La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Centro di Acquisizione ed Elaborazione Dati (CAED) Giuseppe Mendicino, Giuseppe De Marco, Andrea Luci, Alfonso Senatore UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Centro di Acquisizione ed Elaborazione Dati (CAED) Giuseppe Mendicino, Giuseppe De Marco, Andrea Luci, Alfonso Senatore UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA."— Transcript della presentazione:

1 Centro di Acquisizione ed Elaborazione Dati (CAED) Giuseppe Mendicino, Giuseppe De Marco, Andrea Luci, Alfonso Senatore UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA Arcavacata di Rende 22 Febbraio 2013

2 Attività ElementareInizioFineStato AE Analisi delle WSN presenti in letteratura 01/02/201229/02/2012Terminata AE Supporto alla scelta dei dispositivi 01/02/201229/02/2012Terminata AE Modalità invio dati 01/03/201231/03/2012Terminata AE Modalità connessione e scambio dati 01/04/201230/04/2012Terminata AE Testing piattaforma acquisizione WSN 01/03/201231/12/2012Da prolungare AE Architettura CAED 01/02/201231/12/2012Terminata AE Trattamento dei dati 01/05/201231/12/2012Da modificare AE Event Log System 01/04/201231/12/2012Terminata WP 6.1 – Acquisizione dati: architettura del sistema

3 AE – Testing piattaforma acquisizione WSN OR 3 OR 5 OR 6 OR 3 UNIFI OR 2 Strago OR 2 Artese OR 2 TD Group Simulatore WSN Laboratorio OK

4 AE – Testing piattaforma acquisizione WSN Nodo Coordinatore WsnLAB Firmware Realizzato: 1.Radio ZigBEE 2.Frammentazione Messaggio 3.Sensori Puntuali 4.Recupero Messaggi 5.Ricezione Comandi Remoti Processi implementati: 1.AqSink, client di AqServ, comunicazione in protocollo TCP/IP 2.ZBFetcherSender, comunica con la WSN in protocollo ZigBee AqServ: 1.Servizio di Acquisizione dei Dati dai nodi concentratori delle WSN; 2.Mediatore tra le reti di monitoraggio e la base dati LewisDB

5 Modalità di Comunicazione: TCP/IP Socket StreamScambio Asincrono dei messaggiMultipiattaformaFormato JSON per invio messaggiAlert di carattere tecnico (acquisizione) Formato JSON dei Messaggi { 'hops': '1,2,3,4', 'sink_insert_datetime': ' :44:50', 'message': '[0013A200408C9D :9:52 #sample] - x:26,y:6,z:985 -int_temp:26.2 -bat:65\n ; ' } Invio Comandi CAED to WSN Scambio comandi attraverso AqServ Formato di tipo JSON Attesa di ricezione della conferma dal Sink

6 AE – Testing piattaforma acquisizione WSN OR 3 OR 5OR 6 OR 3 UNIFI OR 2 Strago OR 2 Artese OR 2 TD Group Simulatore WSN Laboratorio OK ? ? ? ? ?

7 Definizione dello staff di lavoro (riferimenti) Definizione dei dispositivi (end-device, nodo concentratore, nodo coordinatore) Definizione dei sensori (accelerometro, termometro, radar, scatterometro, ecc.) Compilazione del modulo MRD013 Registrazione dei dispositivi e dei sensori allinterno di LEWIS MRD013 LewisDB Dispositivo/Sensore Registrato: 1.Invio dei dati 2.Scambio Messaggi CAED / WSN 3.Validazione del CAED dei messaggi Dispositivo/Sensore NON Registrato: 1.Nessun Scambio dati con il CAED

8 MODULO: MRD013 Staff di Competenza Gruppo di Lavoro o Società di Appartenenza Referente tecnico (Nome e Cognome) Data Compilazione Contatto Telefonico Scheda da replicare per ogni dispositivo Tipo Dispositivo Identificativo Univoco Prodotta da Nome Modello Versione Software/Firmware Modelli sensori montati Coordinate di Posizionamento Operante in WSN (Nome Rete) Ogni rete di monitoraggio avente n dispositivi deve essere corredata da n schede di registrazione di dispositivi. Ogni Staff che si occupa della rete di monitoraggio deve produrre e mettere a disposizione del CAED il modulo MRD013 compilato.

