La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Www.liceimazzinilocri.it Locri. La strumentazione scientifica applicata alla didattica Museo della Scienza e della Tecnica La mente che si apre ad una.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Www.liceimazzinilocri.it Locri. La strumentazione scientifica applicata alla didattica Museo della Scienza e della Tecnica La mente che si apre ad una."— Transcript della presentazione:

1 Locri

2 La strumentazione scientifica applicata alla didattica Museo della Scienza e della Tecnica La mente che si apre ad una nuova idea non ritorna mai alla dimensione precedente Albert Einstein

3

4 La collezione del museo è composta da circa 300 pezzi appartenenti agli originari gabinetti di Fisica e di Scienze risalenti ai primi anni di vita della scuola. A questi sono state aggiunte altre apparecchiature tecnico-scientifiche ormai in disuso. Gli strumenti sono stati sistemati secondo aree disciplinari ed esposti in apposite vetrine collocate allinterno dellistituto.

5

6 Le sezioni Fisica Scienze Tecnica

7 FISICA

8 Campana in vetro con campanello elettrico Settore: Acustica Settore: Acustica Costruttore: Officine Galileo Costruttore: Officine Galileo Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Vetro Materiale: Vetro Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Campana in vetro di notevole spessore allinterno della quale risulta sospeso un campanello elettrico collegato con serrafili esterni. Lapparecchio serve a dimostrare come il suono non può propagarsi nel vuoto.

9 Diapason Settore: Acustica Settore: Acustica Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-legno Materiale: Metallo-legno Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: I diapason sono costruiti in acciaio e legno massello. Il tipo più comune è il corista normale, la3, 435 Hz. La cassa di risonanza dei la3 ha il fondo asportabile: togliendolo dalla sua sede, si ottiene un tubo aperto che resta silenzioso. La cassa col fondo funziona da tubo chiuso e la sua lunghezza è minore di un quarto donda perché il moto oscillatorio dellaria si estende oltre la bocca. Disponendo verticalmente il lato lungo della cassetta e versandovi dei vapori di etere, la risonanza svanisce. Conviene sempre eccitare i diapason mediante lannesso martelletto con disco di gomma (mancante): la percussione produce grande ampiezza di vibrazione e non desta armonici superiori squillanti.

10 Amperometro scolastico Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-Metallo-Vetro Materiale: Legno-Metallo-Vetro Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costruito su un supporto in legno e viene usato per la misura di correnti. La scala risulta compresa tra i valori 0 e 4.

11 Apparecchio per il potere dispersivo delle punte Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Paravia Costruttore: Paravia Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo-legno Materiale: Metallo-legno Stato di conservazione Non funzionante Stato di conservazione Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da due sfere, una fissa ed una mobile, montate su una base in legno. Quella mobile risulta collegata con unasta metallica, terminante con una punta, scorrevole allinterno di un manicotto isolante piegato ad angolo retto. Il dispositivo viene usato nelle esperienze di elettrostatica per evidenziare la distribuzione delle cariche elettriche nei corpi di forma appuntita.

12 Cilindro metallico aperto con pendolini Settore : Elettrologia Settore : Elettrologia Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Incompleto Stato di conservazione: Incompleto Descrizione: Descrizione: Lo strumento, usato nelle esperienze di elettrostatica, risulta costituito da un cilindro metallico aperto, recante dei leggeri pendolini di sambuco. Facendo caricare staticamente il cilindro, si osserva che si distanziano solo i pendolini posti allesterno a dimostrazione che la carica elettrostatica si distribuisce sulla superficie esterna del conduttore.

13 Conduttore cilindrico isolato Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Paravia - Milano Costruttore: Paravia - Milano Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo e materiale elettricamente isolante Materiale: Metallo e materiale elettricamente isolante Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento rappresenta un modello di conduttore elettrostatico cilindrico montato, tramite unasta di materiale isolante, ad una base in legno. I pendolini servono per la verifica della carica elettrostatica.

14 Coppia di conduttori uguali sulla separazione delle cariche indotte Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-Materiale isolante Materiale: Metallo-Materiale isolante Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Lo strumento è costituito da due corpi conduttori cavi di forma cilindrica, sostenuti da unasta isolante fissata ad una base dappoggio di forma circolare. Il dispositivo serve a dimostrare come, sfruttando il fenomeno dellinduzione elettrostatica, sia possibile elettrizzare un corpo mediante separazione delle cariche indotte.

