La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per pagare gli avvisi e le cartelle di pagamento il cittadino può recarsi presso: Tutti gli sportelli degli uffici postali, utilizzando: Il bollettino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per pagare gli avvisi e le cartelle di pagamento il cittadino può recarsi presso: Tutti gli sportelli degli uffici postali, utilizzando: Il bollettino."— Transcript della presentazione:

1 Per pagare gli avvisi e le cartelle di pagamento il cittadino può recarsi presso: Tutti gli sportelli degli uffici postali, utilizzando: Il bollettino RAV allegato alla cartella e/o avviso di pagamento; Il modello F35. Tutti gli sportelli bancari, utilizzando il bollettino RAV allegato alla cartella e/o avviso di pagamento; Il call center ed il sito web, chiamando il numero o collegandosi al sito utilizzando il bollettino RAV allegato alla cartella e/o avviso di pagamento; –il pagamento viene effettuato a mezzo carta di credito per importi fino a euro per transazione eseguita; –le commissioni e le modalità di pagamento sono specificate nell apposita sezione del sito Tutti gli sportelli di Equitalia Gerit SpA: in contanti per importi inferiori a euro ( Art.49 comma 1 del D.Lgs. 231/2007); con assegno circolare non trasferibile, intestato a Equitalia Gerit SpA; con bancomat, agli sportelli muniti di postazione POS, secondo il limite di utilizzo del proprio Bancomat; con assegno bancario / postale : per gli sportelli presenti sulla città di Roma con un limite fino a euro per tutti gli altri sportelli con un limite fino a euro Quando pagare? Se la cartella di pagamento viene pagata entro 60 giorni dalla data di notifica non ci saranno costi aggiuntivi. Superato il termine, allimporto dovuto saranno aggiunti gli interessi di mora, i costi del servizio di riscossione ed eventuali spese per procedure esecutive e cautelari. ATTENZIONE : il Decreto Legislativo 21 novembre 2007, n. 231 disciplina le misure di prevenzione dellutilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo, in esecuzione delle Direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE emanate dallUnione Europea. In caso di pagamenti di somme pari o superiori a ,00 coloro che effettueranno materialmente il pagamento e gli eventuali terzi mandatari saranno soggetti allobbligo dellidentificazione da parte dellagente della riscossione. Per informazioni sul debito il cittadino si dovrà rivolgere allente creditore che è indicato nella cartella di pagamento. Per avere maggiori informazioni visitare il sito oppure contattare da telefono fisso il numero verde o il numero da telefono cellulare. Estratto conto: il nuovo servizio Equitalia per consultare la propria situazione debitoria aggiornata. Sul sito le modalità di utilizzo. Dove, come e quando pagare

2 Lo sgravio è il provvedimento dellente creditore che annulla, in tutto o in parte, lordine di riscuotere le somme richieste con la cartella di pagamento. Se il cittadino ritiene che la somma richiesta non sia dovuta, relativamente alla natura e all importo del debito,per contestarlo deve rivolgersi direttamente allEnte creditore che è indicato nella cartella di pagamento e non allagente della riscossione (Equitalia Gerit SpA). LEnte creditore, dopo le verifiche del caso, può annullare, totalmente o parzialmente, latto ed adottare un provvedimento di annullamento (sgravio) che, nel caso di sgravio totale, toglie efficacia alla cartella di pagamento limitatamente alle somme richieste dall ente e interrompe le procedure di riscossione. In questo caso lEnte creditore deve comunicare lannullamento delle quote sgravate allAgente della Riscossione, che provvede ad annotarlo sui propri archivi dandone apposita comunicazione al cittadino. Gli effetti del provvedimento trasmesso dallEnte creditore allAgente della Riscossione potranno determinare: ° annullamento totale del debito; ° annullamento parziale del debito, che comporta per il cittadino il pagamento del residuo carico a ruolo ancora dovuto; ° rimborso solo nel caso in cui limporto residuo del carico a ruolo risulti inferiore allimporto dello sgravio (ovviamente il rimborso sarà pari alla differenza tra limporto dello sgravio e il residuo a debito. Per avere maggiori informazioni visitare il sito oppure contattate da telefono fisso il numero verde o il numero da telefono cellulare. Estratto conto: il nuovo servizio Equitalia per consultare la propria situazione debitoria aggiornata. Sul sito le modalità di utilizzo. Come ottenere uno sgravio

