La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA SITUAZIONE DELLA CLASSE OPERAIA IN INGHILTERRA ENGELS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA SITUAZIONE DELLA CLASSE OPERAIA IN INGHILTERRA ENGELS."— Transcript della presentazione:

1 LA SITUAZIONE DELLA CLASSE OPERAIA IN INGHILTERRA ENGELS

2 L Autore Nasce a Barmen nel 1820 da una famiglia benestante. Il padre è un PIETISTA e per questo non permette che il figlio termini il liceo, preferendo farlo lavorare nel suo ufficio. Si trasferisce a Brema, citt à che gli permetter à di conoscere molte arti e avvicinarsi ad interessi che il padre gli aveva precedentemente vietato. Fin da giovane si accinse alla scrittura di testi che raccontavano la situazione degli operai e delle classi pi ù povere. Pur studiando filosofi e studiosi che credevano in Dio, Engels sempre pi ù prender à distanze dalla religione, soprattutto da quella paterna. Conoscer à molti studiosi e filosofi importanti ( Marx ) che influenzeranno il suo pensiero. Sar à portavoce diretto del partito comunista. Muore nel 1895 a Londra dopo aver combattuto per tutta la sua vita contro le ingiustizie riservate agli operai.

3 I RIVOLUZIONE INDUSTRIALE Con la denominazione di prima rivoluzione industrialesi intende il processo di industrializzazione di cui fu protagonista lInghilterra indicativamente fra il 1770 e il La prima rivoluzione industriale si caratterizza per la nascita dellindustria, permessa dallintroduzione di una serie di innovazioni di fondamentale importanze, in primo luogo della macchina a vapore, e più in generale grazie allinvenzione e allutilizzo delle macchine che, essendo rapide e precise e dunque estremamente produttive andarono gradualmente a sostituire labilità umana in diverse operazioni. Lutilizzo delle macchine e la necessità di trovare sempre nuove fonti di energia per azionarle provocò un concentramento delle nuove strutture industriali, inizialmente soprattutto per quanto riguarda gli opifici, nelle città, che si svilupparono in modo estremamente rapido. Se dunque prima il lavoro era generalmente svolto nelle case private e nelle botteghe, ora vede come luogo principale le fabbriche, moderni edifici piegati alla nuova produzione che sorsero in tutte le maggiori città industriali.

4 SISTEMA CAPITALISTICO Loperaio vende al capitalista la sua forza-lavoro per una certa somma quotidiana. Dopo aver lavorato poche ore, egli ha già prodotto il valore di quella somma Ma il suo contratto di lavoro stabilisce che egli deve continuare a lavorare ancora diverse ore per completare la sua giornata lavorativa Il valore che loperaio produce in queste ore supplementari di pluslavoro è plusvalore.

5 COME CAMBIA IL LAVORO Singolo artigiano qualificato Segue lintero processo produttivo In casa o in bottega Più operai scarsamente qualificati (anche donne e bambini) Azioni semplici e ripetitive che controllano solo una fase della produzione Nella fabbrica Concentramento della classe operaia nelle città industriali Peggioramento delle condizioni di vita e di lavoro

6 Friederich Engels, fortemente colpito dal degrado dei centri urbani inglesi, sentì la necessità morale di denunciare le terribili condizioni in cui vivevano gli operai impiegati nelle fabbriche più produttive del mondo e dunque nel 1846 pubblicò La condizione della classe operaia in Inghilterra che documenta appunto le condizioni della classe operaia inglese fuori e dentro la fabbrica. (…) E veramente rivoltante il modo in cui la grande massa dei poveri viene trattata nella società odierna. Li si attira nelle grandi città, dove respirano unatmosfera peggiore che nelle loro terre di campagna. Vengono privati dei mezzi atti ad assicurare pulizia, vengono privati dellacqua, poiché le condutture vengono collocate solo dietro pagamento, ed i fiumi sono così sporchi che non possono essere più utilizzati a scopi di pulizia; li si costringe a gettare sulla strada tutti i rifiuti e le immondizie, tutta lacqua sporca, anzi, spesso tutto il sudiciume più ripugnante e lo sterco (…). Tutti i mali possibili vengono accumulati sul capo dei poveri. (…). Essi vengono ammucchiati in uno spazio particolarmente ristretto. (…) Li si rinserra a dozzine in ununica stanza (…). Si tolgono loro tutti i piaceri, tranne quelli del sesso e dellalcool, mentre ogni giorno li si fa lavorare fino allestremo limite di tutte le forze fisiche e morali.

