La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Caritas Italiana Romania. Immigrazione e lavoro in Italia Statistiche, problemi, prospettive Roma - Giugno 2008 Edizioni Idos.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Caritas Italiana Romania. Immigrazione e lavoro in Italia Statistiche, problemi, prospettive Roma - Giugno 2008 Edizioni Idos."— Transcript della presentazione:

1 Caritas Italiana Romania. Immigrazione e lavoro in Italia Statistiche, problemi, prospettive Roma - Giugno 2008 Edizioni Idos

2 Il processo di integrazione europea e il suo impatto sul fenomeno migratorio Prese di posizione di Caritas Italiana EUROPA. Allargamento a Est e immigrazione (2004) POLONIA. Nuovo paese di frontiera. Da migranti a cittadini (2006) ROMANIA. Immigrazione e lavoro in Italia. Statistiche, problemi e prospettive (2008)

3 La Romania in cifre Abitanti 21,5 milioni Età media 37,9 anni 49% dei residenti con istruzione secondaria superiore Reddito annuo euro Crescita economica negli anni %-6% Disoccupazione 4,3% Investimenti diretti esteri 7,2% miliardi di euro Rimesse degli emigrati 4 miliardi di euro lanno

4 La Romania è un paese con forti minoranze: le maggiori sono gli ungheresi e i rom. I rom in Romania, ripartiti in 23 gruppi, sono ufficialmente il 2,5% della popolazione, pari a In Italia i rom con cittadinanza romena sono, secondo stime,

5 Evoluzione dellemigrazione romena nellUnione Europea Fino al 1989 solo emigrati Secondo le indagini più recenti i flussi, pari a circa 2 milioni di lavoratori, si dirigono in prevalenza in Spagna (1/4) e in Italia (1/2) Lemigrazione romena ha coinvolto: 1 ogni 3 famiglie 1 ogni 4 adulti

6 Situazione nellUE Nel 2006 (Eurostat) i romeni in età da lavoro presenti negli Stati membri erano più di un milione EUROSTAT

7 La Romania, un paese amico dellItalia Fino alla Seconda Guerra mondiale accolti emigrati dal Friuli e dal Veneto Con la nuova costituzione gli italiani in Romania (6.000, secondo stime) sono considerati una minoranza etnica con un proprio parlamentare Insediate in Romania aziende italiane con dipendenti e un fatturato pari al 7% PIL Linterscambio tra i due paesi è di 12 miliardi di euro lanno (un obiettivo che con lIndia si raggiungerà solo tra due anni)

8 8.000 nel milione nel 2007 (stima) Sono aumentati più di 100 volte e sono diventati la prima collettività tra gli immigrati pari a circa un quarto del totale

9 Stima 2006: su , 15% del totale Stima 2007: su , 25% del totale

10 Ridimensionamento del peso percentuale dellItalia settentrionale (da 60,9% a 55,4%) e centrale (da 33,5% a 32,4%) Peso percentuale del Sud e delle Isole dal 5,9% al 12,2% Ripartizione territoriale dei romeni

11

12

13 Motivi di lavoro: (73,7%) Motivi di famiglia: (23,5%) Altri motivi: (2,8%) Donne (53%) Minori (11,4%) Principali insediamenti Lazio ( ) Lombardia ( ) Piemonte ( ) A Roma, Milano e Torino le presenze più numerose

14 2006: romeni occupati : romeni occupati /5 di tutti gli immigrati al lavoro. Settori prevalenti: edilizia per gli uomini assistenza alle famiglie per le donne imprenditori romeni nel 2007

15

16

17 Come va lintegrazione? Una riflessione sugli italiani Anche nelle regioni con più alto indice di integrazione gli immigrati ricevono il 40% in meno delle opportunità degli italiani. Discriminazioni lamentate dallUnar Carenze nellinformazione Sfruttamento sul luogo del lavoro Primato per gli infortuni mortali Atteggiamenti intimidatori Difficoltà burocratiche

18 1/5 delle denunce penali 1/4 delle condanne 1/3 dei reclusi Immigrati uguale a delinquenti? NO Incidenza del 6% sui residenti Incidenza del 6% sulle denunce penali Gli irregolari coinvolti in 7 denunce su 10

19 Annualmente circa un terzo dei minori denunciati è di nazionalità romena (4.000) I minori romeni non accompagnati sono lanno spesso vittime di sfruttamento altre volte recuperati dai servizi sociali Lemigrazione causa spesso lo smembramento di molte famiglie Sono i bambini romeni con genitore allestero

20 Il 52% dei romeni ha una buona opinione degli italiani Invece il 65% degli italiani non vorrebbe in famiglia una persona romena Il 60% dei romeni ritiene di essere stato trattato male in occasione dellomicidio di Giovanna Reggiani

21 Radicamento in Italia Immigrazione da temporanea a stabile Investimento sulla casa Ricongiungimento familiare Buon apprendimento e utilizzo della lingua italiana Lettura dei giornali italiani Apprezzamento del sistema sanitario (meno della scuola e del cibo)

22 Il 90% svolge unattività lavorativa con un reddito medio di euro mensili Il 71% ha la TV come principale mezzo di svago Il 9% ha una casa di proprietà L8% vive presso il proprio datore di lavoro

23 Gli ortodossi in Italia sono circa in prevalenza romeni Hanno una profonda sensibilità religiosa e aiutano a riscoprire la dimensione profonda della fede La comunità ecclesiale si adopera come fattore di integrazione e di mantenimento dei valori tradizionali

24 Necessità di norme fattibili Fare perno sulla legalità (anche nel lavoro) Risorse per lintegrazione Coinvolgimento delle associazioni Mediazione culturale Collaborazione con i paesi di origine

25 Nel passato lItalia ha inviato i suoi emigrati in Romania Oggi la Romania manda in Italia i suoi cittadini, e gli imprenditori italiani si insediano in Romania In prospettiva, Romania e Italia saranno paesi di immigrazione La reciproca integrazione sta nella logica dei fatti, valorizzando i rapporti del passato e quelli attuali


Scaricare ppt "Caritas Italiana Romania. Immigrazione e lavoro in Italia Statistiche, problemi, prospettive Roma - Giugno 2008 Edizioni Idos."

Presentazioni simili


Annunci Google