La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Scelte formative e sistema produttivo locale G.Boschini – Settembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Scelte formative e sistema produttivo locale G.Boschini – Settembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 Scelte formative e sistema produttivo locale G.Boschini – Settembre 2010

2 Iscrizioni alla istruzione secondaria superiore. Dati nazionali

3 La serie storica pre-riforma 2004/052005/062006/072007/082008/092009/10 licei classici10,110,410,510,29,910,0 licei socio-psico-pedagogici7,47,57,6 7,87,5 licei scientifici21,322,322,9 2222,0 licei e istituti darte4,03,83,6 istituti tecnici34,333,633,233,534,234,0 istituti professionali22,922,522,122,222,523,0

4 Dati riforma -Nota metodologica I dati di confronto su (vecchio e nuovo ordinamento) si basano su una rilevazione degli allievi frequentanti i primi anni dei percorsi comparabili coi nuovi indirizzi, presenti nelle diverse istituzioni scolastiche e indirizzi, spesso con modalità sperimentali. Fino al , infatti, i dati per le iscrizioni erano forniti dal Miur (salvo che in alcune ricerche specifiche) per tipologia di istituto, non per la effettiva natura dei corsi frequentati (es. i licei tecnologici c/o istituti tecnici erano considerati iscritti ai tecnici). I dati di confronto su (vecchio e nuovo ordinamento) si basano su una rilevazione degli allievi frequentanti i primi anni dei percorsi comparabili coi nuovi indirizzi, presenti nelle diverse istituzioni scolastiche e indirizzi, spesso con modalità sperimentali. Fino al , infatti, i dati per le iscrizioni erano forniti dal Miur (salvo che in alcune ricerche specifiche) per tipologia di istituto, non per la effettiva natura dei corsi frequentati (es. i licei tecnologici c/o istituti tecnici erano considerati iscritti ai tecnici). I dati forniti riguardano le iscrizioni rilevate a marzo 2010, e quindi non tengono conto per il di ripetenze e ulteriori iscrizioni fino a settembre (di norma, <5% del totale). Le ripetenze sono invece comprese nel dato , che quindi nel confronto dovrebbe sovrastimare leggermente il dato di tecnici e professionali. I dati forniti riguardano le iscrizioni rilevate a marzo 2010, e quindi non tengono conto per il di ripetenze e ulteriori iscrizioni fino a settembre (di norma, <5% del totale). Le ripetenze sono invece comprese nel dato , che quindi nel confronto dovrebbe sovrastimare leggermente il dato di tecnici e professionali. Il dato riguarda il 94,7% degli allievi frequentanti la 3a media inferiore nel Il dato riguarda il 94,7% degli allievi frequentanti la 3a media inferiore nel

5 Le scelte nel nuovo ordinamento. Italia Fonte: MIUR. Le iscrizioni alla nuova scuola superiore. A.S Maggio 2010

6 Le scelte nel nuovo ordinamento. Italia

7 Nel complesso: +3,6% licei, -2,2% professionali, -1,4% tecnici. Verso lUniversità… Nel complesso: +3,6% licei, -2,2% professionali, -1,4% tecnici. Verso lUniversità… Crescita dei nuovi licei (+25% linguistico,+ 44% liceo scienze applicate), crescita offerta. Crescita dei nuovi licei (+25% linguistico,+ 44% liceo scienze applicate), crescita offerta. Calo significativo professionali: perse 9,3% delle iscrizioni sett. Industriale-artig e 10,2% sett. Servizi (perso un neoiscritto su 10…). Calo significativo professionali: perse 9,3% delle iscrizioni sett. Industriale-artig e 10,2% sett. Servizi (perso un neoiscritto su 10…). Tenuta ist. tecnici sett. Tecnologico, specie in considerazione della concorrenza del liceo sc. applicate (calo per settore Economico -8,4%). Tenuta ist. tecnici sett. Tecnologico, specie in considerazione della concorrenza del liceo sc. applicate (calo per settore Economico -8,4%).

