La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 RICERCA DI NARCO-BENESSERE E DOPPIA DIAGNOSI NELLA GENERAZIONE DEI NATIVI DIGITALI M. Gobbetto, F. Malavasi, A.M. Benedini VALUTAZIONI EPIDEMIOLOGICHE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 RICERCA DI NARCO-BENESSERE E DOPPIA DIAGNOSI NELLA GENERAZIONE DEI NATIVI DIGITALI M. Gobbetto, F. Malavasi, A.M. Benedini VALUTAZIONI EPIDEMIOLOGICHE."— Transcript della presentazione:

1 1 RICERCA DI NARCO-BENESSERE E DOPPIA DIAGNOSI NELLA GENERAZIONE DEI NATIVI DIGITALI M. Gobbetto, F. Malavasi, A.M. Benedini VALUTAZIONI EPIDEMIOLOGICHE SULLA DOPPIA DIAGNOSI IN PROVINCIA DI MANTOVA San Giorgio, 26 ottobre 2012

2 2 DI CHI parliamo quando parliamo di doppia diagnosi? E soprattutto COME ne parliamo?

3 3 per esempio, COME i MASSIVE ATTACK ?

4 4 ANNO 2010 TOTALE DIPART. DIPEND.MF CPSMF SPDCMF TOSSICO DIPENDENTI CASTIGLIO NE ASOLA MANTOVA SUZZARA OSTIGLIA VIADANA Totale ALCOL DIPENDENTI CASTIGLIO NE ASOLA MANTOVA SUZZARA OSTIGLIA VIADANA Totale

5 5 Evidenze: 1.I Pazienti tossicodipendenti in carico ai Ser.T. sono ricorsi ai Servizi Psichiatrici (CPS e SPDC) nella percentuale dell 8,59 (M 7,45%; F 15,85%) 2.I Pazienti alcoldipendenti, nel 28,62% (M 26,71%: F 46,71%)

6 6 TOSSICODIPENDENTI sul TOTALE: M 86,4%; F 13,6% sul PARZIALE CPS: M 75,0%; F 25,0% sul PARZIALE SPDC: M 75,0%; F 25,0% ALCOLDIPENDENTI sul TOTALE: M 72,1%; F 27,9% sul PARZIALE CPS: M 65,1%; F 34,9% sul PARZIALE SPDC: M 72,7 %; F 27,3%

7 7 ETA' / SESSO ANNO 2010 CPSSPDC TOT TOT. TOSSICO DIPENDENTI M F ALCOL DIPENDENTI M F

8 8 Evidenze: A)da Ser.T. a CPS: 1)i maschi TOX inviati maggioritariamente in CPS sono compresi nella fascia (77,7%) 2) anche le femmine TOX inviate maggioritariamente in CPS sono comprese nella stessa fascia di età, però in % minore (66,6%) 3) i maschi ALCOL inviati maggioritariamente in CPS sono pure compresi nella fascia (65,7%), anche se in % nettamente inferiore rispetto ai TOX 4) le femmine ALCOL inviate maggioritariamente in CPS sono comprese nella fascia (64,8 %) B ) da Ser.T. a SPDC: 1)sia i maschi sia le femmine TOX inviati maggioritariamente in SPDC, sono compresi nelle stesse fasce di età di quelli rispettivamente inviati al CPS 2) due differenze si notano invece nell'invio all' SPDC degli ALCOL: i maschi sono inviati maggioritariamente più tardi (fascia 40-59); le femmine, più presto (fascia 30-49)

9 9 DIAGNOSI PSICHIATRICA C.P.S. PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2010 Disturbi di personalità Spettro ansioso Spettro affettivo Spettro schizofrenico Totale TOSSICODIPEDENTI cannabis43108 cocaina eroina policonsumatori ALCOLDIPEDENTI

10 10 DIAGNOSI PSICHIATRICA CPS PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2010 Evidenze: 1) la diagnosi maggioritaria degli invii al CPS è quella di "disturbi di personalità" (Totale 36,41%; nei TOX 40,27%; negli ALCOL, 33.92%) 2) l' alcol "regge" la parte maggioritaria delle diagnosi psichiatriche (60,86%) 3) l'eroina regge la parte maggioritaria delle diagnosi psichiatriche tra le sostanze proibite (61,11%) 4) è confermato anche il "polimorfismo psicopatologico" dell'alcol (si distribuisce quasi equamente tra le 4 classi di diagnosi maggiori)

11 11 DIAGNOSI PSICHIATRICA S.P.D.C. PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2010 Disturbi di personalit à Spettro ansioso Spettro affettivo Sprettro schizofrenico Totale TOSSICODIPENDENTI cannabis cocaina eroina policonsumatori ALCOLDIPENDENTI

