La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO GALLIO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO GALLIO."— Transcript della presentazione:

1 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO GALLIO

2 PROGETTO CONTINUITA Articolazione del progetto: Mese di SettembreIncontro tra coordinatori delle classi di prima superiore e i coordinatori delle terze medie A.S Mese di Novembre MERCOLEDI Incontro informativo sulla scuola superiore Mese di Febbraio o MarzoIncontro da programmare su iniziative di continuità e programmazione di prove di ingresso Profilo delle competenze al termine del primo ciclo di istruzione Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola, lo studio personale, le esperienze educative vissute in famiglia e nella comunità, è in grado di iniziare ad affrontare in autonomia e con responsabilità, le situazioni di vita tipiche della propria età, riflettendo ed esprimendo la propria personalità in tutte le sue dimensioni. Ha consapevolezza delle proprie potenzialità e dei propri limiti, utilizza gli strumenti di conoscenza per comprendere se stesso e gli altri, per riconoscere ed apprezzare le diverse identità, le tradizioni culturali e religiose, in un'ottica di dialogo e di rispetto reciproco. Interpreta i sistemi simbolici e culturali della società, orienta le proprie scelte in modo consapevole, rispetta le regole condivise, collabora con gli altri per la costruzione del bene comune esprimendo le proprie personali opinioni e sensibilità. Si impegna per portare a compimento il lavoro iniziato da solo o insieme ad altri. Dimostra una padronanza della lingua italiana tale da consentirgli di comprendere enunciati e testi di una certa complessità, di esprimere le proprie idee, di adottare un registro linguistico appropriato alle diverse situazioni. Nell'incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua inglese e di affrontare una comunicazione essenziale, in semplici situazioni di vita quotidiana, in una seconda lingua europea. Utilizza la lingua inglese nell'uso delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione. Le sue conoscenze matematiche e scientifico-tecnologiche gli consentono di analizzare dati e fatti della realtà e di verificare l'attendibilità delle analisi quantitative e statistiche proposte da altri. Il possesso di un pensiero razionale gli consente di affrontare problemi e situazioni sulla base di elementi certi e di avere consapevolezza dei limiti delle affermazioni che riguardano questioni complesse che non si prestano a spiegazioni univoche. Si orienta nello spazio e nel tempo dando espressione a curiosità e ricerca di senso; osserva ed interpreta ambienti, fatti, fenomeni e produzioni artistiche. Ha buone competenze digitali, usa con consapevolezza le tecnologie della comunicazione per ricercare e analizzare dati ed informazioni, per distinguere informazioni attendibili da quelle che necessitano di approfondimento, di controllo e di verifica e per interagire con soggetti diversi nel mondo. Possiede un patrimonio di conoscenze e nozioni di base ed è allo stesso tempo capace di ricercare e di procurarsi velocemente nuove informazioni ed impegnarsi in nuovi apprendimenti anche in modo autonomo. Ha cura e rispetto di sé, come presupposto di un sano e corretto stile di vita. Assimila il senso e la necessità del rispetto della convivenza civile. Ha attenzione per le funzioni pubbliche alle quali partecipa nelle diverse forme in cui questo può avvenire: momenti educativi informali e non formali, esposizione pubblica del proprio lavoro, occasioni rituali nelle comunità che frequenta, azioni di solidarietà, manifestazioni sportive non agonistiche, volontariato, ecc. Dimostra originalità e spirito di iniziativa. Si assume le proprie responsabilità e chiede aiuto quando si trova in difficoltà e sa fornire aiuto a chi lo chiede. In relazione alle proprie potenzialità e al proprio talento si impegna in campi espressivi, motori ed artistici che gli sono congeniali. È disposto ad analizzare se stesso e a misurarsi con le novità e gli imprevisti.

3 SEQUENZA DELLINCONTRO ORDINAMENTO DELLA SCUOLA ITALIANA Inquadramento degli indirizzi dei Licei, degli Istituti Tecnici e degli Istituti Professionali DESCRIZIONE CON LANALISI DELLALLEGATO A Licei, Istituti Tecnici e Istituti Professionali OFFERTA FORMATIVA DELLISTITUTO SUPERIORE ASIAGO

4 ORDINAMENTO DELLA SCUOLA ITALIANA Durante la passata legislatura sono stati definiti da apposite leggi (n. 133/2008, articolo 64 e legge 169/2008) obiettivi e criteri di attuazione della riforma del sistema di istruzione, secondo una linea di continuità e di razionalizzazione con quanto già definito per via normativa negli anni immediatamente precedenti. ORGANIZZAZIONE VERTICALE SCUOLA DELLINFANZIA NON OBBLIGATORIA, DAI TRE A CINQUE ANNI DI ETA PRIMO CICLO SCUOLA PRIMARIA DELLA DURATA DI CINQUE ANNI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DELLA DURATA DI TRE ANNI SECONDO CICLO SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO

5 SECONDO CICLO Dall'anno scolastico è entrata in vigore la riforma del secondo ciclo di istruzione, un provvedimento che riduce la frammentazione degli indirizzi nei licei e rimodula l'istruzione tecnica e professionale. Si tratta di una riforma importante, caratterizzata dal riordino del secondo grado dell'istruzione secondaria, con conseguente introduzione di novità ordinamentali importanti per la scelta dei percorsi di studio. NUOVI LICEI NUOVI ISTITUTI TECNICI NUOVI ISTITUTI PROFESSIONALI La riforma riconosce alle scuole una maggiore autonomia consentendo loro di elaborare piani formativi adatti alle richieste dell'utenza, pur nel rispetto del percorso di studi previsto a livello nazionale.

6 LICEI Il liceo dura cinque anni. Si articola in due bienni e in un quinto anno al termine del quale si sostiene l'esame di Stato, propedeutico al proseguimento degli studi universitari. Sono previsti sei percorsi, alcuni dei quali si articolano in indirizzi (il liceo artistico ne ha sei), oppure prevedono un'opzione, cioè un piano di studi diverso rispetto a quello principale.

7 I LICEI LICEO ARTISTICO Con 7 indirizzi Arti Figurative Architettura e Ambiente Design Audiovisivo e Multimediale Grafica Scenografia LICEO CLASSICO LICEO LINGUISTICO LICEO MUSICALE E COREUTICO Con 2 sezioni Musicale Coreutica LICEO SCIENTIFICO Con opzione Opzione Scienze Applicate LICEO DELLE SCIENZE UMANE Con opzione Opzione Economico-Sociale

8 ISTITUTI TECNICI Tutti gli istituti tecnici hanno la durata di cinque anni e si articolano in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale si sostiene l'esame di Stato e si consegue il diploma di istruzione tecnica propedeutico al proseguimento degli studi universitari. Gli Istituti tecnici si ripartiscono in due settori: SETTORE ECONOMICO articolato in due indirizzi SETTORE TECNOLOGICO articolato in nove indirizzi

9 GLI ISTITUTI TECNICI SETTORE ECONOMICO Con 2 indirizzi Amministrazione Finanza e Marketing Turismo SETTORE TECNOLOGICO Con 9 indirizzi Meccanica, meccatronica ed energia Trasporti e logistica Elettronica ed elettrotecnica Informatica e telecomunicazioni Grafica e comunicazione Chimica, materiali e biotecnologie Sistema moda Agraria, agroalimentare e agroindustria Costruzioni, ambiente e territorio Sono previste articolazioni ed opzioni per corrispondere alle diverse e specifiche esigenze produttive.

10 ISTITUTI PROFESSIONALI Gli istituti professionali fanno parte a pieno titolo del sistema di istruzione assieme ai licei e agli istituti tecnici. Hanno la durata di cinque anni e sono articolati in due bienni e in un quinto anno, al termine del quale si sostiene l'esame di Stato e si consegue il diploma di istruzione professionale utile anche alla continuazione degli studi in qualunque facoltà universitaria. Gli istituti professionali si ripartiscono in due settori: SETTORE SERVIZI articolato in quattro indirizzi SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO articolato in due indirizzi

11 GLI ISTITUTI PROFESSIONALI SETTORE SERVIZI Con 4 indirizzi Servizi per l'agricoltura e lo sviluppo rurale Servizi socio-sanitari Servizi per l'enogastronomia e l'ospitalità alberghiera Servizi commerciali SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO Con 2 indirizzi Produzioni industriali e artigianali Manutenzione e assistenza tecnica Sono previste articolazioni ed opzioni per corrispondere alle diverse e specifiche esigenze produttive.

12 I NUOVI LICEI Alcuni elementi dal Regolamento Ordinamentale (Identità dei licei). I licei adottano il profilo educativo, culturale e professionale dello studente a conclusione del secondo ciclo del sistema educativo di istruzione e di formazione contenuto nellallegato A. I percorsi realizzano il profilo educativo, culturale e professionale dello studente attraverso specifici piani di studio. Nellambito dei percorsi liceali le istituzioni scolastiche stabiliscono, a partire dal secondo biennio, approfondimenti che possono essere realizzati anche nellambito dei percorsi di alternanza scuola-lavoro, nonché attraverso lattivazione di moduli e di iniziative di studio-lavoro per progetti, di esperienze pratiche e di tirocinio.