8 Iscrizioni alla istruzione secondaria superiore. Dati di area e regionali

9 Le scelte nelle aree geografiche

10 Licei per regione

11 Tecnici per regione

12 Professionali per regione

13 Iscrizioni alla istruzione secondaria superiore. Dati Provincia di Modena

14 Iscrizioni e raffronto INDIRIZZI ISCRITTI 1^ A.S. 2009/2010 (Previsioni Marzo 2009) ISCRITTI 1^ A.S. 2010/2011 (Previsioni 20/04/2010) ripartizione % (colonna) ripartizione % (colonna) diff. % su Licei ,8%37,2%7,4% Tecnici ,4%37,3%-5,1% Profession ,8%25,6%-2,2% Totale ,0% 0,0%

15 Nota metodologica Per il raffronto tra e occorre tenere conto che i dati dei licei 2010/2011 sono comprensivi dell'indirizzo liceale artistico del Venturi (non presente nel 2009/10 - l'istituto d'arte 2009/10 era conteggiato nei Professionali) e dell'indirizzo liceale linguistico del Selmi (nel 2009/10 conteggiato tra i Tecnici). Per il raffronto tra e occorre tenere conto che i dati dei licei 2010/2011 sono comprensivi dell'indirizzo liceale artistico del Venturi (non presente nel 2009/10 - l'istituto d'arte 2009/10 era conteggiato nei Professionali) e dell'indirizzo liceale linguistico del Selmi (nel 2009/10 conteggiato tra i Tecnici). Effettuando tali correzioni è possibile ricavare una correzione statistica che rivede sensibilmente la stima di crescita dei Licei. Effettuando tali correzioni è possibile ricavare una correzione statistica che rivede sensibilmente la stima di crescita dei Licei.

16 Iscrizioni correzione statistica diff. iscritti su anno precedente v.a. ripartizione (% di colonna) ripartizione (% di colonna) diff. % variazione annua (% di riga) Classico-73,8%3,7%-0,2%-2,6% Scientifico711,9%11,8%-0,1%0,8% Scientifico opz. Sc. Appl.1215,0%6,6%1,6%33,5% Linguistici247,0%7,2%0,2%4,8% Scienze umane612,8%3,6%0,8%29,8% Sc.Umane opz. Ec.Soc.- 342,2%1,7%-0,5%-21,1% Artistico-Architettura921,3%2,5%1,2%97,9% totale licei26434,1%37,2%3,1%10,8%

17 Iscrizioni correzione statistica diff. iscritti su anno precedente v.a. ripartizione (% di colonna) ripartizione (% di colonna) diff. % variazione annua (% di riga) Commerciali- 8615,8%14,4%-1,4%-7,6% Industriali-3518,2%17,5%-0,8%-2,7% Agrari221,5%1,7%0,3%21,0% Costruzioni-183,9%3,6%-0,3%-6,4% totale tecnici-11739,4%37,3%-2,2%-4,1% Industria e Artigianato-10814,3%12,6%-1,7%-10,5% Servizi Commerciali-Tur.68,2% 0,0%1,0% Servizi Sociali22,4% 0,0%1,1% Agrari621,5%2,4%0,8%56,4% totale professionali- 3826,5%25,6%-0,9%-2,0% totale generale109100,0% 0,0%1,5%

18 Alcune linee di lettura a Modena Analizzando le iscrizioni dal ad oggi, si può leggere a grandi linee che: Analizzando le iscrizioni dal ad oggi, si può leggere a grandi linee che: i licei classici hanno una certa tendenza al calo i licei classici hanno una certa tendenza al calo i licei scientifici e linguistici sono alterni ma più orientati alla crescita; bene sc. applicate i licei scientifici e linguistici sono alterni ma più orientati alla crescita; bene sc. applicate tendenzialmente positivi agrari, artistici, in parte commerciali tendenzialmente positivi agrari, artistici, in parte commerciali qualche riduzione sensibile geometri qualche riduzione sensibile geometri industriali mediamente in tenuta, ma con significative variabilità, minore positività nellultimo anno, abbastanza marcata per i professionali industriali mediamente in tenuta, ma con significative variabilità, minore positività nellultimo anno, abbastanza marcata per i professionali

