La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fonti energetiche rinnovabili Solare termico. Solare termico Questi tipi di impianti solari servono per ottenere acqua calda a bassa temperatura (fino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fonti energetiche rinnovabili Solare termico. Solare termico Questi tipi di impianti solari servono per ottenere acqua calda a bassa temperatura (fino."— Transcript della presentazione:

1 Fonti energetiche rinnovabili Solare termico

2 Solare termico Questi tipi di impianti solari servono per ottenere acqua calda a bassa temperatura (fino a 80 °C) utilizzando la radiazione infrarossa del sole. Con un buon impianto solare si riesce a coprire anche più dell'80% del fabbisogno annuo di acqua calda per usi sanitari di una famiglia media, abbattendo così vistosamente le spese energetiche e l'immissione di gas nocivi nell'atmosfera. La tecnologia è matura ed affidabile, con impianti che hanno una vita media di 25 anni, e tempi di ritorno dell'investimento che possono essere molto brevi. Il solare termico può essere utilizzato sia per il riscaldamento dellacqua sanitaria (applicazione più economica e più diffusa) che per la climatizzazione invernale degli ambienti. Gli impianti solari termici sono composti da: pannelli solari piani o pannelli solari a tubi sottovuoto, un serbatoio, eventuali pompe e centraline elettroniche di controllo. Si dividono in due categorie: a circolazione naturale ed a circolazione forzata.

3 Pannelli solari termici a circolazione naturale 1) I raggi del sole scaldano il liquido solare (acqua + antigelo) che, contenuto nei tubi interni al collettore termico, sale in modo naturale fino a raggiungere il serbatoio posto orizzontalmente sopra i pannelli. 2) Qui il liquido cede il calore allacqua interna al serbatoio che, riscaldata dal sole, entra nel circuito idraulico sanitario della casa. Nei mesi freddi lacqua scaldata dal sole passa attraverso la caldaia prima di entrare nel circuito idraulico della casa. In questo modo lacqua entra in caldaia già preriscaldata dal sole, riducendo i consumi di gas o gasolio. In estate lacqua scaldata dal sole entra direttamente nel circuito idraulico sanitario della casa, senza alcun riscaldamento integrativo da parte della caldaia.

4 Pannelli solari termici a circolazione forzata I collettori termici a C.F. sono più efficienti perché il calore viene conservato in un serbatoio ben coibentato e posto in un luogo più riparato della casa. Nel collettore (1) circola del liquido solare (acqua + antigelo). Una centralina (2) misura la temperatura raggiunta dal liquido nel pannello e quella dellacqua contenuta allinterno del serbatoio (3). Se il liquido nei pannelli è più caldo dellacqua del serbatoio, la centralina fa partire una pompa che spinge il liquido allinterno del circuito in modo da farlo passare attraverso una serpentina interna al serbatoio (3). Attraverso tale serpentina avviene il passaggio del calore dal liquido allacqua del serbatoio, che entra quindi nel circuito dellacqua sanitaria della casa. Vi sono serbatoi con doppio circuito di scambio del calore: uno per lacqua sanitaria e uno per limpianto di riscaldamento ambientale che però (essendo a bassa temperatura <35°C) deve essere del tipo a pavimento.

5 Dimensionamento Per calcolare le dimensioni dellimpianto solare per unutenza di tipo domestico, è necessario partire dai consumi di acqua calda per persona che si aggirano tra i 50 ed i 100 litri al giorno. Ciò significa che, ad esempio, per una famiglia composta da 4 persone occorrono giornalmente circa 300 litri di acqua a 45°C. Il numero di collettori necessario per soddisfare tale fabbisogno varia a seconda della zona geografica, in base alla disponibilità di energia solare; in prima approssimazione, la superficie richiesta varia tra 0,5 e 1,2 m 2 per persona passando dal Sud al Nord Italia. Il volume del serbatoio di accumulo è legato alla superficie captante installata (circa litri per m 2 di collettore). Per fare un esempio, si consideri una famiglia di 4 persone residente a Roma, per la quale è generalmente sufficiente un impianto solare costituito da 4 mq di collettori abbinati ad un serbatoio da 300 litri.

