La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali Regione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali Regione."— Transcript della presentazione:

1

2 LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali Regione Toscana - Area Programmazione e controllo

3 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo Piani e programmi regionali (art. 10 e 10 bis L.R. 49/99) attuano Prs e Dpef natura settoriale o intersettoriale modello analitico top-down: interventi direttamente funzionali a interessi o obiettivi regionali bottom-up: interventi raccordati alla programmazione locale CR: indirizzo generale GR: modalità operative di intervento Prs

4 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo Il modello analitico per lelaborazione e la valutazione di piani e programmi regionali deriva dal modello europeo di programmazione utilizzato dalla RT già nel precedente ciclo di programmazione (Prs 1998/2000) delib GR n. 186 del 26/02/2001

5 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo strumento di supporto elaborazione e valutazione dei piani/programmi modello = percorso logico = scheda da compilare Finalità

6 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo Le fasi della programmazione operativa acquisizione delle conoscenze (analisi) determinazione degli obiettivi definizione degli interventi e degli strumenti del piano procedure di attuazione valutazione integrata ex ante monitoraggio, valutazione in itinere e finale valutazione ex post degli effetti (eventuale)

7 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo 1 FASE PRELIMINARE AVVIO PIANO/PROGRAMMA LE FASI DEL PROCESSO DI FORMAZIONE PIANI/PROGRAMMI PRIMA PARTE DEFINIZIONE DEL PIANO/PROGRAMMA SECONDA PARTE SVILUPPO DEL PERCORSO PROGETTUALE 3 PROCESSO ATTUAZIONE PIANO/PROGRAMMA TERZA PARTE PROPOSTA FINALE PIANO/PROGRAMMA 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA

8 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo MOTIVAZIONE DELLA SCELTA E RIFERIMENTI NORMATIVI DEFINIZIONE INDIRIZZI GENERALI: CONTESTO, FINALITA, OBBIETTIVI RELAZIONI/SINERGIE CON ALTRI PIANI/PROGRAMMI LIVELLI ISTITUZIONALI DA COINVOLGERE ESAME DEL CTP E DELLA GIUNTA REGIONALE TRASMISSIONE AL CR E RECEPIMENTO ATTI INDIRIZZO 1 FASE PRELIMINARE AVVIO PIANO/PROGRAMMA

9 PRIMA PARTE DEFINIZIONE DEL PIANO/PROGRAMMA Regione Toscana - Area Programmazione e controllo IDENTIFICAZIONE DELLA BASE DI CONOSCENZA DISPONIBILE PRINCIPALI SCENARI DI RIFERIMENTO GRANDEZZE ESOGENE E ENDOGENE SINTESI RISULTATI CICLO PROGRAMMAZIONE PRECEDENTE (EVENTUALE) 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA DEFINIZIONE OBBIETTIVI GENERALI PER LE GRANDEZZE ENDOGENE

10 PRIMA PARTE DEFINIZIONE DEL PIANO/PROGRAMMA Regione Toscana - Area Programmazione e controllo INDIVIDUAZIONE MODALITA CONFRONTO E INFORMAZIONE ESTERNA ANALISI DI FATTIBILITA, SEQUENZA, TEMPI, RISORSE: RAPPORTO DI PIANO ESAME INTERMEDIO DA PARTE DEL NURV DELLE FASI PRECEDENTI PASSAGGIO INTERMEDIO IN CTP: APPROVAZIONE BOZZA PRIMA PARTE 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA AVVIO FASE DI CONFRONTO UFFICIALE E INTEGRATIVO Compreso processo informazione esterna VALUTAZIONE COERENZA ESTERNA PIANO/PROGRAMMA -fra quadro analitico e obbiettivi generali - verticale fra quadro analitico, scenari e obbiettivi PIT e PRS - orizzontale con analisi, obbiettivi, scenari altri piani/programmi

11 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo Piani e Programmi Settoriali e/o territoriali PIT Piano Indirizzo Territoriale PRS Programma Regionale Sviluppo Piano e Programma Coerenza Esterna ORIZZONTALE Coerenza Esterna VERTICALE Verifica coerenza esterna Piani e Programmi

