La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani Corso di Meccanica Applicata A.

Copie: 1
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani Corso di Meccanica Applicata A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani Corso di Meccanica Applicata A."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

2 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

3 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

4 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

5 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

6 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

7 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

8 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ESEMPI DI ROTISMI ORDINARI

9 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

10 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

11 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

12 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

13 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

14 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013

15 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ROTISMO EPICICLOIDALE A TRE RUOTE Se z 1 =z 3 la ruota 3 trasla senza ruotare

16 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ROTISMO EPICICLOIDALE A QUATTRO RUOTE Si riescono ad ottenere grossi rapporti di riduzione con pessimo rendimento

17 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ROTISMI DIFFERENZIALI

18 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DIFFERENZIALE PER AUTOVEICOLO

19 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ROTISMO COMBINATORE

20 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DISTRIBUZIONE DELLA COPPIA

21 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DISTRIBUZIONE DELLA COPPIA

22 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DIFFERENZIALE AUTOMOBILISTICO

23 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 ANALISI DELLA DISTRIBUZIONE DI COPPIA SUL DIFFERENZIALE AUTOMOBILISTICO

24 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 Il differenziale trasmette maggiore coppia alla ruota più lenta Mf generata dagli attriti è comunque bassa

25 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DIFFERENZIALE AUTOBLOCCANTE Il differenziale presenta, tuttavia, un grosso svantaggio: poiché la ripartizione della coppia motrice tra le due ruote di uno stesso assale è simmetrica o quasi, la capacità di trazione del veicolo è fortemente limitata da quella della ruota con minore aderenza. Se cè perdita di aderenza il differenziale non può che ripartire equamente la coppia motrice tra le due ruote, e quindi, per garantire lequilibrio alla rotazione della ruota che ha perso aderenza, trasmette due coppie quasi nulle. La ruota che ha mantenuto aderenza con il terreno, ricevendo dal differenziale una coppia motrice molto bassa, rallenta, mentre la ruota che ha perso aderenza aumenta la propria velocità di rotazione. La differenza tra le velocità di rotazione delle due ruote continua ad aumentare, fino ad arrivare in breve tempo allarresto completo della ruota in aderenza; laltra ruota, per la formula di Willis, continua a girare ad una velocità pari al doppio di quella del portatreno.

26 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 DIFFERENZIALE AUTOBLOCCANTE

27 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 VETTURA CON AUTOBLOCCANTE MECCANICO

28 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani castellani@unipg.it Corso di Meccanica Applicata A A.A. 2012-2013 VETTURA CON E-DIFF


Scaricare ppt "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA Dipartimento di Ingegneria Industriale Prof. Francesco Castellani Corso di Meccanica Applicata A."

Presentazioni simili


Annunci Google