La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La manovra Monti. 2/52 Prima di guardare il nuovo ….. ricordiamo il recente passato Le manovre di Berlusconi 2010 – 2011 hanno introdotto: Per i futuri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La manovra Monti. 2/52 Prima di guardare il nuovo ….. ricordiamo il recente passato Le manovre di Berlusconi 2010 – 2011 hanno introdotto: Per i futuri."— Transcript della presentazione:

1 La manovra Monti

2 2/52 Prima di guardare il nuovo ….. ricordiamo il recente passato Le manovre di Berlusconi 2010 – 2011 hanno introdotto: Per i futuri pensionati Adeguamento speranza vita Finestra mobile per tutti Finestra più lunga per i 40 anni Finestra scuola Equiparazione delletà fra generi e settori di lavoro Riduzione della pensione di reversibilità Allo scopo di accorciare il periodo di percezione delle pensioni future diminuire la spesa relativa alle pensioni in atto Per i pensionati Contributo straordinario su pensioni superiori i 90 mila euro Blocco della perequazione automatica

3 3/52 LA MANOVRA MONTI IMPERNIATA RIGORE EQUITA SVILUPPO PER SANARE IL BILANCIO DELLO STATO CHI PIU HA PIU PAGA PER RISPONDERE ALLA CRISI PRODUTTIVA E ALLA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

4 4/52 LA MANOVRA MONTI HA DIMOSTRATO RIGORE EQUITA SI SONO TRASFORMATI ESCLUSIVAMENTE IN SACRIFICI CHE COLPISCONO LAVORATORI E PENSIONATI SVILUPPO ARRIVERA A MARZO FORSE

5 5/52 0 anni di contr. al calcolo contributivo > 18 anni di contr. al calcolo retributivo < 18 anni di contr. al calcolo retributivocalcolo contributivo Dal 2012 la pensione è calcolata, per tutti, secondo le regole del sistema contributivo. Per chi attualmente ricade interamente nel sistema retributivo il nuovo calcolo si applica pro quota per le anzianità contributive maturate a partire dal Nulla cambia per chi si trova nel regime misto e contributivo. calcolo contributivo art. 24, c. 2, DL L 214/2011 Il calcolo pro-quota art. 24, c. 2, DL L 214/2011

6 6/52 Il calcolo pro-quota Per chi ha raggiunto i 40 anni di contributi il contributivo è un vantaggio perché il retributivo non avrebbe riconosciuto i periodi eccedenti il 40° anno Per chi ne ha come minimo 35 (a lavoro costante) La diminuzione dovuta al calcolo contributivo è trascurabile

7 7/52 Lavoratore con 42 anni di anzianità contributiva al Ultima retribuzione euro. INPSINPDAP A quota A B quota B ° totale (solo retributivo) 1° totale (solo retributivo) tasso di sostituzione 0,810,86 C quota C (1 anno)4747 2° totale (misto) 2° totale (misto) tasso di sostituzione 0,830,88 Il calcolo pro-quota 7 Lanno in più maturato entro il non concorre a determinare limporto della pensione in nessun caso

8 8/52 per incentivare il proseguimento dellattività lavorativa per incentivare il proseguimento dellattività lavorativa i coefficienti di trasformazione sono calcolati fino alletà di 70 anni, indicizzati alla speranza di vita. la tutela dellarticolo 18 la tutela dellarticolo 18 della legge 300/1970 opera fino al massimo della flessibilità (70 anni e oltre?). per i lavoratori soggetti al calcolo retributivo, lincentivo sarà applicato sulla quota di pensione maturata a partire dal 2012, per gli altri su quella maturata a decorrere dal 1°gennaio Il calcolo contributivo

9 9/52 Per i soggetti che non hanno raggiunto il diritto a pensione prima del 1° gennaio 2012 Pensione di vecchiaia nel regime retributivo Pensione di vecchiaia nel regime contributivo Pensione anticipata nel regime retributivo Pensione anticipata nel regime contributivo art. 24, c. 3, DL L 214/2011 Le nuove pensioni art. 24, c. 3, DL L 214/2011 Pensione vecchiaia Pensione anzianità (quote) Pensione anzianità (40 anni)