7 CLASSE OPERAIA quartieri brutti LONDRA DUBLINO-EDIMBURGO- LIVERPOOL le grandi città sono abitate principalmente da operai questi operai non posseggono nulla e vivono del salario che è quasi sempre sufficiente ai bisogni quotidiani pericolo della disoccupazione abitazioni mal costruite, tenute in cattivo stato, mal aerate, umide e malsane vestiario degli operai è generalmente povero i cibi in generale sono cattivi, spesso quasi immangiabili e in quantità insufficienti MANCHESTER

8 Se un individuo arreca ad un altro un danno fisico di tale gravit à che la vittima muore,chiamiamo questo atto omicidio: se l autore sapeva in precedenza che il danno sarebbe stato mortale, la sua azione si chiama assassinio. Ma se la societ à pone centinaia di proletari in una situazione tale che essi non possano vivere, questo è assassinio, esattamente come l azione di un singolo, ma un assassinio mascherato e perfido,contro il quale nessuno può difendersi, perch é non si vede l assassino …

9 Condizioni sanitarie Aria viziata: poca circolazione di ossigeno Case molto piccole e ammassate tra loro Sporcizia generale Condanna al lavoro estremo INDEBOLIMENTO DELLO STATO FISICO E MORALE DEGLI OPERAI

10 Malattie ( diffuse soprattutto nel quartieri di Londra) Malattie Polmonari Tifo Scrofola Rachitismo ( Deformazione delle articolazioni ) Occhi infossati, visi pallidi e privi di energia, febbre alta. Mancanza di assistenza medica, nutrimento insufficiente, poco riposo e troppo lavoro, vestiario inadeguato, ignoranza.

11 L operaio torna a casa stanco ed esaurito dal suo lavoro; trova un abitazione priva di ogni comodit à,umida, sgradevole e sudicia; ha un acuto bisogno di una distrazione, deve avere qualcosa per cui valga la pena di lavorare; il suo umore depresso chiede prepotentemente uno stimolo. Diventa una necessit à fisica e morale,per cui la grande parte degli operai deve soggiogare all alcool

12 L istruzione obbligatoria non esiste in nessun luogo Scuole serali : mal organizzate, con maestri non istruiti e troppo pesanti per essere frequentate da fanciulli che hanno gi à lavorato per 12/14 ore. Scuole Domenicali : l intervallo tra una domenica e l altra è troppo lungo. Un bambino privo di istruzione alla seconda lezione non potr à mai ricordarsi quello che aveva imparato la lezione prima.

13 E la borghesia? Non ha nulla da perdere, molto invece da temere dall istruzione e dal benessere della classe operaia. non c è quindi neppure da meravigliarsi se gli operai, trattati come bestie, o divengono veramente tali o riescono a conservare la coscienza e il sentimento della propria umanit à soltanto mediante l odio pi ù ardente,mediante una perpetua rivolta interna contro la borghesia dominante. Essi sono uomini soltanto fino a che provano ira contro la classe dominante: diventano bestie non appena si adattano pazientemente al loro giogo,cercando soltanto di rendersi piacevole la vita sotto di questo,senza voler spezzare il giogo stesso.

14 Gli operai in fabbrica in senso stretto IMM. TRATTE DA I COMPAGNI, MARIO MONICELLI

15 Ambiente umido e caldo Sviluppo incomple to malatti e Disturbi al torace Orario di ore al giorno Eccitamento del sistema nervoso Insonnia indebolimento

16 MALFORMAZIONI: - ginocchia e ossa curvate - legamenti allentati - caviglie ingrossate - vene varicose - ulcerazioni - molti storpi -spalla destra sporgente -infortuni- tetano I bambini vengono percossi e bastonati dai padroni

17 LE DONNE: - sviluppo precoce - malformazione del bacino - deperimento (-testimonianza di una ragazza di 20 anni con tre figli) Donne costrette a Lavorare fino al Momento del parto

18 DESCRIZIONE DEI FANCIULLI FATTA DA UN BORGHESE: appaiono tutti sereni e svelti e si rallegrano dell'agile gioco dei loro muscoli e danno libero sfogo alla vivacità propria della loro età il lavoro di questi veloci elfi assomigliava ad un gioco il cui esercizio conferiva loro una piacevole destrezza. Consci della propria abilità, essi si compiacevano di mostrarla ad ogni estraneo. Appena usciti dalla fabbrica eccoli ruzzare nel campo da gioco più vicino

19 I lager cinesi che fabbricano il sogno occidentale Federico Rampini, Repubblica 2007i Per confezionare un paio di Timberland, vendute in Europa a 150 euro, nella citt à di Zhongshan un ragazzo di 14 anni guadagna 45 centesimi di euro. Lavora 16 ore al giorno, dorme in fabbrica, non ha ferie n é assicurazione malattia, rischia l'intossicazione e vive sotto l'oppressione di padroni-aguzzini.

