La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il bilancio 2012 del comune di Venegono Superiore 1 COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il bilancio 2012 del comune di Venegono Superiore 1 COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE."— Transcript della presentazione:

1 Il bilancio 2012 del comune di Venegono Superiore 1 COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE

2 QUADRO DI RIFERIMENTO NAZIONALE 2 NELL ANNO 2011 SI SONO SUCCEDUTI 4 INTERVENTI NORMATIVI D.L. 98 del 06/07/2011 (Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria) L. 138 del 13/08/2011 (ulteriori disposizioni per la stabilizzazione e lo sviluppo) Legge 183del 12/11/2011 (Legge di stabilità 2012) D.L. 201 del 06/12/2011 (cosiddetto Decreto Salva Italia) Patto di stabilità: per 1,2 miliardi circa a livello nazionale (Obiettivo Programmatico per Venegono Superiore ,00) Sblocco addizionale comunale IRPEF Anticipazione IMU al 2012, con importanti modifiche rispetto al D.lgs 23/2011 (cosiddetto Decreto Calderoli sul Federalismo Fiscale) Ulteriore riduzione di 1.45 miliardi di Fondo Sperimentale di Riequilibrio che per Venegono Superiore ha determinato un taglio dei contributi statali del 50% (FSR pari ad ,00 contro un trasferimento del 2011 di ) Influenzano la predisposizione dei bilanci comunali su:

3 Contrazione delle Entrate Correnti 3 Soppressione ICI + Istituzione IMU + Ulteriore taglio dei contributi dello Stato del 50% per il Comune di Venegono Superiore =

4 Entrate: confronto tra 2011 e 2012 ad aliquote IMU BASE e ad IRPEF INVARIATO RENDICONTO ANNO 2011 PREVISIONE ANNO 2012 Minori Entrate Entrate Tributarie , , ,58 Entrate da contributi , , ,97 Entrate extratributarie , , Totale , , ,68 4

5 Spese correnti: confronto Anno 2011Anno 2012Maggiori / Minori spese Spese titolo I , , ,24 5 A fronte dellaumento dellIVA del settembre 2011 (dal 20% al 21%); A fronte del probabile aumento dellIVA del settembre 2012 (dal 21% al 23%); A fronte dellaumento dei costi energetici I margini di manovra effettiva sono rigidi SALVO operare tagli sui servizi erogati alla collettività

6 6 Entrate correnti - Spese correnti: 2012 EntrateSpeseDifferenza , , ,00 SQUILIBRIO DI BILANCIO

7 7 IMU: Inclusione prima abitazione (con detrazione di 200,00 e 50,00 per ogni figlio <26 anni fino ad un massimo di 600 complessivi) ed aliquota base pari a 0,40% Differenza di gettito rispetto alla vecchia ICI ICI ABITAZIONE PRINCIPALE (trasferimento Stato- riferito al gettito 2008) IMU ABITAZIONE PRINCIPALE ALIQUOTA 0,40% DIFFERENZE , , ,44

8 8 Altri immobili diversi dallabitazione principale aliquota base del 0,76% di cui 0,38% da versare allo Stato Gettito previsto , ,00 A FAVORE DELLO STATO ,00 A FAVORE DEL COMUNE

9 9 Altri immobili diversi dallabitazione principale aliquota base del 0,76% di cui 0,38% da versare allo Stato Differenza di gettito rispetto alla vecchia ICI ICI ALTRI IMMOBILI IMU ALTRI IMMOBILI ALIQUOTA 0,76% DIFFERENZE , , ,17

10 10 DIFFERENZA DI GETTITO SU TUTTI GLI IMMOBILI rispetto alla vecchia ICI = ,73

11 11 CONTRIBUTI DELLO STATO Anno ,00 Anno ,29 = ,29

12 12 RICADUTE SUL BILANCIO DEL COMUNE DA CONTRIBUTII DELLO STATO DA GETTITO IMU , ,73 = ,02 minori entrate ,00 squilibrio di bilancio tra entrate e spese

13 13 Una contrazione delle entrate correnti di tale imponenza non poteva essere compensata esclusivamente con la riduzione della spesa, salvo mettere in discussione lesistenza dei servizi comunali erogati (es: mensa, trasporto, contributo allasilo, centro tempo infanzia, pubblica istruzione ecc..) Infatti