10 10/52 1)requisito di età: minimo 66 anni per tutti 2)requisito contributivo: 20 anni per tutti 3)requisito di cessazione del rapporto di lavoro solo per i lavoratori dipendenti 2018 pensione di vecchiaia – retributivo a regime dal 2018

11 11/52 1)requisito di età: minimo 66 anni per tutti 2)requisito contributivo: 20 anni per tutti 3)requisito di cessazione del rap- porto di lavoro solo per i lavoratori dipendenti 4)requisito di importo: 1,5 X AS per i lavoratori con meno di 70 anni detà 2018 pensione di vecchiaia – contributivo a regime dal 2018

12 12/52 1)requisito di età: 63 anni per tutti 2)requisito contributivo: 20 anni per tutti 3)requisito di cessazione del rap- porto di lavoro solo per i lavoratori dipendenti 4)requisito di importo: 2,8 X AS per i lavoratori con meno di 66 anni detà pensione anticipata subito – contributivo a regime da subito pensione anticipata subito – contributivo a regime da subito

13 13/52 13/54 1)requisito di età: nessuno 2)requisito contributivo: 41 anni e 3 mesidonne 42 anni e 3 mesi uomini 3)requisito di cessazione del rapporto di lavoro lavoratori dipendenti pensione anticipata – retributivo pensione anticipata – contributivo 2014 a regime dal 2014

14 14/52 E necessario tenere conto di: 1)periodo transitorio 2)adeguamento alla speranza di vita 3)eccezioni, deroghe, norme di salvaguardia pensione di vecchiaia - retributivo pensione di vecchiaia - contributivo pensione anticipata – retributivo pensione anticipata di vecchiaia – contributivo pensione anticipata – contributivo

15 SPI – CGIL dipartimento nazionale fisco e previdenza 15/52 15/54 pensione anticipata retributivo pensione anticipata contributivo contribuzione in anni e mesi età in anni e mesi 1)Periodo transitorio art. 24, cc , DL 201/2011 conv. L 214/2011 pensione di vecchiaia retributivo pensione di vecchiaia contributivo pensione anticipata di vecchiaia – contributivo a regime da subito

16 16/52 dal i requisiti anagrafici per la pensione di vecchiaia - i requisiti anagrafici e contributivi per la pensione anticipata sono incrementati degli adeguamenti alla speranza di vita ogni 3 anni (già previsto dal DL 78/2010) dal 2019 ladeguamento alla speranza di vita avrà cadenza biennale 2)Adeguamento alla speranza di vita art. 24, cc , DL 201/2011 conv. L 214/2011

17 SPI – CGIL dipartimento nazionale fisco e previdenza 17/52 2)Adeguamento alla speranza di vita art. 24, cc , DL 201/2011 conv. L 214/ /54 Previsione degli scatti secondo la relazione economica alla legge 214/2011

18 SPI – CGIL dipartimento nazionale fisco e previdenza 18/52 pensione anticipata retributivo pensione anticipata retributivo pensione anticipata contributivo pensione anticipata contributivo Leffetto delladeguamento sui requisiti - per prestazione - nel periodo transitorio - a regime pensione di vecchiaia retributivo pensione di vecchiaia contributivo pensione anticipata di vecchiaia contributivo Lavoratori dipendenti - settore privato: UOMINI - settore pubblico: DONNE E UOMINI Lavoratori autonomi: UOMINI Lavoratori autonomi: DONNE Lavoratori dipendenti - settore privato: DONNE dà risultati differenti per gruppi omogenei di lavoratori per gruppi omogenei di lavoratori

19 19/52 pensione di vecchiaia retributivo Lavoratori dipendenti - settore privato: UOMINI - settore pubblico: DONNE E UOMINI Lavoratori autonomi: UOMINI c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni

20 20/52 c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni pensione di vecchiaia retributivo Lavoratori dipendenti - settore privato: DONNE

