La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Www.laprevidenzacomplementare. it Le nuove pensioni LEGGE 24 Dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Www.laprevidenzacomplementare. it Le nuove pensioni LEGGE 24 Dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza,"— Transcript della presentazione:

1 it Le nuove pensioni LEGGE 24 Dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l'equità' e la crescita sostenibili, nonchè ulteriori norme in materia di lavoro e previdenza sociale. (GU n. 301 del )

2 it I contenuti della legge riferiti alla previdenza Requisiti per il diritto alla pensione di anzianità commi 1 e 2 Lavori usuranti comma 3 Razionalizzazione degli Enti previdenziali commi 7/9 Finestre per la pensione di vecchiaia commi 4 e 5 Coefficienti di trasformazione commi 12/15 Diritti e tutele per i giovani comma 12 lett b Nuove regole per riscatto e totalizzazione commi 71 e 77 Contributo di solidarietà per gli iscritti e i pensionati dei Fondi speciali commi 17 e 18 Sospensione dellindicizzazione sulle pensioni superiori ad 8 volte il minimo comma 19

3 it I nuovi requisiti per il diritto alla pensione di anzianità per le lavoratrici e i lavoratori dipendenti – c. 1 e 2 art 1 Data di maturazione dei requisitiRequisiti 1° gennaio giugno ° luglio dicembre 2010 Quota 95 a partire da 59 quindi: ° gennaio dicembre 2012 Quota 96 a partire da 60 quindi: Verifica 1 ° gennaio 2013 Quota 97 a partire da 61 quindi:

4 it Data di maturazione dei requisiti Data di decorrenza Entro il primo semestre 1° gennaio dellanno successivo alla maturazione dei requisiti Entro il secondo semestre dellanno 1° luglio dellanno successivo alla maturazione dei requisiti

5 it I nuovi requisiti per il diritto alla pensione di anzianità 40 anni di contribuzione Le lavoratrici e i lavoratori con 40 anni di contribuzione potranno andare in pensione indipendentemente dalletà anagrafica. La decorrenza della pensione sarà legata a 4 finestre duscita. Entro il 2011 sarà definita la disciplina delle decorrenze di anzianità con 40 anni di contributi e di vecchiaia – c. 4 art.1

6 it Lavori usuranti Rimangono con i precedenti requisiti (57 anni di età + 35 anni di contribuzione): Entro marzo 2008 il governo adotta provvedimenti per definire le attività usuranti che daranno diritto al pensionamento di anzianità con requisiti inferiori al massimo di 3 anni. C.3 art 1

7 it I lavoratori interessati lavoratori impegnati nelle attività previste dal decreto del Ministero del lavoro del 19 maggio 1999 (decreto Salvi) lavoratori considerati notturni secondo i criteri definiti dal decreto legislativo 66/2003 lavoratori addetti a linea catena conducenti di mezzi pubblici pesanti Lavoratori che effettuano almeno 7 ore di orario notturno. C.3 art 1

8 it Requisiti per il diritto alla pensione di anzianità: la nuova disciplina dei lavori usuranti I lavoratori che svolgono lavori usuranti potranno conseguire, su domanda, il diritto a pensione con una riduzione del requisito anagrafico di 3 anni rispetto a quello previsto (con il requisito minimo di 57 anni) se: Hanno svolto tale attività per almeno la metà del periodo di lavoro complessivo Oppure Hanno svolto tale attività per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di attività lavorativa nel periodo transitorio

9 it Razionalizzazione degli enti previdenziali Entro il 31 gennaio 2008 il governo presenterà un piano industriale al fine di razionalizzare il sistema degli enti previdenziali ed assicurativi Inps Inail Inpdap Ipsema ed altri minori. C. 7/9 art. 1

10 it il piano dovrà essere oggetto di confronto con le organizzazioni sindacali Si dovrà garantire un risparmio di 3,5 miliardi di euro nellarco di un decennio attraverso lindividuazione di sinergie tra i vari enti (sedi, acquisti, sistemi informatici, uffici legali) Fatto salvo quanto previsto nei commi 7/9 dellart. 1, a partire dal 2011, è previsto un aumento dello 0,09% dellaliquota contributiva dei lavoratori dipendenti, parasubordinati, e autonomi.

11 it Coefficienti di trasformazione Costituzione di una apposita Commissione, composta da esperti del governo e delle parti sociali, allo scopo di verificare e modificare i coefficienti entro il 31/12/2008i. Si dovrà tener conto dei seguenti i parametri: le dinamiche delle grandezze macroeconomiche, demografiche e migratorie lincidenza che hanno i percorsi lavorativi discontinui sulladeguatezza delle pensioni future per proporre meccanismi di solidarietà che garantiscano un tasso di sostituzione non inferiore al 60% dellultima retribuzione; le diverse aspettative di vita correlate al lavoro svolto.

12 it La Commissione dovrà terminare i lavori entro la fine del A partire dal 1° gennaio 2010, ci sarà lapplicazione dei nuovi coefficienti Dal 2010 i coefficienti saranno aggiornati ogni tre anni Tra dieci anni sarà effettuata una verifica al fine di valutare la sostenibilità finanziaria e sociale del sistema. C 14 e 15 art.1

13 it Provvedimenti in favore dei giovani I nuovi provvedimenti riguardano: la totalizzazione il riscatto del periodo di laurea misure per i parasubordinati Impegno a verificare la possibilità di garantire il 60% come tasso di sostituzione

14 it Le misure immediate per la totalizzazione In attesa del riordino di tutta la materia, viene ridotto il limite minimo di anzianità contributiva previsto per cumulare i contributi versati nelle varie gestioni: da 6 anni a 3 anni

15 it Il riscatto della laurea: nel sistema contributivo: Possibilità di riscattare i periodi di laurea anche se non si è svolta ancora nessuna attività lavorativa e quindi non si ha nessun contributo previdenziale versato. Limporto da pagare sarà definito per legge Limporto potrà essere pagato in 10 anni senza interessi Sarà deducibile ai fini fiscali. Potrà essere pagato anche dai genitori o da altri soggetti cui risulta fiscalmente a carico il richiedente qualora non percepisca un reddito personale tassabile Il periodo sarà considerato utile anche ai fini del raggiungimento dei 40 anni di contribuzione Il pagamento sarà contabilizzato nel montante contributivo con riferimento alla data di versamento nel sistema retributivo o misto: Possibilità di pagare il riscatto in dieci anni senza interessi

16 it parasubordinati Aumento della aliquota contributiva al fine di garantire una maggiore copertura pensionistica Laliquota contributiva è del 24% nel 2008 del 25% nel 2009 del 26% nel 2010 E previsto laumento dellaliquota contributiva dal 1° gennaio 2008 di un punto percentuale per i pensionati iscritti alla gestione separata e per le lavoratrici e i lavoratori che oltre ad essere iscritti alla gestione separata sono iscritti anche presso altre gestioni pensionistiche: dal 16% al 17%

17 it Donne Si è mantenuto il limite di età per la pensione di vecchiaia a 60 anni

18 it Sospensione dellindicizzazione sulle pensioni superiori a 8 volte il minimo Rientra tra gli interventi legati alla solidarietà e redistribuzione del reddito la sospensione dellindicizzazione delle pensioni superiori a otto volte il minimo (436,14 *8= 3.489,92 lordo mensile). Misura prevista solo per il 2008


Scaricare ppt "Www.laprevidenzacomplementare. it Le nuove pensioni LEGGE 24 Dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza,"

Presentazioni simili


Annunci Google