La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 2009 – 2012 gomma uno ( Il Posaboe ) Le sue caratteristiche Cosa deve fare Cosa non deve fare Come lo deve fare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 2009 – 2012 gomma uno ( Il Posaboe ) Le sue caratteristiche Cosa deve fare Cosa non deve fare Come lo deve fare."— Transcript della presentazione:

1 – 2012 gomma uno ( Il Posaboe ) Le sue caratteristiche Cosa deve fare Cosa non deve fare Come lo deve fare

2 2 Il posaboe è quasi una professione Il gruppo dei posaboe fa capo al C.d.R. E facile ricordarsi i nomi dei posaboe del tuo Circolo, ma è difficile ricordarsi i nomi dei posaboe quando sei in trasferta e forse li incontri per la prima volta. I gommoni vanno identificati come: gomma 1, gomma 2, gomma 3 ecc. e sono abbinati alla boa che porta lo stesso numero.

3 3 Le persone più adatte Istruttori, Regatanti, giovani U.d.R. e Soci di Circolo Caratteristiche resistenza fisica per rimanere in gommone anche con condizioni meteo avverse e capacità di portare soccorso conoscenza delle nozioni di base del Regolamento di Regata – capacità di intuire se un concorrente è in difficoltà e di valutare la necessità di un intervento

4 4 Le caratteristiche Nozioni di marineria, saper nuotare Conoscenza dei nodi principali – Saper ancorare – Condurre un gommone- possibilmente avere la patente, conoscere le bandiere del C.I.S. – Procedure di partenza Cambio di percorso – Riduzione di percorso - Sostituzione di una boa spostata o mancante Nozioni di navigazione a vela e carteggio Conoscenza degli angoli – Uso della bussola da rilevamento, del Segnavento – del Gps, dellAnemometro e del Vhf

5 5 radio

6 6 Uso della Radio I collegamenti si svolgono solitamente tramite radio, o altro. Con lapparecchio a portata di mano e di orecchio, le trasmissioni debbono essere fatte solamente per colloqui tra i componenti del CdR, i posaboe, la Giuria e và sempre mantenuto attivo. Per comunicati particolari, (es: il vento è saltato, la boa ara, diamo un poco di buono in boa, è stata toccata la boa ecc.) è opportuno fissare un altro canale, che sarà tenuto riservato, basterà dire: ho bisogno di te e si passerà sul nuovo canale sino a fine colloquio, ritornando poi su quello ufficiale.

7 7 Abbigliamento ed altro Prima di scendere in acqua verificare sempre di avere a bordo tutto quanto occorre: Cerata – Giubbino o Maglione - Berretto – Stivali –Crema solare protettiva - Viveri - Acqua minerale Occhiali – Patente Documenti del motore - Assicurazione - Dotazioni di sicurezza compreso lo stacco di sicurezza del motore - Pompa o compressorino per gommoni e boe – Asta per bandiere, Arrivi,Riduzione ecc. (meglio se lunga).

8 La Rosa dei Venti

9 9 filetto segnavento

10 10 bussola

11 11 anemometro e GPS

12 12 Coltello e fischietto

13 13 Gommoni & Boe

14 14 Cosa deve fare Essere sempre pronto a comunicare lintensità e la direzione del vento e corrente. Dare lavvicinamento della prima imbarcazione. Dare il passaggio della prima e ultima imbarcazione. Avvertire sempre quando la boa è operativa. Rimanere con il gommone sempre nel letto del vento, quando le boe sono a vista. Registrare tutto o scriverlo. Dopo una richiesta dare sempre il ricevuto

15 15 Cosa non deve fare Commenti sugli avvenimenti in corso. Comunicare informazioni che possano favorire o sfavorire i concorrenti. Dare informazioni ai concorrenti. Dare informazioni su infrazioni commesse Citare i nomi delle imbarcazioni al passaggio in boa, se non espressamente richiesto, ma deve dare solamente il passaggio del primo. Le variazioni del vento devono essere fatte. solamente sul canale riservato. Comunicazioni eccessivamente prolisse. Commentare le decisioni del CdR.

16 16 Cosa dovrebbero avere a bordo i mezzi posaboe Tutti i mezzi tecnici per la gestione della regata dovrebbero avere la medesima dotazione di bandiere ed attrezzatura per consentirne lintercambiabilità tra di loro per tutta la manifestazione. Le prossime due diapositive dettagliano le minime dotazioni occorrenti per le diverse postazioni operative.

17 17 Cosa deve avere a bordo Il gommone di bolina = Gomma uno Boe previste con ancoraggi e contrappesi. Radio, Binocolo, Bussola, Tabella per la posa delle boe del cancello e Offset, Segnavento, Anemometro, Registratore, GPS, Elenco iscritti, Istruzioni di regata, Modulistica di regata, Carta e matita, Asta per le bandiere. Bandiere: M - S - N (O – R se necessarie). Bandiere di Classe. Cima di traino, Coltello, Fischietto o Trombe

