La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Il piano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Il piano."— Transcript della presentazione:

1 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Il piano di monitoraggio nellambito della autorizzazione integrata ambientale. Applicazione allindustria ceramica Graziano Busani – ARPA Emilia-Romagna sez. Modena Frascari Michele – Arpa Emilia-Romagna sez. Reggio Emilia Eugenio Lanzi – Regione Emilia-Romagna

2 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani

3 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Art. 11 Rispetto delle condizioni dell'autorizzazione integrata ambientale (1) 1. Il gestore, prima di dare attuazione a quanto previsto dall'autorizzazione integrata ambientale, ne dà comunicazione all'autorità competente. 2. A far data dalla comunicazione di cui al comma 1 il gestore trasmette all'autorità competente e ai comuni interessati i dati relativi ai controlli delle emissioni richiesti dall'autorizzazione integrata ambientale, secondo modalità e frequenze stabilite nellautorizzazione stessa. L'autorità competente provvede a mettere tali dati a disposizione del pubblico tramite gli uffici individuati ai sensi dell'articolo 5, comma 6.

4 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Art. 11 Rispetto delle condizioni dell'autorizzazione integrata ambientale (2) 3. LAgenzia per la protezione dellambiente e per i servizi tecnici nazionali, per impianti di competenza statale, o le agenzie regionali e provinciali per la protezione dellambiente, negli altri casi, accertano, secondo quanto previsto e programmato nellautorizzazione ai sensi dellarticolo 7, comma 6 e con oneri a carico del gestore: a) il rispetto delle condizioni dell'autorizzazione integrata ambientale; b) la regolarità dei controlli a carico del gestore …..; c) che il gestore abbia ottemperato ai propri obblighi di comunicazione 4. Ferme restando le misure di controllo di cui al comma 3, lautorità competente, nellambito delle disponibilità finanziarie del proprio bilancio, può disporre ispezioni straordinarie sugli impianti autorizzati ai sensi del presente decreto.

5 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani

6 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani

7 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani monitoraggio delle emissioni monitoraggio di processo monitoraggio dellimpatto ed i due principali elementi da considerare per determinare il regime di monitoraggio e controllo dellimpianto: la probabilità di superamento dei valori limite di emissione le conseguenze del superamento dei valori limite di emissione Il Bref indica le tre tipologie principali di monitoraggio e controllo industriale:

8 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani

9 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani

10 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani FaseProcessoConsumi - INPUTScarichi - OUTPUT AcquaEnergia Termica Energia Elettrica Emissioni gassose Acque reflue Rifiuti solidi Rumore Preparazione materie prime supporto Preparazione polveri Processo a secco Preparazione polveri Processo a umido Preparazione paste FormaturaPressatura Estrusione Essiccamento Preparazione smalti Smaltatura Cottura Levigatura Scelta e confezionamento

11 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani 3 - OGGETTO DEL PIANO COMPONENTI AMBIENTALI Consumo materie prime Consumo risorse idriche Consumo energia Consumo combustibili Emissioni in aria Emissioni in acqua Rumore Rifiuti Suolo Versione da AIA EA significative EA con limiti Altre EA

12 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Relazione semestrale contenente i dati di: Produzione piastrelle poste a magazzino Volume di acqua prelevata Volume di acqua inviata alla depurazione Volume di acqua riciclata Volume acqua industriale scaricata (ove presente) Analisi alle emissioni significative Consumi di combustibile Consumi di energia elettrica Produzione di rifiuti

13 La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Lazienda dovrà presentare allautorità competente una relazione annuale completa di tutti dati previsti nel piano di monitoraggio e controllo previsti dallautorizzazione (Consumi, Bilancio materiali; Prelievi e scarichi Idrici; Consumi energetici; Emissioni in atmosfera; Rifiuti; Rumore) Visita programmata di ARPA con frequenza biennale (Verifica dati e riscontro analitico su alcune emissioni significative come stabilito in AIA)


Scaricare ppt "La Direttiva IPPC: prevenzione e riduzione integrata dellinquinamento nellindustria ceramicaper le imprese Sassuolo 20Ottobre 2005 Graziano Busani Il piano."

Presentazioni simili


Annunci Google