La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Apparato respiratorio Vie aeree superiori: Bocca, cavità nasali, faringe Vie aeree inferiori: Laringe, trachea,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Apparato respiratorio Vie aeree superiori: Bocca, cavità nasali, faringe Vie aeree inferiori: Laringe, trachea,"— Transcript della presentazione:

1 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Apparato respiratorio Vie aeree superiori: Bocca, cavità nasali, faringe Vie aeree inferiori: Laringe, trachea, bronchi, polmoni Ruolo importante nella respirazione: Cassa toracica, muscoli intercostali, diaframma

2 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Percorso dellossigeno Bocca, narici faringe laringe epiglottide corde vocali trachea bronchi bronchioli alveolipolmonari alveoli polmonari Lossigeno passa al sangue ed il biossido di carbonio passa dal sangue allarea alveolare. diffusione Lo scambio avviene per diffusione. Cioè… per differenza di pressione

3 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Sui polmoni è bene sapere che…. + grande Il polmone destro + grande di quello sinistro Composizione dellaria: Aria inspirata: 79,02% azoto, 20,95% ossigeno, 0,03% anidride carbonica Aria espirata: 79,02% azoto, 16,17% ossigeno, 3-4% anidride carbonica polmone destro diviso in tre lobi da due scissure polmone sinistro diviso in due lobi da una scissura Pleura Pleura= membrana che riveste ciascun polmone e lo pone a contatto con la pleura che riveste la gabbia toracica

4 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Latto respiratorio è formato da: Inspirazione Inspirazione seguita da una piccola pausa APNEA INSPIRATORIA. chiamata APNEA INSPIRATORIA. È un movimento attivo che avviene per movimenti costali e diaframmatici. Respirazione costale superiore o pettorale (donne) ; respirazione costo-diaframmatica inferiore (uomini) Espirazione APNEA ESPIRATORIA Espirazione seguita da una grande pausa chiamata APNEA ESPIRATORIA automatico, controllo chimico e nervoso centro respiratorio tronco cerebrale È un atto automatico, ma esiste un controllo chimico e nervoso che avviene tramite il centro respiratorio situato a livello cerebrale e precisamente nel tronco cerebrale centrorespiratorio Quando si ride, si parla, si deglutisce è il centro respiratorio che interrompe la respirazione. controllo nervoso nervo vago allaumento dellanidride carbonica e alle variazioni della pressione arteriosa. Il controllo nervoso avviene tramite leccitazione delle terminazioni nervose del nervo vago sensibili allaumento dellanidride carbonica e alle variazioni della pressione arteriosa.

5 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco I muscoli della respirazione normaleforzata inspirazione Intercostali, che sollevano le coste e fanno avanzare lo sterno. Diaframma che abbassa il suo centro frenico In più intervengono: scaleni, gran dentato, grande pettorale, gran dorsale. espirazione Eventi meccanici passivi e contrari. Gli intercostali si rilasciano, le coste si abbassano,lo sterno torna indietro e il diaframma ritorna nella sua posizione a cupola. In più intervengono addominali e quadrato dei lombi.

6 Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Parametri della respirazione Frequenza respiratoria: Frequenza respiratoria: numero atti respiratori al minuto a riposo; può arrivare a sotto sforzo; 4-5 a riposo in persona molto rilassata. Profondità respiratoria (Volume corrente) Profondità respiratoria (Volume corrente) è la quantità di aria che introduciamo ad ogni inspirazione normale (500ml circa). Con una inspirazione forzata possiamo arrivare a 3 litri. Ventilazione polmonare (volume –minuto) Ventilazione polmonare (volume –minuto) Frequenza respiratoria X volume corrente. Può variare da 6 l/min. a 150 l/min. Capacità vitale Capacità vitale Quantità di aria che un soggetto può espellere con una espirazione forzata. Cambia secondo età, sesso. Da valori di 3,5 l – 4,5 l con lallenamento a oltre i 6 l. Massimo consumo di ossigeno VO 2 max la potenza aerobica. Massimo consumo di ossigeno è la massima quantità di ossigeno trasportata dal sistema cuore-polmoni ed effettivamente utilizzata. Nello sport questo valore è noto come VO 2 max e indica la potenza aerobica. Va da 2-3,5 l di ossigeno /min fino a punte di 6,5-7 l/min in atleti di alto livello. Volume residuo Volume residuo Quantità daria che non può mai essere espulsa nemmeno dopo una espirazione forzata (circa 1,5 litri)


Scaricare ppt "Appunti di Educazione fisica - Dario Barlocco Apparato respiratorio Vie aeree superiori: Bocca, cavità nasali, faringe Vie aeree inferiori: Laringe, trachea,"

Presentazioni simili


Annunci Google