La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Piccole strategie di apprendimento. Quante volte ti è stato detto: Ma perché vieni a scuola? Le tue sono braccia rubate allagricoltura…….. Perché passi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Piccole strategie di apprendimento. Quante volte ti è stato detto: Ma perché vieni a scuola? Le tue sono braccia rubate allagricoltura…….. Perché passi."— Transcript della presentazione:

1 Piccole strategie di apprendimento

2 Quante volte ti è stato detto: Ma perché vieni a scuola? Le tue sono braccia rubate allagricoltura…….. Perché passi tutto quel tempo su fb e mai dieci minuti su un libro? Che cosa ti costa dedicarti unoretta allo studio per una misera sufficienza? Ma tu che problemi hai?

3 Sei e vuoi rimanere ignorante? Ma che cosa credi che la promozione te la regali? Tu non hai mai studiato!!!!!!!!! Si vede da come scrivi, anzi da come non scrivi. Per me non è un problema metterti 3, quindi vedi tu che devi fare… Ma perché non vai allo sportello? Hai solo bisogno di trovare una strategia di apprendimento……………….

4 Quante volte hai pensato: 1. Vengo a scuola se no mi mandi gli assistenti sociali 2. Sto su fb perché là mi capiscono e posso fare e dire quello che voglio (tanto…. tanti neppure mi conoscono) 3. Non studio perché non mi va e poi non so studiare 4. Non studio certe materie perché non le capisco e poi non mi servono a niente e tu non me le sai spiegare…… 5. Quello che farò da grande so fatti miei 6. Allo sportello non ci vado se no torno a casa tardi……… 7. E poi………..che cosè sta strategia? Mica devo andare in guerra……………(forse queste cose le hai pensate in dialetto……………)

5 Riflettiamo: Che cosè una strategia? Perché è necessario averne una? Chi può aiutarmi a capire qual è la migliore per me? Perché non amo lo studio? Ti sei mai fatto queste domande?

6 Se ti sei fatto almeno una di queste domande meriti sicuramente la mia attenzione e qualche risposta ma… devi sapere che: Io non amo gli ignoranti …..perché ho temuto di diventarlo So che anche tu sai imparare So che è più facile distrarsi, parlare di sciocchezze senza dire mai niente ma domani quelle sciocchezze non ti serviranno a molto

7 So che non hai bisogno di paternali So che quando vuoi con tutto te stesso qualcosa non smetti di desiderarla e prima o poi giuri a te stesso che lavrai

8 So che sei in gamba abbastanza per dirmi che ho ragione So che sei orgoglioso abbastanza per non ammetterlo né a me né a te stesso So che, forse, tante volte al chiuso della tua stanza ti chiedi perché sei uno sfigato ( a scuola si intende…) Vuoi ora sapere perché so che sai tutte queste cose?

9 Te lo svelo: Perché sono stato studente anchio Perché alla mia prima interrogazione alla scuola superiore ho preso 4 con una buona dose di umiliazione Perché a me sono state dette prima che a te tutte le cose che ti senti dire tu ora Perché anche io amavo trascorrere i pomeriggi sulla radio locale a discapito dello studio

10 Perché era più facile parlare damore, di ragazze/i, criticare amici e prof. che darsi davvero da fare Perché i miei genitori non avevano voluto farmi andare a studiare fuori e a me la scuola che frequentavo sembrava proprio difficile Perché io mi sentivo solo, avevo mille disagi e non sapevo come fare, che dire, a chi chiedere aiuto o quale strategia usare finché…………………

11 Qualcuno mi ha parlato e ……: Mi sono sentito una persona Ho appreso che cosè lautostima Ho capito che ci saranno sempre persone migliori ma anche peggiori di me Ho capito che cosè la sindrome da impotenza appresa

12 Ho capito che se io non credevo in me nessuno lo avrebbe mai fatto Ho capito che la mia unica risorsa ero io Ho imparato che nella mia vita ci poteva essere tempo per tutto Ma soprattutto ho imparato ad ASCOLTARE

13 ah, per i curiosi… …quel qualcuno era il mio prof. di latino

14 Prima che tu torni in classe, ti prego, lasciami dire che:

15 Strategia è sapere che cosa fare quando non si sa che cosa fare ( che non vuol dire copiare sigh! ) Prima ti ho parlato di sindrome da impotenza appresa: quante volte ti sei detto: non ci riesco!, io la matematica non la capisco! Leconomia? Chi è costei?

16 Ecco, la S.I.A. (sindrome da impotenza appresa - Seligman) è : - dirsi di no tante volte - Imparare a non imparare - darsi dellincapace per non affrontare le difficoltà che oggi sono scolastiche ma domani saranno di vita

17 Leggi accanto… Se lo pensi non sei sulla TUA strada

18 Ora sì che ci siamo! Forza e coraggio, ti dico ancora pochissime cose

19 Sul sito del tuo Istituto troverai del materiale che è stato selezionato per te. Ti chiedo: di vederlo subito se hai delle insufficienze di vederlo solo per curiosità se hai delle sufficienze di vederlo con ESTREMO interesse se vuoi migliorarTi, a scuola e non solo

20 Troverai utili consigli per imparare a studiare, regole per farlo meglio perché ricorda che, come dice Edison: Il genio è 1% ispirazione 99% sudore

21 A cura delle docenti della Funzione Strumentale Supporto allapprendimento degli alunni-Strategie metodologiche e guida allo studio (Prof.sse V. Pellegrino – G. Pollicoro)


Scaricare ppt "Piccole strategie di apprendimento. Quante volte ti è stato detto: Ma perché vieni a scuola? Le tue sono braccia rubate allagricoltura…….. Perché passi."

Presentazioni simili


Annunci Google