6 Costi I costi di tali impianti presentano delle notevoli differenze a seconda del tipo di collettori utilizzati (piani e sottovuoto) e della complessità del circuito. Tuttavia, possiamo affermare che la spesa prevista per un impianto tipo (4mq di collettori con serbatoio di 300 lt) sarà indicativamente di Lesborso, in sé già contenuto, si riduce ulteriormente grazie ad eventuali incentivi predisposti a livello locale o nazionale e al risparmio dimposta conseguibile mediante detrazione IRPEF del 55% della spesa sostenuta e l'agevolazione dell'IVA al 10%.

7 Incentivi per il solare termico La legge 2/2009 ha ripristinato la detrazione del 55% per le spese riguardanti gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti, tra i quali linstallazione di pannelli solari termici. Lagevolazione può essere fatta valere sia sullIRPEF che sullIRES in sede di dichiarazione dei redditi per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2010 e viene recuperata in 5 rate annuali di uguale importo. La detrazione non è sottoposta a vincoli di approvazione. Per tali interventi il valore massimo della detrazione fiscale è di euro e sono riferiti a interventi di installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda per usi domestici o industriali e per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscine, strutture sportive, case di ricovero e cura, istituti scolastici e università. I fabbisogni soddisfatti con limpianto di produzione di acqua calda possono attenere non soltanto alla sfera domestica o alle esigenze produttive ma più in generale allambito commerciale, ricreativo o socio assistenziale, in pratica possono accedere alla detrazione tutte le strutture afferenti attività e servizi in cui è richiesta la produzione di acqua calda.

8 Incentivi per il solare termico Per usufruire della detrazione è necessario che: i pannelli solari ed i bollitori siano garantiti per almeno 5 anni; gli accessori ed i componenti elettrici ed elettronici siano garantiti per almeno 2 anni; i pannelli solari presentino una certificazione di qualità conforme alle norme EN e EN rilasciata da un laboratorio accreditato; l'installazione dell'impianto sia eseguita in conformità con i manuali di installazione dei singoli componenti.

9 Incentivi per il solare termico Di seguito un elenco esemplificativo delle spese detraibili: fornitura e posa in opera di tutte le apparecchiature termiche, meccaniche, elettriche ed elettroniche, nonchè delle opere idrauliche e murarie necessarie per la realizzazione a regola d'arte di impianti solari termici organicamente collegati alle utenze; prestazioni professionali necessarie alla realizzazione dell'opera inclusa anche la redazione dell'attestato di certificazione energetica. Per linstallazione di pannelli solari non occorre più presentare lattestato di certificazione energetica e non è necessario inviare una comunicazione preventiva allAgenzia delle Entrate.

10 Simulazione finanziaria Calcoliamo la resa economica conseguente allinstallazione di un impianto solare termico a circolazione forzata, collocato in maniera ottimale (angolo di azimuth = Sud e Tilt = 35°) sul tetto di unabitazione di Roma. Limpianto serve unutenza media costituita da 4 persone che consumano circa 280 litri di acqua calda sanitaria (portata alla temperatura di 45 °C) che corrisponde ad una domanda energetica di circa kWh/anno. Viene installato un impianto con una superficie captante di 4mq e con un serbatoio di 400 litri che assicura una copertura energetica annuale del 90%, ovvero di circa kWh. Se limpianto solare termico sostituisce una caldaia a metano, la spesa di gas metano risparmiata è di circa: kWh x 0,102 /kWh = 386. Il costo del metano è destinato a salire nel corso degli anni per cui questo sarà un risparmio via via sempre più elevato. Ipotizziamo che il costo dellimpianto (IVA 10% inclusa) sia di e che annualmente la manutenzione costi circa 100.

11 Simulazione finanziaria

12

13 Il costo iniziale dellimpianto a circolazione forzata in esame di ammortizza pertanto in 5-6 anni. Questo periodo di tempo si allunga per impianti installati nelle regioni del Nord, ove è richiesta, a parità di energia da produrre, una superficie captante maggiore e si riduce sensibilmente nelle regioni del Sud. In 20 anni, al netto delle spese di manutenzione, lutente avrà risparmiato circa di gas metano. Emissioni di CO 2 nellatmosfera evitate = circa 2 Ton/anno.


Scaricare ppt "Fonti energetiche rinnovabili Solare termico. Solare termico Questi tipi di impianti solari servono per ottenere acqua calda a bassa temperatura (fino."

Presentazioni simili


Annunci Google