La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In Albanese In Portoghese In AraboIn Punjabi In Rumeno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In Albanese In Portoghese In AraboIn Punjabi In Rumeno."— Transcript della presentazione:

1 In Albanese In Portoghese In AraboIn Punjabi In Rumeno

2

3

4 Gli animali riconoscenti Un giorno un contadino trovò nel suo campo un gruppo di animali che stavano tentando di mangiare il suo raccolto, stava per ucciderli ma dentro sentiva che avrebbe dovuto avere pietà di loro e rispettarli perché anche essi erano appartenenti alla natura e così li risparmiò e lasciò che mangiassero un po' del suo raccolto. Dopo qualche giorno il nemico del contadino, ovvero il suo vicino, andò dal re lamentandosi del suo modo di fare, inventando anche tante bugie, fino a quando il sovrano cedette e disse al contadino che avrebbe dovuto superare quattro prove altrimenti lavrebbe ucciso: la prima consisteva nel raccogliere tutti i frutti di un baobab, la seconda era il dividere i semi di miglio da granelli di sabbia. Come terza prova doveva trovare un anello perso in un fiume mentre lultima prova era luccisione di un bufalo con un solo sguardo.

5 Tornando a casa incontrò gli animali di cui aveva avuto pietà e loro, per sdebitarsi, lo aiutarono in tutte e quattro le prove: prima di tutto le scimmie salirono sul baobab e ne colsero i frutti, che luomo portò al re e lo stesso successe per le altre prove: le formiche lo aiutarono nella seconda prova, il coccodrillo raccolse lanello nel fiume e infine il serpente, mentre il contadino guardava negli occhi il bufalo, morse la zampa al bufalo che morì allistante. Così, il sovrano lasciò vivere in pace luomo.

6 IL DIRITTO AL CIBO Nella favola, gli animali hanno fame e il contadino condivide con loro i frutti della terra...questo rispetto sarà poi ricambiato, visto che quando sarà lui in pericolo di morte tutti gli animali lo aiutano. Crediamo che, se cominciassimo ad essere attenti e a condividere le risorse della terra equamente tra gli uomini, sarebbe un vantaggio per tutti.

7 Il diritto ad una alimentazione adeguata costituisce un diritto umano fondamentale, sancito con fermezza nel diritto internazionale. Ciononostante, ogni giorno una persona su 5 soffre la fame, per un totale di 800 milioni di persone affamate in tutto il mondo, e ogni anno oltre 20 milioni di persone muoiono di denutrizione e di malattie ad essa collegate. Il diritto al cibo è stato riconosciuto fin dall'adozione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel Esso è inscritto nelle costituzioni di oltre 20 paesi, e circa 145 paesi hanno ratificato il Patto Internazionale sui Diritti Economici, Sociali e Culturali del 1966, che impone esplicitamente agli Stati firmatari di legiferare sul diritto a un'alimentazione adeguata. Il Codice Internazionale di Condotta sul Diritto Umano a un'Alimentazione Adeguata fu proposto per la prima volta alla vigilia del Vertice Mondiale sull'Alimentazione del Esso è largamente appoggiato dalle organizzazioni non governative che difendono la causa degli affamati. DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI (1948): ART.25: ogni individuo ha diritto ad un tenore di vita sufficiente a garantire la salute e il benessere proprio e della famiglia, con particolare riguardo all'alimentazione, al vestiario, all'abitazione, alle cure mediche e ai servizi sociali necessari [...] DICHIARAZIONE dei DIRITTI DEL FANCIULLO (1959): Principio IV: il fanciullo ha diritto ad una alimentazione, ad un alloggio, a svaghi e a cure mediche adeguate.

