La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 CORSO DI INFORMATICA 1° LIVELLO Formazione e aggiornamento Anno scolastico 2005-06.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 CORSO DI INFORMATICA 1° LIVELLO Formazione e aggiornamento Anno scolastico 2005-06."— Transcript della presentazione:

1

2 1 CORSO DI INFORMATICA 1° LIVELLO Formazione e aggiornamento Anno scolastico

3 2 Alfabetizzazione di primo livello Sede: Via P.Palagonia Durata: Annuale Partecipanti:20 corsisti dellistituto Modalità di lavoro:Informazione ed esercitazione per favorire le esercitazioni individuali, tenuto conto delle postazioni di lavoro disponibili, i corsisti lavoreranno in gruppi di due nella postazione loro assegnata. Orario: Venerdì 17,00-18,30 Relatore/animatore: Prof. A.Mineo,

4 3 Alfabetizzazione di primo livello Sede: Via P.Palagonia Durata: Annuale Partecipanti:20 corsisti dellistituto Modalità di lavoro:Informazione ed esercitazione per favorire le esercitazioni individuali, tenuto conto delle postazioni di lavoro disponibili, i corsisti lavoreranno in gruppi di due nella postazione loro assegnata. Orario: Venerdì 17,00-18,30 Relatore/animatore: Prof. A.Mineo,

5 4

6 5 MODULO 1 ELEMENTI DI BASE E USO DEL COMPUTER Il sistema operativo WindowsIl sistema operativo WindowsIl sistema operativo WindowsIl sistema operativo Windows Avviare il computer, spegnerlo correttamente, riavviarlo e standby.Avviare il computer, spegnerlo correttamente, riavviarlo e standby.Avviare il computer, spegnerlo correttamente, riavviarlo e standbyAvviare il computer, spegnerlo correttamente, riavviarlo e standby Il DesketopIl Desketop Proprietà del DesketopProprietà del Desketop Pannello di controlloPannello di controllo Verificare le caratteristiche di base del computer che si sta usandoVerificare le caratteristiche di base del computer che si sta usando

7 6 IL SISTEMA OPERATIVO WINDOWS Windows è un sistema operativo recente, con una grafica intuitiva, creato apposta per facilitare luso delleleboratore anche a persone inesperte. In windows i comandi vengono impartiti facendo clik sulle icone e i risultati vengono visualizzati in finestre(in inglese windows) per questo si dice che windows utilizza un interfaccia GUI(grafic user interfac). Windows offre anche la possibilità di far funzionare più applicazioni contemporaneamente(multitasking), si può infatti ascoltare musica mentre si sta lavorando in Word. Windows, inoltre, è un sistema operativo in grado di supportare la tecnologia Plug and Play,cioè si possono aggiungere al computer altri componenti(schede) senza dover eseguire complesse procedure di installazione di software. Vediamo adesso le principali parti della GUI: Il desktop, che significa scrivania Le icone, che rappresentano i libri o i quaderni o i contenitori. La finestra è una parte dello schermo nel quale sono presenti i programmi attivi

8 7 AVVIARE IL COMPUTER AVVIARE IL COMPUTER Come accendere il pc: Prima accendere le periferiche (schermo, stampanti, scanner, modem) e poi lunità centrale. Il dischetto personale o di lavoro non deve essere inserito. Dopo laccensione, il computer automaticamente compie delle operazioni di controllo e di autodiagnostica, e se tutto è in ordine carica la schermata principale di Windows, con inserite le icone dei programmi Premere il pulsante di avvio posto sul frontalino del case. Se il monitor si accende separatamente dal computer, occorre accendere dapprima il monitor e poi il computer. Per spegnere o riavviare correttamente il computer segui le istruzioni con un diagramma di flusso.

