La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA STRUTTURA ECONOMICA DAL 1991 AL 2001 Aumentano le unità locali +10,1% Aumentano i dipendente + 5,3% Aumenta il lavoro indipendente +1,3% ALTRI SERVIZI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA STRUTTURA ECONOMICA DAL 1991 AL 2001 Aumentano le unità locali +10,1% Aumentano i dipendente + 5,3% Aumenta il lavoro indipendente +1,3% ALTRI SERVIZI."— Transcript della presentazione:

1

2 LA STRUTTURA ECONOMICA DAL 1991 AL 2001 Aumentano le unità locali +10,1% Aumentano i dipendente + 5,3% Aumenta il lavoro indipendente +1,3% ALTRI SERVIZI :i valori indicano una buona crescita INDUSTRIA E COMMERCIO: mostrano una leggera contrazione Settori a maggiore crescita Settori a maggiore contrazione Unità locali Attività Immobiliari, Informatica e ricerca Produzione e distribuzione di energia elettrica, gas e acqua Dipendenti Attività Immobiliari, Informatica e ricerca Agricoltura e caccia indipendenti Attività Immobiliari, Informatica e ricerca Istruzione

3 PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2005 (62% del totale assunzioni) Tendenza alla terziarizzazione tasso di entrata: 6% (invariato dal 2004) tasso di uscita: 5,2% Ciò denota una capacità del mercato Alessandrino di assorbire manodopera LIndustria e i Servizi si mantengono (vedere slide n.10) maggiori opportunità occupazionali Le micro imprese occupano 1/3 della manodopera imprese del settore dei servizi 4950 nuove assunzioni 4320 uscite 620 saldo positivo saldo di crescita: 0,8% tasso regionale 0,1% tasso nazionale 0,9%

4 PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2005: QUALITA DELLE ASSUNZIONI segue PREVISIONI OCCUPAZIONALI PER IL 2005: QUALITA DELLE ASSUNZIONI inquadramento funzionale 72% operai distribuiti soprattutto nellindustria e nei servizi. 28% impiegati 0,4% dirigenti 8% apprendisti soprattutto nelle micro-imprese dellindustria genere: 44% sesso maschile 23% sesso femminile (media nazionale 19,7% - regionale 20,4%) 33% indifferente età: i giovani tra i 25 e i 29 anni sono i più richiesti. Scolarità: la necessità di dipendenti in possesso del diploma è passata tra il 2004 e il 2005 dal 26,6 al 30,6%. Si registra per il 2005 un fabbisogno di lavoratori con istruzione professionale e tecnica (nellindustria), del diploma (nellindustria) mentre si registra una diminuzione del titolo universitario. Esperienza lavorativa: nel complesso è richiesta per il 59% (il 41% senza esperienza); Lesperienza professionale specifica il 21,4% - quella nello stesso settore il 37,7%. Segnale tangibile di FORMAZIONE con corsi: per il 27% delle assunzioni nel 2005; Extracomunitari: la loro incidenza passa dal 32% del 2004 al 36,5% del 2005 Il 18,1% delle imprese Alessandrine ha dichiarato che nel 2005 assumerà personale in prevalenza nei servizi. valore regionale: 20,8% valore nazionale: 22,8%

5 FORME CONTRATTUALI PREVISTE NELLE ASSUNZIONI Assunti part-time 18,5% (+11% rispetto al 2004) Assunti per sostituzione 32% (-12,3% rispetto al 2004) Tempo indeterminato52,4% -5,6 punti% rispetto al 2004 Tempo determinato36,2% +8,2 punti% rispetto al 2004 Apprendisti8% -1,5 punti % rispetto al 2004 Altri contratti3,4% +2,2punti% rispetto al 2004 Contratti Stagionali: 22% invariato rispetto al 2004

6 DIFFICOLTA DI REPERIMENTO (previsioni legate al titolo di studio) Le figure da assumere con qualifica professionale, che si prevedono in circa 1040 unità, presentano una difficoltà di reperimento superiore alla media e gli indirizzi in maggiore sofferenza sono lagrario-alimentare (97,5%), il meccanico (82,4%), lamministrativo-commerciale (68%), estetisti e parrucchieri (62%) e socio-sanitario (58%). Infine per i soggetti da assumere per i quali non è previsto il possesso di alcun titolo di studio, le difficoltà di reperimento sono stimate poco sopra il 28%. In generale il 35,6% delle assunzioni previste dalle imprese per il 2005 presenta difficoltà di reperimento. Tale quota supera il 33% nel caso di personale per il quale è previsto il possesso di titolo a livello universitario (320 unità), con picchi di difficoltà per le categorie ad indirizzo di ingegneria (75%) e chimico – farmaceutico (25%). Per quanto riguarda le previsioni di assunzione di personale con livello di istruzione secondario superiore che ammonta in termini assoluti a unità, le difficoltà maggiori di reperimento si prevedono per gli indirizzi turistico-alberghiero (86%), elettrotecnico (84,6%), orafo (81,6%), linguistico (71,4%) e meccanico (45%).