21 21/52 Un caso reale Lavoratrice licenziata da un anno; età 58 anni a maggio 2012; anzianità contributiva 33 anni: norme precedenti con le norme precedenti sarebbe andata in pensione di vecchiaia a maggio 2015, con 61 anni di età (60 anni più finestra) norme attuali con le norme attuali andrà in pensione a agosto 2021, alletà di 67 anni e 2 mesi (+ 6 anni) con il solo requisito contributivo con il solo requisito contributivo andrebbe in pensione a novembre 2021, con 42 anni e 5 mesi di anzianità contributiva. versando due anni di contributi volontari calcolo contributivo in alternativa potrebbe andare in pensione nel 2015 versando due anni di contributi volontari e facendo poi lopzione per il calcolo contributivo (entro il 2015)

22 22/52 art. 24, c. 15 bis, lett. b): ECCEZIONE AL REQUISITO ANAGRAFICO per le lavoratrici del settore privato attenzione! Le lavoratrici del settore privato possono conseguire il trattamento di vecchiaia con unetà non inferiore a 64 anni se maturano entro il unanzianità contributiva di almeno 20 anni e alla stessa data conseguono unetà anagrafica di almeno 60 anni >60 anni età >20 contri- buti nel 2012 in pensione a 64 anni pensione di vecchiaia retributivo Lavoratori dipendenti -settore privato: DONNE

23 23/52 pensione di vecchiaia retributivo Lavoratori autonomi: DONNE c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni

24 24/52 pensione di vecchiaia contributivo Lavoratori dipendenti - settore privato: UOMINI - settore pubblico: DONNE E UOMINI Lavoratori autonomi: UOMINI c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni

25 25/52 Lavoratori dipendenti - settore privato: DONNE pensione di vecchiaia contributivo c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni

26 26/52 Lavoratori autonomi: DONNE pensione di vecchiaia contributivo c.9 art. 24 i requisiti anagrafici nel 2021, opportunamente adeguati alla speranza di vita non possono essere inferiori a 67 anni

27 27/52 pensione anticipata contributivo tutti i settori: DONNE E UOMINI Il requisito dimporto nella misura di 2,8 volte lassegno sociale del 2012, poi pere-quato, è richiesto solo fino al compimento delletà di vecchiaia (66 anni + adeguamento). Dopo tale età si applicano i requisiti per la pensione di vecchiaia, ivi compreso il requisito dimporto nella misura di 1,5 AS, non oltre il 70°anno di età.

28 28/52 pensione anticipata retributivo tutti i settori: DONNE E UOMINI Non è un requisito ma è il limite di età sotto il quale la pensione subisce una riduzione. La riduzione è pari all1% della quota anteriore al 2012 per i primi due anni mancanti al limite e al 2% per ogni anno mancante in più

29 29/52 pensione anticipata retributivo pensione anticipata contributivo art. 24, c. 15 bis, lett. a): ECCEZIONE AL REQUISITO CONTRIBUTIVO per le lavoratrici e i lavoratori dipendenti del settore privato attenzione! Le lavoratrici e i lavoratori che nel 2012 raggiungono unanzianità contributiva di almeno 35 anni e unetà anagrafica di almeno 60, possono conseguire il trattamento di pensione anticipata al compimento del 64° anno di età con lanzianità contributiva che avranno. >60 anni età >35 contri- buti nel 2012 in pensione a 64 anni Lavoratori dipendenti -settore privato: DONNE e UOMINI

30 30/52 Le deroghe art. 24, c. 14, DL 201/2011 conv. L 214/ 2011 attenzione! E inoltre i requisiti (e le finestre) vigenti al rimangono confermati: per le lavoratrici che optano per il sistema calcolo contributivo (modalità sperimentale ) per i lavoratori che raggiungono i requisito grazie alla totalizzazione dei periodi assicurativi Il lavoratore che ha raggiunto i requisiti di età e di anzianità contributiva entro il conserva il diritto alla prestazione pensionistica con la normativa vigente al e può chiedere allente previdenziale di appartenenza la certificazione di tale diritto.