20 Engels vs Rampini La fabbricazione dei merletti è un lavoro assai dannoso per la vista; i threaders sono soggetti a un tipo di infiammazione agli occhi e, quando infilano gli aghi a dolori, lacrimazioni, offuscamenti della vista.Mentre il lavoro dei winders provoca infiammazioni della cornea e cateratte. La maggior parte di questi bambini soffre di herpes per l'inquinamento dei coloranti. Con gli occhi costretti sempre a fissare il lavoro degli aghi, tutti hanno malattie della vista. Alla luce del sole non possono tenere aperti gli occhi infiammati. Lamentano mal di testa cronici.Il padrone dice che spende troppo in medicinali".

21

22 LONDRA (…) essa contiene 1400 case, che sono abitate da 2795 famiglie, ossia circa 12 mila persone. (…) Un uomo, sua moglie, quattro o cinque figli e talvolta anche il nonno e la nonna, abitano in una sola stanza di dieci o dodici piedi quadrati, nella quale lavorano, mangiano e dormono (…). case sono abitate dalle cantine fin sotto i tetti si pagavano gli affitti: - 3 scellini alla settimana per due alloggi nello scantinato - 4 scellini alla settimana per una stanza al piano terreno per le strade ci sono mucchi di immondizia gli operai peggio pagati vivono insieme ai ladri, ai furfanti e alle vittime di prostituzione

23 senzatetto vivono nelle case dalloggio (…) In ogni letto vengono messe quattro, cinque, sei persone, malati e sani, vecchi e giovani, uomini e donne, ubriachi e sobri (…) (…) la donna abitava con il marito e un figlio diciannovenne al numero 3 di White Lyon Court, Londra, in una stanzuccia dove non cera né un letto, né qualcosa che vi somigliasse, né alcun altro mobile. Essa giaceva morta accanto al figlio sopra un mucchio di piume, che erano sparse anche sopra al corpo seminudo, poiché non esistevano coperte né lenzuola. (…) Il cadavere lo trovarono semischeletrico e tutto pieno di morsicature di insetti. In una parte del pavimento i mattoni erano stati divelti e il buco veniva usato dalla famiglia come latrina (…) G. Doré, London: a pilgrimage (1872) Quartiere operaio nel centro di Londra

24 DUBLINO (…) si trovano una quantità di vicoli e cortili puzzolenti, molte cantine ricevono luce soltanto dalla porta e in parecchie case di esse gli abitanti dormono sulla nuda terra (…) EDIMBURGO (…) per ogni famiglia vi era un mucchio di paglia sporca in un angolo, e per di più la cantina, che era così scura da non permettere di riconoscere la gente neppure di giorno, ospitava anche un asino (…). (…) le abitazioni sono usualmente così sudice, umide e cadenti che nessuno vorrebbe tenervi neanche il suo cavallo. (…) In questo quartiere la maggior parte delle abitazioni è stata dichiarata pericolante e inabitabile; ma proprio queste sono le più affollate, poiché, per legge, per esse non si può esigere affitto (…). LIVERPOOL

25 Quartieri operai sono nettamente separati dai quartieri destinati alla classe media Allepoca del colera la classe media, preoccupata, fece ripulire alcuni quartieri ma dopo qualche mese tutto tornò come prima Il vestiario era povero e inadatto al clima: gli uomini in genere indossavano pantaloni di fustagno e le giacche fatte con pesanti stoffe di cotone Lalimentazione era composta dagli scarti della classe media ed era un po differente in base al salario di ogni operaio: - operai pagati meglio carne ogni giorno e alla sera lardo e formaggio - operai medi carne soltanto la domenica, ma maggiore quantità di patate e pane - operai più poveri la carne si riduce a un po di lardo affettato in mezzo alle patate - irlandesi solo patate MANCHESTER


Scaricare ppt "LA SITUAZIONE DELLA CLASSE OPERAIA IN INGHILTERRA ENGELS."

Presentazioni simili


Annunci Google