scarsi e poco confrontabili Invasività/volume del prelievo ematico Invasività/volume del prelievo ematico Complessità e costi dellanalisi Bassa numerosità campionaria Differenze sostanziali nei disegno degli studi Differenze sostanziali nei disegno degli studi Differenti tecniche analitiche Differenti tecniche analitiche Differenze nella scelta dei congeneri/isomeri determinati Differenze nella scelta dei congeneri/isomeri determinati Scarsa comparabilità tra i dati Scarsa comparabilità tra i dati Problemi etici e gestionali: adeguata comunicazione e informazione, corretto utilizzo e conservazione dei dati Problemi etici e gestionali: adeguata comunicazione e informazione, corretto utilizzo e conservazione dei dati Limitata applicazione del biomonitoraggio Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

11 212 chemicals Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

12 Il caso della Valle del Sacco Valle del Sacco (FR): area industriale con produzione di esaclorocicloesano (HCH) tecnico contaminazione ambientale da ß-HCH. Presenza di comunità rurali con intensa attività agricola e zootecnica : concentrazioni di ß-HCH nel latte bovino molto al di sopra dei limiti EC : studio di HBM nei presunti hot spots e in aree di controllo Background11629,0018,001,64300,00 Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

13 ng/g fat, median Cl Concentrazioni ematiche di beta-esaclorocicloesano in gruppi della popolazione generale italiana (ISS-Ministero Ambiente, 2009) Ingelido AM,et al. Ann Ist Super Sanita 2009;45(4):401-8 Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

14 Concentrazioni ematiche di PFOS e PFOA in gruppi della popolazione generale italiana ISS - Ministero dellAmbiente, 2010 Ingelido AM et al., Chemosphere 2010, Aug;80(10): Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

15 Concentrazioni di PFOS in gruppi della popolazione generale in diversi Paesi industrializzati Perfluorooctane sulfonate (PFOS), perfluorooctanoic acid (PFOA) and their salts Scientific Opinion of the Panel on Contaminants in the Food chain The EFSA Journal (2008) 653, …there is a clear need to improve the database to assess the potential risks associated with the human exposure to this class of substances Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

16 WOMENBIOP uno studio di biomonitoraggio su donne in età riproduttiva (Life Plus 2008, DG Environment, co-funded by the Italian Ministry for Environment, Land and the Sea ) Lo studio è il linea con le raccomandazioni EU le donne in età riproduttiva sono tra i gruppi della popolazione più vulnerabili allazione dei POP e per i quali lesposizione a questi inquinanti è associata alle maggiori preoccupazioni sanitarie Molti POP sono noti (o possibili) interferenti endocrini e possono avere affetti avversi sulla salute riproduttiva femminile. Lesposizione in utero a POP determina, insieme allallattamento, il carico corporeo di POP osservato nei bambini nei primi anni di vita (lunghe emivite dei POP) La finestra temporale che va dal concepimento ai due anni di età è considerata la più suscettibile ai danni da inquinamento ambientale. Alcuni effetti avversi (es. su sviluppo neurocomportamentale e apparato riproduttivo) che si manifestano durante linfanzia o nelladololescenza sono messi in correlazione con unesposizione avvenuta durante questa finestra temporale. Le donne sono il gruppo della popolazione maggiormente preoccupato per i possibili rischi/conseguenze per i bambini derivanti da esposizione a POP. Sono le più attive nel richiedere alle autorità sanitarie lattivazione di studi di biomonitoraggio e un parere sullopportunità di allattare.

17 Caratterizzazione dellesposizione a POP in funzione di specifiche situazioni ambientali/alimentari Caratterizzazione di trend spaziali Identificazione di eventuali sottogruppi a rischio Attivazione di programmi di sorveglianza sanitaria Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Definizione di una strategia di comunicazione da utilizzare negli studi di biomonitoraggio Caratterizzazione di trend temporali Correlazione ambiente/salute (storia riproduttiva)

18 The Stockholm Convention Parties shall undertake research work geared towards alleviating the effects of POPs on reproductive health, and make the results of their research and monitoring accessible to the public Each Party shall promote and facilitate: Awareness among its policy and decision makers with regard to POPs; Provision to the public of all available information on POPs Development and implementation, especially for women, children and the least educated, of educational and public awareness programmes on POPs as well as on their health and environmental effects. ? Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Linterpretazione dei dati di biomonitoraggio è complessa, la comunicazione del loro significato è critica …although biomonitoring can provide reams of statisics about chemicals people are exposed to, it cant necessarily indicate whether such exposures are likely to make them sick (Science, 2004)..although testing for a chemical can take just a fewdays, discerning its impact on health takes years (ibidem) …high levels arent necessarily dangerous, typical levels arent necessarily safe (ibidem)

19 Aims of the survey To provide exposure data to assist in the evaluation of the effectiveness of the Stockholm Convention To provide additional information on the public health implication of POPs 1° Round countries 2° Round countries 3° Round countries Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010

20 POP nel latte materno pgTE/g lb pgTE/g lb pgTE/g lb ROMA Van Leeuwen FXR, Malisch R. Results of the third round of the WHO-coordinated exposure study on the levels of PCBs, PCDDs and PCDFs in human milk. Organohalogen Compounds, 2002, 56:311–316. dati ISS, Reparto di Chimica Tossicologica Project LIFE08 ENV/IT/ WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010


Scaricare ppt "Project LIFE08 ENV/IT/000423 WOMENBIOPOP First Technical Workshop/National Meeting Roma, Istituto Superiore di Sanità, 8-9 novembre 2010 Elena De Felip."

Presentazioni simili


Annunci Google