15 Elettroscopi a foglie doro Settore: Elettrostatica Settore: Elettrostatica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo, oro e vetro Materiale: Metallo, oro e vetro Stato di conservazione: Non funzionanti Stato di conservazione: Non funzionanti Descrizione: Descrizione: Recipienti di vetro sormontati da un tappo metallico alla cui estremità inferiore risulta attaccata unasta, anchessa di metallo, terminante con due foglioline doro. Gli strumenti sono usati per la verifica dello stato elettrico di un corpo.

16 Elettroscopio condensatore ad una foglia Settore: Elettrostatica Settore: Elettrostatica Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-vetro-materiale isolante Materiale: Metallo-vetro-materiale isolante Stato di conservazione: Incompleto Stato di conservazione: Incompleto Descrizione: Descrizione: Cassa metallica rettangolare con pareti di vetro e scala graduata posta nellinterno. La foglia è sostenuta da una lamina isolata, terminante con vite, sulla quale si possono applicare una sfera o un piattello. Un altra lamina isolata, girevole e comandata dallesterno, protegge la foglia e modifica la sensibilità dello strumento

17 Generatore di Van Der Graaf Settore: Elettrostatica Settore: Elettrostatica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Rame-Ferro-Legno Materiale: Rame-Ferro-Legno Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Macchina elettrostatica costituita da due colonne in plexigas montate su una base di materiale plastico. Lelettrodo per lalta tensione è una specie di gabbia di Faraday in rete metallica montata nella parte superiore. Una cinghia larga circa cm 12 ruota su due rulli e trasporta le cariche raccolte sullelettrodo superiore. Il movimento avviene a mano.

18 Sfera cava di Coulomb Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-materiale isolante Materiale: Metallo-materiale isolante Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Sfera vuota con sostegno isolante. Si usa generalmente insieme a un conduttore cilindrico nelle esperienze sullinduzione. Da solo serve a saggiare la distribuzione della carica elettrica sopra una superficie a curvatura costante.

19 Voltmetro scolastico Settore: Elettrologia Settore: Elettrologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-Metallo-Vetro Materiale: Legno-Metallo-Vetro Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costruito su un supporto in legno e viene usato per la misura di tensioni. La scala risulta compresa tra i valori 0 e 300.

20 Apparecchio per spettri del campo magnetico: corrente circolare Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Paravia Milano Costruttore: Paravia Milano Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-materiale plastico Materiale: Metallo-materiale plastico Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da un telaio di metallo con piedini isolanti e da una lastra trasparente, anchessa di materiale isolante. Questultima risulta attraversata da un anello a più strati di filo di rame, munito di serrafili agli estremi attraverso i quali avviene la connessione ad una macchina elettrostatica. La struttura di questo apparecchio permette la proiezione dello spettro magnetico.

21 Condensatore di Epino Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale:Metallo e materiale elettricamente isolante Materiale:Metallo e materiale elettricamente isolante Stato di conservazione: Incompleto Stato di conservazione: Incompleto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da due piatti di materiale conduttore montati, tramite dei sostegni isolanti, ad una base in legno. Esso rappresenta un modello di condensatore elettrostatico. Tra le armature (i piatti) vi era posta una piastra di materiale dielettrico; erano presenti anche dei pendolini per la verifica della carica elettrostatica.

22 Macchina elettrostatica di Wimshurst Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo, resina isolante Materiale: Metallo, resina isolante Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento costituisce un valido esempio di macchina elettrostatica, in grado di generare corrente a mezzo di energia meccanica fornita dal movimento della manovella. Quando le due sferette metalliche vengono a contatto tra di loro, è possibile osservare lo scoccarsi di scintille.

23 Pila di Volta a colonna Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Paravia Milano Costruttore: Paravia Milano Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-gomma Materiale: Metallo-gomma Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Esempio di pila a colonna. E formata da 50 coppie rame – zinco sovrapposte e tenute in sede da uno stelo centrale di materiale isolante. Dischi di feltro, da acidulare, sono intercalati fra le coppie. Lateralmente sono presenti dei morsetti che permettono il collegamento con gli elementi di un circuito elettrico.

24 Modello schematico di installazione telefonica a due posti Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Paravia Costruttore: Paravia Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Legno-metallo-materiale plastico Materiale: Legno-metallo-materiale plastico Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lapparecchio consta di due stazioni montate simmetricamente su sostegni verticali in metallo. I vari accessori (microfono, ricevitore, campanello), sono collegati a giorno e ben visibili a distanza. Lalimentazione avviene con comuni pile da 4,5V fino ad una distanza di alcune decine di metri.

