La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Quanti sono gli stranieri a Crevalcore? Al 31 dicembre 2008 gli stranieri registrati allanagrafe erano 1878, cioè il 13,96% della popolazione del Comune.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Quanti sono gli stranieri a Crevalcore? Al 31 dicembre 2008 gli stranieri registrati allanagrafe erano 1878, cioè il 13,96% della popolazione del Comune."— Transcript della presentazione:

1 1 Quanti sono gli stranieri a Crevalcore? Al 31 dicembre 2008 gli stranieri registrati allanagrafe erano 1878, cioè il 13,96% della popolazione del Comune che assommava a abitanti. Si tratta di residenti, cioè persone che hanno un abitazione rispondente ai requisiti di legge e un contratto di lavoro e quindi sono in possesso del permesso di soggiorno o della carta di soggiorno. A questi vanno aggiunti: Gli stranieri presenti con visto dingresso fino a tre mesi ( in questa categoria rientra il maggior numero delle badanti ), non quantificabili perché non rientrano nei conteggi ISTAT ( residenti ) e del Ministero dellInterno ( permessi di soggiorno superiori a tre mesi) Gli stranieri con permesso di soggiorno che non hanno la residenza, ma solo il domicilio nel nostro Comune Eventuali irregolari

2 2 Chi sono gli irregolari? I clandestini che sbarcano sulle nostre coste sono solo una minima parte degli irregolari. La maggior parte degli irregolari è costituita da: Cittadini comunitari, soprattutto romeni, che in base al trattato di Schengen possono entrare liberamente in Italia senza dichiarare la loro presenza e permanere regolarmente fino a tre mesi e che poi non regolarizzano la loro presenza nella forma prevista dalla legge ( dopo tre mesi è obbligatoria liscrizione allanagrafe dimostrando di essere autonomi economicamente) Cittadini extracomunitari entrati in Italia con un visto dingresso valido per tre mesi e che poi entrano in clandestinità in attesa di trovare un lavoro regolare; Cittadini extracomunitari che perdendo il lavoro perdono il permesso di soggiorno ( il permesso è di durata limitata che varia a seconda delle motivazioni del soggiorno, che può essere per turismo, lavoro,studio, ma non può superare i due anni ) ed entrano in clandestinità in attesa di trovare un lavoro regolare.

3 3

4 4 ANDAMENTO POPOLAZIONE RESIDENTE

5 5 Bilancio demografico degli ultimi anni

6 6 Conosciamo meglio gli stranieri residenti nel nostro Comune

7 7

8 8

9 9

10 10

11 11

12 12

13 13

14 14 UNIONE EUROPEA STATI EUROPEI EXTRA UEAFRICAASIAAMERICHE CITTADINANZA DEGLI STRANIERI A CREVALCORE

15 15 RESIDENTI PER FASCE DI ETA ( nati dal 1/1/1900 al 31/12/ 2008).

16 16 NUCLEI FAMILIARI OMOGENEI 1° PARTE

17 17 NUCLEI FAMILIARI OMOGENEI 2° PARTE

18 18

19 19

20 20

21 21

22 22

23 23 E vero che gli stranieri godono di agevolazioni nellutilizzo dei servizi sociali? Esaminiamo la situazione per alcuni servizi erogati dal nostro Comune

24 24

25 25 RETTE MENSA - ANNO SCOLASTICO 2008/2009 TOT.%Stranieri ESENTI313,327 FASCIA 1 (fino a 395 euro)19721,1126 FASCIA 2 (fino a 475 euro)242,577 FASCIA 3 (oltre 475 euro) TOTALE934100%199

26 26 ASSEGNAZIONE ALLOGGI ERP AL 18/11/08 CREVALCORE ITALIANISTRANIERISFITTITOTALE ALLOGGI

27 27 In nessun regolamento comunale sono previste agevolazioni per gli stranieri. Per stranieri e italiani valgono gli stessi parametri relativi al reddito e alla composizione del nucleo familiare. QUINDI ……………

28 28 E vero che Crevalcore ha più stranieri degli altri Comuni ? Vediamo i numeri dei Comuni vicini e della realtà emiliana

29 29 Percentuale di stranieri a Crevalcore e Comuni limitrofi al 01/01/2008 (fonte ISTAT) 8,47 6,38 12,75 4,88 10,97 6,44 11,98 8,56 8,61 10,42 7, Anzola Dell'emilia Calderara Di Reno Crevalcore Sala Bolognese Sant'agata Bolognese San Giovanni In Persiceto Camposanto Finale Emilia Nonantola Ravarino San Felice Sul Panaro Cento

30 30 Popolazione straniera /Superficie del territorio comunale ( al 01/01/2008 fonte ISTAT)

31 31 Variazione percentuale 2007/2006 della popolazione residente in Emilia-Romagna

32 32 Saldo migratorio interno per residenti nei comuni dellEmilia-Romagna. Media triennio

33 33 Saldo migratorio con lestero per residenti nei comuni dellEmilia-Romagna. Media del triennio

34 34 Il dato di Crevalcore è poco significativo se confrontato esclusivamente con gli altri Comuni della provincia di Bologna. I numeri dei Comuni limitrofi e le carte tematiche regionali evidenziano invece una collocazione del nostro Comune in unarea interprovinciale ( Bologna, Modena, Ferrara) a forte presenza straniera.