9 8 COME SPEGNERE IL PC: Spegnere prima le periferiche, poi dal pulsante start- chiudi sessione arresta il sistema e attendere la scritta:ADESSO E POSSIBILE SPEGNERE IL COMPUTER, spegnere con il pulsante daccensione il monitor

10 9 VERIFICARE LE IMPOSTAZIONI DI BASE Per verificare le impostazioni di base del computer che si sta usando: sistema operativo,tipo di processore, RAM disponibile, ecc: Fare click su start Programma, accessori utilità di sistema e quindi click su microsoft system information, oppure da pannello di controllo, sistema e quindi con mouse destro proprietà.

11 10 IL DESKTOP Il desktop rappresenta la scrivania e le icone i vari libri, quaderni appunti vari, cestino ecc. Per visualizzare le propietà del desktop, clik destro con il mouse.Si apre una finestra con diverse opzioni. Analizziamole. Per sistemare le varie icone sul desueto, click destro e disponi icone. Per creare una nuova cartella sul desktop sempre clik destro sul mouse e quindi scegliere nuovo e poi cartella. Proviamolo. Per aprire un programma doppio click sinistro sul mouse, oppure un click destro e poi apri. Sulla parte bassa del desktop abbiamo la barra delle applicazioni, una striscia grigia sulla quale troviamo il pulsante start, i pulsanti di scelta rapida quando siamo collegati a internet, i pulsanti di scelta rapida per regolare volume,orologio e avviare lantivirus.Analizziamo ora le altre icone del desktop:

12 11 IL MENU START Il menu start(che si trova sulla barra delle applicazioni, sempre visibile in windows) permette di aprire una finestra dalla quale si possono attivare i programmi che si vogliono utilizzare oppure permette di chiudere la sessione di lavoro con la scelta di tre opzioni. RISORSE DEL COMPUTER Windowos, attraverso risorse del computer, visualizza una finestra con icone che rappresentano la disponibilità di risorse del computer che permettono di effettuare varie operazioni sulle cartelle, sui file e sui dischi. ESPLORA RISORSE Permette di visualizzare, come in una mappa, la posizione delle cartelle e dei file in modo gerarchico.permette inoltre di organizzare i file, le cartelle ecc, e di aprire, copiare, cancellare, spostare i vari documenti

13 12 PANNELLO DI CONTROLLO Il pannello di controllo ci permette di vedere e controllare tutte le componenti hardware del computer, di modificare lora, il suono, il volume,il desktop ecc IL CESTINO Il cestino permette di eliminare temporaneamente ciò che vi immettiamo. Se lo si vuole svuotare, si perdono definitivamente tutti i file cestinati INTERNET EXPLORER E un programma che permette laccesso ad internet MICROSOFT OUTLOOK E un programma che permette di gestire attività, informazioni e posta elettronica

14 13 LA GUIDA IN LINEA La guida in linea o help è il programma che mette a disposizione dellutente la possibilità di consultare il manuale del sistema operativo

15 14 PROPRIETA DEL DESKETOP Per verificare come è impostato il desktop: prestazioni, data e ora controllo dellaudio opzioni sullo schermo sfondo screen saver effetti, web impostazioni e aspetto

16 15 MODULO 3: GESTIONE DEI FILE DI WINDOWS Formattare un disco Finestre di lavoro Organizzare i file Semplice editing: Wordpad Gestione della stampa

17 16 FORMATTARE E COPIARE UN UN DISCO Per formattare un disco, inserirlo nel drive A; fare doppio click sullicona RISORSE DEL COMPUTER del desktop, fare click con il tasto destro del mouse sullicona FLOPPY DISK e scegliere Formatta o Copia.

18 17 FINESTRE DI LAVORO FINESTRE DI LAVORO Utilizzando i programmi applicativi che girano in ambiente windows come per esempio il Word, vedremo il lavoro entro riquadri chiamati finestre.. Esse presentano i seguenti elementi principali: La barra del titolo La barra del menu La barra degli strumenti la barra di scorrimento orizzontale e verticale Allangolo superiore destro tre importanti pulsanti: riduci a icona, ripristina o ingrandisci chiudi