25 Pila di Volta a tazze Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Officine Galileo – Firenze Costruttore: Officine Galileo – Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-vetro-rame-zinco Materiale: Legno-vetro-rame-zinco Stato di conservazione: Inservibile Stato di conservazione: Inservibile Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da una base in legno con 5 vasi in vetro muniti di altrettante coppie di rame e zinco collegate in serie. Allinterno dei vasi veniva versata una soluzione elettrolitica (ad esempio, acido solforico), grazie alla quale, si creava una differenza di potenziale ai poli della pila, che poteva essere sfruttata allinterno di un circuito elettrico. Infatti, ai poli sono presenti dei serrafili mediante i quali era possibile il collegamento.

26 Resistore a cursore Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo-materiale isolante-carta Materiale: Metallo-materiale isolante-carta Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: E costituito da un prisma dardesia sul quale è avvolto ad elica il filo resistente. Si hanno tipi semplici per carichi fino a 1000 watt e doppi fino a 2000 watt, da tavolo e da quadro. Spostando il cursore sullavvolgimento, è possibile mostrare come si ha un cambiamento dei valori della resistenza.

27 Rocchetto dinduzione(Bobina di Ruhmkorff) Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-Metallo-Plastica Materiale: Legno-Metallo-Plastica Stato di conservazione: Inservibile Stato di conservazione: Inservibile Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta montato su una base di legno ed è munito di spinterometro punta – piattello. Presenta, inoltre, un interruttore e un condensatore. Quando il dispositivo viene alimentato, è possibile osservare una scarica elettrica tra punta e piatto.

28 Tubo a raggi catodici con croce di Malta Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo-vetro Materiale: Metallo-vetro Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da un tubo di vetro sostenuto da una base di legno. Allinterno del tubo sono presenti un dischetto piano che funge da catodo e un elettrodo ribaltabile, a forma di croce di Malta, che costituisce lanodo. La croce è posta dinanzi ad una parete del tubo slargata e appiattita, che si riscalda in modo sensibile. Quando i raggi hanno agito per alcuni secondi e la croce viene piegata, larea che prima era occupata dallombra brilla più della regione circostante. La formazione delle ombre dimostra che, in assenza di campi magnetici ed elettrici, i raggi catodici camminano in linea retta. Lo strumento risulta costituito da un tubo di vetro sostenuto da una base di legno. Allinterno del tubo sono presenti un dischetto piano che funge da catodo e un elettrodo ribaltabile, a forma di croce di Malta, che costituisce lanodo. La croce è posta dinanzi ad una parete del tubo slargata e appiattita, che si riscalda in modo sensibile. Quando i raggi hanno agito per alcuni secondi e la croce viene piegata, larea che prima era occupata dallombra brilla più della regione circostante. La formazione delle ombre dimostra che, in assenza di campi magnetici ed elettrici, i raggi catodici camminano in linea retta.

29 Volt-Amperometro Settore: Elettromagnetismo Settore: Elettromagnetismo Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo-legno-materiale isolante Materiale: Metallo-legno-materiale isolante Stato di conservazione: Inutilizzabile Stato di conservazione: Inutilizzabile Descrizione: Descrizione: Lo strumento, posto allinterno di una protezione in legno e materiale plastico trasparente, presenta una bobina elettromagnetica che serve per la misurazione di differenze di potenziale (tensioni) e di intensità di corrente.

30 Apparecchi di Pascal Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Seconda metà 900 Epoca: Seconda metà 900 Materiale: Materiale plastico- metallo- vetro-sughero Materiale: Materiale plastico- metallo- vetro-sughero Stato di conservazione: Non funzionanti Stato di conservazione: Non funzionanti Descrizione: Descrizione: Ad una sfera cava di ottone con sei fori è applicato un tubo dentro il quale è libero di scorrere uno stantuffo che può funzionare per aspirazione o per compressione. Nei fori della sfera si adattano, mediante tappi di gomma, degli ugelli in vetro per produrre dei getti di liquido simultanei. Gli strumenti sono utili ogni qual volta si vuole illustrare il principio di Pascal.