12 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo DEFINIZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO CONDIVISO VALUTAZIONE COERENZA INTERNA (VERTICALE) Compatibilità fra linee di indirizzo, obbiettivi generali, obbiettivi specifici SECONDA PARTE SVILUPPO DEL PERCORSO PROGETTUALE 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA DEFINIZIONE OBBIETTIVI SPECIFICI E EVENTUALI ALTERNATIVE DI PIANO IDENTIFICAZIONE AZIONI E STRUMENTI DI ATTUAZIONE (anche rispetto agli altri soggetti istituzionali coinvolti) VALUTAZIONE COERENZA INTERNA (ORIZZONTALE) Coerenza fra obbiettivi specifici, azioni, indicatori e risultati attesi VALUTAZIONE FATTIBILITA ECONOMICA-FINANZIARIA

13 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo Coerenza Interna ORIZZONTALE Coerenza Interna VERTICALE Linee Indirizzo Scenari Obiettivi generali Obiettivi specifici Alternative Obiettivi specifici Azioni Progetti Risultati attesi Verifica coerenza interna Piani e Programmi

14 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo VALUTAZIONE INTEGRATA EFFETTI ATTESI ambientale – territoriale – economica – sociale - salute SECONDA PARTE SVILUPPO DEL PERCORSO PROGETTUALE 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA PREDISPOSIZIONE RAPPORTO DI PIANO SULLE FASI DEL PROCESSO PASSAGGIO INTERMEDIO IN CTP Analisi conformità modello, struttura normativa, vincoli finanziari Approvazione bozza Seconda parte del piano/programma DEFINIZIONE SISTEMA DI MONITORAGGIO E IDENTIFICAZIONE INDICATORI ESAME FINALE DA PARTE DEL NURV Validazione Rapporto di Valutazione Integrata e Rapporto di Piano CONCLUSIONE FASE DI CONFRONTO UFFICIALE E INTEGRATIVO Compreso processo informazione esterna

15 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo VALUTAZIONE INTEGRATA Coordinamento NURV Nucleo Regionale Valutazione Ambientale Processo formazione Piani e Programmi Settoriali e/o Territoriali Economico Salute VALUTAZIONE EFFETTI Coordinamento Valutazione Integrata Piani e Programmi Territoriale Sociale Warning process

16 TERZA PARTE PROPOSTA FINALE PIANO/PROGRAMMA Regione Toscana - Area Programmazione e controllo 2 FASE FORMAZIONE PIANO/PROGRAMMA DEFINIZIONE PROPOSTA FINALE DI PIANO/PROGRAMMA Corredata del Rapporto di Valutazione Integrata e Rapporto di Piano PASSAGGIO FINALE IN CTP Validazione tecnica finale e invio in Giunta per approvazione Proposta di Piano APPROVAZIONE GIUNTA PROPOSTA DI PIANO/PROGRAMMA Invio in Consiglio Regionale per approvazione finale

17 Regione Toscana - Area Programmazione e controllo RAPPORTO GENERALE DI MONITORAGGIO Presenta annualmente lo stato di attuazione delle politiche e dei piani e programmi Una sintesi del Rapporto di monitoraggio è contenuta del DPEF DOCUMENTO DI MONITORAGGIO E VALUTAZIONE PIANO/PROGRAMMA Relativo allattuazione annuale del piano/programma. E predisposto dal responsabile e esaminato dal NURV. La sintesi confluisce nel Rapporto di Monitoraggio DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ECONOMICA E FINANZIARIA Definisce annualmente ex-ante lattuazione prevista dei piani e programmi Contiene una sintesi del Rapporto generale di monitoraggio 3 PROCESSO ATTUAZIONE PIANO/PROGRAMMA


Scaricare ppt "LA PROGRAMMAZIONE COME METODO E PROCESSO DEL GOVERNO REGIONALE Processo di formazione di Piani e Programmi Regionali Regione."

Presentazioni simili


Annunci Google