La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 9 luglio 2003 Le dinamiche della spesa pensionistica e la sostenibilità della finanza pubblica Le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pensionistica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 9 luglio 2003 Le dinamiche della spesa pensionistica e la sostenibilità della finanza pubblica Le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pensionistica."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 9 luglio 2003 Le dinamiche della spesa pensionistica e la sostenibilità della finanza pubblica Le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pensionistica elaborate con il modello della RGS Seminario Scuola Superiore Economia e Finanza Roma, 8 luglio 2010

2 Scenari di previsione - IPOTESI DEMOGRAFICHE (slide 2) (1)Popolazione con età 65 ed oltre in rapporto alla popolazione con età [20-64]. Valori in %.

3 Scenari di previsione - IPOTESI MACROECONOMICHE (slide 3) (1)Tasso di variazione medio annuo nel decennio precedente

4 Scenari di previsione – TASSI DI ATTIVITÀ PER ETÀ E SESSO NEL 2008 E NEL2060 (slide 4) Maschi Femmine 2060, nazionale base , EPC-WGA baseline

5 Scenari di previsione – TASSI DI DISOCCUPAZIONE PER ETA E SESSO NEL 2008 E NEL 2060 (slide 5) Maschi Femmine 2060, nazionale base , EPC-WGA baseline

6 Dati storici e scenari di previsione – DINAMICA DEL PIL REALE E SUA SCOMPOSIZIONE (slide 6) Tasso di variazione reale del PILTasso di variaz. reale della produtt. per occupato Tasso di variazione delloccupazione Valori storici Scenario EPC-WGA baseline Scenario nazionale base

7 Scenario Nazionale Base – Aggiornamento 2009 Spesa pensionistica e socio-sanitaria - PREVISIONI DI MEDIO - LUNGO PERIODO EFFETTUATE CON I MODELLI DELLA RGS (slide 7)

8 Scenario Nazionale Base – SPESA PENSIONISTICA IN RAPPORTO AL PIL E SUA SCOMPOSIZIONE (slide 8) 11% 12% 13% 14% 15% 16% 17% 18% 19% 20% % 75% 80% 85% 90% 95% 100% 105% 110% 115% 120% Pensione media / PIL per occupato (asse sx) Pensioni / Occupati (asse dx) Spesa / PIL (asse sx)

9 Scenario Nazionale Base – SCOMPOSIZIONE DEL RAPPORTO FRA PENSIONI ED OCCUPATI (slide 9)

10 Scenario Nazionale Base – SCOMPOSIZIONE DEL TASSO DI VARIAZIONE DEL RAPPORTO SPESA PENSIONISTICA/PIL (slide 10) Percentuale di variazione nel periodo attivi: popolazione anni

11 Scenario Nazionale Base – SPESA PUBBLICA PER PENSIONI IN RAPPORTO AL PIL PER TIPOLOGIA DI PENSIONE E SESSO (slide 11) Analisi per tipologia Analisi per sesso pensioni dirette – analisi per sessopensioni indirette – analisi per sesso

12 Scenario Nazionale Base – SPESA PUBBLICA PER PENSIONI IN RAPPORTO AL PIL PER COMPARTO E SESSO (slide 12) Analisi per comparto Analisi per comparto - autonomi

13 Spesa pubblica per pensioni – SCENARIO NAZIONALE BASE E SCENARIO EPC-WGA (slide 13) Spesa in rapporto al PilPensione media/produttivitàPensioni/occupati Pensioni/popolazione 65+Occupati/popolazione[20-64]Pop. 65+/pop. [20-64] Scenario nazionale baseScenario EPC_WGA baseline

14 Scenario Nazionale Base – NUMERO DI PENSIONI IN RAPPORTO AL NUMERO DI PENSIONATI (slide 14) Tutte le età Fascia di età 65 e oltre TotaleFemmine Maschi

15 Scenario Nazionale Base – PENSIONATI IN RAPPORTO ALLA POPOLAZIONE DI 65 ED OLTRE (slide 15) MaschiFemmine Totale Pensionati con età inferiore a 65 anni Pensionati con età di 65 anni e oltre

16 Scenario Nazionale Base – ANALISI DEL RAPPORTO FRA PENSIONATI E POPOLAZIONE 65 e oltre (slide 16) (1) Include le pensioni (65+) erogate a persone non residenti

17 La componente pensionistica del reddito degli anziani – EFFETTI DISTRIBUTIVI, FONTI DI REDDITO E REDDITO MINIMO DEGLI ANZIANI (slide 17) Rispetto al metodo retributivo, il metodo di calcolo contributivo produce automaticamente: una redistribuzione di risorse a favore delle carriere lavorative più deboli caratterizzate da dinamiche retributive piatte e discontine consente al lavoratore di incrementare significativamente limporto di pensione posticipando il pensionamento Il pensionamento anticipato (prima dei 65 anni per gli uomini e 60 anni per le donne del settore privato) è consentito sulla base di stringenti requisiti minimi di età e di contribuzione Le donne devono maturare unammontare di pensione pari ad almeno 1.2 volte lassegno sociale per accedere al pensionamento prima dei 65 anni Al raggiungimento dei 65 anni, le persone in condizioni di povertà potranno ottenere lassegno sociale ed ulteriori maggiorazioni Un reddito aggiuntivo può scaturire dalla previdenza complementare

18 Rapporto tra pensione media e PIL per occupato – ANALISI DEGLI EFFETTI DISTRIBUTIVI FRA DIVERSE GENERAZIONI DI PENSIONI DIRETTE (slide 18) Dipendenti privati Dipendenti pubblici Stock di pensioni Lavoratori autonomi Decorrenti di 10 anni prima Decorrenti di 30 anni prima Decorrenti nellanno Decorrenti di 20 anni prima

19 La componente pensionistica del reddito degli anziani – IMPORTO MEDIO DI PENSIONE (1) / PIL PRO CAPITE(slide 19) (1) Pensioni dirette previdenziali

20 La componente pensionistica del reddito degli anziani – TASSI DI SOSTITUZIONE LORDI SOTTO DIVERSE IPOTESI DI CARRIERA (slide 20) Lavoratore dipendente del settore privato

21 La componente pensionistica del reddito degli anziani – TASSI DI SOSTITUZIONE LORDI SOTTO DIVERSE IPOTESI DI ETA AL PENSIONAMENTO (slide 21) Lavoratore dipendente del settore privato

22 La componente pensionistica del reddito degli anziani – TASSI DI SOSTITUZIONE LORDI E NETTI CON IL CONTRIBUTO PENSIONE COMPLEMENTARE (slide 22) Lavoratore dipendente del settore privato

23 Lavoratore autonomo (artigiano) La componente pensionistica del reddito degli anziani – TASSI DI SOSTITUZIONE LORDI E NETTI CON IL CONTRIBUTO PENSIONE COMPLEMENTARE (slide 23)


Scaricare ppt "Roma, 9 luglio 2003 Le dinamiche della spesa pensionistica e la sostenibilità della finanza pubblica Le previsioni di medio-lungo periodo della spesa pensionistica."

Presentazioni simili


Annunci Google