14 14 SPESE RIGIDE CHE VANNO PREVISTE A BILANCIO E SU CUI NON SI HANNO EFFETTIVI MARGINI DI MANOVRA Spesa per il personale ,00 Spesa per mutui già contratti ,00 Spesa per utenze energetiche immobili ed illuminazione pubblica ,00 Spesa per manutenzioni immobili, strade e mezzi ,00 Spesa per contratti di assicurazione ,00 Spesa per servizi sociali di base es: -Integrazioni rette case di riposo -Integrazione centri di riabilitazione per disabili -Integrazioni rette minori in affido ,60 Spese obbligatorie, a titolo esemplificativo: Sicurezza sul lavoro Adesione servizi in convenzione Adesione Consorzio Pineta e Fiume Olona Revisore dei conti Randagismo ecc ,00 TOTALE ,60 Pari al 64% sul totale delle spese correnti di ,00

15 15 SERVIZI PUBBLICI ED ATTIVITA SU CUI SI POTREBBERO EFFETTUARE TAGLI DA PARTE DEL COMUNE PER FAR QUADRARE IL BILANCIO Mensa scolastica (incassi ,00) ,00 Servizi educativi: Centro tempo Infanzia, Parco Robinson e prestazioni sociali integrative (incassi ,00) ,00 Contributo scuola materna per abbattimento rette ,00 Spese pulizie immobili comunali: -Palazzo comunale -Centro Tempo Infanzia -Immobile ex C.A.G Via Solferino -Ambulatorio XXV Aprile -Palazzina civica ,00 Contributo scuola per piano diritto allo studio ,00 Contributi cultura e sport ,00 Rimozione neve ,00 TOTALE ,00

16 16 Servizi sociali e servizi educativi Scuola Mensa Servizi culturali e sportivi Ecc… IL RISPARMIO DEI TAGLI DEI SERVIZI ALLA PERSONA NON SAREBBE STATO SUFFICIENTE A COMPENSARE LO SQUILIBRIO DI ,00

17 SCELTA PONDERATA 17 GARANTIRE IL PIU POSSIBILE LEQUITA OPERANDO SUL VERSANTE REDDITI (IRPEF)SUL PATRIMONIO MANTENENDO LAITAZIONE PRICNIAPLE AD ALIQUOTA BASE 21

18 18 1 NESSUNA MANOVRA SULLABITAZIONE PRINCIPALE 0,40%

19 19 MANOVRA SUGLI ALTRI IMMBOLI DIFFERENZIAZIONE COMODATO 0,76% NEGOZIO 0,76% 0,96% ALIQUOTA 1

20 20 0,40% 0,76% 0,96% UTLERIORI DIFFERENZIAZIONE REGOLAMENTARI ANZIANI IN CASA DI RIPOSO ISCRITTI AIRE + + = GETTITO ,00

21 21 - = GETTITO IMU AD ALIQUOTA BASE , ,00 GETTITO IMU POST MANOVRA - = MAGGIORI ENTRATE , ,00 squilibrio post manovra IMU ,00 squilibrio di bilancio iniziale

22 22 2 MANOVRA SUL REDDITO IRPEF SCAGLIONI Soglia di esenzione Scaglione da 0 a ,00 euro- aliquota % Scaglione da ,00 a ,00 euro- aliquota % Scaglione da ,00 a ,00 euro- aliquota % Scaglione da ,00 a ,00 euro- aliquota % Oltre ,00 euro- aliquota % > GETTITO IRPEF = ,00

23 ,00 + = , ,00 > Gettito IRPEF Squilibrio post manovra IMU Squilibrio post manovra IMU e post manovra IRPEF SQUILIBRIO RIPIANATO UTILIZZANDO ONERI DI URBANIZZAZIONE ALLA PARTE CORRENTE

24 24 PATTO DI STABILITA Il patto è stato pensato dallUnione Europea per tenere sotto controllo i conti pubblici degli Stati appartenenti allarea Euro Il patto utilizza un meccanismo di calcolo complesso che, in forma semplificata, somma il saldo della parte corrente (entrate meno spese) ed il saldo della parte per investimenti (entrate meno pagamenti) Per il rispetto del patto dal calcolo finale deve risultare ogni anno una differenza per un importo predeterminato di anno in anno crescente Tale meccanismo non considera le entrate da assunzione dei mutui così come non considera le entrate da applicazione dellavanzo ma tiene conto solo delle relative uscite. Il mancato rispetto del patto comporta pesanti sanzioni a carico dellente inadempiente.

25 25 Patto di stabilità per il comune di Venegono 2011 Saldo finanziario programmato , Saldo finanziario programmato 16% ,00 media delle spese correnti , ,00 riduzione prevista per legge ,00

26 26 Se non cambiano le regole in corso danno, effettuati i pagamenti obbligatori ed accantonate le risorse necessarie a copertura del saldo finanziario non sarà possibile realizzare le opere previste anche se già finanziate ,00 OBIETTIVO 2012 Cosa significa?


Scaricare ppt "Il bilancio 2012 del comune di Venegono Superiore 1 COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE."

Presentazioni simili


Annunci Google