La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educare al consumo 1.  Antico Testamento Dio crea un giardino di delizie e dà il possesso di tutto quanto c’è sulla terra (Gn 1,28). “non hai domandato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educare al consumo 1.  Antico Testamento Dio crea un giardino di delizie e dà il possesso di tutto quanto c’è sulla terra (Gn 1,28). “non hai domandato."— Transcript della presentazione:

1 Educare al consumo 1

2  Antico Testamento Dio crea un giardino di delizie e dà il possesso di tutto quanto c’è sulla terra (Gn 1,28). “non hai domandato né lunga vita e né ricchezza, ma ecco ti concedo un cuore saggio e anche ricchezza e gloria” (Salomone) “Se uno desse tutte le ricchezze in cambio dell’amore, non ne avrebbe che dispregio (Ct 8,7) “Chi confida nella propria ricchezza cadrà” (Prv 11,28) “Se ti dimenticherai del Signore … certo perirai” (Deuteronomio 8, 19)  Nuovo Testamento “ Guai a voi, o ricchi, perché avete la vostra consolazione” (Lc 6,24) “Dov’è il vostro tesoro là sarà anche il vostro cuore” (Lc 12,34) “Difficilmente un ricco entrerà nel regno dei cieli” (Mt 19,23) “Vi è più gioia nel dare che nel ricevere” (At 20,35) “Chiunque di voi non rinunzia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo” (Lc 14,33) “ Non potete servire Dio e mammona” (Lc 16,13) “ Gesù gli disse: «Una cosa ancora ti manca: vendi tutto quello che hai, distribuiscilo ai poveri e avrai un tesoro nei cieli; poi vieni e seguimi» “(Lc 18,22) “non affannatevi” (Mt 6, 25) 2

3  “rispetto dei beni altrui, attraverso la pratica della giustizia e della carità, della temperanza e della solidarietà. In particolare esige il rispetto delle promesse fatte e dei contratti stipulati; la riparazione dell’ingiustizia commessa e la restituzione del maltolto; il rispetto dell’integrità della creazione mediante l’uso prudente delle risorse minerali, vegetali e animali che sono nell’universo, con speciale attenzione verso le specie in via di estinzione”. (n.506 Catechismo) 3

4  PRIMARI Alimentazione Vestiario Sanità LavoroTrasporti CasaIstruzione Vacanze  SECONDARI Trasporti (*) Elettrodomestici Telefono Vacanze (*) Cinema 4 INDOTTI: Dalla pubblicità, le offerte, per imitazione

5  BISOGNI : hanno un limite, si possono soddisfare;  DESIDERI : sono effimeri, innumerevoli ma ancora legati alla realtà;  CAPRICCI : infiniti, casuali, insinceri ed infantili “Il bisogno si placa, il desiderio mai …” 5

6  IMMEDIATI Da soddisfare ogni giorno (a breve scadenza) Alimentazione Vestiario Trasporto Luce, telefono, Riscaldamento, casa  FUTURI Da soddisfare in futuro (a media/lunga scadenza) Istruzione figli Riparazioni Sostituzione elettrodomestici Auto, casa 6

7 Voluttuari: seconda casa, auto lussuose, vacanze esotiche Secondari: vacanze, cultura, istruzione, risparmio__ Primari: alimentazione, vestiario, casa, trasporto 7

8 8  Cresce lentamente;- entrate altalenanti;  A volte arriva a singhiozzo;- uscite più costanti;  “crisi della 3^ settimana”;- necessita nuovi investimenti;  Da’ maggiore sicurezza;- meno stabilità;  Permette di ottenere più credito;- meno tempo libero;  Più tempo libero;- credito più difficile;  Le spese impreviste sono un - spesa imprevista più gestibile problema;

9  ATTIVO Immobili (case, terreni) Auto, elettrodomestici, mobili Crediti (verificare se ancora esigibili) c/c bancario Investimenti finanziari Persone  PASSIVO Mutuo casa Debiti (calcolare rapporto di indebitamento totale ) Assicurazioni Rette (piscina, scuole private, colf) c/c passivo 9

10 10  COSTI FISSI Supermercato Luce, telefono, gas Rata mutuo o Fitto Vestiti Assicurazioni auto e vita COSTI STRAORDINARI (molto frequenti)!!!  RICAVI FISSI Stipendio (o altro) RICAVI STRAORDINARI (molto rari)!!! Regali Vincite (molto incerte)

