La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FREEDOM OF EXPRESSION AND THOUGHT YOU TUBE CENSURA E UPLOAD.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FREEDOM OF EXPRESSION AND THOUGHT YOU TUBE CENSURA E UPLOAD."— Transcript della presentazione:

1

2 FREEDOM OF EXPRESSION AND THOUGHT YOU TUBE CENSURA E UPLOAD

3 Human Right #18: Everyone has the right to freedom of thought. Made by Youth For Human Rights International Articolo 18: Ogni individuo ha il diritto alla libertà di pensiero.

4 Human Right #19: Freedom of Opinion and Expression. Articolo 19: Ogni individuo ha il diritto alla libertà di opinione e di espressione. Made by Youth For Human Rights International

5 CENSURA NEL MONDO IRAN Il 3 dicembre 2006, in Iran il "Comitato per la Propagazione della Virtù e la Prevenzione dal vizio" ha affermato che "I siti ebrei come You Tube, con i loro video provocanti e peccaminosi, sono il simbolo della decadenza del perverso occidente." Pertanto ha bloccato l'accesso a YouTube e ad altri siti nel tentativo di impedire la diffusione di musica e film stranieri ritenuti moralmente viziati. TURCHIA La Turchia ha bloccato YouTube il 6 marzo I legali di YouTube hanno inviato una documentazione della rimozione di un video al procuratore turco e l'accesso è stato riabilitato il 9 marzo L'accesso a YouTube è stato nuovamente bloccato da due successive sentenze relative ad altri video rispettivamente del 5 maggio 2008 e del 6 giugno THAILANDIA Durante la settimana dell'8 marzo 2007, YouTube è stato bloccato in Thailandia. BRASILE Sabato 6 gennaio 2007, un'ingiunzione legale ha ordinato l'inserimento di una serie di filtri, con lo scopo di impedire l'accesso agli utenti brasiliani. BIRMANIA Nell'agosto 2007 la giunta militare birmana ha chiuso l'accesso a YouTube per fermare i filmati di denuncia dei massacri dei dimostranti, in gran parte monaci, che chiedevano una maggiore libertà. CINA Nel marzo 2008 YouTube è stato bloccato in Cina per aver ospitato nella propria piattaforma e reso visibile un video dove vi erano filmate le violenze ed i disordini scoppiati in Tibet in quei giorni.

6 IL CASO CINESE Il 27 marzo 2009 i naviganti cinesi si sono visti oscurare il servizio dalle autorità locali anche se dal ministero degli Esteri cinese arriva un messaggio di smentita che sottolinea che la Cina è un paese aperto allutilizzo di internet ma è un campo che ha bisogno di essere regolamentato da leggi al fine di prevenire la diffusione di informazioni dannose per la sicurezza nazionale. In ogni caso il popolare sito di video-sharing era inizialmente visibile in tutto il paese, ma YouTube sarebbe stato bloccato a causa della pubblicazione di un video in cui si vedevano centinaia di soldati in uniforme che assalivano un monastero tibetano e picchiavano i monaci inermi e legati. In questo modo la Cina non avrebbe solamente violato i diritti umani dei monaci tibetani assalendo il monastero e picchiandoli, ma anche la libertà di espressione in internet mettendo in evidenza la paura della grande potenza cinese nei confronti delle informazioni che il Web potrebbe divulgare contro lo stato.

7 Le mani di Alfano su Internet: "YouTube? Arriverà una legge" IN ITALIA: Ieri a Genova allhotel Bristol rispondendo alla domanda di un bambino prima di un incontro pubblico, il ministro dellla Giustizia Angelino Alfano ha confermato di voler mettere le mani su Internet: «Intervenire su Youtube è difficoltoso perchè si tratta di una rete, ma quando avremo trovato il modo, lo faremo». Da La Stampa del 21 marzo 2009 Il bambino, della classe 5 B della scuola elementare Brignole Sale di Albaro, aveva chiesto al ministro se il governo non intendeva intervenire a tutela dei minori sui contenuti di Youtube. «Appena i tecnici del governo Berlusconi troveranno il modo di intervenire nella difficile realtà del web, arriverà una nuova legge per contrastare gli abusi sempre più frequenti su Internet. Come in Youtube ad esempio. Vogliamo intervenire». Sarà perchè, come dice Roberto D'Agostino (Dagospia), «Internet è un nuovo Sessantotto elettronico, il nuovo ciclostile»?

8 In a speech on Internet freedom held Jan. 21 in the Newseum's Walter and Leonore Annenberg Theater, Secretary of State Hillary Clinton called for uncensored global access to Internet information. In an internet-connected world, an attack on one nations networks can be an attack on all. And by reinforcing that message, we can create norms of behavior among states and encourage respect for the global networked commons. The final freedom, one that was probably inherent in what both President and Mrs. Roosevelt thought about and wrote about all those years ago, is one that flows from the four Ive already mentioned: the freedom to connect – the idea that governments should not prevent people from connecting to the internet, to websites, or to each other. The freedom to connect is like the freedom of assembly, only in cyberspace. It allows individuals to get online, come together, and hopefully cooperate.

9 Fonti in rete: di-stampa-parlano-feltri-bel-pietro-e-minzolini/73726/ g=2&ID_articolo=834&ID_sezione=&sezione= orza.it/?p=660

10 A cura di: Riccardo Barberini Mattia Gioele Prendin Chiara Favaretto Mattia Carpinetti della classe IV C del liceo scientifico G. Galilei, Dolo (Ve).


Scaricare ppt "FREEDOM OF EXPRESSION AND THOUGHT YOU TUBE CENSURA E UPLOAD."

Presentazioni simili


Annunci Google