19 18 ORGANIZZARE I FILE(COPIARE, SPOSTARE, CANCELLARE, CERCARE) Creare una cartella su esplora risorse o su documenti e fare notare che esse hanno una struttura ad albero. Per verificare le proprietà della cartella click destro del mouse e scegliere proprietà: appare la finestra con dimensioni, tipo e ultima modifica. Creare un file da un programma applicativo e salvarlo in una cartella. Copiare il file e copiarlo in unaltra cartella. Tagliare il file e spostarlo in unaltra cartella. Usare la funzione taglia e incolla per spostare un file Usare la funzione drag and drop per spostare un file Cercare un file utilizzando trova

20 19 SEMPLICEEDITING SEMPLICE EDITING Per lanciare un programma di editing o di elaborazione testi e creare un file andare su start,programmi, accessorie quindi scegliere Word Pad o Blocco note e dopo aver scritto qualcosa salvarlo e conservarlo su un vostro documento e sul vostro floppy disk

21 20

22 21 PROGRAMMA MODULO 2 Concetti di base della tecnologia dellinformazione Concetti di base Il computer Il primo computer Tipi di computer

23 22 MODULO 3: GESTIONE DEI FILE DI WINDOWS Il desketop Lavorare con le icone Lavorare con le finestre Risorse del computer Organizzare i file Semplice editing: Wordpad Gestione della stampa

24 23 MODULO 4: ELABORAZIONE TESTI WORD Word : Introduzione Primi passi Modificare le impostazioni di base Operazioni di base Formattazione Rifinire un documento Stampa Funzioni Avanzate

25 24 MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dellinformazione Concetti di base Il computer Il primo computer Tipi di computer

26 25 CONCETTI DI BASE La società dellinformazione è la nuova fase di sviluppo della società, nella quale una parte significativa delle persone attive lavora nelle professioni che riguardano la gestione delle informazioni. La New Economy, una nuova forma di economia, caratterizzata dalluso di internet come canale di di pubblicità e di vendita di prodotti e servizi Lintroduzione dei sistemi automatici di elaborazione dellinformazione allinterno del ciclo produttivo ha dei forti impatti, positivi e negativi. Positivi nel senso che lutilizzo del computer aumenta lefficienza, in quanto diminuisce i costi e i tempi, e lefficacia,in quanto produce nuove prospettive.

27 26 -positivi: nel senso che stiamo assistendo alla nascita di nuove professioni, di nuove tipologie di business, legate alla possibilità di realizzare nuovi prodotti e servizi. -negativi: stiamo assistendo contemporaneamente ad una diminuzione di posti di lavoro. Nella nuova società dellinformazione un altro fattore importante è limpatto delle tecnologie sullindividuo. I fattori più significativi di questo impatto sono: oStress generato dai ritmi crescenti oRiduzione dellattività fisica oAffaticamento sul posto di lavoro informatizzato oRiduzione dei contatti personali

28 27 oNecessità di aggiornamento tecnico continuo oIncremento delle informazioni e conoscenze da gestire oNuovi problemi sulla privacy oNuovi problemi sulla sicurezza delle banche dati informatiche, dovuti alla facilità di accesso.

29 28 IL PRIMO COMPUTER Le prime macchine per il calcolo automatico sono state realizzate a metà degli anni 40. Il calcolatore più potente di quel periodo era lENIAC in grado di svolgere alcune migliaia di addizioni al secondo. La tecnologia usata era quella delle valvole termoioniche per cui il sistema aveva un peso di 30 tonnellate e occupava una superfice di 160 m2. Da allora, grazie alla miniaturizzazione dei componenti elettronici, alla riduzione dei prezzi dei componenti elettronici e alla maggiore facilità di utilizzo a fronte di programmi user friendly( interfacce amichevoli) si è arrivati ai moderni sistemi di elaborazione

30 29 IL COMPUTER Lelaboratore elettronico, computer, è una macchina progettata per svolgere una determinata classe di funzioni, connessi a processi di elaborazione, in modo veloce, preciso e versatile. Ne consegue che per essere impiegato in un compito definito, lelaboratore deve essere opportunamente istruito, ossia programmato. Nellelaboratore distinguiamo pertanto due componenti fondamentali: lhardware(la parte fisica del sistema) e il softwere(la parte tangibile,ossia linsieme dei programmi) Definiamo information technology o informatica(informazione automatica) la tecnologia che viene utilizzata per la progettazione e la realizzazione dei moderni elaborati. Lutilizzo dei computer nella società moderna è molto diffuso e riguarda compiti molto diversi.