35 35 E vero che a Crevalcore vivono molti stranieri perché lamministrazione è di centro -sinistra? Verifichiamo

36 36

37 37 AMMINISTRAZIONI COMUNALI AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI COMUNEPARTITO% STRANIERI PROVINCIAPARTITO% STRANIERI TREVISOPDL10,63 TREVISOCEN DES10,1 VERONACEN DES11,72 VERONACEN DES9,6 BRESCIACEN DES15,36 BRESCIACEN DES11,1 MILANOCEN DES13,54 MILANOCEN SIN8,8 PADOVACEN SIN10,47 PADOVACEN DES7,6 MANTOVACEN SIN9,49 MANTOVACEN SIN10,1 VICENZACEN SIN13,10 VICENZACEN DES9,6 LODICEN SIN9,24 LODICEN SIN8,6 CREMONACEN SIN10,13 CREMONACEN SIN8,5 ROVIGOCEN SIN6,20 ROVIGOCEN SIN5,4

38 38 Il confronto con alcuni Comuni del Veneto e della Lombardia dimostra che le spiegazioni della presenza straniera vanno ricercate in ambiti diversi dallappartenenza politica dellamministrazione comunale. Vicinanza ai distretti economici del modenese/reggiano ad alta richiesta di manodopera, presenza di mezzi di trasporto pubblici, treno in particolare, abbondanza di abitazioni a basso prezzo nelle campagne, molti anziani, possono spiegare perché a Crevalcore arrivino immigrati

39 39 La realtà italiana e quella europea

40 40 In Italia: % di stranieri sul totale dei residenti per aree ISTAT

41 41 Stranieri residenti per aree ISTAT suddivisi tra maschi e femmine

42 42 Nelle regioni del Centro-Nord si concentra circa il 90% delle presenze, mentre nel Sud l8,9% e nelle Isole il 3,6%. E importante però sottolineare che se si considera limmigrazione irregolare il rapporto si inverte: ai vertici della graduatoria dellirregolarità si collocano Crotone (38,9%), Nuoro (35,5%) e Siracusa (34,4%). Fonte: ISMU: XIV RAPPORTO SULLE MIGRAZIONI (2008 )

43 43 POP. RESIDENTE STRANIERI SALDO MIGRATORIO STATO AUMENTO%1998%2008% AUMENT O2007% EUROPA (ZONA EURO) , , ,530,08 BELGIO , , ,74-0, ,58 GERMANIA , , ,83-0, ,06 IRLANDA , , ,287, ,05 GRECIA , , ,920, ,36 SPAGNA , , ,178, ,55 FRANCIA , , ,730, ,11 ITALIA , , ,933, ,83 AUSTRIA , , ,910, ,38 PORTOGALLO , , ,102, ,18 FINLANDIA , , ,300, ,26 SVEZIA , , ,36-0, ,59 REGNO UNITO , , ,982, ,28 NORVEGIA , , ,030, ,83 SVIZZERA , , ,470, ,94 VARIAZIONE DELLA POPOLAZIONE RESIDENTE NEGLI STATI EUROPEI

44 44 Questi dati vanno letti tenendo conto che la realtà europea è molto diversificata in base alle politiche sullimmigrazione. In alcuni Stati infatti si è scelta la strada della naturalizzazione (acquisizione della cittadinanza alla nascita o comunque entro tempi brevi dallimmigrazione). In altri Stati, come lItalia, lacquisizione della cittadinanza prevede percorsi molto più lunghi.

45 45 Lemergenza demografica Le trasformazioni economiche Le guerre Le persecuzioni politiche e religiose Alcune chiavi di lettura del fenomeno immigrazione:

46 46 Evoluzione Popolazione Mondiale 1. La popolazione mondiale negli ultimi duemila anni

47 47 2. Aumento della popolazione dal 1650 al 2000 per continenti

48 48 3. Alcune piramidi per età e per sesso nel 1990.

49 49 Popolazione Italiana al 1/1/2003

50 50 Popolazione Emilia-Romagna.

51 51 Popolazione Crevalcore 1/1/2008 Nero: popolazione straniera

52 52 Negli ultimi cinquantanni la popolazione mondiale è più che raddoppiata e laumento è avvenuto tutto al di fuori dellEuropa. Considerato che i 4/5 della popolazione mondiale oscillano tra la fame nera (1/5) e la semplice sussistenza (3/5) e che il modello di vita di riferimento globale è quello americano è straordinario che siano così in pochi ad emigrare… A farlo sono comunque i più intraprendenti, nel bene e nel male.

