La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ropol08 PATTO DI STABILITA La Finanziaria 2008 in materia di enti locali Torino, 17 gennaio 2008 Pierluigi Ropolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ropol08 PATTO DI STABILITA La Finanziaria 2008 in materia di enti locali Torino, 17 gennaio 2008 Pierluigi Ropolo."— Transcript della presentazione:

1 ropol08 PATTO DI STABILITA La Finanziaria 2008 in materia di enti locali Torino, 17 gennaio 2008 Pierluigi Ropolo

2 ropol08 PATTO DI STABILITA FINANZIARIA 2008

3 ropol08 Patto stabilità 2007 Le Regioni Le Province I Comuni > abitanti SOGGETTI OBBLIGATI: Le Province autonome di Trento e di Bolzano … e basta !! (comma 676)

4 ropol08 Patto stabilità 2008 Gli stessi ! SOGGETTI OBBLIGATI:

5 ropol08 Patto stabilità 2007 Miglioramento Saldo finanziario cassa LE REGOLE DEL PATTO Regola 1 Regola 2 Miglioramento Saldo finanziario competenza

6 ropol08 Patto stabilità 2008 Miglioramento ( o conferma) Saldo finanziario competenza mista LE REGOLE DEL PATTO Regola Unica

7 ropol08 Patto stabilità 2008 I PUNTI SALIENTI Sostanziale conferma dellimpianto 2007; Conferma del riferimento al triennio 2003/2005; Esclusione dal miglioramento degli enti con saldo cassa in avanzo nel ; Computo dei saldi in sola competenza mista per 2008 – 2009 – 2010; Riduzione dellobiettivo per gli enti con mega dismissioni patrimoniali in ; (art. 1, comma 379)

8 ropol08 Patto stabilità 2008 LA PROCEDURA determinazione saldo finanziario di cassa (entrate finali meno spese finali); se positivo, non si applicano miglioramenti agli obiettivi programmatici e si passa immediatamente alla competenza mista; se negativo, si determina il miglioramento applicando il meccanismo del comma 678, lett. a) e lett.b) con relativi coefficienti, da applicarsi poi al saldo di competenza mista;

9 ropol08 Dicesi saldo di COMPETENZA MISTA: La somma algebrica degli importi risultanti dalla differenza tra accertamenti e impegni, per la parte corrente, e dalla differenza tra incassi e pagamenti, per la parte in conto capitale. Patto stabilità 2008 (comma 679-bis)

10 ropol08 Per il solo anno 2008, gli enti che nel triennio hanno registrato un saldo medio di competenza mista positivo e maggiore del saldo medio di cassa, possono conseguire lobiettivo di miglioramento in termini di saldo finanziario di competenza mista o, in alternativa, in termini di cassa e di competenza classica. Patto stabilità 2008 (comma 681)

11 ropol08 Patto stabilità 2008 Nella determinazione dei saldi di comma 683, tra le entrate finali, non sono conteggiate le entrate derivanti da riscossione di crediti e, tra le spese finali, non sono conteggiate le spese derivanti da concessione di crediti (comma 683 – primo periodo)

12 Patto stabilità 2008 Saldo di competenza mista

13 Patto stabilità 2008 Saldo di competenza mista

14 ropol08 Patto stabilità 2008 Le previsioni di entrata e di spesa, in termini di competenza per parte corrente e di cassa per parte in conto capitale devono garantire, a decorrere dallanno 2008, il raggiungimento dellobiettivo programmatico del patto di stabilità interno determinato per ciascun anno. A tal fine gli enti locali sono tenuti ad allegare al bilancio di previsione un apposito prospetto contenente le previsioni di competenza e di cassa degli aggregati rilevanti ai fini del patto. Il nuovo comma 684

15 ropol08 Patto stabilità 2008 Ai fini dei saldi utili per il rispetto del patto di stabilità interno, i trasferimenti statali sono conteggiati, in termini di competenza e di cassa, nella misura a tale titolo comunicata dallamministrazione statale interessata. (comma 682)

16 ropol08 Patto stabilità 2008 La stessa neutralizzazione vale per i contributi regionali … a condizione che la Regione lo stabilisca con un proprio atto formale. (Circolare M.E.F. n. 12/07, par. C.2)

