La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale MOLTEPLICITA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale MOLTEPLICITA."— Transcript della presentazione:

1 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale MOLTEPLICITA DI MODELLI ORGANIZZATIVI Gli Enti (Regione, Province, Comuni) coinvolti possono esercitare le loro competenze mediante Istituzioni, Aziende Speciali, Società a capitale misto, pubblico-privato o interamente pubblico, consorzio, conferimento ad organizzazione privata

2 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Ampio utilizzo delle deleghe da parte della Regione in favore delle Province e dei Comuni. Alla Regione rimane comunque il compito di programmare e pianificare gli interventi, anche pluriennali, di promozione e di incentivazione del turismo.

3 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 Competenze della REGIONE Esercita le funzioni in materia di turismo e in particolare: a) programmazione e coordinamento delle attività ed iniziative turistiche, anche attraverso atti di indirizzo verso i soggetti dellorganizzazione turistica regionale e locale; b) interventi per la promozione in Italia e all'estero dell'immagine dell'offerta turistica regionale, nonché per lo sviluppo qualitativo delle attività di comunicazione e di commercializzazione turistica, anche attraverso iniziative di carattere straordinario ovvero progetti speciali; c) interventi d'incentivazione dell'offerta turistica; d) sviluppo di un sistema informativo turistico regionale; e) organizzazione e sviluppo dell'Osservatorio regionale sul turismo, anche in collaborazione con il sistema delle camere di commercio e di altri soggetti pubblici e privati interessati, ai fini di una puntuale conoscenza dei mercati turistici e per favorire lo sviluppo e l'innovazione dell'offerta turistica regionale; f) promozione dei processi di aggregazione ed integrazione tra soggetti pubblici e privati; g) gestione del demanio marittimo con finalità turistico-ricreative

4 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 COMPETENZE DELLE PROVINCE - programmazione della promozione turistica locale per i Sistemi Turistici Locali (STL); - gestione degli interventi per l'incentivazione dell'offerta turistica e del relativo vincolo di destinazione; - agenzie di viaggio e turismo; - commissioni giudicatrici d'esame per l'abilitazione all'esercizio delle professioni turistiche ai sensi delle vigenti leggi regionali; - sviluppo, coordinamento e gestione di un servizio di statistica provinciale del turismo, con la collaborazione dei Comuni interessati, nell'ambito del sistema statistico regionale; - comunicazione dei prezzi e delle tariffe dei servizi e delle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere; - funzioni amministrative relative all'istituzione e alla tenuta di elenchi provinciali concernenti gli abilitati all'esercizio delle professioni turistiche.

5 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 COMPETENZE DEI COMUNI VALORIZZAZIONE DELLECONOMIA TURISTICA DEI LORO TERRITORI, E QUINDI: servizi turistici di base relativi all'accoglienza (assistenza ai turisti e informazione a carattere locale); organizzazione manifestazioni di intrattenimento o altre iniziative di animazione e promozione turistica di interesse locale (anche tramite pro loco) esercizio delle funzioni amministrative relative a: - strutture ricettive - attività professionali di cui alla legge regionale 1 febbraio 2000, n. 4 (Norme per la disciplina delle attività turistiche di accompagnamento); - attività da svolgersi ai sensi della legge regionale n. 40 del 2002 ed ai sensi delle relative disposizioni attuative regionali per gli interventi d'incentivazione dell'offerta turistica; - comunicazione dei prezzi concernenti attività turistiche ad uso pubblico gestite in regime di concessione; - demanio marittimo.

6 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 INTERVENTI REGIONALI PER LA PROMOZIONE E LA COMMERCIALIZZAZIONE TURISTICA tramite un Programma Poliennale, approvato dal Consiglio Regionale. Gli obiettivi del piano si realizzano anno per anno attraverso: a) l'attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica di prevalente interesse per i mercati internazionali di APT Servizi; b) l'attuazione dei progetti di marketing e promozione turistica di prevalente interesse per il mercato italiano delle unioni di prodotto; c) il sostegno alle iniziative di promocommercializzazione e commercializzazione turistica realizzate dalle aggregazioni di imprese aderenti alle unioni di prodotto; d) l'attuazione dei programmi turistici di promozione locale delle Province. Ogni Provincia approva un proprio piano di promozione locale, definendo le priorità degli interventi per lo sviluppo delle attività di promozione a carattere locale e le eventuali iniziative di promozione e valorizzazione dei territorio e delle destinazioni turistiche realizzate nellambito dei STL

