La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 1 Il D.M. 44/04 prevede: la determinazione delle emissioni puntuali e la stima delle emissioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 1 Il D.M. 44/04 prevede: la determinazione delle emissioni puntuali e la stima delle emissioni."— Transcript della presentazione:

1 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 1 Il D.M. 44/04 prevede: la determinazione delle emissioni puntuali e la stima delle emissioni diffuse o la stima delle emissioni totali la stima delle emissioni totali annue la redazione di un piano di gestione dei solventi "emissioni diffuse": qualsiasi emissione nell'aria, nel suolo e nell'acqua di composti organici volatili, ad esclusione delle emissioni contenute negli scarichi gassosi, nonché i solventi contenuti in qualsiasi prodotto, fatte salve indicazioni diverse contenute nell'allegato II. Sono comprese le emissioni non convogliate rilasciate nell'ambiente esterno attraverso finestre, porte, sfiati e aperture similari "emissioni totali": la somma delle emissioni diffuse e delle emissioni negli scarichi gassosi "scarichi gassosi": gli effluenti gassosi finali contenenti composti organici volatili o altri inquinanti, emessi nell'aria da un camino o da un dispositivo di abbattimento. I flussi volumetrici sono espressi in metri cubi/ora in condizioni normali

2 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 2 D.P.R Elenco delle attività ad inquinamento atmosferico poco significativo 26. sfiati e ricambi daria esclusivamente adibiti alla protezione e sicurezza degli ambienti di lavoro Circolare Regione Toscana Allegato 3 poco significative le aspirazioni per risanamento ambientale che producano flussi di massa inferiori a 1/20 dei valori limite in flusso di massa per le classi relative alle tabelle C e D ventole a parete solo per ricambio aria ambiente (non quindi su zone inquinate)

3 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 3 Risanamento ambientale In genere è previsto per le attività che utilizzano solventi Avviene attraverso: una aspirazione in esubero dai camini relativi alle fasi di processo emissioni significative o poco significative da sistemi aspirati. Nel caso delle poco significative, i valori possono non essere stati misurati Non avviene: attraverso porte e finestre, sia perché non permesso, sia perché si suppone che ledificio sia in depressione

4 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 4 Altre emissioni diffuse: dalle materie prime aperte dai rifiuti stoccati negli scarichi idrici I dati relativi ai rifiuti dovrebbero essere disponibili almeno per quanto riguarda lo smaltimento. Resta il problema di determinare se e in che quantità si abbia evaporazione del solvente in fase di deposito temporaneo Per gli scarichi idrici il dato è ricavabile dai controlli per lo scarico, se eseguiti Si tratta comunque in genere di stime grossolane

5 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 5 Emissioni diffuse in aria misurabili? Direttamente: misura delle emissioni poco significative per il risanamento ambientale al massimo si parla di 200 g/h, il che vuol dire fino a 1 t/anno, non trascurabile soprattutto se le emissioni sono più di una. Può essere sufficiente una stima? porte e finestre (vedi Provincia Treviso) se sono previsti ricambi daria forzati. il flusso dovrebbe essere soltanto in ingresso; se utilizzate impropriamente per il risanamento, il problema non è la misura aria in ambiente di lavoro (vedi Provincia Treviso) qual è la correlazione diretta con le emissioni diffuse in uscita dal sistema? Indirettamente: per calcolo sulla base del piano di gestione di solventi per la gestione annua su dati ricavati da valutazioni impiantistiche e processuali per differenza tra lusato e lemesso

6 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 6 Emissioni totali: alternative agli scarichi gassosi + emissioni diffuse nei casi riportati il valore è pari alle sole diffuse il discorso presenta analogie con le autorizzazioni in flusso di massa

7 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 7 Piano di gestione dei solventi a) Input di solventi organici (I): I1. La quantità di solventi organici o la loro quantità nei preparati acquistati che sono immessi nel processo nell'arco di tempo in cui viene calcolato il bilancio di massa. I2. La quantità di solventi organici o la loro quantità nei preparati recuperati e reimmessi come solvente nel processo (il solvente riutilizzato e registrato ogniqualvolta sia usato per svolgere l'attivita). b) Output di solventi organici (0): 01. Emissioni negli scarichi gassosi 02. Solventi organici scaricati nell'acqua, tenendo conto, se del caso, del trattamento delle acque reflue nel calcolare La quantità di solventi organici che rimane come contaminante o residuo nei prodotti all'uscita del processo. 04. Emissioni diffuse di solventi organici nell'aria. Ciò comprende la ventilazione generale dei locali nei quali l'aria è scaricata all'esterno attraverso finestre, porte, sfiati e aperture simili. 05. Solventi organici e composti organici persi a causa di reazioni chimiche o fisiche (inclusi ad esempio quelli distrutti mediante incenerimento o altri trattamenti di scarichi gassosi o acque reflue, o catturati, ad esempio mediante assorbimento, se non sono registrati ai punti 06, 07 o O Solventi organici contenuti nei rifiuti raccolti. 07. Solventi organici da soli o solventi organici contenuti in preparati che sono o saranno venduti come prodotto a validità commerciale. 08. Solventi organici contenuti nei preparati recuperati per riuso, ma non per riutilizzo nel processo, se non sono registrati al punto Solventi organici scaricati in altro modo.

8 Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 8 Emissione diffusa: F=I1-O1-O5-O6-O7-O8 oppure F=O2+O3+O4+O9 F= input solvente - scarichi gassosi - reaz.chim./fis. - solv.rifiuti - prodotti - recupero fuori proc. F= scarico idrico + prodotti + diffuse aria + altri scarichi dato disponibile dato ricavabile dato disponibile dato stimabile ???


Scaricare ppt "Giornata di studio su D.M. 44/04 - Sandro Garro - ARPAT 1 Il D.M. 44/04 prevede: la determinazione delle emissioni puntuali e la stima delle emissioni."

Presentazioni simili


Annunci Google