La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 TESTO UNICO DELLE NORME IN MATERIA INDUSTRIALE, ARTIGIANA E DEI SERVIZI ALLA PRODUZIONE L.R. 28 ottobre 2003, n. 20.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 TESTO UNICO DELLE NORME IN MATERIA INDUSTRIALE, ARTIGIANA E DEI SERVIZI ALLA PRODUZIONE L.R. 28 ottobre 2003, n. 20."— Transcript della presentazione:

1 1 TESTO UNICO DELLE NORME IN MATERIA INDUSTRIALE, ARTIGIANA E DEI SERVIZI ALLA PRODUZIONE L.R. 28 ottobre 2003, n. 20

2 2 Lart. 76 della L. R. 10\1999 conferisce alla Giunta regionale il potere di presentare al Consiglio proposte di legge regionale riguardanti la redazione di testi unici, in materia di Lart. 76 della L. R. 10\1999 conferisce alla Giunta regionale il potere di presentare al Consiglio proposte di legge regionale riguardanti la redazione di testi unici, in materia di ambiente, ambiente, territorio territorio sviluppo economico, sviluppo economico, assicurando la semplificazione e semplificazione e laccelerazione delle procedure amministrative laccelerazione delle procedure amministrative

3 3 L.R. 28 ottobre 2003, n. 20 il Testo Unico costituisce lattuazione di questa delega, in un contesto di mutato scenario economico-finanziario, di decadenza di alcuni strumenti normativi (quali, in particolare, le leggi regionali 33 e 66 del 97) e di acquisizione di nuove competenze regionali, originariamente dello Stato. il Testo Unico costituisce lattuazione di questa delega, in un contesto di mutato scenario economico-finanziario, di decadenza di alcuni strumenti normativi (quali, in particolare, le leggi regionali 33 e 66 del 97) e di acquisizione di nuove competenze regionali, originariamente dello Stato.

4 4 I nuovi strumenti della politica industriale regionale Il vecchio Piano regionale per le attività produttive industriali 2003/2005 (DACR n. 86 del 26 febbraio 2003) Il vecchio Piano regionale per le attività produttive industriali 2003/2005 (DACR n. 86 del 26 febbraio 2003) Il Testo Unico delle norme in materia industriale, artigiana e dei servizi alla produzione (L.R. 28 ottobre 2003, n. 20) Il Testo Unico delle norme in materia industriale, artigiana e dei servizi alla produzione (L.R. 28 ottobre 2003, n. 20) Docup Ob \ Asse 1 Sviluppo e rafforzamento del sistema produttivo Docup Ob \ Asse 1 Sviluppo e rafforzamento del sistema produttivo

5 5 PIANO REGIONALE PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE (adottato con DACR n. 86 del 26 febbraio 2003) Scopo: - fornire un quadro organico degli interventi che la Regione intende realizzare con le risorse a disposizione di fonte regionale, di fonte comunitaria (interventi del Docup), di fonte statale (risorse trasferite a seguito del decentramento degli incentivi alle imprese).

6 6 OBIETTIVI GENERALI DEL PIANO Crescita della competitività del sistema Crescita della competitività del sistema Creazione di lavoro stabile e di qualità Creazione di lavoro stabile e di qualità Aumento del PIL regionale Aumento del PIL regionale Sviluppo compatibile Sviluppo compatibile

7 7 GLI ASSI DEL PIANO Asse 1 - Sviluppo produttivo Asse 2 - Ricerca, sviluppo, qualità e innovazione Asse 3 - Internazionalizzazione e promozione Asse 4 - Equilibrio gestione finanziaria Asse 5- Miglioramento rapporti P.A. - Imprese

8 8 LEGISLAZIONE REGIONALE PRECEDENTE AL TESTO UNICO L.R. 13/2000 – Interventi per lo sviluppo della qualità e dellinnovazione L.R. 13/2000 – Interventi per lo sviluppo della qualità e dellinnovazione L.R. 14/2000 (modif. L.R. 33\97) – Interventi per il sostegno dellartigianato L.R. 14/2000 (modif. L.R. 33\97) – Interventi per il sostegno dellartigianato L.R.32/1999 Art.25 – Bandi per il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili L.R.32/1999 Art.25 – Bandi per il risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili

9 9 NUOVO TESTO UNICO DELLE NORME IN MATERIA INDUSTRIALE, ARTIGIANALE E DEI SERVIZI ALLA PRODUZIONE (L.R. 28 ottobre 2003, n. 20) Titolo I: Disposizioni Generali Titolo I: Disposizioni Generali Titolo II: Settori di intervento Titolo II: Settori di intervento Titolo III: Organizzazione e disciplina dell artigianato Titolo III: Organizzazione e disciplina dell artigianato Titolo IV: Disposizioni finanziarie, transitorie e finali Titolo IV: Disposizioni finanziarie, transitorie e finali

10 10 TITOLO I: DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - (Finalità e oggetto) Art. 2 - (Interventi) Art. 3 - (Piano regionale delle attività artigiane ed industriali) Art. 4 - (Disposizioni annuali di attuazione) Art. 5 - (Disciplina degli interventi) Art. 6 - (Beneficiari) Art. 7 - (Comitato di concertazione per la politica industriale e artigiana) Art. 1 - (Finalità e oggetto) Art. 2 - (Interventi) Art. 3 - (Piano regionale delle attività artigiane ed industriali) Art. 4 - (Disposizioni annuali di attuazione) Art. 5 - (Disciplina degli interventi) Art. 6 - (Beneficiari) Art. 7 - (Comitato di concertazione per la politica industriale e artigiana)

