La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BENESSERE ORGANIZZATIVO, percorsi di autovalutazione LORGANIZZAZIONE AZIENDALE: UN PERCORSO REGIONALE E LOCALE CON TAPPE OBBLIGATE DOTT. MARCO BERTOLI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BENESSERE ORGANIZZATIVO, percorsi di autovalutazione LORGANIZZAZIONE AZIENDALE: UN PERCORSO REGIONALE E LOCALE CON TAPPE OBBLIGATE DOTT. MARCO BERTOLI."— Transcript della presentazione:

1 BENESSERE ORGANIZZATIVO, percorsi di autovalutazione LORGANIZZAZIONE AZIENDALE: UN PERCORSO REGIONALE E LOCALE CON TAPPE OBBLIGATE DOTT. MARCO BERTOLI A.SS.2 Isontina

2 LO SCENARIO Il Piano sanitario e sociosanitario regionale (PSSR) , propone nuove iniziative riconducibili ai quattro principali ambiti di azione individuati: 1) la presa in carico integrata delle persone con malattia cronica e disabilità, che troverà nelladozione del Piano locale a favore delle persone con disabilità (PLD) e nella predisposizione dei Programmi delle attività territoriali (PAT) dei Piani di zona (PDZ) i suoi principali riferimenti 2) la revisione della rete ospedaliera, con particolare riferimento alle funzioni coordinate, agli ospedali ex art. 21 LR 13/95 ed alle aree materno-infantili 3) la riorganizzazione della centrale operativa dellemergenza 4) il miglioramento dellefficienza, prioritariamente incentrato nella modifica degli atti aziendali e nella rideterminazione delle dotazioni organiche da parte delle Aziende.

3 Sempre nel corso del 2011, la Regione sarà altresì chiamata ad avviare la revisione dei seguenti atti pianificatori: - il piano oncologico - il piano dellemergenza - il piano materno-infantile - il piano della riabilitazione - il piano della prevenzione ed altresì a fornire indicazioni per lattuazione del modello hub and spoke. LINEE PER LA GESTIONE 2011

4 AREA VASTA LArea Vasta costituisce, in linea con le indicazioni del Piano sociosanitario regionale , strumento fondamentale per lattuazione della pianificazione regionale. La programmazione per Area Vasta si realizza in seno alla Conferenza di Area Vasta, a cui partecipano i Direttori Generali delle Aziende che ne fanno parte. Per le tre Aree Vaste il coordinamento compete al Direttore Generale dellAzienda sanitaria n. 1 Triestina, n. 4 Medio Friuli e n. 6 Friuli Occidentale, che garantiscono anche gli aspetti organizzativi e di segreteria attraverso di norma i propri uffici aziendali.

5 IRCCS Burlo Garofalo Larea vasta Giuliano-Isontina è costituita da: ASS 1 Triestina ASS 2 Isontina Azienda Ospedaliera Universitaria Triestina

6 LA PROGETTUALITA / 1 Le Aziende del S.S.R. articolano le proprie progettualità 2011 dando priorità alla realizzazione dei quattro principali ambiti di azione individuati dal PSSR nel rispetto delle seguenti linee strategiche: 3.1 Linee per la revisione degli assetti organizzativi, che afferiscono: alla revisione dellassetto dellofferta ospedaliera e, più specificatamente riguardanti la revisione dellassetto dellofferta delle funzioni coordinate (1)(1) il riordino delle aree materno infantili il riordino degli ospedali ex art. 21 L.R , N larea vasta pordenonese (ospedali riuniti) la riorganizzazione della centrale operativa dellemergenza il miglioramento dellefficienza del sistema (E la nostra scommessa)

7 LA PROGETTUALITA/2 3.2 linee per la programmazione dei volumi quali- quantitativi di prestazioni che si intendono garantire nellanno 2011; 3.3 linee per la presa in carico integrata delle persone con malattia cronica e disabilità; 3.4 linee per la programmazione degli interventi socio- sanitari.

8 Funzioni vincolate di Ospedale di Azienda Sanitaria Territoriale devono presentare autonomia organizzativa nell ambito di ciascuna sede: Medicina generale; Riabilitazione e rieducazione funzionale (con il Gervasutta funzione hub); Pronto soccorso e Medicina d urgenza, Anestesia e rianimazione, terapie intensive e semintensive, terapia del dolore; Chirurgia generale; Ortopedia e traumatologia; Radiodiagnostica; Area materno-infantile. Piano sanitario e sociosanitario regionale 2010 – 2012

9 Funzioni vincolate di Azienda Sanitaria Territoriale Ostetricia- ginecologia (Punto nascita) Pediatria Cardiologia (esclusa UCIC e Cardiologia interventistica) Oncologia Direzione sanitaria. Funzioni coordinate sono suscettibili di raccordo, sotto il profilo organizzativo e funzionale, nellambito di una regia unitaria ma concertata, ai fini di un recupero di collaborazioni e sinergie.

10 FUNZIONI HUB Le Funzioni hub sono funzioni di alta specialità presenti nelle Aziende ospedaliere ma che registrano casi trattati anche negli ospedali di rete. Più precisamente, il modello hub and spoke prevede la concentrazione dellassistenza di maggiore complessità nei "centri di eccellenza" (hub, mozzo) ai quali i centri periferici (spoke, raggio) inviano gli utenti che necessitano di interventi che superano la soglia di complessità che essi sono in grado di garantire., in tal modo garantendo a tutti i cittadini lassistenza necessaria, indipendentemente dalla zona di residenza. I centri principali garantiscono la messa in comune delle opportunità offerte da dotazioni tecnologiche e da livelli di specializzazione più avanzati. Il modello è finalizzato altresì a garantire larricchimento professionale di tutti gli operatori del sistema attraverso la circolazione in rete dei professionisti ed il reciproco scambio di competenze e conoscenze.

11 Le funzioni per le quali deve applicarsi il meccanismo hub and spoke sono le seguenti: Cardiochirurgia Cardiologia interventistica Cardiologia (degenze ed UCIC) * Neuroscienze * (Neurochirurgia, unità spinale, neuroradiologia) Trapianti Riabilitazione di terzo livello Genetica Malattie rare Grandi traumi * Chirurgia maxillo facciale - Odontostomatologia Chirurgia plastica Chirurgia polmonare - toracica Chirurgia vascolare Chirurgia della mano * Terapia intensiva * Medicina d'urgenza * Chirurgia pediatrica

12 Neuropsichiatria infantile Patologia neonatale Emato-oncologia pediatrica Ematologia Endocrinologia Farmacologia clinica-tossicologia Geriatria Malattie infettive Medicina del lavoro Radioterapia Reumatologia Medicina nucleare Microbiologia - Virologia Laboratori ad alta complessità: Biologia Molecolare, Immunologia - allergologia ecc Radiologia interventistica e con alte tecnologie Bioingegneria Fisica sanitaria Medicina legale Le funzioni indicate con (*) sono interessate al sistema di emergenza/urgenza per cui si fa rinvio al piano di settore dellemergenza.

13 "Accordo con lASS n.5 per il supporto al processo di sviluppo ed innovazione dei servizi sanitari e socio sanitari territoriali" Atto convenzionale gennaio 2011


Scaricare ppt "BENESSERE ORGANIZZATIVO, percorsi di autovalutazione LORGANIZZAZIONE AZIENDALE: UN PERCORSO REGIONALE E LOCALE CON TAPPE OBBLIGATE DOTT. MARCO BERTOLI."

Presentazioni simili


Annunci Google