7 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 BRACCIO OPERATIVO DELLA REGIONE PER LATTUAZIONE DEI SUOI INTERVENTI: APT SERVIZI Società a responsabilità limitata con il seguente oggetto sociale Oggetto della società è l'attuazione e la gestione tecnico-manageriale dei programmi e dei progetti elaborati in ambito turistico dalla Regione Emilia-Romagna, attraverso gli strumenti della programmazione regionale e nello svolgimento delle funzioni ad essa attribuite dalla legge. In particolare la società attua e gestisce le attività relative al marketing, alla promozione all'estero del turismo, ai progetti speciali, alle attività di comunicazione, alle attività, che, in genere, sono connesse con la promozione di progetti ed iniziative turistiche, sia in Italia che all'Estero, della Regione Emilia-Romagna. La società svolge anche attività di ausilio tecnico-scientifico per le decisioni della Regione in materia di turismo, nonché prestazione di servizi, verso Pubbliche Amministrazioni ed, in genere, verso terzi, nella realizzazione, gestione e promozione di attività in ambito turistico

8 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 FAVORE PER AGGREGAZIONE DI SOGGETTI PUBBLICI E PRIVATI PER LA CONCERTAZIONE, LINTEGRAZIONE E LATTUAZIONE DI PROGETTI DI PROMOZIONE E DI COMMERCIALIZZAZIONE TURISTICA. Comparti prioritari: "Mare e costa adriatica", "Città d'arte, cultura e affari", "Appennino", "Terme e benessere" UNIONI DI PRODOTTO: aggregazioni dei soggetti istituzionali ed economici che operano sul mercato, quali gli enti locali, le camere di commercio, le società e gli organismi operativi locali e regionali, i club di prodotto, le cooperative, le imprese turistiche, con particolare attenzione alle piccole e medie imprese, e le società d'area.

9 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 Sistemi turistici locali Le Province promuovono, anche in accordo tra loro, i STL attraverso forme di concertazione con gli enti locali, con le associazioni di categoria che concorrono alla formazione dell'offerta turistica, nonché con altri soggetti pubblici e privati interessati. Per STL si intendono le aggregazioni rappresentative dei soggetti pubblici e privati che operano per lo sviluppo dell'economia turistica, attraverso la realizzazione d'iniziative di promozione e valorizzazione dei territori e delle destinazioni turistiche dei contesti di appartenenza e di qualificazione e innovazione dei prodotti e dei servizi turistici del territorio e del sistema integrato di offerta turistica. I STL operano nell'ambito di contesti turistici omogenei comprendenti territori caratterizzati dall'offerta integrata di località turistiche, beni culturali ed ambientali, compresi i prodotti tipici dell'agricoltura e dell'artigianato locale, e dalla presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. La Regione riconosce i STL, ai sensi dell'articolo 5, comma 3 della legge 29 marzo 2001, n. 135

10 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale Emilia Romagna - L.R. 04/03/98 n. 7 Servizi di accoglienza e di informazione turistica La Regione contribuisce alla gestione da parte dei Comuni dei servizi di accoglienza turistica attraverso i Programmi turistici di promozione locale. Le Province competenti per territorio verificano la rispondenza dei servizi di accoglienza agli standard minimi di qualità stabiliti con apposito provvedimento della Giunta regionale. I Comuni possono altresì affidare la gestione di servizi in concessione a soggetti pubblici o privati o ad organismi associativi a capitale misto pubblico- privato che assicurino il rispetto degli standard definiti dalla Giunta regionale.

