La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Evoluzione dei servizi bancari telematici per la Pubblica Amministrazione Locale Alessandra DI IORIO Settore Sistemi di Pagamento Associazione Bancaria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Evoluzione dei servizi bancari telematici per la Pubblica Amministrazione Locale Alessandra DI IORIO Settore Sistemi di Pagamento Associazione Bancaria."— Transcript della presentazione:

1 1 Evoluzione dei servizi bancari telematici per la Pubblica Amministrazione Locale Alessandra DI IORIO Settore Sistemi di Pagamento Associazione Bancaria Italiana Palermo, 1° marzo 2005

2 2 PREMESSA LORDINATIVO INFORMATICO PROGETTI ALLO STUDIO RISCOSSIONI EVOLUTE AGENDA

3 3 CORTE DEI CONTI ENTE LOCALE CITTADINO BANCA DITALIA BANCA TESORIERA SIOPE R.G.S (B.I.) Rendicontazione Contabilità speciale Controllo Ordinativo Informatico (OI) Riscossioni Evolute Flussi contabili Flussi informativi I PROGETTI PER LA P.A.L.

4 4 PREMESSA LORDINATIVO INFORMATICO AGENDA PROGETTI ALLO STUDIO RISCOSSIONI EVOLUTE

5 5 La creazione dellORDINATIVO INFORMATICO, uno standard regolamentare e tecnico, che consente alle Banche tesoriere di eseguire gli ordini di incasso e pagamento degli enti solamente sulla base di input elettronici. LORDINATIVO INFORMATICO ABI È INTERVENUTA PER consentire lo scambio per via esclusivamente telematica, dei dati relativi ai mandati di pagamento ed alle reversali di incasso, tra le Pubbliche Amministrazioni e le Banche tesoriere, in sostituzione delle attuali comunicazioni cartacee. ATTRAVERSO (Legge Finanziaria 2005, Art. 1, comma 80)

6 6 CIRCOLARE ABI 80 DEL 29 DICEMBRE 2003 Il Protocollo O.I.: Predisposto e concordato in sede ABI dai competenti organismi interbancari Condiviso con la Banca dItalia Approvato dalla CNIPA …le regole e gli standard dellOrdinativo Informatico … destinato a trasformare gli ordini di pagamento e di incasso, intercorrenti tra le P.A. e le banche, da cartacei a telematici DEFINISCE Criteri per lapplicazione della firma digitale Le regole procedurali I contenuti minimali dellordinativo La struttura logica del flusso Il formato dei tracciati per lo scambio dei dati DETERMINA

7 7 MODALITÀ DI SCAMBIO DEI FLUSSI Libertà di canale basata sullaccordo tra le parti nel rispetto regole di sicurezza e regole di scambio fissati in protocollo Libertà di scelta dei prodotti e degli eventuali intermediari sempre che lEnte garantisca alla banca che le informazioni telematiche verranno fornite nel rispetto delle regole indicate nel protocollo. Adozione della firma elettronica qualificata (digitale) nel rispetto della normativa vigente. (Con ununica firma digitale può essere sottoscritto un flusso contenente un solo ordinativo o più ordinativi)

8 8 OPERAZIONE WIN-WIN Standardizzazione Riduzione degli oneri amministrativi legati a: trattamento e conservazione supporti cartacei imputazione manuale dei dati riduzione verifiche effettuate a posteriori manualmente Interoperabilità Concorrenza BANCHE P.A.L.

9 9 PREMESSA LORDINATIVO INFORMATICO PROGETTI ALLO STUDIO RISCOSSIONI EVOLUTE AGENDA

10 10 85% - incassi effettuati mediante bollettini postali presso uffici postali 10% - incassi effettuati mediante procedure concordate con le singole banche tesoriere quasi sempre basate su pagamento in contanti presso gli sportelli delle stesse banche tesoriere 5% - incassi effettuati mediante procedure bancarie standard Risultanze dello studio sulle Riscossioni evolute Esportare nel settore delle PAL i sistemi di incasso e pagamento elettronici utilizzati dalle imprese RISCOSSIONI EVOLUTE OBIETTIVO

11 11 Criteri per lindividuazione degli strumenti bancari Esigenze di economicità e qualità del servizio per gli enti Caratteristiche delle entrate Esigenze di economicità per le banche INDIVIDUAZIONE DEGLI STRUMENTI INDIVIDUAZIONE DEGLI STRUMENTI BANCARI RID P.A.L. Bankpass POS MAV Freccia C I T T A D I N I CBI

12 12 OPERAZIONE WIN-WIN P.A.L. Utilizzo di servizi già noti Ampia scelta di canali di pagamento Possibilità di risparmiare tempo e denaro UTENTE Standardizzazione e interoperabilità Certezza della riscossione Migliore organizzazione contabile Risparmio di risorse Facilitazione nella fase di riscossione

13 13 PRESUPPOSTI PER PROCEDERE AL CAMBIAMENTO Presupposto per il cambiamento: Riscossione = Versamento CONGENIALE PER LE SOLE RISCOSSIONI IN CONTANTI Normativa attuale: CONGENIALE ANCHE PER MODALITÀ DI RISCOSSIONE INNOVATIVE Riscossione Tale situazione risulta particolarmente sfavorevole per gli Enti Locali che non possono beneficiare dei vantaggi connessi alluso di servizi di incasso e pagamento avanzati: maggiore celerità dei processi, completezza dei dati e certezza delle posizioni. Versamento

14 14 Ammissibilità del servizio elettronico La Convenzione di tesoreria può prevedere che la riscossione delle entrate ed il pagamento delle spese possano essere effettuati, oltre che per contanti presso gli sportelli di tesoreria, anche con le modalità offerte dai servizi elettronici di incasso e di pagamento interbancari. Quietanza Gli incassi effettuati dal tesoriere mediante i servizi elettronici interbancari danno luogo al rilascio di quietanza o evidenza bancaria ad effetto liberatorio per il debitore. Versamento Le somme rivenienti dai predetti incassi sono versate alle casse dellente non appena si rendono liquide ed esigibili in relazione ai servizi elettronici adottati e comunque nei tempi previsti nella convenzione di tesoreria. FINANZIARIA 2005 (Legge Finanziaria 2005, Art. 1, comma 80)

15 15 PREMESSA LORDINATIVO INFORMATICO PROGETTI ALLO STUDIO RISCOSSIONI EVOLUTE AGENDA

16 16 Area Bilancio Bilancio Variazioni Elenco residui Resa del conto Area Rendicontazione Giornale di cassa Rendiconto di cassa Estratto conto Area funzionalità accessorie OI Bollettario Quietanze Allegati di dettaglio Provvisori Area Banca dItalia 62 spec. TP 61 TP e 61 TP bis 56 TU 3 e 10 TESUN 1 e 2 TUN BANCA TESORIERA Ente Locale Banca dItalia NUOVE AREE DI INTERVENTO Interventi che mirano a razionalizzare lo scambio di informazioni tra Banca Tesoriera ed Ente Locale anche grazie agli strumenti elettronici

17 17 GRAZIE PER LATTENZIONE


Scaricare ppt "1 Evoluzione dei servizi bancari telematici per la Pubblica Amministrazione Locale Alessandra DI IORIO Settore Sistemi di Pagamento Associazione Bancaria."

Presentazioni simili


Annunci Google