La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La differenziazione sessuale. Sesso cromosomico/genetico Sesso gonadico Differenziazione apparato genitale interno ed esterno Sesso fenotipico Sesso anagrafico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La differenziazione sessuale. Sesso cromosomico/genetico Sesso gonadico Differenziazione apparato genitale interno ed esterno Sesso fenotipico Sesso anagrafico."— Transcript della presentazione:

1 La differenziazione sessuale

2 Sesso cromosomico/genetico Sesso gonadico Differenziazione apparato genitale interno ed esterno Sesso fenotipico Sesso anagrafico

3 GLI ORMONI Gli ormoni vengono sintetizzati da tessuti specializzati o da ghiandole Gli ormoni vengono secreti nel circolo sanguigno da cui sono trasportati al loro sito di azione. Gli ormoni modificano l attività dei tessuti o degli organi bersaglio, dove interagiscono con recettori specifici per produrre una determinata risposta biologica. Cellula endocrina Molecola ormonale Sangue Cellula bersaglio Recettore ormonale

4 B + - Risposta biologica A Cellula endocrina Cellula bersaglio Ormone A + - Risposta biologica A Cellula endocrina Cellula bersaglio Ormone A Cellula endocrina C CIRCUITO A RETROAZIONE NEGATIVA Semplice Complesso B Ormone B

5 Sesso genetico (cromosom i) Sesso gonadico (testicoli/ova ie) Ormoni che influenzano lo sviluppo sessuale del feto Produzione ormonale alla pubertà Sesso assegnato e sesso di educazione Sesso del SNC Genitali esterni ed interni Identità di genere Gonadi Funzione organizzante (SNC) Funzione attivante

6 IDENTITA DI GENERE SESSO ORMONALE E MORFOLOGICO SESSO GENETICO AMBIENTE

7 Fino al 42° giorno (7a settimana) la gonade è indifferenziata (12 mm) e contiene cellule germinali che possono diventare oogoni spermatogoni

8 Proliferazione oogoniale: 6-7 milioni di cellule al 5° mese Oogonio entra in meiosi e si ferma allo stadio di diplotene della I divisione meiotica (follicolo primordiale cioè oocita circondato da cellule della granulosa)

9 Genitali interni indifferenziati Dotti di Müller Dotti di Wolff

10 Maschio Femmina ovaio ute ro tuba vagina testicolo deferente vescic ole semin ali epididimo

11

12 Abbozzi genitali esterni fetali Maschio Femmina

13

14 ATTIVITA DEGLI STEROIDI SESSUALI SUL COMPORTAMENTO SESSUALE MASCHILE Effetti facilitanti e mantenenti sul desiderio e attività sessuale Effetti temporanei Modulazione delle funzioni cellulari che sono dipendenti dagli steroidi Attivazionali Eventi genomici e non genomici Prerequisito per la costituzione del cervello sessuale maschile Effetti permanenti Organizzazione dei neuroni nel cervello maschile durante il periodo prenatale e perinatale (regolazione della crescita e morte neurale e della sinaptogenesi) Organizzativi Eventi genomici Effetto finaleDurataMeccanismo Tipo di azione degli steroidi sessuali

15 Picco secretorio 16a settimana: ng/dl 16a-20a settimana: 100 ng/dl dopo 24a settimana < 100 ng/dl Dopo la 18a settimana la secrezione di T si riduce ed è mantenuta dall LH ipofisario Concentrazioni di T in circolo fetale

16 REAZIONI PSICHICHE ALLO SVILUPPO FISICO CARATTERISTICHE FISICHE CON RUOLO IMPORTANTE PROBLEMI MATURAZIONE PRECOCE O TARDIVA DISCREPANZA TRA STATO FISICO E LIVELLO EVOLUTIVO DISMORFISMO DEVIANZE DA STEREOTIPO DI GENERE

17 LA PUBERTA PERIODO DI SVILUPPO FISIOLOGICO CON MATURAZIONE DI FUNZIONI RIPRODUTTIVE

18 Pubertà: Periodo della vita caratterizzato da: Sviluppo dei caratteri sessuali secondari Maturazione delle gonadi (gametogenesi) Modificazioni psicologiche e comportamentali (libido)

19 Da 11 a 15 – 16 ANNI CAMBIAMENTI RAPIDI, PROFONDI, MOLTEPLICI CONSAPEVOLI

20 ADOLESCENZA BIOLOGIA CULTURA INIZIO PUBERTA STATUS ADULTO

21 SVILUPPO FISICO NELLA PREADOLESCENZA CHE E DI RIFERIMENTO NELLE RELAZIONI CON SPAZIO TEMPO MONDO COSTRUZIONE SCHEMA CORPOREO MODELLO PERMANENTE (TATTILE, VISIVO, POSTURALE)

22 TRASFORMAZIONI FISICHE INCREMENTO PESO ED ALTEZZA GAMBE DA CICOGNA CRESCITA MANI E PIEDI NASO E MENTO GRANDI

23 TRASFORMAZIONI ORGANICHE CUORE (AUMENTO DI VOLUME) POLSO (DIMINUZIONE BATTITO) SQUILIBRI NEURO-VEGETATIVI ORMONI PELLE RUVIDA NEI MASCHI; ACNE NEL 75%

24 DISMORFOFOBIA PAURA DI AVERE ANOMALIE NELLASPETTO FISICO RICERCA DI SPELTINI (1990) SENSO DI METAMORFOSI (CAMBIAMENTO FISICO E CARATTERIALE) CAMBIAMENTI FISICI NELLA STATURA E NEI CARATTERI SESSUALI SECONDARI SODDISFAZIONE PER LASPETTO FISICO PIU ALTA NEI MASCHI (PIU DIFESI) CAMBIAMENTI VALORIZZATI: STATURA (NEI MASCHI ORGANI GENITALI) CAMBIAMENTI DEVALORIZZATI MASCHI = BARBA FEMMINE=MENARCA, INGRASSAMENTO

25 PROBLEMI per ANTICIPO o RITARDO FEMMINE 9 anni15-17 anni

26 PROBLEMI PER ANTICIPO O RITARDO MASCHI 10 ANNI VANTAGGIO SODDISFAZIONE PER COMPORTAMENTI MATURI LEEDERSHIP

27 ANSIA BASSA FIDUCIA MASCHI ANNI SVANTAGGIO CRISI DI IDENTITA SCHEMA CORPOREO DISTURBATO PROBLEMI PER ANTICIPO O RITARDO PAURA DI NON ESSERE VIRILI DEVIANZA, AGGRESSIVITA

28 Lanticipo progressivo della pubertà nei paesi sviluppati

29 FATTORI INFLUENZANTI LINIZIO DELLA PUBERTÀ ALTRI FATTORI Laltitudine (=ipossia relativa) Lattività fisica intensa, specie se associata a basso peso corporeo ritardano lo sviluppo puberale FATTORI ALIMENTARI un maggior consumo di proteine animali un maggior apporto calorico sono correlati con: un menarca anticipato una maggior velocità di crescita FATTORI GENETICI (studi su gemelli) a parità di: condizioni di vita salute alimentazione

30 MODIFICAZIONI FISICHE DELLA PUBERTÀ


Scaricare ppt "La differenziazione sessuale. Sesso cromosomico/genetico Sesso gonadico Differenziazione apparato genitale interno ed esterno Sesso fenotipico Sesso anagrafico."

Presentazioni simili


Annunci Google