11 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale LAZIO L.R. 6 agosto 2007 n. 13 – L.R. 15 Maggio 1997, n. 9 COMPETENZE REGIONE Piano turistico regionale triennale Promozione turistica sul mercato nazionale Determinazione requisiti minimi funzionali e strutturali per classificazione strutture ricettive e stabilimenti balneari Assegnazione del marchio turistico regionale Adozione carta del turista Riconoscimento dei Sistemi Turistici Locali Alta formazione degli operatori del comparto tramite la Scuola di Alta Formazione del Turismo

12 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale LAZIO - COMPETENZE DELLE PROVINCE Piani di valorizzazione, promozione locale ed accoglienza turistica Attività di promozione del prodotto turistico ed attuazione interventi di rilevanza provinciale previsti nel piano turistico regionale Funzioni già di competenza delle APT e cioè: 1) 1)Organizzazione dellinformazione, dellaccoglienza, dellassistenza e della tutela del turismo, attraverso gli IAT 2) 2)Controllo della qualità dei servizi; 3) 3)Consulenza ed assistenza agli operatori pubblici e privati; 4) 4)Promozione di manifestazioni e valorizzazione turistica 5) 5)Partecipazione ad iniziative allestero tramite lAgenzia Regionale Inoltre: raccolta a pubblicazione tariffe strutture ricettive Classificazione strutture ricettive e stabilimenti balneari Agenzie di Viaggi e Turismo Associazioni pro-loco Concessione contributi

13 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale LAZIO - COMPETENZE DEI COMUNI Individuazione e realizzazione interventi promozionali locali Autorizzazioni allesercizio attività strutture ricettive e vigilanza Proposte alla Provincia per attivazione IAT Rilascio concessioni aree demanio marittimo COMUNE DI ROMA Funzioni già di competenza della APT istituita nel Comune ARTICOLAZIONE DELLORGANIZZAZIONE TURISTICA REGIONALE a) a)Sistemi Turistici Locali b) b)Agenzia Regionale del Turismo c) c)Servizi di informazione ed accoglienza turistica d) d)Associazioni pro loco

14 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Sistemi Turistici Locali Sono il principale ambito di programmazione integrata per lo sviluppo turistico del territorio, caratterizzati dallofferta integrata di attrazioni turistiche, beni culturali e ambientali, compresi i prodotti eno-gastronomici e dellartigianato locale, nonché dalla presenza diffusa di imprese turistiche singole o associate. Possono partecipare province, comuni, comunità montane ed isolane, camere di commercio, pro-loco, enti e privati, singoli o associati, del settore. Sono riconosciuti dalla Regione che cofinanzia i loro progetti di sviluppo finalizzati a: a) sostenere attività e processi di aggregazione e di integrazione tra le imprese turistiche, anche in forma cooperativa, consortile e di affiliazione; b) attuare interventi intersettoriali ed infrastrutturali necessari alla qualificazione dellofferta turistica e alla riqualificazione urbana e territoriale delle località con insediamenti turistico-ricettivi o ad alta valenza turistica; c) sostenere linnovazione tecnologica dei servizi di informazione e di accoglienza turistica; d) sostenere la qualificazione delle imprese turistiche, con priorità per le misure volte a garantire stabilità nelloccupazione, gli adeguamenti dovuti a normative di sicurezza, di accessibilità e fruibilità, per la classificazione e la standardizzazione dei servizi turistici, con particolare riferimento allo sviluppo dei livelli di eccellenza ed ai sistemi di certificazione ambientale (Emas ed Ecolabel) dei servizi e delle strutture turistiche, nonché alla tutela dellimmagine del prodotto turistico locale.

15 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo LAZIO – Agenzia Regionale del Turismo Funzioni: a) a)promuove lofferta turistica in Italia e allestero; b) b)realizza campagne promozionali e azioni di comunicazione di interesse regionale; c) c)organizza e partecipa a fiere e manifestazioni turistiche e non, al fine di promuovere il territorio e le varie offerte regionali; d) d)fornisce supporto e assistenza tecnica alla struttura regionale competente in materia di turismo per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali nonché allOsservatorio regionale del turismo; e) e)svolge attività di monitoraggio e supporto alla valutazione dellimpatto delle politiche sul turismo. Azionisti: Regione, Province, Comuni, Camere di Commercio – atlazio.it

16 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo BASILICATA Legge Regionale 04/06/2008 n. 7 Cooperazione nellofferta turistica La Regione riconosce i sistemi turistici locali e sostiene la valorizzazione integrata del prodotto turistico organizzato nelle sue molteplici peculiarità. Riconoscimento e sostegno dei STL: Regolamento della Giunta Regionale PIANO TURISTICO REGIONALE PLURIENNALE approvato dal Consiglio Regionale Contiene a) lanalisi dello stato di fatto del sistema turistico e le tendenze di mercato regionali nel quadro delle evoluzioni di scenario nazionali / internazionali; b) lanalisi della consistenza ricettiva, dei fattori di contesto, della loro dislocazione e dei fattori qualitativi e quantitativi della filiera dellospitalità; c) la individuazione delle aree territoriali in cui il turismo rappresenta una rilevante componente economica e in cui le risorse strutturali ed ambientali consentono nel loro insieme lorganizzazione di un prodotto turistico caratterizzato e differenziato;