31 Apparecchio di Pellat Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Vetro-legno-metallo Materiale: Vetro-legno-metallo Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Composto da un imbuto cilindrico di vetro chiuso nella parte inferiore e da un piattello mobile comandato da una leva con relativo contrappeso. Nella parte superiore vengono introdotti tre recipienti di vetro di forma e capacità molto diversi. Versando acqua in uno di essi la pressione idrostatica esercitata sul piattello oltrepassa un dato valore, il piattello si abbassa lasciando uscire una certa quantità di acqua: labbassamento del livello nel recipiente di vetro fa diminuire la pressione e il piattello può chiudere di nuovo lapertura. Un indice mobile serve a controllare che laltezza raggiunta dallacqua è sempre la stessa qualunque sia la forma o la capacità del recipiente usato.

32 Coppia di emisferi di Magdeburgo Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da due semisfere metalliche. Una è sormontata da un uncino, laltra è poggiata su un sostegno metallico. In questultimo è praticato un foro chiuso con una valvola, attraverso il quale, quando gli emisferi sono sovrapposti, viene aspirata laria attraverso una pompa pneumatica. Ladesione tra i due emisferi risulta tale da non poter essere vinta neanche da forze di notevole intensità.

33 Pallone per la determinazione del peso dellaria Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Vetro-metallo-plastica Materiale: Vetro-metallo-plastica Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Il pallone di vetro ha la capacità di circa 2 litri ed è chiuso da un tappo di gomma munito di un rubinetto per farvi il vuoto. Un occhiello serve per la sospensione del pallone alla bilancia idrostatica. La differenza in peso che si osserva quando si lascia rientrare laria è sufficiente per fare traboccare una qualsiasi bilancia. Altri gas o vapori di liquidi molto volatili possono essere immessi attraverso il rubinetto.

34 Pompa pneumatica ad olio con manovra a mano(Tipo Fleuss) Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Officine Galileo Costruttore: Officine Galileo Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Il dispositivo, molto robusto e pesante, funziona tramite manovra a mano, facendo girare una ruota.E capace di raggiungere un vuoto di circa 3 mm Hg. La pompa risulta corredata di una campana in vetro (Inv. n. 94) e veniva fornita di una lattina di olio.

35 Pompa rotativa ad olio con motore Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Paravia-Torino Costruttore: Paravia-Torino Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo cromato Materiale: Metallo cromato Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Il dispositivo serve per la realizzazione del vuoto in tutte quelle esperienze che vengono condotte i assenza di aria. Lalimentazione avviene tramite corrente alternata ed il vuoto viene generato tramite un motore. Nella parte superiore sono presenti due tubi coperti da tappi in gomma, attraverso i quali è possibile collegare un tubo di gomma per laspirazione dellaria.

36 Torchio idraulico Settore: Meccanica dei fluidi Settore: Meccanica dei fluidi Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo-vetro-sughero-spago Materiale: Metallo-vetro-sughero-spago Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento è costituito da tre tubi in vetro comunicanti tra di loro, chiusi allestremità superiore e contenuti in un recipiente metallico. Quando allinterno del tubo viene inserito un liquido, è possibile osservare che esercitando una pressione su uno di essi, questa si trasmette allultimo, facendo sollevare uno stantuffo in esso contenuto.

37 Vasi comunicanti Settore: Meccanica dei fluidi. Settore: Meccanica dei fluidi. Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Vetro-legno Materiale: Vetro-legno Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lapparecchio è formato da un tubo largo, che ha funzione di serbatoio per un liquido colorato, e da alcuni tubi capillari di diametro decrescente, posti in comunicazione fra loro Si dimostrano così, direttamente o per proiezione, le ascensioni capillari dei liquidi che bagnano il vetro e le depressioni dei liquidi che non lo bagnano.

38 Barografo Settore: Meteorologia Settore: Meteorologia Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo, carta Materiale: Metallo, carta Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Strumento per la rappresentazione della variazione e misurazione della pressione atmosferica. Allinterno è presente un rullo di carta sul quale, attraverso un pennino imbevuto di inchiostro, avveniva la registrazione dei vari rilevamenti.

39 Eliografo di Campbell-Stokes Settore: Meteorologia Settore: Meteorologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Sconosciuta Epoca: Sconosciuta Materiale: Metallo-vetro Materiale: Metallo-vetro Stato di conservazione: Inservibile Stato di conservazione: Inservibile Descrizione: Descrizione: Lo strumento viene usato per la registrazione della durata dellirraggiamento solare su apposite strisce di registrazione.