31 31/52 Le deroghe art. 24, c. 14, DL 201/2011 conv. L 214/ 2011 I requisiti (e le finestre) vigenti al rimangono confermati anche nei seguenti casi ma entro un determinato numero da stabilire in base alle risorse disponibili: nei casi di mobilità ordinaria, mobilità lunga, fondi di solidarietà ed esonero dal servizio alla data del per i lavoratori autorizzati al versamento volontario dei contributi antecedentemente al di incentivo allesodo ai lavoratori il cui rapporto di lavoro si sia risolto entro il a seguito di accordi individuali o collettivi di incentivo allesodo decorrenza del trattamento pensionistico per i quali la decorrenza del trattamento pensionistico fosse prevista entro il 6 dicembre 2013 in base ai vecchi requisiti; congedo ai lavoratori che alla data del 31 ottobre 2011 fossero in congedo per assistere figli con disabilità grave (art. 42 del TU 151 del 2001) raggiungimento del requisito contributivo per i quali il raggiungimento del requisito contributivo di 40 anni fosse previsto entro due anni dallinizio del congedo.

32 32/52 Le deroghe art. 24, c. 14, DL 201/2011 conv. L 214/ 2011 attenzione! I requisiti (e le finestre) vigenti al rimangono confermati: per chi ha raggiunto il requisito entro il per le lavoratrici che optano per il sistema calcolo contributivo (modalità sperimentale ) nei casi di mobilità ordinaria, mobilità lunga e fondi di solidarietà da prima del per i lavoratori autorizzati al versamento volontario dei contributi antecedentemente al per i lavoratori che raggiungono i requisito grazie alla totalizzazione dei periodi assicurativi Entro 30 giugno sarà emanato un decreto del Ministero delle politiche sociali che stabilirà le modalità di attuazione del comma 14 (derogati) compreso il limite massimo dei beneficiari.

33 33/52 categorie speciali Forze armate, PS, VVFF, lavoratori iscritti al fondo speciale ferrovie dello Stato. Con regolamento da adottare entro il 30 giugno 2012 saranno emanate norme di armonizzazione con il regime generale obbligatorio. Fino a quella data i requisiti attualmente previsti rimangono confermati Le deroghe art. 24, c. 18, DL 201/2011 conv. L 214/ 2011

34 34/52 Le eccezioni attenzione! Secondo le anticipazioni dellINPS sembrerebbe che rimangano in vigore le eccezioni legge Amato

35 gli invalidi (almeno 80%) e i non vedenti MANTENGONO requisito ante 1992 (AGO = donne 55 – uomini 60) al requisito di età le eccezioni al requisito di età

36 lavoratori che al 31/12/92 avevano già raggiunto i 15 anni di contributi lavoratori autorizzati ai versamenti volontari prima del 31/12/92 lavoratori dipendenti saltuari lavoratori dipendenti che al 31/12/92 avevano già compiuto letà pensionabile continuano a valere solo 15 anni di contributi nei seguenti casi: al requisito di contribuzione le eccezioni al requisito di contribuzione

37 37/52 Le deroghe art. 24, c. 14, DL 201/2011 conv. L 214/ 2011 sospesa lapplicazione della penalizzazione: la riduzione percentualeper età inferiori a 62 anni la riduzione percentuale per età inferiori a 62 anni non si applica ai soggetti che maturino il requisito contributivo entro il 31 dicembre 2017; sempre che lanzianità derivi esclusivamente da prestazione effettiva di lavoro, ivi compresi i periodi obbligatori di maternità, per lassolvimento dellobbligo di leva, infortunio, malattia e CIG ordinaria.

38 38/52 la decorrenza per chi raggiunge i requisiti richiesti dalle norme entrate in vigore al 1° gennaio 2012 abolite tutte le finestre personale comparto scuola Abolito lallungamento della finestra. La decorrenza e confermata alla data di inizio dellanno scolastico nellanno in cui si raggiungono i requisiti.