7 LE FIGURE PROFESSIONALI PIÙ RICHIESTE PER IL 2005 ( classificazione ISCO-88) Numero previsto assunti 2005 Peso delle profess. Sul tot. Assunti (%) Difficoltà di reperimento (%) Senza esperienza specifica (%) Necessità formaz. Corsi (%) (1) Sostit. Analoga figura (%) 9131 – Addetti alle pulizie 3407%18,8%83,3%22,6%65,7% 9333 – Addetti al carico/scarico merci 2304,6%13,8%37,9%22,6%65,7% 7313 – Orafi e affini 2204,5%40,3%3,2%1,4%38,5% 8324 – Conducenti di autocarri pesanti e camion 1903,8%2,6%10,8%38,7%12,4% 9313 – Manovali nel settore delle costruzioni edili 1302,6%10,1%43,4%0,0%62,8% 7122 – Addetti alledilizia: muratori 1202,4%29,4%0,8%0,0%68,9% 7136 – Installatori di tubazioni e idraulici 1002%0,0% 7222 – Addetti alla costruzione e riparazione utensili e prodotti metallici 901,8%60,2%6,5%0,0%11,8% 7233 – Meccanici e riparatori macchine agricole o industriali 901,8%12,1%69,2%17,6%12,1% 9133 – Addetti al lavaggio a mano e stiratori 801,6%31,2%45,5%11,7%15,6%

8 (segue) LA CLASSIFICA FIGURE PROFESSIONALI PIÙ RICHIESTE PER IL 2005 ( classificazione ISCO-88) Numero previsto assunti 2005 Peso delle profess. Sul tot. Assunti (%) Difficoltà di reperimento (%) Senza esperienza specifica (%) Necessità formaz. Corsi (%) (1) Sostit. Analoga figura (%) Conduttori di macchine movimento terra 601,2%61,936,50,011, – Addetti alle macchine utensili: metalli 501%31,583,316,753, – Addetti alle macchine per lavorazione di prodotti in plastica 501%30,279,29,411, – Addetti alle linee, macchine e assemblatori (nac) 400,8%34,997,74,760,5 le figure professionali più richieste occupano il 36,2% del totale degli assunti previsti per il 2005 (1.790/4.950). (1) Formazione prevista dalle imprese attraverso attività corsuale interna ed esterna alle stesse imprese

9 Le Figure più richieste e i C.P.I. della Provincia di Alessandria Dallesame delle figure professionali più richieste raffrontate con i Centri per lImpiego della provincia, si osserva che in testa alla classifica si collocano gli Addetti alle Pulizie (erano al settimo posto nel 2004) che presumibilmente saranno richiesti ovunque: essi, infatti, oltre ad essere impiegati in vari comparti (uffici, industrie, servizi alle famiglie), potrebbero essere facilmente richiesti in numero più elevato nelle aree dove si è sviluppata maggiormente la grande distribuzione (esempio Alessandria, Novi-Serravalle, Tortona e Casale), unitamente agli Addetti al carico/scarico merci. Gli Orafi e affini, come per gli anni precedenti, si concentrano nel polo di Valenza (C.P.I. di Casale) e rimangono come per lo scorso anno nelle prime posizioni mentre i Conducenti di Autocarri e camion potrebbero essere legati soprattutto al polo logistico della Valle Scrivia (C.P.I. di Tortona). Gli Addetti alledilizia (muratori) sono ricercati su tutto il territorio ma più facilmente nel Tortonese dove sono presenti gruppi aziendali di rilievo. Tra le top-ten, troviamo anche i Conducenti di autocarri pesanti e camion che potrebbero essere legati soprattutto al polo logistico della Valle Scrivia, Centro per lImpiego di Tortona, dove si presume possano trovare facilmente impiego anche i Meccanici e i Riparatori macchine agricole o industriali. I Conduttori di macchine movimento terra potrebbero essere riconducibili al Casalese polo cementiero con la presenza dei principali gruppi mondiali del settore. Gli Addetti alle macchine utensili (metalli) potrebbero essere maggiormente richiesti nelle aree di Ovada, Tortona e Acqui Terme che costituiscono la classica triade di fabbricanti di macchine utensili della provincia. Ancora a Tortona vi è una certa concentrazione di importanti gruppi per la lavorazione della plastica unitamente al CPI di Alessandria che giustificano un tredicesimo posto degli Addetti lavorazione prodotti in plastica.

