La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2° PROJECT CONSULTATION BOARD ITALIA Firenze 11 luglio 2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2° PROJECT CONSULTATION BOARD ITALIA Firenze 11 luglio 2013."— Transcript della presentazione:

1 2° PROJECT CONSULTATION BOARD ITALIA Firenze 11 luglio 2013

2 Proposte di semplificazione nazionali D.lgs. 152/2006, "Norme in materia ambientale" D.M. 24 Aprile 2008, Modalità, anche contabili, e tariffe relative alle istruttorie e ai controlli previsti dal D. Lgs. 59/2005 D.P.R. 151/2011, Regolamento recante semplificazione della disciplina dei procedimenti relativi alla prevenzione degli incendi, a norma dellarticolo 49, comma 4-quater, del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122 D.M. 9 maggio 2007, Direttive per l'attuazione dell'approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio D.M. 6 luglio 2012, Incentivi per energia da fonti rinnovabili elettriche non fotovoltaiche

3 Proposte di semplificazione nazionali D.lgs. 28/2011, Attuazione della direttiva 2009/28/CE sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/CE e 2003/30/CE D.M. 8 Marzo 2010, n. 65, Gestione dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) - Modalità semplificate D.lgs. 151/2005, Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche, nonché allo smaltimento dei rifiuti" D.L. 6 luglio 2011, n. 98, Disposizioni urgenti per la stabilizzazione finanziaria Legge 12 novembre 2011, n. 183, Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di stabilità 2012).

4 Proposte di semplificazione nazionali Le misure di semplificazione specifiche identificate per le organizzazioni certificate e/o registrate sono: Riduzione delle garanzie finanziarie (5) per attività di spedizione rifiuti, per attività di gestione rifiuti, per produttori AEE e per aziende con determinati potenziali di danno ambientale Riduzione controlli (2) per impianti FER e AIA Riduzione spese di istruttoria per incentivi per produzione energia da fonti rinnovabili Semplificazioni procedurali (7) per concessione, rinnovo o modifica delle autorizzazioni, e valutazione istanze (segue..)

5 Proposte di semplificazione nazionali (…segue) Estensione della durata (4) delliscrizione allAlbo e di atti autorizzativi Benefici fiscali (2): deroga al Patto di stabilità e valorizzazione della certificazione/registrazione per i Comuni Riduzione tariffe per rilascio e rinnovo AIA Presunzione di conformità SGA a modello organizzativo ex 231/2001 Aumento soglie per lassoggettabilità a norme ambientali Riduzione oneri verifica SGSA

6 Proposte di semplificazione nazionali Le misure possono essere raggruppate anche per tipologia:

7 Proposte di semplificazione nazionali 1.Riduzione della garanzia finanziaria da presentare in funzione del valore del potenziale danno ambientale calcolato nellambito dellenvironmental risk assessment 2.Aumento delle soglie dimensionali per lassoggettabilità alla normativa sulla VIA 3.Aumento della durata dellAIA 4.Riduzione della frequenza dei controlli per le aziende EMAS soggette ad AIA 5.Valorizzazione della documentazione SGA per la comunicazione annuale AIA 6.Riduzioni delle tariffe per il rilascio e il rinnovo dellAIA

8 Proposte di semplificazione nazionali 7.Presunzione di conformità SGA a modelli organizzativi ex 231/ Estensione della durata dellautorizzazione agli scarichi idrici 9.Riduzione della frequenza controlli sugli scarichi idrici 10.Semplificazione in fase di richiesta dellautorizzazione agli scarichi idrici industriali 11. Estensione della durata dellAttestato di Conformità Antincendio 12.Riduzione degli oneri di verifica del SGSA in caso di approccio ingegneristico alla sicurezza antincendio

9 Proposte di semplificazione nazionali 13.Riduzione delle spese di istruttoria per incentivi per la produzione di energia da fonti rinnovabili 14.Riduzione dei controlli per gli impianti FER 15.Riduzione delle garanzie finanziarie in sede di richiesta di autorizzazione ad impianto di gestione dei rifiuti 16.Riduzione garanzie finanziarie spedizioni rifiuti transfrontalieri 17.Semplificazione nelliter di rinnovo dellautorizzazione ad impianto di gestione dei rifiuti 18.Obbligo su consenso su impianto avente più punti di emissione qualora sia motivata tecnicamente

10 Proposte di semplificazione nazionali 19.Semplificazione in fase di rinnovo dellautorizzazione allemissione in atmosfera 20.Semplificazione, in fase di modifica sostanziale, dellautorizzazione allemissione in atmosfera 21.Semplificazione in fase di rinnovo iscrizione allAlbo nazionale dei Gestori Ambientali per i distributori, installatori di AEE domestici, nonché per i gestori di CAT 22.Riduzione della garanzia finanziaria a carico dei produttori di AEE professionali in possesso di registrazione EMAS o certificazione ISO Valorizzazione della registrazione EMAS nel Patto di Stabilità per i Comuni 24.Estensione della durata delliscrizione allAlbo dei gestori dei rifiuti 25.Deroga al Patto di Stabilità per Comuni/Province registrati EMAS


Scaricare ppt "2° PROJECT CONSULTATION BOARD ITALIA Firenze 11 luglio 2013."

Presentazioni simili


Annunci Google