La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di Scienza Politica SPO Prof. Luciano M. Fasano Università degli Studi di Milano Dipartimento Studi Sociali Politici.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di Scienza Politica SPO Prof. Luciano M. Fasano Università degli Studi di Milano Dipartimento Studi Sociali Politici."— Transcript della presentazione:

1 Corso di Scienza Politica SPO Prof. Luciano M. Fasano Università degli Studi di Milano Dipartimento Studi Sociali Politici

2 Democrazia cosa è: patchwork Partecipazione politica (voto) Partecipazione politica (voto) Opportunità di dissenso Opportunità di dissenso Competizione politica Competizione politica Alternanza di governo Alternanza di governo Rispondenza alle aspettative dei cittadini Rispondenza alle aspettative dei cittadini … altro … … altro …

3 La definizione minima di democrazia Sono democratici quei regimi che presentano: Suffragio universale maschile e femminile Elezioni libere competitive, ricorrenti e corrette Pluralismo partitico Diverse e alternative fonti di informazione

4 Le condizioni politiche della democrazia Suffragio universale Suffragio universale: inclusione di tutti i cittadini senza discriminazione (a parte età) Libertà costituzionali Libertà costituzionali: A) condizioni per la formulazione delle preferenze; B) condizioni per la espressione delle preferenze; C) condizioni per vedere le preferenze valutate in modo eguale nella condotta di governo

5 Democrazia rappresentativa e Democrazia diretta Regime democratico RAPPRESENTATIVO: Regime democratico RAPPRESENTATIVO: Regole e istituzioni di rappresentanza; elezioni libere, competitive, corrette, frequenti; delega politica ( democrazia dei moderni ) Regole e istituzioni di rappresentanza; elezioni libere, competitive, corrette, frequenti; delega politica ( democrazia dei moderni )

6 Democrazia rappresentativa e Democrazia diretta Regime democratico DIRETTO: Regime democratico DIRETTO: Regole e istituzioni assembleari- partecipative (Referendum ) ; partecipazione diretta alle decisioni; assenza di delega politica ( democrazia degli antichi ) Regole e istituzioni assembleari- partecipative (Referendum ) ; partecipazione diretta alle decisioni; assenza di delega politica ( democrazia degli antichi )

7 Il processo di democratizzazione Due dimensioni salienti (Dahl, 1971): 1. Contestazione nei confronti dellautorità (Liberalizzazione) 2. Allargamento delle attività di partecipazione (Inclusività) Democratizzazione=Liberalizzazione + Inclusività Democratizzazione=Liberalizzazione + Inclusività

8 Il processo di democratizzazione Liberalizzazione: nascita dei diritti civili Inclusività: espansione dei diritti politici (elettorato attivo e passivo) I TRE PERCORSI VERSO LA DEMOCRAZIA 1. Dalle egemonie chiuse alle oligarchie competitive (dal capo alle élite concorrenti), poi alla poliarchia **** 2. Dalle egemonie chiuse alle egemonie includenti (dal capo alle masse), poi alla poliarchia 3. Scorciatoia : liberalizzazione e inclusività INSIEME

9 La scatola di Dahl [1971] Liberalizzazione Inclusività Egemonie chiuse Oligarchie competitive Egemonie includenti Poliarchie Scorciatoia

10 Le fasi della democratizzazione (Rustow, 1970) Appartenenza a una comunità politica dotata di vocazione democratica (assenza di minoranze etniche irriducibili) Prima fase (preparatoria): lotta fra élite che si conclude in equilibrio Seconda fase (decisione): compromesso fra élite, creazione delle istituzioni democratiche Terza fase (assuefazione): stabilizzazione e consolidamento del compromesso democratico

11 Le ondate di democratizzazione (Huntington, 1993) PRIMA ONDATA ( ): industrializzazione, urbanizzazione; insorgenza classe borghese, media, operaia; 29 stati democratici riflusso: 12 SECONDA ONDATA ( ): vittoria anglo-americana II guerra mond.; decolonizzazione; 36 stati democratici riflusso: 30

12 Le ondate di democratizzazione (Huntington, 1993) TERZA ONDATA (1974-oggi): 1) crisi autoritarismi; 2) crescita economica; 3) Chiesa cattolica (dopo C. Vatic. II); 4) Unione Europea e crollo URSS; 5) effetto domino (contagio democratico); 58 stati democratici (45% tasso di democratizzazione)

13 Le condizioni socio-economiche favorevoli alla democrazia pluralismo sociale diffusa alfabetizzazione assenza di disuguaglianze economiche estreme 1. Le democrazie tendono ad essere regimi socio- economicamente sviluppati 2. Le democrazie fanno la loro comparsa a diversi stadi di sviluppo 3. Le democrazie, una volta comparse, mostrano capacità di consolidamento malgrado lo sviluppo

14 Come classificare le democrazie Classificazioni basate su un solo criterio criterio strutturale Forme di governo (criterio strutturale) criterio politicocriterio funzionale Sistemi partitici e sistemi elettorali (criterio politico)Caratteristiche di funzionamento (criterio funzionale) Tipologie Almond e Powell: Cultura Politica e sottosistemi Lijphart: Cultura politica e comportamento elite Criteri polari Modello maggioritario e consensuale

15 Come classificare le democrazie Almond: cultura politica omogenea e secolarizzata > regimi democratici stabili Lijphart: cultura politica e comportamento delle élite Sistemi anglosassoni cultura omogenea, élite competitive Sistemi continentali cultura frammentata, élite competitive/consensuali

16 La tipologia di Lijphart [1968]

17 Quando i comportamenti delle élite cambiano la cultura politica … (Spagna, Francia V° Rep., Grecia, Italia post89) Altre democrazie spoliticizzate: Svizzera, Rep. Ceca, Ungheria UNA NUOVA CLASSIFICAZIONE UNA NUOVA CLASSIFICAZIONE Democrazie maggioritarie vs. consensuali

18 La tipologia di Lijphart [1999] Comportamento delle élite Variabili di struttura Comportamento consensuale Comportamento conflittuale Proporzionali Paesi Bassi, Germania, Austria, Scandinavia Francia IV, Italia ( ) Maggioritarie Gran Bretagna, India Gran Bretagna ( ), Usa ( ), Italia (-1993)

19 La distinzione polare di Lijphart - 1

20 La distinzione polare di Lijphart - 2 MODELLO WESTMINSTER Governo monocolore Fusione legislativo/esecutivo Sistema bipartitico Sistema elet. Maggioritario Pluralismo degli interessi Governo centraliz./unitario Bicameralismo asimmetrico Costituzione flessibile Banca centrale controllata MODELLO CONSENSUALE Governo di coalizione Equilibr. legislativo/esecutivo Sistema multipartitico Sistema elet. Proporzionale Sistema neocorporativo Governo decentrato/federale Bicameralismo simmetrico Costituzione rigida (e Banca centrale indipendente)


Scaricare ppt "Corso di Scienza Politica SPO Prof. Luciano M. Fasano Università degli Studi di Milano Dipartimento Studi Sociali Politici."

Presentazioni simili


Annunci Google