39 Dal 1 gennaio 2012 non avranno più requisiti ridotti. I requisiti richiesti saranno quelli ordinari (sistema delle quote Tab A legge 247/2007). Resta confermato ladeguamento dei requisiti anagrafici alla speranza di vita lapplicazione delle finestre. Dal 2012 un aumento secco di tre anni! art. 24, c. 17 DL L 214/2011 Lavori usuranti art. 24, c. 17 DL L 214/2011

40 Vecchi e nuovi requisiti per i lavori usuranti CON BENEFICI PIENI anni anzianità contributiva minima vecchi requisiti RIDOTTI NUOVI REQUISITI età minimaquotaetà minimaquota e 394 e 361 e 397 e e 794 e 761 e 797 e e 1194 e 1161 e 1197 e e 295 e 262 e 298 e 2 CON BENEFICI RIDOTTI 72/77 NOTTI anni anzianità contributiva minima vecchi requisiti RIDOTTI NUOVI REQUISITI età minimaquotaetà minimaquota e 394 e 362 e 398 e e 794 e 762 e 798 e e 1194 e 1162 e 1198 e e 295 e 263 e 299 e 2 CON BENEFICI RIDOTTI 64/71 NOTTI anni anzianità contributiva minima vecchi requisiti RIDOTTI NUOVI REQUISITI età minimaquotaetà minimaquota e 394 e 363 e 399 e e 794 e 763 e 799 e e 1194 e 1163 e 1199 e e 295 e 264 e2100 e 2 Più la finestra di un anno!

41 41/52 ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO A far data dal 1° gennaio 2012 lInpdap e lEnpals sono soppressi. LInps subentra in tutte le attività e funzioni degli enti soppressi succedendo in tutti i rapporti attivi e passivi. super Soppressione Inpdap e Enpals art. 21, DL L 214/2011

42 42/52 La perequazione è riconosciuta per gli anni solo ai trattamenti pensionistici fino a 3 volte il trattamento minimo art. 24, c. 25, DL L 214/2011 Perequazione art. 24, c. 25, DL L 214/2011

43 43/52 la norma di salvaguardia 36, ,58 Per le pensioni di importo superiore a tre volte il minimo ma inferiore a tale limite incrementato dalla rivalutazione automatica (1.405,05 x 2,6% = 36,53; 1.405, ,53 = 1.441,58) …la rivalutazione automatica è garantita fino a concorrenza del predetto limite maggiorato. 31,58 ESEMPIO: una pensione di importo lordo pari a euro riceve 31,58 euro invece di 36,53 (1.441,58 – = 31,58). Le pensioni di importo lordo superiore a 1.441,58 euro non sono rivalutate. art. 24, c. 25, DL L 214/2011 Perequazione art. 24, c. 25, DL L 214/2011

44 44/52 classi di importo numero pensionati pensione mensile netta 2011 pensione mensile netta 2012 differenza mensile netta differenza annua netta differenza totale 1500, , , , , , , , , , ,00 e più totale Spostando il limite da due a tre volte il minimo INPS la platea è aumentata di circa 3 milioni di pensionati (si tutela così il 70% dei pensionati su ). gli esclusi dalladeguamento Il blocco della perequazione non è un contributo straordinario ma un danno permanente art. 24, c. 25, DL L 214/2011 Perequazione art. 24, c. 25, DL L 214/2011

45 45/52 Il blocco della perequazione è regressivo art. 24, c. 25, DL L 214/2011 Perequazione art. 24, c. 25, DL L 214/2011

46 46/52 Dal 1° gennaio 2012, per la totalizzazione dei periodi è abolito il limite di tre anni di anzianità contributiva. Restano ferme le altre disposizioni previste dal D.L.vo 42/2006. Di conseguenza il requisito per la pensione di vecchiaia totalizzata si dovrebbe maturare con almeno 20 anni di contributi alletà di 65 anni; quello per la pensione di anzianità con 40 anni di contributi; dovrebbe continuare a trovare applicazione il regime delle decorrenze di 18 mesi dalla maturazione dei requisiti per il diritto. art. 24, c. 19, DL L 214/2011 La Totalizzazione art. 24, c. 19, DL L 214/2011