13 IL LICEO SCIENTIFICO Il percorso del liceo scientifico è indirizzato allo studio del nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica. Favorisce lacquisizione delle conoscenze e dei metodi propri della matematica, della fisica e delle scienze naturali. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità ed a maturare le competenze necessarie per seguire lo sviluppo della ricerca scientifica e tecnologica e per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative, anche attraverso la pratica laboratoriale. Lopzione scienze applicate fornisce allo studente competenze particolarmente avanzate negli studi afferenti alla cultura scientifico- tecnologica, con particolare riferimento alle scienze matematiche, fisiche, chimiche, biologiche, della terra, allinformatica e alle loro applicazioni.

14 LALLEGATO A Gli studenti, a conclusione del percorso dovranno: aver acquisito una formazione culturale equilibrata nei due versanti linguistico-storicofilosofico e scientifico; comprendere i nodi fondamentali dello sviluppo del pensiero, anche in dimensione storica, e i nessi tra i metodi di conoscenza propri della matematica e delle scienze sperimentali e quelli propri dellindagine di tipo umanistico; (…) aver raggiunto una conoscenza sicura dei contenuti fondamentali delle scienze fisiche e naturali (chimica, biologia, scienze della terra, astronomia) e, anche attraverso luso sistematico del laboratorio, una padronanza dei linguaggi specifici e dei metodi di indagine propri delle scienze sperimentali; essere consapevoli delle ragioni che hanno prodotto lo sviluppo scientifico e tecnologico nel tempo, in relazione ai bisogni e alle domande di conoscenza dei diversi contesti, con attenzione critica alle dimensioni tecnico-applicative ed etiche delle conquiste scientifiche, in particolare quelle più recenti; (…)

15 LALLEGATO A Opzione Scienze applicate Gli studenti, a conclusione del percorso di studio, dovranno: aver appreso concetti, principi e teorie scientifiche anche attraverso esemplificazioni operative di laboratorio; (…) saper utilizzare gli strumenti informatici in relazione allanalisi dei dati e alla modellizzazione di specifici problemi scientifici e individuare la funzione dellinformatica nello sviluppo scientifico; saper applicare i metodi delle scienze in diversi ambiti

16 GLI ISTITUTI TECNICI Lidentità degli istituti tecnici si caratterizza per una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico in linea con le indicazioni dellUnione europea, costruita attraverso lo studio, lapprofondimento e lapplicazione di linguaggi e metodologie di carattere generale e specifico ed è espressa da un limitato numero di ampi indirizzi, correlati a settori fondamentali per lo sviluppo economico e produttivo del Paese, con lobiettivo di far acquisire agli studenti, in relazione allesercizio di professioni tecniche, saperi e competenze necessari per un rapido inserimento nel mondo del lavoro e per laccesso alluniversità e allistruzione e formazione tecnica superiore.

17 LALLEGATO A A conclusione dei percorsi degli istituti tecnici, gli studenti sono in grado di: (…) utilizzare gli strumenti culturali e metodologici acquisiti per porsi con atteggiamento razionale, critico e responsabile di fronte alla realtà, ai suoi fenomeni e ai suoi problemi, anche ai fini dellapprendimento permanente; (…) riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali, dellambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo; (…) utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro; (…)

18 LALLEGATO A padroneggiare il linguaggio formale e i procedimenti dimostrativi della matematica; possedere gli strumenti matematici, statistici e del calcolo delle probabilità necessari per la comprensione delle discipline scientifiche e per poter operare nel campo delle scienze applicate; (…) utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare; (…) utilizzare, in contesti di ricerca applicata, procedure e tecniche per trovare soluzioni innovative e migliorative, in relazione ai campi di propria competenza; cogliere limportanza dellorientamento al risultato, del lavoro per obiettivi e della necessità di assumere responsabilità nel rispetto delletica e della deontologia professionale; (…)

19 LALLEGATO A Settore Economico riconoscere linterdipendenza tra fenomeni economici, sociali, istituzionali, culturali e la loro dimensione locale/globale; analizzare, con lausilio di strumenti matematici e informatici, i fenomeni economici e sociali; orientarsi nella normativa pubblicistica, civilistica e fiscale; intervenire nei sistemi aziendali con riferimento a previsione, organizzazione, conduzione e controllo di gestione; utilizzare gli strumenti di marketing in differenti casi e contesti; distinguere e valutare i prodotti e i servizi aziendali, effettuando calcoli di convenienza per individuare soluzioni ottimali; agire nel sistema informativo dellazienda e contribuire sia alla sua innovazione sia al suo adeguamento organizzativo e tecnologico; (…)

