La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ATTIVITA DI FORMAZIONE 2007 IN MATERIA DI SICUREZZA E PREVENZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ATTIVITA DI FORMAZIONE 2007 IN MATERIA DI SICUREZZA E PREVENZIONE."— Transcript della presentazione:

1 ATTIVITA DI FORMAZIONE 2007 IN MATERIA DI SICUREZZA E PREVENZIONE

2 Modulo 1 : IL RISCHIO MONOSSIDO DI CARBONIO 17 gennaio 2006 Modulo 2 : IL SOCCORSO NELLE AZIENDE A RISCHIO 24 gennaio 2006 Modulo 3 : LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE 1 febbraio 2006

3 Modulo 3 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE

4 La serata odierna ha lo scopo di fornire le linee guida per lidentificazione delle sostanze e dei pericoli associati a quelle sostanze che viaggiano su strada o ferrovia. Partendo dal principio che: chi immette in circolazione un prodotto pericoloso è tenuto a fornire in relazione ai rischi ad esso associati, adeguate informazioni per evitare danni a chi lo utilizza e a chi è chiamato ad intervenire per la gestione delle emergenze connesse agli scenari incidentali ipotizzabili.

5 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE La Comunità Europea ha regolamentato attraverso la Direttiva 67/548/CE limmissione sul mercato di sostanze pericolose. Con questa Direttiva si è provveduto dapprima a disciplinare limmissione sul mercato degli imballaggi per quanto concerne letichettatura, intesa come mezzo primario e insostituibile di informazione sulla caratteristiche essenziali di pericolosità dei prodotti chimici, consentendo una immediata presa di conoscenza del rischio per ladozione delle necessarie misure preventive. Successivamente questa delibera ha allargato le informazioni introducendo la SCHEDA DI SICUREZZA per tutti i prodotti chimici.

6 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE ETICHETTATURA DI UN PRODOTTO CHIMICO Letichetta deve sempre essere redatta nella lingua del paese in cui la sostanza viene immessa e deve contenere: La denominazione della sostanza Nome e indirizzo completo nonché numero di telefono di chi ha immesso sul mercato il prodotto Simboli di pericolo Frasi relative ai rischi specifici (frasi R) Frasi relative ai consigli di prudenza (frasi S) Numero CE di identificazione della sostanza tratto dallinventario europeo delle sostanze chimiche

7 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE Vediamo cosa si intende per FRASE DI RISCHIO: La FRASE DI RISCHIO di un prodotto chimico serve ad evidenziare i rischi più significativi nella manipolazione delle sostanze per la salute delluomo e la tutela dellambiente. Tutte la FRASI DI RISCHIO vengono indicate con la lettera R seguita da un codice numerico. I Consigli di Prudenza rappresentano le indicazioni per una corretta manipolazione, conservazione o per un corretto intervento di emergenza. Tutti i CONSIGLI DI PRUDENZA si indicano con la lettera S seguita da un codice numerico

8 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE ESPLOSIVOER2, R3 S2,S35 S40,S46 OSSIDANTEOR7, R8 R9 S2, S40 S46 ESTREMAMENTE INFIAMMABILI F + R12 S2, S16,S29,S33, S40, FACILMENTE INFIAMMABILI F R11, R17 S2, S16,S29,S33, S40,S43,S46 Vediamo alcuni esempi di etichettatura:

9 MOLTO TOSSICIT + R26,R27, R28, R39 S1,S2,S4, S27,S28, S35,S36, S38,S39, S40,S45,S 63 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE TOSSICIT R23,R24 R25, R29,R48 S1,S2,S4, S27,S28, S35,S36, S37,S38, S39,S40, S45,S63 NOCIVI Xn R20,R21, R22,R40, R48,R65 S2,S36, S37,S38, S40, S46 CORROSIVO C R34,R35 S1,S25,S2 6,S27,S28 S36,S37, S39,S40, S45,S64

10 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE PERICOLOSO PER LAMBIENTE N R51,R52, R53,R54, R55,R56, R57,R58, R59 S2,S35, S40, S46,S56, S57,S59, S60,S61 IRRITANTE Xi R36,R37, R38,R41 S2,S25, S26,S37, S39,S40, S46,S64 CANCEROGENO T Xn R45,R49, R40 S2,S40, S46,S53 S2,S40, S46,S53 MUTAGENI T Xn R46 R62,R63 S2,S40, S46,S53 S2,S40, S46,S53

11 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE Qualora il trasporto delle merci pericolose avvenga attraverso lutilizzo di autocisterne o ferro cisterne queste devono essere munite, di cartelli riflettenti arancioni aventi dimensioni minime di almeno 40 x 30 cm. Numero KEMLER di identificazione del pericolo (2 o 3 cifre) Numero ONU di identificazione della sostanza trasportata In caso di trasporto su strada, questi pannelli devono avere una resistenza al fuoco di almeno 15 minuti e applicati davanti e dietro al mezzo (codice ADR). In caso di trasporto ferroviario (codice RID), tale precauzione non è richiesta e i cartelli vanno applicati sui fianchi della cisterna.

12 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE Vediamo ora il significato dei NUMERI KEMLER 2 EMISSIONE DI GAS PER REAZIONE CHIMICA 3 LIQUIDI O GAS INFIAMMABILI 4 SOLIDI INFIAMMABILI 5 SOSTANZE COMBURENTI 6 PRODOTTO TOSSICO 7 PRODOTTO RADIOATTIVO 8PRODOTTO CORROSIVO 9RISCHIO DI REAZIONE VIOLENTA SPONTANEA

13 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE IMPORTANTE: LA STESSA CIFRA RIPETUTA 2 VOLTE STA A SIGNIFICARE UNA ACCENTUAZIONE DEL PERICOLO ( es. 66 = PRODOTTO MOLTO TOSSICO) QUANDO IL PERICOLO SI ESPRIME CON UNA SOLA CIFRA, QUESTA E SEGUITA DALLO ZERO ( es. 60 = PRODOTTO TOSSICO O DEBOLMENTE TOSSICO

14 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE Vediamo alcuni esempi: = GAS 66 = MOLTO TOSSICO IN QUESTO CASO IL PRODOTTO TRASPORTATO E: GAS MOLTO TOSSICO

15 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE = LIQUIDO MOLTO INFIAMMABILE 6 = TOSSICO Quindi il prodotto trasportato è: PRODOTTO LIQUIDO TOSSICO MOLTO INFIAMMABILE

16 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE = LIQUIDO INFIAMMABILE 8 = CORROSIVO 2 = PER REAZIONE CHMICA CON LACQUA PRODUCE GAS INFIAMMABILI Quindi il prodotto sarà: LIQUIDO INFIAMMABILE, CORROSIVO CHE PER REAZIONE CHIMICA CON LACQUA PRODUCE GAS IMFIAMMABILI

17 LA MOVIMENTAZIONE DELLE MERCI PERICOLOSE QUANDO SI DEVE ESEGUIRE UN INTERVENTO CHE HA COINVOLTO MEZZI PESANTI: -VALUTARE SEMPRE LA DIREZIONE DEL VENTO -POSIZIONARE LAMBULANZA DISTANTE DAL LUOGO DELLEVENTO - SPEGNERE IL MOTORE DELLAMBULANZA


Scaricare ppt "ATTIVITA DI FORMAZIONE 2007 IN MATERIA DI SICUREZZA E PREVENZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google