17 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo BASILICATA PIANO TURISTICO REGIONALE PLURIENNALE e) gli obiettivi generali dellazione promozionale sui diversi mercati della domanda; f) gli obiettivi e gli strumenti di breve e medio periodo dellazione di comunicazione e promozione della Basilicata turistica e lindividuazione di modalità di relazione con il sistema delle autonomie locali e con gli operatori privati; g) la indicazione delle risorse finanziarie previste per il turismo nelle sue diverse articolazioni; h) i criteri e le modalità per la partecipazione dei soggetti privati alla realizzazione di progetti per il sostegno ed il miglioramento della offerta turistica. Funzioni delle Province: a) classificazione e controllo delle strutture ricettive; b) accertamento dei requisiti di legge per lesercizio delle attività professionali; c) fissazione delle tariffe massime prefissate a tutela degli utenti, per le prestazioni delle attività professionali; d) svolgimento, vigilanza e controllo delle attività delle Agenzie di viaggi e turismo e delle associazioni senza scopo di lucro. Possono avvalersi, previa convenzione, della collaborazione della A.P.T. per lesercizio di attività di promozione deliberate nellambito delle rispettive competenze.

18 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo BASILICATA Funzioni dei COMUNI: a) funzioni regionali in materia di utilizzazione del demanio marittimo, lacuale e fluviale, a fini turistici; b) vigilanza e controllo sul vincolo di destinazione duso di cui allart. 9 della Legge n. 135/2001 (destinazione alberghiera); c) vigilanza e applicazione delle sanzioni amministrative in materia di classificazione, di trasmissione e pubblicazione dei prezzi dei servizi delle strutture ricettive, delle attività turistiche ad uso pubblico gestite in regime di concessione Hanno inoltre titolo a: a) formulare proposte specifiche allA. P.T. per iniziative o manifestazioni turistiche, ai fini dellinserimento delle stesse nei programmi di attività dellA.P.T.; b) ad avvalersi del supporto dellA.P.T. per iniziative o manifestazioni, deliberate nellambito della propria competenza, con particolare riferimento alla valorizzazione del patrimonio ambientale, storico, culturale ed artistico; c) alla attivazione di Uffici di informazione ed assistenza turistica

19 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo BASILICATA AGENZIA DI PROMOZIONE TERRITORIALE - APT LAgenzia ha personalità giuridica di diritto pubblico ed opera quale tecnostruttura composta da competenze specialistiche per lattuazione degli indirizzi programmatici della Regione in materia di promozione turistica e territoriale, dotata di autonomia organizzativa, amministrativa, patrimoniale-contabile, gestionale e tecnica, nel rispetto dei principi di sussidiarietà e cooperazione.

20 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo BASILICATA Associazioni Pro-Loco La Regione riconosce, nel quadro della valorizzazione turistica della Basilicata, il ruolo delle associazioni Pro-Loco per la custodia e per la promozione dei valori naturali ed artistici di ogni località. Le associazioni Pro-Loco, organismi costituiti su base volontaria di natura privatistica, senza scopo di lucro, con rilevanza pubblica e finalità di promozione sociale e turistica, esplicano principalmente attività di: a) promozione di iniziative tese a favorire la conoscenza e la valorizzazione, ai fini turistici, delle località in cui operano, con particolare riferimento alla salvaguardia del patrimonio ambientale, storico, artistico e culturale; b) tutela e miglioramento delle risorse turistiche locali; c) istituzione di servizi volontari di informazione ed assistenza turistica, previa autorizzazione dei Comuni; d) propaganda e promozione rivolte alla popolazione residente in loco al fine di sensibilizzarla ai problemi connessi allo sviluppo del turismo. PREVISIONE DI UN ALBO REGIONALE DELLE PRO LOCO


Scaricare ppt "Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Organizzazione pubblica e promozione del turismo a livello regionale e locale MOLTEPLICITA."

Presentazioni simili


Annunci Google