11 11 TITOLO II: SETTORI DI INTERVENTO CAPO I: SVILUPPO PRODUTTIVO CAPO I: SVILUPPO PRODUTTIVO CAPO II: QUALITA INNOVAZIONE RICERCA E SVILUPPO CAPO II: QUALITA INNOVAZIONE RICERCA E SVILUPPO CAPO III: COMPETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI CAPO III: COMPETITIVITA DEI SISTEMI PRODUTTIVI LOCALI CAPO IV: INTERNAZIONALIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO CAPO IV: INTERNAZIONALIZZAZIONE E PROMOZIONE DEL TERRITORIO CAPO V: GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE CAPO V: GESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE

12 12 CAPO I: Sviluppo produttivo CAPO I: Sviluppo produttivo Art. 8 (Interventi a a favore dello sviluppo Art. 8 (Interventi a a favore dello sviluppo Art. 9 - (Aiuti agli investimenti) Art. 9 - (Aiuti agli investimenti) Art (Localizzazione delle imprese) Art (Localizzazione delle imprese) Art (Tutela della salute e della sicurezza degli ambienti di lavoro, prevenzione e riduzione dellimpatto ambientale) Art (Tutela della salute e della sicurezza degli ambienti di lavoro, prevenzione e riduzione dellimpatto ambientale) Art (Interventi per il risparmio energetico e lutilizzo delle fonti rinnovabili) Art (Interventi per il risparmio energetico e lutilizzo delle fonti rinnovabili) Art (Promozione delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche) Art (Promozione delle produzioni artistiche, tradizionali e tipiche) Art (Contributi per lo sviluppo) Art (Contributi per lo sviluppo) Art (Interventi in favore dei consorzi) Art (Interventi in favore dei consorzi)

13 13 CAPO II - Qualità, innovazione, ricerca e sviluppo Art (Interventi per la qualit à e l innovazione) Art (Interventi per la qualit à e l innovazione) Art (Promozione delle attivit à di ricerca applicata, innovazione e trasferimento tecnologico) Art (Promozione delle attivit à di ricerca applicata, innovazione e trasferimento tecnologico)

14 14 CAPO III - Competitivit à dei sistemi produttivi locali Art (Servizi avanzati per la competitività dei sistemi produttivi locali) Art (Servizi avanzati per la competitività dei sistemi produttivi locali) Art (Progetti innovativi) Art (Progetti innovativi)

15 15 CAPO IV - Internazionalizzazione e promozione del territorio Art (Azioni in favore dell internazionalizzazione e promozione economica) Art (Azioni in favore dell internazionalizzazione e promozione economica) Art (Promozione economica) Art (Promozione economica) Art (Sportello per l internazionalizzazione) Art (Sportello per l internazionalizzazione)

16 16 CAPO V - Gestione finanziaria delle imprese Art (Miglioramento della gestione finanziaria delle imprese) Art (Miglioramento della gestione finanziaria delle imprese) Art (Fondi di garanzia e accesso al credito) Art (Fondi di garanzia e accesso al credito)

17 17 CAPO VI - Assistenza tecnica Art. 25 (Animazione economica, informazione e monitoraggio) Art. 25 (Animazione economica, informazione e monitoraggio)

18 18 TITOLO III: ORGANIZZAZIONE E DISCIPLINA DELL'ARTIGIANATO CAPO I - Osservatorio regionale per l'artigianato CAPO I - Osservatorio regionale per l'artigianato Art (Osservatorio regionale per l'artigianato) Art (Attività dell'Osservatorio) Art (Osservatorio regionale per l'artigianato) Art (Attività dell'Osservatorio) CAPO II - Rappresentanza e tutela dell'artigianato CAPO II - Rappresentanza e tutela dell'artigianato Sezione I - Commissioni provinciali e Commissione regionale per l'artigianato Art (Commissioni provinciali per l'artigianato) Art (Commissione regionale per l'artigianato) Art (Durata, funzionamento e indennità) Art (Vigilanza) Sezione I - Commissioni provinciali e Commissione regionale per l'artigianato Art (Commissioni provinciali per l'artigianato) Art (Commissione regionale per l'artigianato) Art (Durata, funzionamento e indennità) Art (Vigilanza) Sezione II - Albo provinciale delle imprese artigiane Art (Organizzazione e gestione) Art (Sanzioni amministrative) Sezione II - Albo provinciale delle imprese artigiane Art (Organizzazione e gestione) Art (Sanzioni amministrative)

19 19 TITOLO III: ORGANIZZAZIONE E DISCIPLINA DELL'ARTIGIANATO CAPO III - Artigianato artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura CAPO III - Artigianato artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura Art (Imprese artigiane operanti nel settore artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura) Art (Individuazione di particolari attività) Art (Disciplinari di produzione e marchio di origine e qualità) Art (Imprese artigiane operanti nel settore artistico, tradizionale e dell'abbigliamento su misura) Art (Individuazione di particolari attività) Art (Disciplinari di produzione e marchio di origine e qualità)


Scaricare ppt "1 TESTO UNICO DELLE NORME IN MATERIA INDUSTRIALE, ARTIGIANA E DEI SERVIZI ALLA PRODUZIONE L.R. 28 ottobre 2003, n. 20."

Presentazioni simili


Annunci Google