40 Igrografo Settore: Meteorologia Settore: Meteorologia Costruttore: SIAP Bologna Costruttore: SIAP Bologna Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Vetro- metallo Materiale: Vetro- metallo Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento, usato per la registrazione dellumidità relativa dellaria, è contenuto in una custodia di metallo munita di maniglia di trasporto. Allinterno è presente un tamburo, sul quale venivano montate le strisce di registrazione, ed una punta scrivente. I vari componenti sono visibili attraverso una finestra di vetro.

41 Termoigrografo Settore: Meteorologia Settore: Meteorologia Costruttore: Paravia - Milano Costruttore: Paravia - Milano Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Strumento per la misurazione della temperatura in accoppiamento al rilevamento dellumidità atmosferica relativa. Allinterno è presente un rullo di carta sul quale, attraverso un pennino imbevuto di inchiostro, avveniva la registrazione dei vari rilevamenti.

42 Bilancia idrostatica Settore: Strumentazione di uso generale Settore: Strumentazione di uso generale Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo cromato Materiale: Metallo cromato Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da unasta fissata su un sostegno a base rettangolare. I piatti, in tutto tre, sospesi allestremità di un braccio libero di ruotare attorno al suo baricentro, sono due a sostegno lungo ed uno a sostegno corto; questultimo è munito di un gancio al quale viene applicato il cilindro di Archimede. Il Braccio della bilancia può essere spostato verticalmente lungo lasta mediante una vite.

43 Accessorio per macchina di rotazione: pendolo di Foucault Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Su di un piatto metallico munito di cono normale è montata una staffa a forma di arco alla cui sommità è applicato il gancetto del filo; alla estremità del filo si trova la massa pendolare. Nel centro del disco è presente un indice che serve ad indicare il piano di oscillazione iniziale. Lo strumento, connesso ad una macchina di rotazione, evidenzia i diversi piani di oscillazione del pendolo dovuti alla rotazione.

44 Apparecchio per le varie specie di equilibrio per la teoria del cuneo Settore: Meccanica. Settore: Meccanica. Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno Materiale: Legno Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Un prisma a sezione triangolare viene introdotto fra due rulli ad assi paralleli, che si vogliono separare. Sul piatto mobile unito al rullo superiore si applica la resistenza mentre la potenza sollecita il prisma tramite un cordoncino e una puleggia.

45 Doppio cono su piano inclinato (paradosso meccanico) Settore: Meccanica. Settore: Meccanica. Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-ottone Materiale: Legno-ottone Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Questo solido omogeneo, risale apparentemente sui suoi appoggi. In realtà ne discende, perché linvasatura determinata dalle guide divergenti, essendo sempre più ampia a partire dal vertice, fa sì che i punti di appoggio del doppio cono si avvicinano allasse del solido.

46 Macchina di rotazione Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Soc. L. Amatori Roma Costruttore: Soc. L. Amatori Roma Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Ghisa-gomma-legno Materiale: Ghisa-gomma-legno Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da una ruota in lega metallica fissata su una base, anchessa dello stesso materiale. Il dispositivo di rotazione, azionato a mano, reca da un lato un cilindro femmina con vite di pressione, al quale vanno collegati i cilindri maschi dei vari accessori. Può essere usato in posizione orizzontale o verticale.

47 Macchina di rotazione a motore Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Metallo Materiale: Metallo Stato di conservazione: Non funzionante Stato di conservazione: Non funzionante Descrizione: Descrizione: Modello azionato da motore elettrico, a velocità regolabile con reostato, connesso ad un riduttore di velocità ad ingranaggi contenuto in una scatola metallica dalla quale sporge lalbero di rotazione e un braccio che sostiene lasta ausiliaria per gli accessori. La velocità è regolabile con uniformità. Lalbero di rotazione porta da un lato un cono femmina, dotato di vite restringimento, corrispondente ai coni maschi dei vari accessori, e dallaltro un uncino per la sospensione dei corpi. Lalbero di rotazione può assumere tutti gli orientamenti fra la verticale e lorizzontale.

48 Macchina di rotazione con base e ruota in legno Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Officine Galileo. Costruttore: Officine Galileo. Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-Metallo Materiale: Legno-Metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da una ruota in legno fissata su una base, anchessa in legno. Il dispositivo di rotazione, azionato a mano e mancante della cinghia, reca da un lato un cilindro femmina con vite di pressione, al quale vanno collegati i cilindri maschi dei vari accessori.