31 30 SERVER MAINFRAME

32 31 Sotto questo aspetto, i computer possono essere distinti in varie classi: Mainframe: sono i grandi sistemi di elaborazione aziendali, ai quali viene affidato il compito di gestire il sistema informativo e le grandi banche dati di unazienda. Hanno costi molto elevati e necessitano di personale specializzato per il loro funzionamento Minicomputer:nelle piccole aziende con costi e personale più ridotto. Network computer:dedicati a singoli utenti per collegarsi ad altri computer di dimensione maggiore ai quali devono essere interconnessi per il loro funzionamento Personal computer: computer dedicati a singoli utenti con costi contenuti. Sono dotati di capacità elaborativa autonome, ma possono collegarsi ad altri computer Palmare: sistema tascabile per prendere appunti Laptop computer:sono p.c trasportabili

33 32 In funzione del differente ruolo che devono svolgere, sono disponibili tipi diversi di computer che differiscono per capacità, velocità, memorizzazione, funzioni speciali facilità di utilizzo. Nel caso di sistemi di elaborazione condivisi fra più utenti questi si collegano ai computer attraverso Terminali.Terminali.

34 33

35 34 Componenti base di un personal computer Nella struttura Hardware di un P.C ritroviamo gli elementi basi di tutti i sistemi di elaborazione, in particolare: Una memoria centrale Una unità centrale di elaborazione (UCE o CPU) Una unità centrale di elaborazione Le unità periferiche, di input e di output In generale lelaboratore può essere rappresentato secondo lo schema logico in figura, definito da J. Von Newmann a metà degli anni 40 ed ancora valido. Le linee che collegano le unita periferiche con la memoria, e la memoria con la CPU, indicano il flusso dei dati mentre quelli che collegano la CPU con le linee di flusso delle unità di input- output indicano che il trasferimento dei dati tra la memoria e le unità periferiche avviene sotto il controllo della CPU.

36 35 MEMORIA CENTRALE RAM-ROM PROGRAMMA CPU -ALU -UC U. di input U. di output

37 36 HARDWARE Nella struttura Hardware di un P.C ritroviamo gli elementi basi di tutti i sistemi di elaborazione, in particolare: Cassa o cabinet (che rappresenta lunità centrale). Unità periferiche Cassa o cabinet Sul davanti cè linterruttore per laccensione e alcune spie luminose, per esempio quella che indica il funzionamento del computer ecc, inoltre troviamo lapertura del drive per i floppy disk, il lettore dei CD-Rom, ed altri componenti a richiesta come il DVD, il modem ed il masterizzatore. Sul retro del cabinet ci sono le prese di alimentazione e le porte a cui vanno collegati i vari dispositivi.Dentro lunità centrale abbiamo:

38 37

39 38 la scheda madre (mother board) su cui sono collegati i vari componenti tra cui la scheda video,ecc.la scheda madre (mother board) Il processore o CPU, il cervello del computer che elabora ed esegue le istruzioni; La memoria RAM in cui vengono inserite momentaneamente le informazioni( per esempio una lettera che state scrivendo) che però vengono perse quando si spegne il computer;La memoria RAM Il disco fisso(o hard disk) in cui si devono salvare le informazioni se si vuole che vengano salvate in modo permanente, in modo da poterle ritrovare la prossima volta che si accende il computer Un drive(dispositivo di lettura e scrittura), per i dischetti o floppy disk che si può usare per salvare su dischetti le informazioni che si vogliono mandare ad unaltra persona, o che si vogliono salvare a parte. Un lettore di CD-ROM che si può usare per consultare una bellissima enciclopedia o per ascoltare musica o per far funzionare lultimo videogioco.