47 47/52 Dal 1 gennaio 2012 al 31 dicembre 2017: è istituito un contributo a carico dei lavoratori iscritti e dei pensionati (Fondi Speciali) delle gestioni confluite nel Fondo pensioni lavoratori dipendenti e del Fondo volo; l'ammontare del contributo é determinato dal periodo di iscrizione al e dalla quota di pensione calcolata sulla base di parametri più favorevoli di quelli del FPLD. Il contributo é dovuto solo se l'importo del trattamento pensionistico supera 5 volte il trattamento minimo Inps. A carico dei lavoratori è previsto un contributo dello 0,5%. La formulazione generica e imprecisa della norma darà luogo a diversi contrasti. art. 24 c. 21, DL 201 – L.214/2011 Il contributo di solidarietà art. 24 c. 21, DL 201 – L.214/2011

48 48/52 art. 24 c.19, DL 201 – L.214/2011 Il contributo di solidarietà art. 24 c.19, DL 201 – L.214/2011

49 49/52 art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011 Lincremento delle aliquote contributive art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011 Con effetto dal 1° gennaio 2012 finanziamento computo le aliquote contributive pensionistiche di finanziamento e di computo dei lavoratori iscritti alle gestioni autonome dell'INPS sono incrementate fino a raggiungere il 24% nel 2018.

50 50/52 anno aliquota prima fascia di reddito aliquota ulteriore fascia di reddito ,00%21,00% ,30%22,30% ,75%23,75% ,20%24,00% ,65%24,00% ,10%24,00% ,55%24,00% dal ,00% Gestione artigiani e commercianti art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011 Lincremento delle aliquote contributive art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011

51 51/52 Gestione coltivatori diretti, coloni e mezzadri aliquote di finanziamento e di computo anno zona normalezona svantaggiata aliquota di computo > 21 anni< 21 anni> 21 anni< 21 anni ,60%19,40%18,70%15,00%21,60% ,00%20,20%19,60%16,50%22,00% ,40%21,00%20,50%18,00%22,40% ,80%21,80%21,40%19,50%22,80% ,20%22,60%22,30%21,00%23,20% ,60%23,40%23,20%22,00%23,60% dal ,00% art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011 Lincremento delle aliquote contributive art. 24 cc , DL 201 – L. 214/2011

52 52/52, DL 201 – L. 214/2011 Equo indennizzo e pensioni privilegiate art. 6, DL 201 – L. 214/2011 Ferma la tutela derivante dall'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali, sono abrogati: gli istituti dell'accertamento della dipendenza dell'infermità da causa di servizio, del rimborso delle spese di degenza per causa di servizio, dell'equo indennizzo della pensione privilegiata. La disposizione non si applica nei confronti del personale appartenente al comparto sicurezza, difesa, vigili del fuoco soccorso pubblico. La disposizione non si applica, inoltre, ai procedimenti in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, nonché ai procedimenti per i quali, alla predetta data, non sia ancora scaduto il termine di presentazione della domanda, nonché ai procedimenti instaurabili d'ufficio per eventi occorsi prima della predetta data.

53 53/52 Dal 2018 il requisito anagrafico per lassegno sociale è incrementato di un anno. Si ricorda che anche lassegno sociale è legato allaspettativa di vita. annoAspettativa vitaetà , , , , , ,07, DL 201 – L. 214/2011 Assegno sociale art. 24 c. 8, DL 201 – L. 214/2011

54 Pensionamento con 40 anni. Incremento requisiti uomini. Adeguamento alla speranza di vita. Penalizzazione 62 anni Abolizione delle quote Pensioni di vecchiaia (accelerazione lavoratrici private e anticipo lavoratori autonomi) Calcolo pro-rata dal 1° gennaio ° totale Blocco della perequazione sopra 3 TM TOTALE RIDUZIONE SPESA PREVIDENZIALE FONDO PER L'OCCUPAZIONE GIOVANILE E DELLE DONNE Il risultato finanziario


Scaricare ppt "La manovra Monti. 2/52 Prima di guardare il nuovo ….. ricordiamo il recente passato Le manovre di Berlusconi 2010 – 2011 hanno introdotto: Per i futuri."

Presentazioni simili


Annunci Google