49 Modello di argano Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Officine Galileo – Firenze Costruttore: Officine Galileo – Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-acciaio Materiale: Legno-acciaio Stato di conservazione: Da riparare Stato di conservazione: Da riparare Descrizione: Descrizione: La macchina risulta costituita da un cilindro, attorno al quale si avvolge il cordoncino, allestremità del quale viene posta la resistenza, e da quattro bracci radiali (ne rimangono solo due), tramite i quali viene applicata la potenza.

50 Modello di asse differenziale Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Officine Galileo-Firenze Costruttore: Officine Galileo-Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Acciaio-cordoncino Materiale: Acciaio-cordoncino Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da un telaio in metallo sul quale sono posti una carrucola ed una manovella. Un cordoncino è fissato per suoi capi allasse differenziale; da unestremità ad un cilindro attorno a cui si avvolge mentre allaltra estremità viene posta la resistenza.

51 Parallelepipedo articolato Settore: Meccanica. Settore: Meccanica. Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-metallo Materiale: Legno-metallo Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Il parallelepipedo è formato da tre ripiani di legno equidistanti e paralleli articolati con quattro sottili stecche metalliche, che ne costituiscono gli spigoli laterali. Variando linclinazione delle stecche rispetto ai piani si realizzano le tre diverse specie di equilibrio. Mediante il filo a piombo applicato al baricentro si dimostra la nota condizione di equilibrio dei corpi appoggiati.

52 Tornio modello di asse nella ruota Settore: Meccanica. Settore: Meccanica. Costruttore: Officine Galileo Firenze Costruttore: Officine Galileo Firenze Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-ottone Materiale: Legno-ottone Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Macchina classica formata da un cilindro e da una ruota coassiali, rigidamente connessi. Attorno alluno e allaltra sono avvolti in senso contrario dei cordoncini per lapplicazione della potenza e della resistenza.

53 Verricello Settore: Meccanica Settore: Meccanica Costruttore: Antonio Vallardi Costruttore: Antonio Vallardi Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno-metallo Materiale: Legno-metallo Stato di conservazione: Incompleto Stato di conservazione: Incompleto Descrizione: Descrizione: Lo strumento illustra lutilità dei rotismi che spesso offrono soluzioni semplici ma efficaci per poter alzare grandi masse impiegando piccole forze. E costituito da una pedana di legno sormontata da un cilindro collegato ad una ruota girevole.

54 SCIENZE

55 Sviluppo del pulcino Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: G.B. Paravia & C. Costruttore: G.B. Paravia & C. Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Pulcino conservato in formalina e contenuto allinterno di un recipiente cilindrico di vetro molto resistente, chiuso in maniera ermetica. Sono evidenti le varie fasi dello sviluppo embrionale del pulcino.

56 Scheletro di gallo Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: Alfa Tecnica Roma Costruttore: Alfa Tecnica Roma Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Scheletro montato su base in legno Materiale: Scheletro montato su base in legno Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Scheletro di gallo montato su una base in legno. E possibile osservare come negli scheletri degli uccelli le ossa del capo siano più sottili e fuse tra di loro. La mascella e la mandibola sporgono in avanti per formare il becco. Sono evidenti gli arti anteriori trasformati in ali e posteriori provvisti di quattro dita.

57 Metamorfosi della rana Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: G. B. Paravia & C. Costruttore: G. B. Paravia & C. Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Allinterno di un recipiente di vetro trasparente chiuso ermeticamente, sono conservati, in formalina, esemplari raffiguranti le varie fasi della metamorfosi della rana.

58 Scudo con scheletro di tartaruga greca Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: Alfa Tecnica Roma Costruttore: Alfa Tecnica Roma Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare montato su base in legno Materiale: Esemplare montato su base in legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Scudo di tartaruga greca montato su base in legno. Sono ben visibili la corazza, gli arti inferiori e la coda.

59 Proteus Anguines Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Esemplare di proteus anguines della lunghezza di circa 30 cm, conservato in formalina e contenuto in un recipiente di vetro trasparente di forma cilindrica.

60 Ascaride lumbricoide Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Esemplare di ascaride lumbricoide, conservato in formalina e contenuto in un recipiente di vetro trasparente di forma cilindrica.

61 Salamandra maculata Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: G.B. Paravia & C. Costruttore: G.B. Paravia & C. Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Esemplare di salamandra conservato in formalina e contenuto in un recipiente di vetro chiuso ermeticamente. Rappresenta una delle specie più note in Italia.