11  “E’ più facile spendere due dollari che risparmiarne uno” Woody Allen 11

12  Individuare progetti in cui impegnare tutta la famiglia, anche allargata a una cerchia di amici (volontariato, sport, associazioni, giochi di società);  Affidare responsabilità a tutti, a seconda delle capacità e dei tempi (si vive del contributo di ciascuno);  Far capire che le regole dell’economia domestica stanno alla base della società;  Dare un senso ai consumi (di solito l’errore è dire si va per negozi a “fare compere”, non perché serve qualcosa)  Coltivate un orto; 12

13  Praticare l’investimento (attraverso il risparmio e la soppressione di spese inutili che nel tempo permettono di fare una spesa importante);  Dare tempo alle attività dell’economia domestica: passare da “il tempo è denaro” a “non tutto si può comprare col denaro”. Per esempio: posso forse comprare la saggezza? L’Amore non si compra, non si compra la simpatia, l’entusiasmo, le PERSONE. 13

14 L’uomo ha bisogno: .. di sicurezza; .. di non stare solo; .. di vedere la sua esistenza prolungata nei figli; .. di vivere in società in cui lo stimi anche chi non lo conosce; .. di bilancio positivo tra piacere e dolore, speranza e delusione; .. di serenità e di gioia; .. di sentirsi utile; .. di pregare, di credere a qualcuno che è Altro; .. di uguaglianza; .. di giocare ;(V. Andreoli – psichiatra) 14

15 Date il tempo alle attività non finalizzate necessariamente all’uso del denaro.  E’ il TEMPO il bene più prezioso!! “Il denaro è un ottimo servitore ma è un pessimo padrone” G. Ayala (Pubblico Ministero al Maxi-processo di Palermo) 15

16 16

17  E’ il più costoso!  E’ il più facile da ottenere, anche sotto forma di carte magnetiche  Se è proprio necessario: fate i confronti!!  Meglio un mutuo (ma UNO alla volta) finalizzato all’acquisto di beni durevoli (ATTENTI ai prestiti o mutui, la cui ultima rata coincide con la data della pensione o addirittura scarica sui figli: p.es. mutui a 30/35 anni). 17

18  Cioè STRADA SCIVOLOSA : è estremamente pericolosa perché senza fine. Essa spinge a lavorare di più, ad accettare qualsiasi occasione per fare soldi, anche quelle eticamente dubbie o del tutto immorali. Molti sono poveri perché continuano a fare scelte sbagliate. 18

19  Alle carte di credito (revolving, ecc.)  Alle rateazioni a “tasso zero”  Ai fidi di c/c (adatti per una impresa ma non per una famiglia)  Ai GIOCHI (lotto, super, poker, carte, ecc.)  Imparate a fare la LISTA DELLA SPESA!  Abbiate un tenore di vita adeguato al reddito, (sobrietà nelle feste, ecc.) 19

20 190 miliardi di euro l’anno in fumo per il gioco (tra gioco legale e illegale) slot machines in funzione Quasi la stessa spesa per consumi alimentari euro a testa per ogni italiano 20 Il vizio spinge a commettere reati o ad essere vittime di Usura!

21  individuare il confine tra NECESSARIO e SUPERFLUO. Necessario per chi? Per me, per noi, … e gli altri? Il pane quotidiano è nostro e non solo mio Godiamo pure dei beni di cui disponiamo, con sobrietà, senza enfatizzare i nostri bisogni. 21

22  REGOLE : in ogni gruppo sono indispensabili  RISPARMIO :di denaro ma anche di acqua, energia, telefono, viaggi, ecc.  RIUTILIZZO : riciclare non solo i rifiuti, ma anche gli indumenti, il cibo e poi vendere o regalare oggetti non più utilizzati 22

23 Educazione al consumo online (Portale della Commissione Europea) Sezione 1 Il contratto di vendita L’indicazione dei prezzi La pubblicità Sicurezza dei prodotti e dei servizi Risoluzione delle controversie Serzione 2 La gestione del budget familiare Il credito al consumo Il credito immobiliare Il conto corrente Le modalità di pagamento Risparmi e investimenti Sezione 3 Sicurezza dei prodotti Mantenersi sani Gestione delle risorse finanziarie Consumatori responsabili 23

24 “Viviamo più semplicemente, per consentire che altri possano semplicemente vivere”! 24

25 25

26  Ebrei 13, 5 “La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro: siate contenti delle cose che avete, perché Dio stesso ha detto: ”Io non ti lascerò e non ti abbandonerò” 26


Scaricare ppt "Educare al consumo 1.  Antico Testamento Dio crea un giardino di delizie e dà il possesso di tutto quanto c’è sulla terra (Gn 1,28). “non hai domandato."

Presentazioni simili


Annunci Google