9 MODULO: MRD013 – SCHEDA DISPOSITIVI Tipo di Dispositivo End Device, Router, Coordinatore, Gateway, Sink. Identificativo univoco Mac Address Prodotto Da Indicare il produttore (nel caso di dispositivo acquistato) o lo staff nel caso di dispositivo prodotto da unattore del progetto Nome Modello Nome del modello del dispositivo (e.g. Waspmote) Versione Software/Firmware es. CAED 0.5 Modelli Sensori Montati Lista di sensori che sono operativi nel dispositivo (LIS3LV02DL, SHT75)

10 MODULO: MRD013 – SCHEDA SENSORI Scheda da replicare per ogni sensore Prodotto da Tipo di Misurazione Unità di Misura Modello Variabili della Misurazione Range Acquisizione Link web datasheet Produttore Hardware Accelerazione Spostamenti/Velocità Livello di Falda Potenza Retrodiffusa ecc. Accelerazione Spostamenti/Velocità Livello di Falda Potenza Retrodiffusa ecc. %, g, °C, mm, m Nome del modello (LIS3LV02DL, SHT75) x,y,z; temp; prec; h_fald [-20;80]; [0;1000]; [-2024;2024]

11 AE – Trattamento dei Dati Sensori Puntuali: trattamento dei dati ed inserimento allinterno della Base Dati delle acquisizioni dei sensori puntuali AcquisizioneEstrazioneValidazioneArchiviazione Sensori Areali: in corso di definizione da parte dell OR 3 del formato dei dati 1.Dati Grezzi ? 2.Dati Elaborati ? 3.Dati Puntuali o Array di Dati ? Procedura Testata con la rete di Laboratorio

12 Attività ElementareInizioFineStato AE Testing piattaforma acquisizione WSN 01/03/201201/06/2013Prolungata AE Architettura CAED 01/02/201231/12/2012Terminata AE 6.1.7a Trattamento dei dati (sensori puntuali) 01/05/201201/06/2013Prolungata AE 6.1.7b Trattamento dei dati (sensori areali) 01/04/201301/09/2013Da Aggiungere AE Event Log System 01/04/201231/12/2012Terminata AE Acquisizione Integrazione e Test 01/07/201301/10/2013Da Aggiungere WP 6.1 – Acquisizione dati: architettura del sistema Test della piattaforma di Acquisizione con tutte le reti di monitoraggio del progetto

13 WP 6.2 – Elaborazione Dati Attività ElementareInizioFineStato AE Sviluppo del sistema di analisi e validazione dati 01/06/201201/10/2013Da sdoppiare AE Sviluppo del sistema di analisi e validazione dati (sensori puntuali) 01/06/201201/10/2013In corso AE Sviluppo del sistema di analisi e validazione dati (sensori areali) 01/04/201301/10/2013Non Iniziata AE Sviluppo del sistema di consultazione dei dati 01/06/201201/10/2013In corso AE Integrazione con i modelli di preannuncio 01/04/201201/10/2013Non Iniziata AE Test Sistema 01/07/201301/10/2013Non Iniziata

14 AE – Sviluppo del sistema di analisi e validazione dati (Sensori Puntuali) Nodo Coordinatore Creazione Oggetto AqMessage ValidazioneTrueFalse Header Content Header: [0013A200408C9D8C :42:00 #sample] Content: -x:77.76,y:85.00,z: temp:22.6 -bat:52%