62 Spugna Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: A. Vallardi Costruttore: A. Vallardi Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Esemplare di spugna, conservato in formalina e contenuto in un recipiente di vetro trasparente di forma cilindrica, chiuso ermeticamente.

63 Apparato urinario delluomo Settore: Anatomia Settore: Anatomia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno Materiale: Legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Il modello, in legno, risulta montato su un pannello rettangolare dello stesso materiale. Sono ben visibili, il rene sinistro, in sezione longitudinale e quello destro, riprodotto per intero. Entrambi portano, sulla loro sommità, la ghiandola surrenale.

64 Pacurus striatus Settore: Zoologia Settore: Zoologia Costruttore: G. B. Paravia Costruttore: G. B. Paravia Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Esemplare conservato in formalina Materiale: Esemplare conservato in formalina Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Esemplare di pacurus striatus conservato in formalina e contenuto in un recipiente di vetro trasparente di forma cilindrica.

65 Cuore umano Settore: Anatomia Settore: Anatomia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno Materiale: Legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Il modello, in legno, riproduce esattamente il muscolo cardiaco. La parte anteriore risulta asportabile offrendo la visione interna delle varie sezioni.

66 Midollo spinale Settore: Anatomia Settore: Anatomia Costruttore: Antonio Vallardi Costruttore: Antonio Vallardi Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno Materiale: Legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Il modello, in legno, riproduce esattamente una sezione trasversale del midollo spinale con nervi spinali e rispettivi gangli.

67 Rene umano in sezione longitudinale Settore: Anatomia Settore: Anatomia Costruttore: A T Roma Costruttore: A T Roma Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno Materiale: Legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Il modello, in legno e montato su una tavola di metallo, riproduce esattamente una sezione longitudinale di un rene umano. Sono evidenti una regione esterna corticale ed una interna midollare. In entrambe le regioni si evidenziano i nefroni.

68 Globo oculare Settore: Anatomia Settore: Anatomia Costruttore: G.Steger Sdikeuditz Costruttore: G.Steger Sdikeuditz Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Gesso-Vetro Materiale: Gesso-Vetro Stato di conservazione: Rotto Stato di conservazione: Rotto Descrizione: Descrizione: Il modello, in gesso, riproduce il globo oculare umano. Risulta scomponibile a metà. Togliendo la parte superiore sono visibili il cristallino, anchesso estraibile e la retina.

69 Apparecchio Eleogeo Settore: Scienze della Terra Settore: Scienze della Terra Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno, metallo Materiale: Legno, metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da un piano in legno di forma ellittica sul quale sono evidenziati gli assi. Su uno dei due fuochi dellellisse è posizionata una lampadina, illuminata con tensione di rete, con funzione di sole. Al piano in legno risulta montato un piccolo globo terrestre libero di ruotare, mediante un congegno con manovra a mano, attorno al proprio asse e attorno al sole. Il dispositivo è didatticamente utile nella spiegazione delle leggi di Keplero.

70 Globo Terrestre Settore: Scienze della Terra Settore: Scienze della Terra Costruttore: Antonio Vallardi Costruttore: Antonio Vallardi Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno e metallo e carta Materiale: Legno e metallo e carta Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento costituisce una rappresentazione sferica della Terra. Sono evidenziate le varie parti che lo caratterizzano. Il globo è utile per chiarire il concetto di collocazione nello spazio riguardo ad altri punti di riferimento. Esso fornisce anche unidea del cambiamento dei confini politici e geografici subito da alcuni paesi nel corso degli ultimi decenni.

71 Sfera celeste con meridiani e paralleli Settore: Scienze della Terra Settore: Scienze della Terra Costruttore: G. B. Paravia & C. Costruttore: G. B. Paravia & C. Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Legno e metallo Materiale: Legno e metallo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: Lo strumento risulta costituito da una serie di anelli concentrici rappresentanti i meridiani e i paralleli. Allinterno del reticolo è presente una piccola sfera rappresentante il globo terrestre. Lintero apparato offre unidea chiara della sfera celeste.

72 Cassetta collezione n° 100 fossili Settore: Geologia Settore: Geologia Costruttore: G. B. Paravia & C. Costruttore: G. B. Paravia & C. Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Cassetta in legno con piccoli Materiale: Cassetta in legno con piccoli contenitori in cartone e materiale plastico contenitori in cartone e materiale plastico Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: La cassetta conteneva originariamente cento esemplari di fossili (uno è andato perso) di quattro diverse ere geologiche, con relative epoche (leozoica-mesozoica-cenozoica-neozoica). Di ciascun esemplare viene indicata la provenienza. Il materiale viene usato in esperienze didattiche per precisare ed evidenziare le differenze strutturali e morfologiche dei vari fossili in relazione anche al loro ambiente di provenienza.

