La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Stato Regioni 117 comma 2 competenza esclusiva statale politica estera, ordine pubblico e sicurezza, cittadinanza, ordinamento civile e penale, giurisdizione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Stato Regioni 117 comma 2 competenza esclusiva statale politica estera, ordine pubblico e sicurezza, cittadinanza, ordinamento civile e penale, giurisdizione."— Transcript della presentazione:

1 Stato Regioni 117 comma 2 competenza esclusiva statale politica estera, ordine pubblico e sicurezza, cittadinanza, ordinamento civile e penale, giurisdizione e norme processuali, norme generali sullistruzione 117 comma 3 competenza (principi fondamentali) concorrente istruzione, professioni, tutela della salute, governo del territorio 117 comma 4 competenza residuale regionale caccia, pesca, formazione professionale, turismo, artigianato POTESTA LEGISLATIVA MATERIE TRASVERSALI comma 1 COSTITUZIONE – ORDINAMENTO COMUNITARIO – OBBLIGHI INTERNAZIONALI 117 comma 1

2 MATERIE TRASVERSALI… ES. Tutela della concorrenza (lett. e) Determinazione dei livelli essenziali delle prestazioni (lett. m) Tutela dellambiente, dellecosistema e dei beni culturali (lett. s) Materia prevalente Leale collaborazione IntrecciointeressiIntrecciointeressi necessario coordinamento sul piano amministrativo lettura teleologicalettura teleologica o interesse dominante ragionevolezza, proporzionalità, adeguatezza principi della legge statale come punto di equilibrio cui adeguarsi ragionevolezza

3 …E 118 comma 1 «Una volta stabilito che, nelle materie di competenza statale esclusiva o concorrente, in virtù dellart. 118, primo comma, la legge può attribuire allo Stato funzioni amministrative e riconosciuto che, in ossequio ai canoni fondanti dello Stato di diritto, essa è anche abilitata a organizzarle e regolarle, al fine di renderne lesercizio permanentemente raffrontabile a un parametro legale, resta da chiarire che i principî di sussidiarietà e di adeguatezza convivono con il normale riparto di competenze legislative contenuto nel Titolo V e possono giustificarne una deroga solo se la valutazione dellinteresse pubblico sottostante allassunzione di funzioni regionali da parte dello Stato sia proporzionata, non risulti affetta da irragionevolezza alla stregua di uno scrutinio stretto di costituzionalità, e sia oggetto di un accordo stipulato con la Regione interessata» (Corte cost., n.303/2003 – sulle grandi opere). «Le funzioni amministrative sono attribuite ai Comuni salvo che, per assicurarne l'esercizio unitario, siano conferite a Province, Città metropolitane, Regioni e Stato, sulla base dei principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza».

4 «In altri termini, perché nelle materie di cui allart. 117, terzo e quarto comma, Cost., una legge statale possa legittimamente attribuire funzioni amministrative a livello centrale ed al tempo stesso regolarne lesercizio, è necessario che essa innanzi tutto rispetti i principi di sussidiarietà, differenziazione ed adeguatezza nella allocazione delle funzioni amministrative, rispondendo ad esigenze di esercizio unitario di tali funzioni. E necessario, inoltre, che tale legge detti una disciplina logicamente pertinente, dunque idonea alla regolazione delle suddette funzioni, e che risulti limitata a quanto strettamente indispensabile a tale fine. Da ultimo, essa deve risultare adottata a seguito di procedure che assicurino la partecipazione dei livelli di governo coinvolti attraverso strumenti di leale collaborazione o, comunque, deve prevedere adeguati meccanismi di cooperazione per lesercizio concreto delle funzioni amministrative allocate in capo agli organi centrali. Quindi, con riferimento a questultimo profilo, nella perdurante assenza di una trasformazione delle istituzioni parlamentari e, più in generale, dei procedimenti legislativi – anche solo nei limiti di quanto previsto dallart. 11 della legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 (Modifiche al titolo V della parte seconda della Costituzione) – la legislazione statale di questo tipo può aspirare a superare il vaglio di legittimità costituzionale solo in presenza di una disciplina che prefiguri un iter in cui assumano il dovuto risalto le attività concertative e di coordinamento orizzontale, ovverosia le intese, che devono essere condotte in base al principio di lealtà (sentenza n. 303 del 2003)» (Corte cost., n.6/2004 – sul sistema elettrico nazionale)


Scaricare ppt "Stato Regioni 117 comma 2 competenza esclusiva statale politica estera, ordine pubblico e sicurezza, cittadinanza, ordinamento civile e penale, giurisdizione."

Presentazioni simili


Annunci Google