15 Header Extraction Rules Validazione Tabella Dinamica 1.Orfano 2.Evento Schema Messages Tabella: w1_id-MAC Tabella: w2_id-MAC Tabella: Orfans NOSI 1.Recuperabile 2.Evento Tabella: Recoverables NO 1. Validazione identificativo di rete Messaggio Autenticato SI 1.Recuperabile 2.Evento Tabella: Recoverables NO 2. Validazione datetime 3. Validazione tipo messaggio Validazione del Content

16 Valori Coerenti Valori Coerenti Tabella Dinamica 1.Evento Schema Acquisitions NOSI 4. Validazione sample e watch Content Extraction Rules Tabella: w1_id-MAC_TipoMisura_Variabili_TipoMessaggio Tabella: w2_id-MAC_TipoMisura_Variabili_TipoMessaggio … 5. Validazione Status, Ack, Response, Warning Valori Coerenti Valori Coerenti Tabella Dinamica 1.Evento NOSI Schema Acquisitions Tabella: w1_id-MAC_TipoMessaggio Tabella: w2_id-MAC_TipoMessaggio … FINE: Validazione del Messaggio TERMINATA

17 Cosenza Altilia Unità Geomorfologiche monitorate (UGM) Unità Geomorfologiche non monitorate (UG) Per ogni tratto autostradale da monitorare Definizione delle Unità Geomorfologiche 1.Nome dellUnità Geomorfologica 2.Descrizione 3.Estensione 4.Bbox dellUnità 5.Relazione con il TAS

18 Sub Unità Geomorfologica Unità Geomorfologiche (UG) Sub Unità Geomorfologiche (SUG) Per ogni unità geomorfologica n Sub Unità Geomorfologiche Relazione con la Unità Geomorfologica Relazione con il TAS Relazione con le Reti di Monitoraggio Identificazione se la UG è monitorata (UGM) o non monitorata (UG) Classificazione Sub Unità Geomorfologiche Classificazione delle tipologia franosa secondo standard (Crudens & Varnes, 1996) – (AGS, 2002) Eredita la relazione con il TAS ed il dataset per la rappresentazione su WebGIS

19 Caratteristiche geometriche delle frane rappresentative delle Sub Unità Geomorfologiche 1.Larghezza superficie di rottura 2.Lunghezza superficie di rottura 3.Profondità superficie di rottura 4.Direzione della superficie di rottura

20 1. Velocità di spostamento della frana 3. Tipologia del materiale: roccia, terra, detrito 2. Tipologia di movimento 4. Stato di Attività: attivo, riattivo, quiescente, inattivo … 5. Distribuzione dell'Attività: avanzante, retrogressiva, allargamento …

21 SCUG – Sistema di Controllo delle Unità Geomorfologiche TipoNomeURL RegionaleTrigrs, Geotophttp://URL LocaleSUSHI, Sciddicahttp://URL Documento Tecnico Esecuzione e controllo dei modelli in remoto WSN 1WSN 2 Relazione Sub Unità Geomorfologiche

22 Formato dei dati e validazione/elaborazione Sensori Areali Formato dei dati per inserimento in LewisDB Definizione di algoritmi per estrarre il contenuto informativo ai fini dellEarly Warning Rappresentazione degli output dei sensori areali (CAED) Test Piattaforma di Acquisizione con gli altri attori del progetto Compilazione modulo MDR013 Test con nodo concentratore delle varie tipologie di reti (CAED + Reti OR 2, 3, 5) Integrazione dei modelli di preannuncio (OR 4) in LEWIS Definizione degli input/output dei modelli Gestione in remoto dei modelli Eventuali test di verifica da condurre da parte del CAED Sistema di allerta (WP 8.1) per lattivazione dei livelli di criticità Procedure per lattivazione dei livelli di criticità Scambio messaggi con il CCC (CAED + CCC)


Scaricare ppt "Centro di Acquisizione ed Elaborazione Dati (CAED) Giuseppe Mendicino, Giuseppe De Marco, Andrea Luci, Alfonso Senatore UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA CALABRIA."

Presentazioni simili


Annunci Google