40 39

41 40

42 41 Unita periferiche Consentono di inviare o ricevere informazioni al computer Le unità periferiche, di input Le unità periferiche di output In generale lelaboratore può essere rappresentato secondo lo schema logico in figura, definito da J. Von Newmann a metà degli anni 40 ed ancora valido. Le linee che collegano le unita periferiche con la memoria, e la memoria con la CPU, indicano il flusso dei dati mentre quelli che collegano la CPU con le linee di flusso delle unità di input-output indicano che il trasferimento dei dati tra la memoria e le unità periferiche avviene sotto il controllo della CPU.

43 42 TERMINALI TERMINALI: Unità specializzata per la connessione a distanza La loro architettura può variare in relazione alle funzioni richieste. Una classe molto diffusa di terminali è quella conversazionale, che consente un colloquio diretto tra lutente e il sistema di elaborazione mediante una tastiera, che permette di inviare dati, e uno schermo e/o stampante, che permette di ricevere informazioni. Questi tipi di terminali possono essere: Intelligenti: se sono dotati di capacità di elaborazione propria, è questo il caso dei P.C quando lavorano collegati ad un altro elaboratore Stupidi: se non hanno capacità elaborative proprie, dipendono totalmente dal computer a cui sono collegati. Una categoria di terminali è quella dei self-service, ossia quei terminali usati direttamente dagli utenti finali(Bancomat, certificazione comunale, Sportello segreteria studenti universitari)

44 43 Memoria centrale, supporto in grado di registrare le singole istruzioni di un programma e i dati sui quali si opera.

45 44 Unità centrale di elaborazione,insiemi di circuiti elettronici, in grado di effettuare le operazioni richieste dal programma e di prendere decisioni sulla base dei risultati ottenuti; lunita centrale di elaborazione deve, inoltre provvedere alle operazioni di trasferimenti tra la memoria centrale e le unità periferiche, governando lo smistamento dei dati e luscita dei risultati

46 45 Unità periferiche, di input e di output: Unità in grado di svolgere funzioni di comunicazione tra lambiente esterno e lelaboratore, come linserimento nel sistema del programma e dei dati di uscita dei risultati.

47 46 LA SCHEDA MADRE O MOTHER BOARD E una piastra di vetro su cui sono alloggiati i vari componenti elettronici, chip. I chip sono blocchi di plastica nera con piedini in metallo detti pin che permettono i collegamenti. Sulla scheda madre sono innestati: Una memoria centrale Una unità centrale di elaborazione (UCE o CPU) Una unità centrale di elaborazione collegati fra di loro tramite conduttori stampati sulla piastra stessa chiamati bus. Sulla scheda madre ci sono dei connettori, chiamati slot, dove vengono inserite le varie schede, gli slot di espansione sono slot che rimangono liberi per inserire ulteriori schede, per esempio una scheda per la gestione del suono.

48 47 Memoria centrale,detta anche memoria principale o veloce supporto in grado di registrare le singole istruzioni di un programma e i dati sui quali si opera. Pertanto, la memoria centrale è la sede obbligata, dalla quale la CPU estrae di volta in volta le istruzioni che devono essere eseguite e i dati su cui operare.La quantità di memoria presente o capacità di memoria, viene misurata in byte o meglio nei suoi multipli: KB(Kappa byte) 1024 byte Mb(Mega byte) 1024 KB GB (Giga byte) 1024 MB TB (Tera byte) 1024 GB La memoria centrale è formata da due componenti: La RAM ( Randon Acces Memory) memoria usata per la registrazione dei dati e delle istruzioni del programma al momento della sua esecuzione, è detta anche memoria principale o memoria volatile (vengono inseriti momentaneamente le istruzioni, per esempio una lettera che state scrivendo) perché le istruzioni vengono perse quando ai spegne il computer.


Scaricare ppt "1 CORSO DI INFORMATICA 1° LIVELLO Formazione e aggiornamento Anno scolastico 2005-06."

Presentazioni simili


Annunci Google