19 Il lavoro a Modena Il lavoro a Modena

20 Macroindicatori del lavoro

21 Lavoro nei settori - industria

22 Lavoro nei settori - servizi

23 Ipotesi turn-over. Ingresso… settore diplomati 2009 % settori indirizzi scolastici corrisp. agroalimentare28011,4%agraria e biologico tessile-abbigliamento803,2%abb.moda ceramico2008,1%ceramico; chimico; fisico meccanico e mezzi trasp.2309,3%meccanica elettr. e biomedicale44017,8%elettrico-elettronico finanza e servizi imprese73029,6%commerciali vari (immob., inform., etc.)44017,8%geometri; informatica servizi persone e sociali652,6%serv.soc. Totale titoli settoriali ,0% Titolo non settoriale2100licei e artistici totale gen.4565

24 Ipotesi turn-over. Ingresso… settore Laureati 2008 % settori indirizzi laurea corrisp. agroalimentare2007,5 agraria; bioscienze tessile-abbigliamento0,0 ceramico401,5 ing.materiali meccanico e mezzi trasp.1616,1 ing.mecc., veicolo, meccatronica. elettr. e biomedicale652,4 ing.elettr finanza e servizi imprese132549,8 economia; giurisprudenza; sc. comunicazione; ing.gest.li e amb. vari (immob., inform., etc.)1425,3 ing.telecom. E inform.; ing. Civile servizi persone e sociali72627,3 farmacia; medicina; sc. Formazione Totale titoli settoriali ,0% Titolo non settoriale470 lettere e filo; sc. Matem e fisiche totale gen.3129

25 Ipotesi turnover…fabbisogni Dati Excelsior 2010 settore addetti PROV MO IV trim 2009 Proiez. turn- over annuo fabbisogni (non stagionali) % difficoltà per ridotto numero % difficoltà per inadegua tezza % Ass. laurea % Ass. diploma agroalimentare ,210,02,037,8 tessile-abb ,118,33,769,7 ceramico ,240,3 meccanico e trasp ,612,520,957,2 elettr. e biomed ,020,222,056,6 finanza e servizi impr ,038,0 vari (immob., inform..) ,061,0 servizi pers.e soc ,99,99,027,0 TOTALE ,060,0

26 Fabbisogni professionali e oferta formativa. Una ipotesi di confronto. Settori addetti IV trim 2009 Fabbisogni Excelsior di cui laurea di cui diplom stock laureati 2008 Uni MORE stock diplomati 2009 Prov MO agroalimentare97385,6% ,5%28011,4% tessile-abb ,1% ,0%803,2% ceramico164279,4% ,5%2008,1% meccanico ,5% ,1%2309,3% elettr. e biomed ,2% ,4%44017,8% finanza e servizi impresa ,0% ,8%73029,6% vari (immob., inform..) ,7% ,3%44017,8% servizi pers.e soc ,5% ,3%652,6% TOTALE % % %

27 In estrema sintesi. Sistema produttivo dimpresa e sistema formativo a Modena.

28 Ipotesi turn-over… Alcune considerazioni Si tratta di una comparazione di valore solo argomentativo, da utilizzare con cautela Si tratta di una comparazione di valore solo argomentativo, da utilizzare con cautela In generale alcuni settori appaiono non abbastanza sostenuti dallofferta formativa, di livello corrispondente ai bisogni (es. meccanico bene laurea, carenti diplomi) In generale alcuni settori appaiono non abbastanza sostenuti dallofferta formativa, di livello corrispondente ai bisogni (es. meccanico bene laurea, carenti diplomi) Rispetto ai bisogni aziendali (mancano P.A. e commercio), elevata terziarizzazione del sistema formativo. Rispetto ai bisogni aziendali (mancano P.A. e commercio), elevata terziarizzazione del sistema formativo. Se prosegue tendenza alla licealizzazione, fondamentale lorientamento universitario e la costante revisione dei percorsi di laurea Se prosegue tendenza alla licealizzazione, fondamentale lorientamento universitario e la costante revisione dei percorsi di laurea

