La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Liceo Scientifico Statale Duca degli Abruzzi Gorizia, 16 Maggio 2007 Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Gorizia Giovanni Aglialoro, IV3GCP Massimo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Liceo Scientifico Statale Duca degli Abruzzi Gorizia, 16 Maggio 2007 Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Gorizia Giovanni Aglialoro, IV3GCP Massimo."— Transcript della presentazione:

1 Liceo Scientifico Statale Duca degli Abruzzi Gorizia, 16 Maggio 2007 Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Gorizia Giovanni Aglialoro, IV3GCP Massimo Devetti, IV3NDC Progetto Radiometeore 2007: Risultati osservativi

2 Osservatorio Radio-Meteorico del Liceo: Configurazione attuale ANT. 4 el. Yagi 55 MHz ANT.Preamp. F= MHz RX CONVERTER LO 94 MHz IF MHz VHF RECEIVER AUDIOAGC A / D BOARD Acquisition Reduction & Analisys Data & Plots (uncorrected) ATT

3 Osservatorio Radio-Meteorico del Liceo: Configurazione attuale

4 Procedura di osservazione 1.Accensione del sistema ed eventuale setup 2.Lacquisizione è automatica; ogni 24 ore vengono generati 2 file (formato testo) contenenti i dati acquisiti secondo diverse modalità; i file vengono aggiornati ogni 20 minuti 3.Trasferimento dei file al PC dedicato allanalisi; elaborazione con appositi tool (es. fogli Excel)

5 Quiet Signal -125 dB Trigger Size 2 dB Audio Threshold 55 Max Ping Duration 8 * 0.1 sec Transmitter ID DR1 Frequency MHz RX Antenna 4elYAGI Antenna Beamwidth 65Degs Beam Azimuth 345Degs Beam Elevation 5Degs Minimum RX NF 2dB Attenuation 5dB DA MO YR HR MN SC FALSES PINGS METEOR ======== ======== ====== ====== ====== Esempi di file di uscita File.hr File.raw

6 Frequenza operativa scelta: MHz (DR1, Fyn, Denmark) Questo trasmettitore presenta caratteristiche ottimali: Distanza > 1000 Km Potenza di uscita adeguata (25 KW) Attivo h 24 Non ci sono trasmettitori su frequenze vicine, in grado di interferire Tipologia di osservazioni: Monitoraggio del flusso giornaliero di meteore sporadiche Rilevazione della presenza di sciami meteoritici

7 Variazioni del flusso meteorico Giornate Normali (Meteore Sporadiche) Sciame di Meteore

8 Variazioni del flusso meteorico Le Meteore Sporadiche hanno variazioni di flusso giornaliere e stagionali, dipendenti dalle coordinate del punto di Apice Celeste, in funzione del tempo. LApice è il punto della volta celeste verso cui la terra si muove nel suo moto orbitale, e corrisponde allarea con maggiore probabilità statistica di intercettare meteore. Oltre a ciò, allalba locale dellosservatore, la velocità relativa tra atmosfera terrestre e meteoroidi è maggiore. Le Meteore Sporadiche hanno il massimo flusso intorno alle h 6 loc. e il minimo intorno alle h 18 loc. Le Meteore di Sciame hanno variazioni di flusso dipendenti dallattraversamento, da parte dellorbita terrestre,di porzioni di spazio ad elevata densità di polveri (residui di orbite di comete) il che avviene con una periodicità nota. Oltre a ciò il flusso osservabile dipende dalle coordinate del punto Radiante dello sciame, sulla volta celeste dellosservatore ( Funzione di Osservabilità)

9 Esempi di osservazioni effettuate: Variazioni giornaliere

10

11 Esempio di osservazioni effettuate: 19/24 Aprile 2007

12

13

14

15 Sviluppi futuri Continuo aggiornamento e ottimizzazione del software di conteggio Sviluppo di software per riduzione e analisi dei dati Osservazione su base continua di sciami di meteore, in particolare sciami minori e/o periodici, almeno nel periodo da settembre a maggio. Always in progress…


Scaricare ppt "Liceo Scientifico Statale Duca degli Abruzzi Gorizia, 16 Maggio 2007 Associazione Radioamatori Italiani Sezione di Gorizia Giovanni Aglialoro, IV3GCP Massimo."

Presentazioni simili


Annunci Google