73 Struttura secondaria di un tronco di dicotiledone Settore: Botanica Settore: Botanica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Plastica colorata-Legno Materiale: Plastica colorata-Legno Stato di conservazione: Ottimo Stato di conservazione: Ottimo Descrizione: Descrizione: Fusto di dicotiledone in sezione trasversale. Andando dallesterno verso linterno si succedono: sughero, fellogeno, felloderma, libro primario, libro secondario, cambio, legno secondario, legno primario, midollo.

74 Apparecchio di Kipp Settore: Chimica Settore: Chimica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Vetro Materiale: Vetro Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Apparecchio formato da tre bocce di vetro; le due in basso sono saldate tra loro, mentre la superiore è separata e termina con un imbuto che pesca fino quasi il fondo della bolla inferiore. Viene usato per produrre dei gas (idrogeni, acido solfidrico, ecc. ) per azione di un acido su un metallo o un composto chimico contenente il gas che si vuole produrre.

75 Mortaio con pestello Settore: Chimica Settore: Chimica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Porcellana Materiale: Porcellana Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Capsula con base arrotondata munita di pestello, entrambi in porcellana. Viene usato per polverizzare materiale vario al fine di favorirne la solubilizzazione durante gli esperimenti.

76 Matracci Settore: Chimica Settore: Chimica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Vetro Materiale: Vetro Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Serie di quattro matracci di varie misure. Alcuni erano in origine muniti di tappo, andato disperso. Vengono usati come contenitori di liquidi durante gli esperimenti, compresi quelli che prevedono il riscaldamento con fonte di calore.

77 Capsule e crogiuolo Settore: Chimica Settore: Chimica Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Porcellana Materiale: Porcellana Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Recipienti in porcellana utilizzati quando è necessario riscaldare campioni di materiali ad alta temperatura.

78 Pinus Pinea Settore: Botanica Settore: Botanica Costruttore: Paravia Costruttore: Paravia Epoca: Seconda metà del 900 Epoca: Seconda metà del 900 Materiale: Materiale plastico Materiale: Materiale plastico Stato di conservazione: Buono Stato di conservazione: Buono Descrizione: Descrizione: Plastico riproducente la veduta in sezione di una pigna. E possibile rimuoverne una parte per osservarne la struttura interna.

79 Cassetta collezione di monoassici e biassici Settore: Mineralogia Settore: Mineralogia Costruttore: Sconosciuto Costruttore: Sconosciuto Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Cassetta in legno contenente Materiale: Cassetta in legno contenente minerali di vario tipo minerali di vario tipo Stato di conservazione: Discreto Stato di conservazione: Discreto Descrizione: Descrizione: La cassetta conteneva originariamente sei tipi di minerali diversi di cui uno è andato perduto. I minerali classificati sono: quarzo-apatite- barite-gesso-topazio.Il materiale viene usato in esperienze didattiche per chiarire le differenze strutturali e morfologiche tra i vari minerali. Di ciascuno di essi viene anche precisata la provenienza.

80 TECNICA

81 Proiettore per pellicole 8 mm Settore: Strumentazione audiovisiva Settore: Strumentazione audiovisiva Costruttore: FACS Costruttore: FACS Epoca: Prima metà del 900 Epoca: Prima metà del 900 Materiale: Lega metallica Materiale: Lega metallica Stato di conservazione: Incompleto Stato di conservazione: Incompleto Descrizione: Descrizione: Apparecchio per la proiezione di filmati registrati su nastri di cellulosa di 8 mm.

82 Il Museo è nato grazie alla collaborazione dei docenti: Francesco Calabrò Francesco Calabrò Giuseppa Cara Giuseppa Cara Stefania Crupi Stefania Crupi Massimo Musumeci Massimo Musumeci Carmela De leo Carmela De leo Pasqualina Bova Pasqualina Bova coordinati dalla prof.ssa Antonia Bonocore coordinati dalla prof.ssa Antonia Bonocore


Scaricare ppt "Www.liceimazzinilocri.it Locri. La strumentazione scientifica applicata alla didattica Museo della Scienza e della Tecnica La mente che si apre ad una."

Presentazioni simili


Annunci Google