3 Se il cittadino ha pagato più del dovuto oppure ha ottenuto uno sgravio dallEnte creditore e questo è stato comunicato a Equitalia il cittadino ha diritto a un rimborso. Sono previsti due tipi di rimborsi: rimborso da eccedenza da sgravio. Se il cittadino ha ottenuto uno sgravio e aveva già provveduto al pagamento ha diritto a un rimborso. Lagente della riscossione procede al rimborso inviando una comunicazione che reca tutte le informazioni utili per lindividuazione della cartella/avviso di pagamento, i riferimenti dello sgravio e le modalità per il ritiro del rimborso. Se invece il cittadino ha ancora ulteriori debiti iscritti a ruolo da saldare è possibile procedere a compensazione, previa autorizzazione del soggetto intestatario del debito. –rimborso da eccedenza da sgravio su cartelle Inps. Il rimborso è disposto direttamente dallEnte che lo trasmette in via telematica allagente della riscossione ed è subordinato allassenza di ulteriori cartelle Inps non ancora saldate: in questo caso lagente della riscossione provvederà a compensare limporto del rimborso con il debito residuo (circolare Inps n. 165 del 21/12/2004). rimborso da eccedenza da pagamento. Se il cittadino ha effettuato un versamento per una somma maggiore di quanto richiesto (per esempio, se ha pagato due volte lo stesso debito). Per gli importi superiori a 50 euro, lagente della riscossione provvede a notificare una comunicazione al cittadino contenente le indicazioni sullimporto da rimborsare e sulle modalità del rimborso. In mancanza di risposta da parte del contribuente nei 3 mesi successivi, lagente della riscossione versa le somme allente cui si riferisce lerroneo versamento. In questo caso, il cittadino potrà rivolgersi direttamente a questo ente. Documentazione da presentare per rimborso eccedenza: Persona fisica: documento di identità. Persona giuridica: visura camerale (valida 180 gg) + copia documento identità rappresentante legale/curatore/liquidatore. Società trasformate: documenti previsti per persona giuridica + copia verbale trasformazione autenticata dal notaio. Rimborsi intestati a persone decedute: copia dellatto di successione o dellatto notorio o dichiarazione sostitutiva dellatto notorio resa dinanzi allincaricato del Comune in cui risultino indicati tutti gli eredi con le rispettive quote di eredità + copia documento identità erede/aventi diritto richiedenti il rimborso nonché delega di tutti gli eredi. Associazioni: provvedimento di nomina a presidente dellassociazione + copia documento identità presidente associazione. Qualora si fosse impossibilitati a recarsi personalmente presso i nostri sportelli, si può autorizzare un incaricato, munito di delega (per rimborso da eccedenza da sgravio: delega autenticata), corredata dalla copia del documento d identità del delegato e del delegante. Copia della quietanza di pagamento o denuncia di smarrimento della stessa Per avere maggiori informazioni visitare il sito oppure contattate da telefono fisso il numero verde o il numero da telefono cellulare. Estratto conto: I il nuovo servizio Equitalia per consultare la propria situazione debitoria aggiornata. Sul sito le modalità di utilizzo. Come ottenere un rimborso


Scaricare ppt "Per pagare gli avvisi e le cartelle di pagamento il cittadino può recarsi presso: Tutti gli sportelli degli uffici postali, utilizzando: Il bollettino."

Presentazioni simili


Annunci Google