10 PROVINCIA DI ALESSANDRIA Movimenti e tassi previsti per il 2005 per settore di attività PROVINCIA DI ALESSANDRIA ENTRATEUSCITESALDO (*) SALDO TASSO 2005 INDUSTRIA E COSTRUZIONI Industria metalli, gomma-plastica, lav.minerali,energia Costruzioni Gioielleria e oreficeria Tessile-abbigliam., carta - stampa, Ind.legno e mobile Industrie Meccaniche e dei mezzi di trasporto ,5% 1,6% 2,5% 1,6% -0,6 SERVIZI Sanità, istruzione e altri servizi alle persone Commercio dettaglio e allingrosso – riparazioni Credito, assicurazioni e servizi alle imprese Trasporti e attività postali Alberghi, ristoranti, servizi ristorazione e servizi turistici ,9% 0,3% 1,1% 0,4% 3,4% Lindustria meccanica pur attraversando un momento di crisi dimostra una tenuta (*) Valori arrotondati alle decine

11 IN SINTESI Complessivamente sono le assunzioni previste per il 2005 dalle imprese alessandrine. Le figure professionali più richieste si prevede assorbiranno unità (il 36,2% del totale); è la figura maschile la più ricercata (44%), mentre nel 33% dei casi il sesso è indifferente. Non è richiesto alcun titolo di studio nel 42% dei casi, in particolare tale valore oscilla tra il % nelle prime due professioni maggiormente richieste che, nel caso specifico, rientrano nelle occupazioni elementari di addetti alle pulizie, carico/scarico delle merci e orafi e affini. Per circa il 31% è richiesto il Diploma di Scuola Media Superiore (il 40,6% nellindustria, il 29,5% nei Servizi), mentre solamente il 6,4% dei casi è richiesto il titolo universitario. Tra le figure richieste in provincia di Alessandria, circa il 15% saranno Addetti ai servizi personali e di sicurezza, il 12% Addetti alle vendite, il 10% rientrano nelle occupazioni elementari vendite e servizi, il 9% saranno manovali settore industriale, costruzioni, minerario e trasporti e per la grande maggioranza non è previsto il titolo di studio. Saranno circa il 72% operai, e di questi, il 56% assunti dalle imprese con meno di 50 dipendenti. Oltre il 52% firmerà contratti a tempo indeterminato ed il settore in cui verranno maggiormente impiegati saranno i servizi (40%). Lesigenza di formare il personale da assumere con corsi di formazione specifici è rilevabile in circa il 27% delle aziende. Sono il 35,6% le assunzioni di difficile reperimento che per il 45% si collocano nellIndustria, il 32,4% nei Servizi e il 28,5% nelle Costruzioni; circa il 32% sarà assunto in sostituzione di analoga figura. La quota di personale extracomunitario sul totale delle assunzioni Alessandrine sarà del 36,5% (era il 32% nel 2004)..

12 …..A cura di Flavia Quaglia – O.R.M.L di Alessandria Patrizia Silvano – O.R.M.L di Casale Monferrato

13 NOTA METODOLOGICA I dati, sulla base dei quali è stata svolta la presentazione sullanalisi della domanda di lavoro della provincia di Alessandria, emergono dallindagine Excelsior 2005, realizzata annualmente da Unioncamere con la collaborazione e il finanziamento del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dellUnione Europea. FONTI: - Sistema informativo Excelsior per loccupazione e la formazione - Rilevazioni ISTAT per la struttura economica: censimenti


Scaricare ppt "LA STRUTTURA ECONOMICA DAL 1991 AL 2001 Aumentano le unità locali +10,1% Aumentano i dipendente + 5,3% Aumenta il lavoro indipendente +1,3% ALTRI SERVIZI."

Presentazioni simili


Annunci Google