29 Qualche indicazione del progetto Laboratori territoriali Qualche indicazione del progetto Laboratori territoriali

30 Laboratori territoriali Progetto promosso da UnionCamere, gestito da IFOA, per lanalisi dei bisogni professionali e formativi sul territorio provinciale, nel settore meccanico Progetto promosso da UnionCamere, gestito da IFOA, per lanalisi dei bisogni professionali e formativi sul territorio provinciale, nel settore meccanico Ha coinvolto in laboratori e focus group associazioni imprenditoriali, aziende, UniMO, Democenter, Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Modena, CCIAA. Ha coinvolto in laboratori e focus group associazioni imprenditoriali, aziende, UniMO, Democenter, Ufficio Scolastico Provinciale, Provincia di Modena, CCIAA.

31 Fabbisogni generali. Sett. Meccanico Figure medio-alte. Figure medio-alte. Confermato interesse aree progettazione, programmazione produzione, commerciale Confermato interesse aree progettazione, programmazione produzione, commerciale Debole interesse figure operative, specie non specializzate Debole interesse figure operative, specie non specializzate Polifunzionalità Polifunzionalità Figure non reperibili: Figure non reperibili: Prototipista/attrezzista esperto Prototipista/attrezzista esperto Impiegato tecnico-commerciale Impiegato tecnico-commerciale Tecnico assistenza clienti e trasfertista avviatore impianti (comparto macchine industriali) Tecnico assistenza clienti e trasfertista avviatore impianti (comparto macchine industriali)

32 Difficilmente formabile (non impossibile) Disegno, materiali, lavorazioni, attrezzaggio macchine, fino ad assemblaggio Disegno, materiali, lavorazioni, attrezzaggio macchine, fino ad assemblaggio Collaborazione con progettazione/ingegnerizzazione Collaborazione con progettazione/ingegnerizzazione Competenze trasversali e organizzative Competenze trasversali e organizzative=>…PLURI-SPECIALIZZAZIONE Formazione per alternanza e affiancamento Formazione per alternanza e affiancamento Sviluppo di tirocini lunghi o ricorrenti, alternanza. Sviluppo di tirocini lunghi o ricorrenti, alternanza. Esempio figura Prototipista -Area produzione: competenze

33 Indicazioni di sistema collaborazione più stretta tra imprese, scuola e università, con sviluppo di progetti produttivi e laboratori condivisi, sulla scia di alcune esperienze esistenti, di cui però si registra lepisodicità, la scarsa conoscenza fuori dai soggetti direttamente coinvolti collaborazione più stretta tra imprese, scuola e università, con sviluppo di progetti produttivi e laboratori condivisi, sulla scia di alcune esperienze esistenti, di cui però si registra lepisodicità, la scarsa conoscenza fuori dai soggetti direttamente coinvolti comitati tecnico scientifici nel sistema scolastico, per migliorare anche la programmazione dei curricula scolastici, ovviando a lacune o limiti (es. la mancanza di un curricolo finalizzato al biomedicale) comitati tecnico scientifici nel sistema scolastico, per migliorare anche la programmazione dei curricula scolastici, ovviando a lacune o limiti (es. la mancanza di un curricolo finalizzato al biomedicale) potenziare tutte le forme di alternanza e stage, prolungando o comunque rendendo più mirate e fattive le collaborazioni specie con le PMI e microimprese, che sono talora marginali in questo sistema rispetto alle grandi imprese potenziare tutte le forme di alternanza e stage, prolungando o comunque rendendo più mirate e fattive le collaborazioni specie con le PMI e microimprese, che sono talora marginali in questo sistema rispetto alle grandi imprese continuare ad agire perché il sistema di orientamento sia preso a cuore anche dal sistema imprenditoriale locale, in stretto raccordo con gli enti locali, in modo da favorire laccesso dei giovani ai percorsi effettivamente rispondenti al mercato del lavoro locale. continuare ad agire perché il sistema di orientamento sia preso a cuore anche dal sistema imprenditoriale locale, in stretto raccordo con gli enti locali, in modo da favorire laccesso dei giovani ai percorsi effettivamente rispondenti al mercato del lavoro locale.


Scaricare ppt "Scelte formative e sistema produttivo locale G.Boschini – Settembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google