18 18 Cosa deve avere a bordo Il gommone di poppa = Gomma due Boe previste con ancoraggi e contrappesi. Radio, Binocolo, Bussola, Tabella per la posa delle boe di partenza e cancello, Segnavento, Anemometro, Registratore, GPS, Elenco iscritti, Istruzioni di regata, Modulistica di regata, Carta e matita, Asta per le bandiere. Bandiere: C - M - S – N – 1° Ripetitore – (Pennelli numerici – Bandiere dei colori delle boe - O – R se necessarie). Bandiere di Classe – Tabella con i gradi bussola per i cambi di percorso – segno + e segno -- Cima di traino, Coltello, Fischietto o Tromba

19 19 Percorso per Match Racing

20 20 Percorso per Match Racing con più boe in bolina

21 21 Percorso per Team Racing

22 22 Percorso per Team Racing con più boe in bolina

23 23 Percorso trapezoidale

24 24 Posa della boa di partenza

25 25 Posa della boa di partenza

26 26 Partenza, Cancello, Offset

27 27 Partenza, Controstarter

28 28 Lunghezze (indicative) Linea di partenza Match = 10 barche Linea di arrivo Match = 10 barche Bolina Match = mt. 400/450 Linea di partenza Team = mt. 30/35 Bolina Team = mt. 200/220 Arrivo Team = mt. 30/35 Linea di partenza flotta = vedi diapositiva Arrivo flotta = 8/10 barche Lunghezza cancello = Vedi diapoitiva. 24

29 29 Corrente

30 30 E capitato anche questo

31 31 Correzione della linea di partenza

32 32 Boe & Accessori Boa cilindrica Boa tetraedrica Cimino di recupero Girelle per il traino Contrappeso Cima in esubero Cima o calumo Catena Ancora

33 33 Almeno 4 nodi

34 34 Ancoraggio delle boe

35 35 Boe ed ancoraggi La cima dellancoraggio dopo i primi tre metri, deve avere una gassa per laggancio del contrappeso che ha lo scopo di mantenere verticale la boa anche con vento forte. Il contrappeso ha anche la funzione di affondare quasi in verticale la prima parte della cima, evitando un possibile aggancio da parte della deriva o bulbo delle imbarcazioni.

36 36 Contrappeso

37 37 Boe ed ancoraggi Un buon ancoraggio richiede un calumo di lunghezza da tre a quattro volte il fondale, con alcuni metri di catena (almeno da 8 mm) nellultimo tratto prima dellancora.

38 38 Boe ed ancoraggi Senza il contrappeso e con vento teso, la boa si inclina sul fianco sottovento sollevando ulteriormente la cima fin quasi alla superficie e ciò rende possibile laggancio con la deriva o bulbo delle imbarcazioni in regata che girano la boa. Questa eventualità deve essere evitata tassativamente, perché può essere causa di annullamento di una regata o richiesta di riparazione.

39 39 Segnale di pericolo

40 40 Boa mancante

41 41 1° Ripetitore

42 42 Riduzione di percorso

43 43 Cambio di percorso

44 44 Classi che prevedono modifiche alla regola 42 ( comunque è sempre vietato lo sculling) ClasseNodiAndature 4708Tutte Finn12Portanti 42013Tutte Europa12Portanti L'Equipe12Portanti Contender10Portanti Fireball12Tutte

45 45 Azioni vietate Pumping – Pompaggio - ripetuti sventagliamenti delle vele con cazzate e allascate - movimento del corpo verticale o trasversale alla scafo. Rocking – Rollio - ripetute rollate della barca. Ooching – Spinta del corpo - spinta del corpo in avanti interrotta bruscamente. Sculling – Timonare – movimento ripetuto del timone che sia fatto con forza, o che serva per far avanzare la barca o di farla indietreggiare. Ripetute virate o abbattute non correlate al vento o a ragioni tattiche.

46 46 Modifica alla regola 42

47 47 Ripristino della regola 42

48 48 Riduzione di percorso

49 49 Posa della linea di arrivo

50 50 Alcuni tipi di Arrivo

51 51 Metodo con rotta contraria

52 52 Posa del campo con G.P.S.

53 53 Posa del campo con G.P.S.

54 54 Posa della partenza, Cancello, Offset VentoDX-SXSX-DXVentoDX-SXSX-DX VentoDX-SXSX-DXVentoDX-SXSX-DX

55 55 Salto di vento

56 56 Glossario del G.P.S. WPTPunto in memoriaGO – TOAndare da….. a… BRGRotta per il WPTDELETECancellare DISDistanza dal WPTRENAMECambiare nome TRACKLa rotta che facciamoCANCELCancellare SPEEDVelocità della barcaAVERAGEMedia di calcolo TRIPDistanza percorsaPOSITIONPosizione nave XTEDistanza fuori rottaTRACK BACKRotta di ritorno NEWNuovoWARNINGAvvertenza ALTAltitudineCLEAR ALLRipulire tutto TIMEOra – OrarioSEARCHINGRicerca satelliti SAVESalvareACUIRINGStà memorizzando DONEFatto – Fatto ?FROM…TODistanza da…..a…. ETEOra di arrivoFOMFunzione ottimale VMGVelocità effettiva Avvic.PROXIMITIIn prossimità ALLTuttoROCKER K.Pulsante multifunz. ENTERConfermareRESETRiprogrammazione

57 57 Il corso è finito Vi ringrazio della partecipazione


Scaricare ppt "1 2009 – 2012 gomma uno ( Il Posaboe ) Le sue caratteristiche Cosa deve fare Cosa non deve fare Come lo deve fare."

Presentazioni simili


Annunci Google