La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EVOLUZIONE EPIDEMICA DELLA PERONOSPORA DELLA VITE NEL 2011: MONITORAGGIO, SIMULAZIONE E STRATEGIE DI INTERVENTO Silvia L. Toffolatti, Andrea Pedrazzini,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EVOLUZIONE EPIDEMICA DELLA PERONOSPORA DELLA VITE NEL 2011: MONITORAGGIO, SIMULAZIONE E STRATEGIE DI INTERVENTO Silvia L. Toffolatti, Andrea Pedrazzini,"— Transcript della presentazione:

1 EVOLUZIONE EPIDEMICA DELLA PERONOSPORA DELLA VITE NEL 2011: MONITORAGGIO, SIMULAZIONE E STRATEGIE DI INTERVENTO Silvia L. Toffolatti, Andrea Pedrazzini, Davide Sordi, Nicola Parisi, Annamaria Vercesi Di.Pro.Ve, Facoltà di Agraria Università degli Studi di Milano

2 Autunno Inverno Primavera oospora zoospore zoospora incistata infezione sporangio Estate oogonio anteridio macrosporangio Ciclo vitale di Plasmopara viticola

3 zoospore infezione germinazione maturazione formazione colonizzazione Oospore micelio austorio

4 Piateda S. Maria della Versa Svernamento Campionamento Saggi di germinazione Allestimento di sacchetti di nylon con frammenti fogliari ricchi in oospore Invio dei campioni presso il laboratorio Dinamica di germinazione delle oospore

5 ANDAMENTO METEOROLOGICO E GERMINAZIONE DELLE OOSPORE S. Maria della Versa (PV) Germinazione a 20 °C 9 %, 14/3 0,1%, 29/6

6 GERMINAZIONE DELLE OOSPORE A TEMPERATURA FLUTTUANTE S. Maria della Versa (PV)

7 TEMPERATURE MEDIE (Milano) E GERMINAZIONE DELLE OOSPORE S. Maria della Versa (PV) Germinazione a 20 °C e a temperatura fluttuante

8 PERCENTUALI DI GERMINAZIONE A 20 °C DAL 2005 AL 2011 S. Maria della Versa (PV)

9 PERIODO DINCUBAZIONE E il periodo che intercorre tra il verificarsi dellinfezione e la comparsa dei primi sintomi in vigneto E calcolabile secondo il metodo di Goidanich in funzione di: temperatura umidità relativa

10 GERMINAZIONE E INFEZIONI PRIMARIE S. Maria della Versa (PV) Fine PIInizio PI Regola dei 3 dieci: 15/5 Tmin 7 giorni Prima comparsa: 14/6

11 ANDAMENTO METEOROLOGICO E GERMINAZIONE DELLE OOSPORE Piateda, loc. Fiorenza (SO) Germinazione a 20 °C 3,2 %, 20/12 0,1%, 27/6 2,9 %, 16/2

12 PERCENTUALI DI GERMINAZIONE A 20 °C DAL 2006 AL 2011 Piateda, loc. Fiorenza (SO)

13 ANDAMENTO CLIMATICO E GERMINAZIONE DELLE OOSPORE Piateda, loc. Fiorenza (SO) Germinazione a temperatura fluttuante

14 TEMPERATURE MEDIE E GERMINAZIONE DELLE OOSPORE Piateda, loc. Fiorenza (SO) Germinazione a 20 °C e a temperatura fluttuante

15 GERMINAZIONE E INFEZIONI PRIMARIE Piateda, loc. Fiorenza (SO) Fine PIInizio PI Regola dei 3 dieci: 12/5 Tmin : 10 giorni Prima comparsa: 3/6

16 CONCLUSIONI condizioni climatiche non particolarmente favorevoli alla germinazione delle oospore massima germinazione a marzo a Pavia, a dicembre e febbraio a Sondrio percentuali di germinazione rispetto alle annate precedenti protratte più a lungo nel tempo a 20 °C percentuali di germinazione a temperatura fluttuante rispetto a quelle a 20 °C: generalmente superiori (PV) o inferiori (SO) protratte meno a lungo nel tempo in entrambi i siti infezioni primarie fino al giorno 29/6 a Pavia e fino al giorno 7/7 a Sondrio probabili infezioni primarie e secondarie a Sondrio nel mese di giugno e inizio luglio a seguito delle frequenti precipitazioni