53 53 Le trasformazioni economiche che hanno interessato leconomia mondiale dagli anni 80 principalmente sono state: nuova divisione del lavoro a livello mondiale finanziarizzazione fine del fordismo e deindustrializzazione in Occidente precarizzazione del lavoro espansione delle attività economiche legate ai servizi e allassistenza alla persona che sono più soggette a precarietà Nel caso italiano si aggiungono caratteristiche specifiche: lavoro nero evasione fiscale rifiuto delle normative relative alla sicurezza sul lavoro scarsi investimenti in tecnologia che si traducono nella convenienza ad assumere i soggetti più deboli, più ricattabili permanere di attività economiche ad alta richiesta di manodopera

54 54 In base ai dati ISTAT, nel 2030, presumibilmente, gli immigrati presenti in Italia saranno circa 8 milioni. Riportiamo due stralci significativi da studi prodotti nel Come governare questo fenomeno?

55 55 La grande maggioranza degli immigrati oggi regolari, sono stati nel passato irregolari, due su tre in Lombardia: le categorie sono molto più fluide di quanto si pretende. In realtà, limmigrazione irregolare, in Italia come negli Stati Uniti e in molti altri paesi, è vituperata a parole e tollerata nei fatti, anche perché funzionale a molti interessi. Non deve infatti sfuggire il fatto che tra le molte norme del pacchetto sicurezza, nessuna inasprisce le pene per i datori di lavoro di immigrati irregolari. Anzi, i controlli ispettivi sui luoghi di lavoro sono stati alleggeriti. Eppure lì si trova la calamita che attrae limmigrazione irregolare, tanto che lUnione Europea ha preannunciato un giro di vite sul tema. Fonte: QUELL'INUTILE LINEA DURA SULL'IMMIGRAZIONEQUELL'INUTILE LINEA DURA SULL'IMMIGRAZIONE di: Maurizio AmbrosiniMaurizio Ambrosini

56 56 Gli immigrati non vanno valutati esclusivamente (o quasi) come risorsa per mandare avanti la produzione del paese- nelle fabbriche, nei cantieri, nei campi, e in molti altri luoghi di lavoro- o per supplire alla bassa riproduttività degli italiani. Il fatto che la maturazione del fenomeno stia consacrando la trasformazione degli iniziali lavoratori in una vera e propria popolazione deve indurci a riflettere su come fare in modo che i quasi 4 milioni di individui che oggi formano tale popolazione, così come gli 8 milioni che formeranno quella del 2030, diventino realmente non distinguibili dagli attuali 56 milioni di italiani, o dai 54 milioni del Per garantire la governabilità del fenomeno nel segno dellaccoglienza è necessario seguire due azioni: contenere gli ingressi secondo le capacità della società ospite, agire sul fronte del passaggio alla cittadinanza riducendo i tempi di naturalizzazione e snellendo le procedure. Fonte: ISMU: XIV RAPPORTO SULLE MIGRAZIONI – 2008

57 57 Distribuzione territoriale stranieri al 31/12/08

58 58 Distribuzione territoriale italiani al 31/12/08

59 59 Residenti italiani e stranieri Capoluogo e frazioni

60 60 LA SICUREZZA A CREVALCORE Sotto il profilo dellordine e della sicurezza pubblica, questo Comune si presenta come una realtà complessivamente positiva, esente da allarmanti fenomeni criminali, e non registra particolari situazioni di criticità. Rispetto al biennio 2006/2007, nel quale si verificarono alcuni episodi di delitti predatori che, sebbene non avessero concretizzato rischi reali per la situazione generale dellordine pubblico, ingenerarono nella popolazione il timore di uno scadimento del livello di sicurezza, la situazione nellultimo anno è decisamente migliorata. La percezione della popolazione è probabilmente influenzata da fattori di ordine sociologico più che strettamente criminale, ed è da ascrivere al massiccio fenomeno migratorio che, in un tessuto sociale fortemente coeso e stabile, può aver prodotto disorientamento e timore di perdita dellidentità della comunità locale, trovatasi improvvisamente a confrontare le proprie radicate tradizioni con valori e comportamenti di altre culture. Il sostanziale equilibrio tra la componente maschile e femminile della popolazione allogena, e soprattutto lelevata percentuale di ragazzi frequentanti le scuole di ogni ordine e grado, che oscilla tra il 22 e il 23 % del totale, fanno ritenere che il fenomeno migratorio sia connotato da caratteri di stabilità e progressiva integrazione e non costituisca pericolo per lordinata e civile convivenza.. Dallintervento del prefetto Angelo Tranfaglia in visita al Comune di Crevalcore, 18 marzo 2009


Scaricare ppt "1 Quanti sono gli stranieri a Crevalcore? Al 31 dicembre 2008 gli stranieri registrati allanagrafe erano 1878, cioè il 13,96% della popolazione del Comune."

Presentazioni simili


Annunci Google