12 12 DIAGNOSI PSICHIATRICA S.P.D.C. PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2010 Evidenze: 1) le diagnosi maggiormente rappresentate sono quelle dei "disturbi di personalità" (38,15%) e dello "spettro schizofrenico " (56,57%) 2) le sostanze che "reggono" maggioritariamente le diagnosi, sono l'alcol (57,89%) e l'eroina (27,63%) 3) anche nel contesto dell' SPDC si conferma il "polimorfismo psicopatologico" dell' alcol

13 13 ANNO 2011 TOTALE DIP. DIP.MF CPSMF SPDCMF TOSSICO DIPENDENTI CASTIGLION E ASOLA MANTOVA SUZZARA OSTIGLIA VIADANA Totale ALCOL DIPENDENTI CASTIGLION E ASOLA MANTOVA SUZZARA OSTIGLIA VIADANA Totale

14 14 TOSSICODIPENDENTI sul TOTALE: M 85,3%; F 14,6% sul PARZIALE CPS: M 78,0%; F 21,7% sul PARZIALE SPDC: M 78,0%; F 21,0% ALCOLDIPENDENTI sul TOTALE: M 76,3%; F 23,6% sul PARZIALE CPS: M 78,0%; F 21,7% sul PARZIALE SPDC: M 70,0 %; F 30,0%

15 15 EVIDENZE: 1.I Pazienti tossicodipendenti in carico ai Ser.T. sono ricorsi ai Servizi Psichiatrici (CPS e SPDC) nella percentuale del 7,57 (M 6,95%; F 11,17%) 2.I Pazienti alcoldipendenti, nel 22,41% (M 19,18%: F 32,84%)

16 16 ANNO 2011 ETA'/SESSO CPSSPDC TOT TOT. TOSSICO DIPEDENTI M F ALCOL DIPEDENTI M F

17 17 Evidenze: A)da Ser.T. a CPS: 1)i maschi TOX inviati maggioritariamente in CPS sono compresi nella fascia (81,81%) 2) anche le femmine TOX inviate maggioritariamente in CPS sono comprese nella stessa fascia di età, però in % maggiore (86,66%) 3) i maschi ALCOL inviati maggioritariamente in CPS sono pure compresi nella fascia (68,25%), anche se in % nettamente inferiore rispetto ai TOX 4) le femmine ALCOL inviate maggioritariamente in CPS sono comprese nella fascia (66,66 %) B ) da Ser.T. a SPDC: 1)sia i maschi sia le femmine TOX inviati maggioritariamente in SPDC, sono compresi nelle stesse fasce di età di quelli rispettivamente inviati al CPS (71,42%; 100%) 2)una differenza si nota invece nell'invio all' SPDC degli ALCOL: sia i maschi, sia le femmine, sono inviati maggioritariamente più tardi (47,21%; 77,77%); le fermmine però in percentuale decisamente maggiore.

18 18 DIAGNOSI PSICHIATRICA CPS PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2011 Disturbi di personalità Spettro Ansioso Spettro affettivo Spettro SchizofrenicoTotale TOSSICODIPEDENTI cannabis cocaina eroina policonsumatori25018 ALCOLDIPEDENTI

19 DIAGNOSI PSICHIATRICA CPS PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2011 Evidenze: 1) anche nel 2011, la diagnosi maggioritaria degli invii al CPS è quella della doppia diagnosi (28,30%) 2) l'alcol "regge" la parte maggioritaria delle diagnosi psichiatriche (59,28%) 3) l'eroina regge la parte maggioritaria delle diagnosi psichiatriche tra le sostanze illegali (55.88%) 4) è pure confermato il "polimorfismo psicopatologico" dell'alcol (si distribuisce quasi equamente tra le 4 classi di diagnosi maggiori) 19

20 20 DIAGNOSI PSICHIATRICA SPDC PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2011 Disturbi di persalità Spettro ansioso Spettro affettivo Spettro schizofrenicoTotale TOSSICODIPEDENTI cannabis10012 cocaina10034 eroina31149 policonsumatori20013 ALCOLDIPEDENTI

21 21 DIAGNOSI PSICHIATRICA S.P.D.C. PER SOSTANZA PRIMARIA ANNO 2011 Evidenze: 1) anche nel 2011, le diagnosi maggiormente rappresentate sono quelle dei "disturbi di personalità" (28.57%) e dello "spettro schizofrenico " (48.97%) 2) le sostanze che "reggono" maggioritariamente le diagnosi, sono sempre l'alcol (63.26%) e l'eroina (18.36%) 3) anche nel contesto dell' SPDC, si conferma il "polimorfismo psicopatologico" dell' alcol