17 Torrazza Coste cv Croatina S. Maria della Versa cv Pinot grigio Cigognola cv Riesling italico Canevino cv Pinot nero Mantova cv L. viadanese Sustinente cv L. grasparossa Monz. Pille cv Merlot Monz. Case Vecchie cv Merlot Cortefranca cv Chardonnay Sirmione cv C. sauvignon Puegnago cv Marzemino Adro cv Chardonnay Berbenno cv Chiavennasca Teglio cv Chiavennasca Sondrio Centrale cv Chiavennasca Sondrio Fojanini cv Chiavennasca Monitoraggio epidemico

18 16 vigneti nelle zone viticole più importanti della Lombardia 3 filari non trattati lunghi almeno 50 m rilievi settimanali a partire dalla raggiunta suscettibilità numero di foglie/percentuale di grappoli infetti indice percentuale dinfezione individuazione del livello di rischio mediante il modello EPI rischio elevato in presenza di indice positivo confronto tra strategia aziendale e strategia EPI Monitoraggio epidemico

19 Provincia di Pavia

20 S. Maria della Versa, loc. Begoglio (PV) Andamento meteorologico ed EPI

21 Andamento epidemico su foglia e grappolo S. Maria della Versa, loc. Begoglio (PV), cv Pinot grigio Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 14/06 I%I

22 Trattamenti EPI, Santa Maria della Versa (PV) 5 trattamenti aziendali

23 Santa Maria della Versa (PV), 19 luglio 2011

24 Torrazza Coste (PV) Andamento meteorologico ed EPI

25 Andamento epidemico su foglia e grappolo Torrazza Coste (PV), cv Croatina Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 14/06 I%I

26 dimethomorph+Cu metalaxyl+mz Trattamenti EPI, Torrazza Coste (PV) 9 trattamenti aziendali

27 Torrazza Coste (PV), 19 luglio 2011

28 Cigognola (PV) Andamento meteorologico ed EPI

29 Andamento epidemico su foglia e grappolo Cigognola (PV), cv Riesling italico Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 14/06 I%I

30 Canevino (PV) Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 14/05 Prima comparsa: 28/06 I%I al : 7,5 % su foglia

31 Provincia di Brescia

32 Adro (BS) Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 29/06 I%I al : 0,06 % su foglia

33 Cortefranca (BS) Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 22/06 I%I al : 1,23% su foglia

34 Sirmione (BS) Andamento meteorologico ed EPI

35 Andamento epidemico su foglia e grappolo Sirmione, cv Cabernet sauvignon Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 22/06 I%I

36 Trattamenti EPI, Sirmione (BS) 7 trattamenti aziendali

37 b b c b a a Sirmione (BS), 14 luglio 2011

38 Puegnago del Garda (BS) Andamento meteorologico ed EPI

39 Andamento epidemico su foglia e grappolo Puegnago (BS), cv Marzemino Regola dei tre dieci: 15/05 Prima comparsa: 25/05 I%I

40 Provincia di Mantova mm

41 Monzambano (MN) Andamento meteorologico ed EPI

42 Monzambano (MN) Regola dei tre dieci: 04/05 Prima comparsa: 29/06 I%I < 1 %, 8 trattamenti aziendali, nessuno su EPI Loc. Pille Loc. Case Vecchie Regola dei tre dieci: 04/05 Prima comparsa: 11/05 I%I

43 Mantova Andamento meteorologico ed EPI

44 Andamento epidemico su foglia e grappolo Mantova, cv Lambrusco Viadanese Regola dei tre dieci: 04/05 Prima comparsa: 12/06 I%I

45 Trattamenti EPI, Mantova (MN) dimethomorph+Cu 11 trattamenti aziendali

46 Mantova 19 luglio 2011 a bb

47 Sustinente (MN) Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 04/05 Prima comparsa: 07/06 I%I al : 25,65 % su foglia

