La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INDICATORI DI REDDITO E POVERTA NELLE FAMIGLIE ITALIANE ISOLA CAPO RIZZUTO 28 Maggio 2010 Ermenegildo Ciccotti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INDICATORI DI REDDITO E POVERTA NELLE FAMIGLIE ITALIANE ISOLA CAPO RIZZUTO 28 Maggio 2010 Ermenegildo Ciccotti."— Transcript della presentazione:

1 INDICATORI DI REDDITO E POVERTA NELLE FAMIGLIE ITALIANE ISOLA CAPO RIZZUTO 28 Maggio 2010 Ermenegildo Ciccotti

2 Le trasformazioni della società italiana e limpatto sui bambini - I bambini e gli adolescenti in Italia sono (anno 2007) il 17,1% della popolazione totale -Nel 1991 I bambini e gli adolescenti in Italia sono il 20,3% della popolazione totale - 3,2 punti percentuali ( ) Minori stranieri residenti (anno 2001) (anno 2007) (anno 2008) Popolazione 0-17 in UE ,4%

3 Nel 2007 abbiamo celebrato il trentennale della discesa della fecondità italiana sotto la fatidica soglia dei 2 figli per donna: correva lanno 1977, nascevano 800mila bambini lanno.

4 Struttura della popolazione - Indice di vecchiaia anno ,6 -Indice di vecchiaia anno 2007 – 141,7 -Indice di vecchiaia Unione Europea (anno2007) 105,7 numero di persone di 65 anni e più ogni 100 persone di 0-14 anni

5 I redditi degli italiani

6 Reddito per Regioni

7 Famiglie per tipo di titolo di abitazione

8 Spesa media per labitazione

9 Spesa media mensile delle famiglie anni

10 Spesa media mensile delle famiglie per capitolo di spesa anni

11 Spesa media mensile delle famiglie per capitolo di spesa e numero dei componenti anno 2008

12 Spesa media mensile delle famiglie per capitolo di spesa e regione anno 2008

13 DEFINIZIONI POVERTA Soglia di povert à assoluta rappresenta la spesa minima necessaria per acquisire i beni e servizi inseriti nel paniere di povert à Assoluta. La soglia di povert à assoluta varia, per costruzione, in base alla dimensione della famiglia, alla sua composizione per et à, alla ripartizione geografica e alla dimensione del comune di residenza Soglia di povert à relativa: E pari alla spesa media procapite nel paese e varia con il numero di componenti della famiglia. Nel 2008 questa spesa per una famiglia di due persone è risultata pari a 999,67 euro mensili.

14 POVERTA RELATIVA ANNI

15 POVERTA ASSOLUTA ANNI

16 INDICATORI DI POVERTA RELATIVA ANNI

17 INCIDENZA POVERTA RELATIVA PER REGIONE ANNI

18 INCIDENZA POVERTA RELATIVA PER TIPOLOGIA FAMILIARE ANNI

19 INCIDENZA POVERTA RELATIVA PER TITOLO DI STUDIO ANNI

20 Spese impreviste e risparmio delle famiglie

21 IN SINTESI Le famiglie povere sono in maggioranza al sud dItalia Lincidenza della povertà aumenta allaumentare della numerosità delle famiglie Lincidenza della povertà è maggiore nelle famiglie monoreddito Lincidenza della povertà aumenta allaumentare del numero dei figli minori Le separazioni e divorzi aumentano lincidenza della povertà sia del monogenitore (presso cui risiede il/i figli) che dellaltro ex coniuge onerato per il mantenimento

22 Caratteristiche della spesa e criticità per area Al nord pur in presenza di una maggiore propensione al consumo abbiamo una maggiore incidenza dei costi per labitazione rispetto al sud. Lincidenza del costo dellabitazione sulle famiglie monoreddito e con figli a carico costituisce un elemento di criticità per non oltrepassare la soglia della povertà relativa. La spesa per labitazione risulta essere un elemento di criticità anche per le due tipologie di famiglie createsi dopo una separazione o un divorzio. Al sud la minore capacità di spesa è dovuta al numero minore di famiglie plurireddito essenzialmente dovuta ad un tasso di attività e di occupazione femminile molto al di sotto della media nazionale. Laccrescimento del reddito anche con reddito part-time costituisce elemento sufficiente per elevare un numero significativo di famiglie al sopra della soglia di povertà relativa. Mentre rimane valida largomentazione sulle nuove famiglie formatesi dopo una separazione.

23 Interventi possibili Strumenti di contrasto della crisi economica (indennità di disoccupazione e altri sussidi). Al nord un contributo temporaneo al costo dellabitazione (sia essa in affitto che di proprietà) per far diminuire il peso relativo di questa voce di spesa Al sud incremento delloccupazione (prevalentemente femminile) in modo da ridurre le famiglie monoreddito con incremento dei servizi per la prima infanzia ad ausilio delle famiglie Dal punto di vista strutturale una rimodulazione della spesa sociale che presenta attualmente uno squilibrio verso la partita previdenziale che schiaccia gli interventi di sotegno dedicati alla famiglia e al contrasto degli andamenti depressivi del ciclo economico

24 Strumenti messi in campo dal Governo e impatto (Fonte Commissione di indagine contro lesclusione sociale ) La carta acquisti 78 - Il Bonus Famiglia 84 - Il bonus elettrico 89 Labolizione dellIci sulla prima casa Limpatto complessivo dei quattro interventi Le quattro misure determinano, congiuntamente, una riduzione della quota di famiglie assolutamente povere dal 4,18% al 3,87%. Circa famiglie su un milione escono dalla povertà assoluta. La somma che sarebbe necessario investire per azzerare la povertà assoluta è di circa 4 miliardi di euro allanno.La diffusione della povertà relativa si abbassa di meno di mezzo punto percentuale, dal 17,63% al 17,28%. Anche la diseguaglianza si riduce, seppur in modo contenuto.


Scaricare ppt "INDICATORI DI REDDITO E POVERTA NELLE FAMIGLIE ITALIANE ISOLA CAPO RIZZUTO 28 Maggio 2010 Ermenegildo Ciccotti."

Presentazioni simili


Annunci Google