17 ropol08 Patto stabilità 2007 Le Province e i Comuni > ab. trasmettono a MEF-RGS, via web, informazioni richieste in base a D.MEF, entro aprile, luglio, ottobre, gennaio; Le informazioni riguardano landamento di cassa e quello di competenza (!!). MONITORAGGIO (comma 685)

18 ropol08 Patto stabilità 2008 Tutto confermato. In più, con lo stesso decreto è definito il prospetto dimostrativo dellobiettivo determinato per ciascun ente ai sensi dei commi 678, 679, 679-bis e 681-bis. La mancata trasmissione del prospetto dimostrativo costituisce inadempimento al patto di stabilità. MONITORAGGIO (comma 685)

19 ropol08 Patto stabilità 2008 Con D.MEF sono stabiliti i contenuti e le modalità per monitorare, in corso danno, gli accertamenti e gli impegni assunti, secondo aggregazioni e scansioni temporali adeguate alle esigenze della finanza pubblica, al fine di attivare un nuovo sistema di acquisizione di dati riguardanti la competenza finanziaria dei bilanci degli enti locali che si affianca al SIOPE (!!!!!!!) MONITORAGGIO (comma 685-bis)

20 ropol08 Patto stabilità 2007 Trasmissione a MEF-RGS, entro 31 marzo anno successivo, CERTIFICATO relativo al saldi di competenza e di cassa dellanno precedente, a firma del legale rappresentante e del responsabile servizio finanziario. CERTIFICAZIONE (comma 686)

21 ropol08 Patto stabilità 2008 La mancata trasmissione a MEF-RGS, costituisce inadempimento al patto di stabilità interno. CERTIFICAZIONE (comma 686)

22 ropol08 Patto stabilità 2008 Enti commissariati per fenomeni mafiosi applicano il patto dallanno successivo a quello della rielezione degli organi istituzionali; o Sono esclusi dal PATTO 2006 o 2007 gli enti commissariati rispettivamente negli anni 2004 o 2005, anche per frazione di anno, per art. 141 Tuel (scioglimento normale consiglio) e per art. 143 (fenomeni mafiosi). SITUAZIONI PARTICOLARI (commi )

23 ropol08 Patto stabilità 2008 Gli stessi enti sono anche esclusi dal Patto Ma restano soggetti ai vincoli della spesa di personale di cui al comma 557 della finanziaria 2007, come qualificato dallart. 3, comma 120, della finanziaria SITUAZIONI PARTICOLARI (art. 1, comma 386)

24 ropol08 Patto stabilità 2008 In caso di mancato rispetto del saldo programmatico di cassa o di competenza, accertato con la certificazione di Sindaco e Ragioniere, Romano PRODI in persona (SIC!) diffida gli enti locali ad adottare i necessari provvedimenti entro il 31 maggio successivo; I provvedimenti sono comunicati al MEF-RGS entro la stessa data. SANZIONI (comma 691)

25 ropol08 Patto stabilità 2008 In caso di mancata adozione entro il 31 maggio, i sindaci/presidenti diventano commissari ad acta e, entro il 30 giugno, adottano loro i necessari provvedimenti, che comunicano a MEF-RGS; Il MEF-RGS pubblica sul sito gli elenchi degli enti che: Non hanno rispettato il patto; Hanno adottato opportuni provvedimenti; NON hanno inviato la prescritta comunicazione. SANZIONI (comma 691)

26 ropol08 Patto stabilità 2008 NEI COMUNI se i necessari provvedimenti non sono adottati entro il 30 giugno, con riferimento al periodo dimposta in corso, laliquota delladdizionale Irpef è automaticamente aumentata dello 0,30%. !!!! SANZIONI (comma 692) NELLE PROVINCE se i necessari provvedimenti non sono adottati entro il 30 giugno, con riferimento al periodo dimposta in corso, dal 1° luglio lI.P.T. aumenta del 5 %. !!!!

27 ropol08 … dicesi necessario provvedimento …

28 ropol08 ?


Scaricare ppt "Ropol08 PATTO DI STABILITA La Finanziaria 2008 in materia di enti locali Torino, 17 gennaio 2008 Pierluigi Ropolo."

Presentazioni simili


Annunci Google