22 22 COSA ABBIAMO FATTO e COSA STIAMO FACENDO INSIEME e … non Laboratorio di Ricerca Antropologica e Spirituale ( ) Progetto Arcobaleno (1995) Protocollo di collaborazione U.O.P./Ser.T. Mantova (2001) Protocollo di collaborazione U.O.P./Ser.T. Alto Mantovano (2002) Convegno di studio La doppia diagnosi a Mantova (2003) Rapporti annuali Utenti Ser.T. e Psichiatria (2004/2009) Modulo Comorbilità Psichiatrica Arca (2004) Seminariola Doppia Diagnosi nelle CT Mantovane (2006) Modulo Comorbilità Psichiatrica Semires. Arianna (2007) Organismo di Coordinamento di salute mentale (2009) Formazione di rete (cocaina ) Formazione di rete (alcol ) Gruppi di discussione O.P.G. (2010) Consulenza e supervisione a Equipe Arca e Acquario (2010) Corsi APCAT ( ) Protocollo Casa Circondariale (in corso) Stati Generali del DSM (2010) Progetto A.M.I.C.I (2010) Progetto Inversione dallofferta alla domanda (2011) Progetti sperimentali ex d.g.r (2012)

23 23 Cosa abbiamo intenzione di fare… possibilmente insieme FORMAZIONE / SUPERVISIONE: a) INIZIATIVE EFFETTUATE ANNOCONTENUTOP. DI FORZACRITICITA 2009COCAINA approccio di rete (85 partecipanti, appartenenti a 9 agenzie) 10 giornate intere non condivisa (organizzata dal Dip. Dip. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi 2010FAMIGLIA approccio di rete (170 partecipanti, appartenenti a 11 agenzie) 3 giornate intere di 3 approcci diversi (istituzionale, sistemico- relazionale, psicodinamico) non condivisa (organizzata dal D.S.M. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi 2010ALCOL approccio di rete (75 partecipanti, appartenenti a 9 agenzie) 7 giornate intere 3 approcci diversi (psicoeducativo, neuropsicologico, mindfulness) non condivisa (organizzata dal Dip. Dip. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi

24 24 Cosa abbiamo intenzione di fare… insieme 1. FORMAZIONE / SUPERVISIONE : a) INIZIATIVE EFFETTUATE ANNOCONTENUTOP. DI FORZACRITICITA 2009COCAINA approccio di rete (85 partecipanti, appartenenti a 9 agenzie) 10 giornate intere non condivisa (organizzata dal Dip. Dip. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi 2010FAMIGLIA approccio di rete (170 partecipanti, appartenenti a 11 agenzie) 3 giornate intere di 3 approcci diversi (istituzionale, sistemico- relazionale, psicodinamico) non condivisa (organizzata dal D.S.M. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi 2010ALCOL approccio di rete (75 partecipanti, appartenenti a 9 agenzie) 7 giornate intere 3 approcci diversi (psicoeducativo, neuropsicologico, mindfulness) non condivisa (organizzata dal Dip. Dip. e accettata dalle altre agenzie) centrata sulla teoria non centrata sulla doppia diagnosi

25 25 b) INIZIATIVE PREVISTE:

26 26

27 27 b) PROTOCOLLI / PROGETTI

28 28

29 29

30 30

31 31 INVERSIONE DALLOFFERTA ALLA DOMANDA UNDER 21 IL FILO DEGLI AQUILONI LISOLA CHE CE GIOCO DAZZARDO INTERNET ADDICTION

32 32

33 33

34 34

35 35

36 36 Un po o... tanto coraggio? LA GUARIGIONE S. Freud: Perfino in stati che SI ALLONTANANO MOLTO dalla realtà del mondo esterno, si apprende, da quel che dicono gli ammalati dopo la loro GUARIGIONE, che, allora, in un angolino dellanimo loro…, si teneva gelosamente celata una PERSONA NORMALE, che osservava come spettatore imparziale il trascorrere della malattia e del suo tumulto; F. Vaccaro: La guarigione non è mai raggiunta. E SEMPRE IN CORSO.

37 37 To be continued: Dr. Vincenzo CAPRINO Dr.ssa Rosa PANCERA Prof. Mario DONDI Dr.ssa Silvia BERTONI Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "1 RICERCA DI NARCO-BENESSERE E DOPPIA DIAGNOSI NELLA GENERAZIONE DEI NATIVI DIGITALI M. Gobbetto, F. Malavasi, A.M. Benedini VALUTAZIONI EPIDEMIOLOGICHE."

Presentazioni simili


Annunci Google