48 Provincia di Sondrio mm

49 Sondrio, vigneto Fojanini Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 13/05 Prima comparsa: 28/06 I%I al : 3,65 % su foglia 6 trattamenti aziendali, 2 EPI

50 Sondrio, loc. Centrale Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 13/05 Prima comparsa: 03/06 I%I al : 22 % su foglia

51 Berbenno (SO) Andamento meteorologico ed EPI Regola dei tre dieci: 14/05 Prima comparsa: 07/07 I%I al : 21,55% % su foglia

52 Teglio (SO) Andamento meteorologico ed EPI

53 Andamento epidemico su foglia e grappolo Teglio (SO), cv Chiavennasca Regola dei tre dieci: 12/05 Prima comparsa: 28/05 I%I

54 CONCLUSIONI comparsa della malattia nel mese di giugno: eccezioni Puegnago (BS) il 25 maggio, Monzambano loc. Case vecchie (MN) l11 maggio,Teglio (SO) il 27.5 e Berbenno il 7.7 piogge di metà – fine maggio responsabili dellinizio germinazione delle oospore precipitazioni di fine maggio – inizio giugno responsabili della dispersione dellinoculo in alcune località (Canevino PV, Adro e Cortefranca BS, Monzambano loc. Pille MN, Sondrio vigneto Fojanini e Berbenno SO) prima infezione imputabile alle piogge di metà giugno gravità della malattia consistente su foglia in Oltrepo Pavese, sul Garda bresciano, a Monzambano loc. Case vecchie, a Mantova e a Teglio (SO) e su grappolo sul solo Riesling Italico in Oltrepo Pavese, nel Garda bresciano, a Monzambano loc. Case vecchie periodo di rischio epidemico rilevato correttamente localizzato da EPI, ma sovrastimato a Canevino (PV), Franciacorta e Sondrio vigneto Fojanini strategia EPI corretta ed efficace

55 CONFRONTO TRA STRATEGIE ANTIPERONOSPORICHE CLASSICHE E BASATE SU EPI, RETORBIDO (PV) Tesi n.Sostanze attiveDate interventi 1mancozeb7 e fosetyl Al+ iprovalicarb+fenamidone3 e cyazofamid Cu da ossicloruro mancozeb7 e fosetyl Al+iprovalicarb+ fenamidone3 e zoxamide+Cu Cu da ossicloruro mancozeb7 e fosetyl Al+iprovalicarb+fenamidone3 e mandipropamid+Cu Cu da ossicloruro mancozeb7 e fluopicolide + fosetyl Al3 e Cu, poltiglia bordolese29.6, Cu da ossicloruro7 e metalaxyl M+ mancozeb3 e Cu poltiglia bordolese Cu da ossicloruro dithianon7 e metalaxylM+mancozeb3 e dimethomorph+Cu Cu da ossicloruro EPIdimethomorph+mancozeb metalaxyl+MZ TNT

56 RISULTATI E CONCLUSIONI 2011 regola dei tre dieci: 15 maggio 2011 prima comparsa: 22 giugno 2011 I%I finale su foglia: 3,39 % 2 trattamenti su EPI, 6 sulle altre tesi 2010 regola dei tre dieci: 4 maggio 2010 prima comparsa: 20 maggio 2010 I%I finale su foglia: 51 %, su grappolo, 71 % 3 trattamenti su EPI (I%I 19 % su foglia, 14 % su grappolo), 7 sulle altre tesi (I%I 1 – 5 % su foglia, 0,3 – 3 % su grappolo 2009 regola dei tre dieci: 26 aprile 2009 prima comparsa: 6 maggio 2009 sporadica presenza della malattia su foglia a fine luglio nessun trattamento su EPI, 9 sulle altre tesi


Scaricare ppt "EVOLUZIONE EPIDEMICA DELLA PERONOSPORA DELLA VITE NEL 2011: MONITORAGGIO, SIMULAZIONE E STRATEGIE DI INTERVENTO Silvia L. Toffolatti, Andrea Pedrazzini,"

Presentazioni simili


Annunci Google