La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene...

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene..."— Transcript della presentazione:

1 Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene...

2 Quando qualcuno viene a CASA NOSTRA, con orgoglio gli diciamo: questa è casa mia! E lì, tutto parla di noi… pochi oggetti, alcune piccole cose, raccontano...

3 QUESTA È LA MIA CASA E quanto, con orgoglio ci dice Giovannino Bosco......invitandoci ad entrare in casa sua per scoprire qualcosa in più di lui!

4 La mia casa era una casa molto povera. I miei genitori, Francesco e Margherita erano semplici contadini… eppure dietro queste mura sono nati grandi sogni...

5 Nella mia cameretta, quando avevo solo nove anni, ho fatto un sogno che mi è rimasto impresso tutta la vita...

6 …ecco il tuo campo, ecco dove devi lavorare. Renditi umile, forte e robusto e ciò che vedi succedere di questi animali, tu dovrai farlo per i miei figli.

7 ...un sogno molto strano, che a poco a poco ha preso tutta la mia vita......così che la mia cameretta ora, non è mai vuota, ma è sempre piena dei mille volti dei giovani che passano a visitarla...

8 ... nella tua casa cè una stanza dei sogni???

9 Disegna o racconta il sogno che custodisci nel cuore….

10 Preghiamo insieme: Signore Dio, che hai messo nel nostro cuore il desiderio della felicità, fa che ci lasciamo guidare n ella nella nostra vita dai sogni grandi che tu stesso hai pensato per noi. Fa che sappiamo lasciarci aiutare dalle persone che ci vogliono bene. Scrivi una preghiera che racconti a Gesù i tuoi sogni

11 Lambiente più familiare della mia casa era la cucina...

12 In essa poche cose, ma molta condivisione… dalla mia mamma Margherita, ho imparato che nonostante la povertà, cè sempre spazio per laccoglienza... Ho imparato il segreto della carità, fatta di generosità, servizio, attento agli altri...

13 Dinverno per esempio veniva spesso a bussare alla nostra porta un mendicante; cera neve e chiedeva di dormire nel fienile. La mamma prima di lasciarlo salire gli dava un piatto di brodo caldo e gli avvolgeva i piedi, ridotti male, con pezzi di panno, perché non aveva un altro paio di zoccoli da regalare.

14 Lì, intorno alla tavola ho imparato cosè la familiarità... Lì, vivendo con fatica la presenza ostile di Antonio, ho imparato cosè la pazienza … Lì, intorno alla tavola ho desiderato per me e per i miei giovani la bellezza dello spezzare insieme il pane...

15 E ho deciso di fare delle mie scuole e dei miei oratori una casa, un luogo dove ogni ragazzo potesse sentirsi a casa, come nella sua cucina… in un luogo familiare...

16 ... nella tua casa cè un ambiente che parla di familiarità???

17 Disegna o elenca ciò che per te rende un ambiente familiare

18 Preghiamo insieme: Signore Gesù, che hai voluto darci un segno concreto del tuo amore, radunandoci intorno alla tua mensa, fa che sappiamo regalare a tutte le persone che ci avvicinano un gesto di attenzione, di accoglienza, di benevolenza che parli di te.

19 Intorno alla mia casa cerano tanti prati… dove poter correre, saltare, giocare...

20 Fin da piccolo mi sono divertito a fare il saltimbanco, il giocoliere, il prestigiatore, lequilibrista il musico, per far felici i miei molti amici e soprattutto renderli amici di Gesù.

21 Diventato prete ho speso tutta la mia vita perché ogni giovane che ho incontrato potesse essere felice sapendo di essere amato da Dio. Per ciascuno sono stato PADRE, MAESTRO ED AMICO!

22 Per i miei ragazzi ho fondato un ORATORIO dove in grandi cortili si salta, si gioca, si corre… si vive lALLEGRIA!..in ogni casa salesiana non può mancare un cortile e soprattutto lallegria!

23 ... nella tua casa cè un cortile che parla di ALLEGRIA???

24 Disegna o racconta un momento di allegria vissuto insieme ai tuoi compagni...

25 Signore Gesù, che tramite don Bosco ci hai fatto capire che la santità consiste nellessere sempre allegri, Preghiamo insieme fa che sappiamo contagiare chi ci è vicino con il nostro sorriso. Fa che anche noi,come Giovannino Bosco, impariamo nuove forme di divertimento con le quali poter rendere felici i nostri amici. Aggiungi tu una preghiera...


Scaricare ppt "Ognuno di noi ha una SUA CASA. E, soprattutto, una sua idea di casa... La casa è l'ambiente dove cresciamo, dove impariamo, dove stiamo bene..."

Presentazioni simili


Annunci Google