La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Decentramento dopo lunità dItalia Liceo Scientifico Statale JOHN FITZGERALD KENNEDY Andrea Gallegati Amedeo Rizzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Decentramento dopo lunità dItalia Liceo Scientifico Statale JOHN FITZGERALD KENNEDY Andrea Gallegati Amedeo Rizzo."— Transcript della presentazione:

1 Il Decentramento dopo lunità dItalia Liceo Scientifico Statale JOHN FITZGERALD KENNEDY Andrea Gallegati Amedeo Rizzo

2 264 a.C. Magra/Rubicone – Stretto di Messina Massima espansione (Traiano 117 d.C.)

3 Regioni dellItalia augustea (7 d.C.) Regio I Latium et Campania Regio II Apulia et Calabria Regio III Lucania et Bruttii Regio IV Samnium Regio V Picenum Regio VI Umbria (et ager Gallicus) Regio VII Etruria Regio VIII Aemilia Regio IX Liguria Regio X Venetia et Histria Regio XI Transpadana

4 … fino al 1859

5 Unificazione dellItalia 11 Luglio 59 – Armistizio di Villafranca, acquisizione della Lombardia Gennaio 60 – Cessione di Nizza e Savoia Marzo 60 – Annessioni di Emilia, Romagna e Toscana SPEDIZIONE DEI MILLE 5/6 MAGGIO 60 Ottobre 60 – Annessioni di Sicilia e Province Meridionali Novembre 60 – Annessioni di Marche e Umbria 17 MARZO 1861 PROCLAMAZIONE DI VITTORIO EMANUELE II RE DITALIA 3 Ottobre 66 – Pace di Vienna, conquista del Veneto 20 Settembre 70 – Breccia di Porta Pia, annessione di Roma e Lazio

6

7 Marzo 1861 proclamazione del Regno dItalia 6 Giugno morte di Cavour Molti problemi da risolvere Come doveva essere governato? Governi deboli e di breve durata Unificare otto sistemi Giuridici Economici/ Monetari Pesi/Misure

8 Accentramento/Decentramento Modello francese: Stretto controllo del potere centrale sugli organi di governo locale Fitta rete di funzionari PREFETTI Modello inglese: Self-government Modello americano: Repubblica federale

9 Marco Minghetti Ministro per lInterno (Governo Cavour) 13 Marzo 1861 Quattro schemi di legge per lordinamento del nuovo Stato: 1. Ripartizione regno/Autorità governative 2. Amministrazione comunale/provinciale 3. Consorzi 4. Amministrazione regionale Marco Minghetti Presidente del Consiglio: I Mandato 1863 – 64 II Mandato

10 Decentramento Amministrativo: PROVINCIA (Associazione naturale) amministrazione indipendente: PREFETTO REGIONE (Consorzio permanente di Province): vigilanza sulle Province MINISTERI: alleggerimento di alcune competenze 1.Ministero dellInterno – sanità, teatri, opere pie, boschi, agricoltura 2.Ministero dellIstruzione Pubblica – inferiore (comuni), secondaria (province ), superiore (regioni) 3.Ministero dei Lavori Pubblici – acque e strade

11 Amministrazione Statale Ministero dellInterno – Uffici governativi, sicurezza pubblica Ordini Giudiziari – Nuovo Codice unico per tutta la penisola Sistema delle Finanze – Funzionamento del sistema delle imposte Indirizzo Politico – Affari esteri, della guerra, della marina

12 Stato accentrato Stato accentrato proposta di Minghetti respinta dal parlamento 9 Maggio Giugno 59-Gennaio 60 (governo La Marmora) 1865 (governo Ricasoli) Controllo capillare ( MODELLO NAPOLEONICO) Legge Rattazzi: ordinamento comunale/provinciale (per le nuove annessioni) Legge di unificazione amministarriva. (per tutto il Regno)

13 …data la situazione del Mezzogiorno Piemontesizzazione: Aumento Tassazione Coscrizione obbligatoria Estenzione Statuto albertino(48) a tutto il Regno Diretta/indiretta Tolse braccia ai campi

14 Regioni, Costituzione e referendum costituzionale del 2001 Art. 114 della Costituzione italiana (versione del 1948): La Repubblica si riparte in Regioni, Province e Comuni. Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige Umbria Valle d'Aosta Veneto

15 Modifica del 2001 Art. 114 della Costituzione italiana : La Repubblica è costituita dai Comuni, dalle Province, dalle Città metropolitane, dalle Regioni e dallo Stato. I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni sono enti autonomi con propri statuti, poteri e funzioni secondo i princìpi fissati dalla Costituzione. […] Città metropolitane: Possono essere istituite nelle aree metropolitane intorno ai comuni di Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Napoli e Reggio Calabria

16 Art. 119 Versione del 1948: Le Regioni hanno autonomia finanziaria nelle forme e nei limiti stabiliti da leggi della Repubblica, che la coordinano con la finanza dello Stato delle Province e dei Comuni. […] Per provvedere a scopi determinati, e particolarmente per valorizzare il Mezzogiorno e le Isole, lo Stato assegna per legge a singole Regioni contributi speciali. La Regione ha un proprio demanio e patrimonio, […] Versione corrente 2001: I Comuni, le Province, le Città metropolitane e le Regioni hanno autonomia finanziaria di entrata e di spesa, risorse autonome, tributi ed entrate propri, in armonia con la Costituzione, compartecipazioni al gettito di tributi erariali riferibile al loro territorio, un fondo perequativo, hanno un proprio patrimonio, possono ricorrere allindebitamento solo per finanziare spese di investimento

17 Lega Nord e Federalismo Fiscale Attuazione dellarticolo 119 della Costituzione Italiana (del 2001) attraverso Sostituzione del criterio di spesa storica con costi standard Territorialità dei tributi locali e regionali Cessazione trasferimenti statali con mantenimento di fondi perequativi Riduzione dellimposizione fiscale statale Premialità di enti virtuosi / sanzionamento enti inadempienti Trasparenza dei bilanci regionali/locali (sanzioni per i ritardi)


Scaricare ppt "Il Decentramento dopo lunità dItalia Liceo Scientifico Statale JOHN FITZGERALD KENNEDY Andrea Gallegati Amedeo Rizzo."

Presentazioni simili


Annunci Google