8 Una favola dalla Macedonia... Le montagne di Lomnica, Macedonia

9

10

11 L'autore di questa favola ci ha fatto riflettere: infatti, l'affermazione con la quale viene conclusa la storia (oggi con le buone non si ottiene nulla) è pronunciata dal protagonista che, fin dall'inizio, ci è presentato come un citrullo, cioè uno che non capisce tanto. Noi abbiamo discusso e concluso che è da sciocchi pensare di poter risolvere ogni problema con modi violenti, arroganti o poco rispettosi...anche se sicuramente la scelta del rispetto comporta spesso l'uso di una buona dose di pazienza in più!

12 Per me l'espressione 'squarcio di luce nelle tenebre' significa che c'è sempre un briciolo di luce, c'è sempre qualcosa di buono pur se nascosto e messo in ombra dalla cattiveria. Caterina Avere rispetto è non prendere in giro gli altri, è avere pazienza! Lavdrim Il sogno della gente che vive la guerra è: costruire una casa, vivere come uomini liberi, piantare un seme. Bouabid

13 SAÕ PAOLO

14 UNA AVVENTURA DI PEDRO MALASARTES Pedro una volta s'arrangiò un lavoro di allevatore di maiali ma viveva con rabbia nei confronti del padrone che lo pagava molto poco. Un giorno Pedro stava guardando i suoi maiali e ad un certo punto si trovò davanti un signore molto misterioso che li voleva comprare. Allora Pedro fece finta che quegli animali erano suoi e quindi li vendette tutti a condizione di poter trattenere le loro code. Così Pedro sotterrò le code nel fango e cominciò a gridare al padrone : Padrone, padrone i maiali sono affondanti nel fango. Aiuto!. Il padrone sentendo le grida di Pedro venne subito a soccorrerlo e vide le code dei maiali affondate nel fango; ne tirò una ma uscì fuori soltanto quella. Allora Pedro molto contrariato prevenì il padrone dicendogli che molto probabilmente le code si erano staccate dai maiali.

15 Il padrone disse a Pedro di andare a prendere la pala nella serra. Pedro, però, si diresse alla casa del padrone e chiese alla sua segretaria di prendere la borsa con i soldi ma lei non gliela voleva dare perché le sembrava strano dare la borsa del capo a uno sconosciuto. Pedro insistette fino allo sfinimento e la segretaria cedette e poi scappò con il denaro.

16 DIRITTO AD UN'ESISTENZA DIGNITOSA Pedro, il protagonista della storia è sfortunato, come ci dice il suo stesso cognome, perché è uno schiavo e viene sfruttato...questa situazione lo porta a rubare ed ingannare... Se si riuscisse a garantire un buon trattamento lavorativo per gli adulti e ad evitare lo sfruttamento dei bambini, purtroppo ancora oggi diffuso principalmente in Asia, Oceania, Africa e America Latina, ci sarebbero meno problemi di delinquenza che spesso nascono dalla disperazione.

17 DIRITTO AD UN'ESISTENZA DIGNITOSA DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO: Art.23: Ogni individuo ha diritto al lavoro, alla libera scelta dell'impiego, a giuste e soddisfacenti condizioni di lavoro ed alla protezione contro la disoccupazione. Ogni individuo, senza discriminazione, ha diritto ad una remunerazione equa e soddisfacente che assicuri a lui stesso e alla sua famiglia un'esistenza conforme alla dignità umana [...]. DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DEL FANCIULLO: Principio IX: il fanciullo deve essere protetto contro ogni forma di [...]crudeltà o sfruttamento. Egli non deve essere sottoposto a nessuna forma di tratta. […] non deve essere inserito nell'attività produttiva prima di aver raggiunto un'età minima adatta. In nessun caso deve essere costretto o autorizzato ad assumere un'occupazione e un impiego che nuocciano alla sua salute o che ostacolino il suo sviluppo fisico, mentale o morale.

18 Questo Power Point è stato realizzato durante le ore di alternativa alla religione da:


Scaricare ppt "In Albanese In Portoghese In AraboIn Punjabi In Rumeno."

Presentazioni simili


Annunci Google