20 GLI ISTITUTI PROFESSIONALI Lidentità degli istituti professionali si caratterizza per una solida base di istruzione generale e tecnico-professionale, che consente agli studenti di sviluppare, in una dimensione operativa, saperi e competenze necessari per rispondere alle esigenze formative del settore produttivo di riferimento, considerato nella sua dimensione sistemica per un rapido inserimento nel mondo del lavoro e per laccesso alluniversità e allistruzione e formazione tecnica superiore. Percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) Gli istituti professionali possono svolgere, in regime di sussidiarietà e nel rispetto delle competenze esclusive delle Regioni in materia, un ruolo integrativo e complementare rispetto al sistema di istruzione e formazione professionale ai fini del conseguimento, anche nellesercizio dellapprendistato, di qualifiche e diplomi professionali.

21 LALLEGATO A A conclusione dei percorsi degli istituti professionali, gli studenti sono in grado di: (…) utilizzare gli strumenti culturali e metodologici acquisiti per porsi con atteggiamento razionale, critico, creativo e responsabile nei confronti della realtà, dei suoi fenomeni e dei suoi problemi, anche ai fini dellapprendimento permanente; (…) riconoscere gli aspetti geografici, ecologici, territoriali, dellambiente naturale ed antropico, le connessioni con le strutture demografiche, economiche, sociali, culturali e le trasformazioni intervenute nel corso del tempo; (…) utilizzare i linguaggi settoriali delle lingue straniere previste dai percorsi di studio per interagire in diversi ambiti e contesti di studio e di lavoro; (…)

22 LALLEGATO A utilizzare le reti e gli strumenti informatici nelle attività di studio, ricerca e approfondimento disciplinare; (…) comprendere e utilizzare i principali concetti relativi all'economia, all'organizzazione, allo svolgimento dei processi produttivi e dei servizi; utilizzare i concetti e i fondamentali strumenti delle diverse discipline per comprendere la realtà ed operare in campi applicativi; padroneggiare l'uso di strumenti tecnologici con particolare attenzione alla sicurezza nei luoghi di vita e di lavoro, alla tutela della persona, dell'ambiente e del territorio; individuare i problemi attinenti al proprio ambito di competenza e impegnarsi nella loro soluzione collaborando efficacemente con gli altri; utilizzare strategie orientate al risultato, al lavoro per obiettivi e alla necessità di assumere responsabilità nel rispetto dell'etica e della deontologia professionale;

23 PERCORSO TRIENNALE di Istruzione e Formazione Professionale - IeFP Gli IeFP sono percorsi triennali attivati dagli Istituti Professionali Statali che consentono il conseguimento di un diploma triennale regionale a valore su tutto il territorio nazionale. A conclusione del percorso triennale, gli studenti possono: a)essere inseriti direttamente nel mondo del lavoro; b)proseguire nel percorso regionale con un quarto anno integrativo e che porta al conseguimento del diploma regionale c)rientrare nel percorso quinquennale statale, previo un esame integrativo da sostenere a fine agosto dinanzi ad una apposita commissione di riconoscimento crediti. N.B.: Nel percorso triennale IeFP non sono previsti gli esami di recupero di fine agosto e, pertanto, gli studenti saranno giudicati idonei o non idonei alla classe successiva negli scrutini di giugno, sulla base del raggiungimento delle competenze previste.

24 OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO

25 LICEO SCIENTIFICO Quadro orario settimanale IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA44444 LINGUA E CULTURA LATINA33333 LINGUA STRANIERA STORIA E GEOGRAFIA33--- STORIA--222 FILOSOFIA--333 Totale ore discipline umanistiche13 15 MATEMATICA con informatica55444 FISICA22333 SCIENZE NATURALI22333 Totale ore discipline scientifiche9910 ARTE E TECNICHE DELLA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE22222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative11111 ORE SETTIMANALI27 30 LICEO SCIENTIFICO

26 LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Quadro orario settimanale IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA44444 LINGUA E CULTURA STRANIERA33333 STORIA E GEOGRAFIA33--- STORIA--222 FILOSOFIA--222 Ore discipline umanistiche10 11 MATEMATICA54444 INFORMATICA22222 FISICA22333 SCIENZE NATURALI (biologia, chimica, scienze della terra) Ore discipline scientifiche12 14 DISEGNO E STORIA DELLARTE22222 SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE22222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative11111 ORE SETTIMANALI27 30 LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE

27 QUADRO ORARIO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO INDIRIZZO AMMINISTRAZIONE, FINANZA, MARKETING IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA44444 LINGUA INGLESE33333 STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE22222 MATEMATICA44333 DIRITTO ED ECONOMIA22--- SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE22222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative11111 Totale insegnamenti generali20 15 Scienze integrate (fisica)2---- Scienze integrate (chimica)-2--- Geografia33--- Informatica2222- Seconda lingua comunitaria33333 Economia aziendale22678 Diritto--333 Economia politica--323 Totale ore area indirizzo12 17 ORE SETTIMANALI32 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO AMMINISTRAZIONE, FINANZA, MARKETING

28 QUADRO ORARIO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO INDIRIZZO TURISTICO IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA44444 LINGUA INGLESE33333 STORIA CITTADINANZA E COSTITUZIONE22222 MATEMATICA44333 DIRITTO ED ECONOMIA22--- SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE22222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative11111 Totale insegnamenti generali20 15 Scienze integrate (fisica)2---- Scienze integrate (chimica)-2--- Geografia33--- Informatica22--- Economia aziendale22--- Seconda lingua comunitaria33333 Terza lingua straniera--333 Discipline turistiche ed aziendali--444 Geografia turistica--222 Diritto e legislazione turistica--333 Arte e territorio--222 Totale ore area indirizzo12 17 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO TURISTICO

29 ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI PER LENOGASTRONOMIA E LOSPITALITA ALBERGHIERA IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative Totale insegnamenti generali Scienze integrate (fisica) Scienze integrate (chimica) Scienza degli alimenti di cui laboratorio 2--- Lab. di servizi enogastronomici – settore cucina Lab. di servizi enogastronomici – settore sala e vendita Laboratorio di servizi accoglienza turistica 22 Seconda lingua straniera Articolazione enogastronomia Scienza e cultura dellalimentazione di cui in compresenza 66 Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva 455 Lab. di servizi enogastronomici – settore cucina Lab. di servizi enog. – settore sala e vendita 22 Totale ore area indirizzo ORE SETTIMANALI 32 ISTITUTO PROFESSIONALE ENOGASTRONOMIA E OSPITALITA ALBERGHIERA

30 ISTITUTO PROFESSIONALE IPSIA: MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA LINGUA INGLESE STORIA MATEMATICA DIRITTO ED ECONOMIA SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia) SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative Totale insegnamenti generali Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica Scienze integrate (fisica) di cui laboratorio fisica 2--- Scienze integrate (chimica) di cui laboratorio di chimica 2--- Tecnologie dellinformazione e della comunicazione Laboratori tecnologici ed esercitazioni Tecnologie meccaniche e applicazioni Tecnologie elettrico elettroniche e applicazioni Tecnologie e tecniche di installazione e di manutenzione Laboratori Totale ore area indirizzo ORE SETTIMANALI 32 ISTITUTO PROFESSIONALE IPSIA: MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA

31 IIIIIIIVV LINGUA E LETTERATURA ITALIANA44444 LINGUA INGLESE33333 STORIA22222 MATEMATICA44333 DIRITTO ED ECONOMIA22--- SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia)22--- SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE22222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative11111 Totale insegnamenti generali20 15 Scienze integrate (fisica) (di cui compresenza 66 in I e II)22--- Scienze integrate (chimica) (di cui compresenza 66 ore in I eII)22--- Tecnologie dellinformazione e della comunicazione22-- Ecologia e Pedologia33--- Laboratori tecnologici ed esercitazioni33-- Biologia applicata--3-- Chimica applicata ai processi di trasformazione--32- Tecniche di allevamento vegetale e animale--23- Agronomia territoriale ed ecosistemi forestali--522 Economia agraria e dello sviluppo territoriale--456 Valorizzazione delle attività produttive e legislazione di settore---56 Sociologia rurale e storia dellagricoltura----3 Totale ore area indirizzo12 17 ORE SETTIMANALI32 ISTITUTO PROFESSIONALE IPSIA: PRODUZIONI INDUSTRIALI E ARTIGIANALI ISTITUTO PROFESSIONALE SERVIZI PER LAGRICOLTURA E LO SVILUPPO RURALE Nuova attivazione a.s

32 PERCORSO TRIENNALE IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) LIstituto Superiore di Asiago, nellambito dellindirizzo ALBERGHIERO, ha progettato il seguente percorso IeFP: OPERATORE DELLA RISTORAZIONE INDIRIZZO PREPARAZIONE PASTI A conclusione del percorso triennale, gli studenti possono: essere inseriti nel mondo del lavoro proseguire nel percorso regionale rientrare nel percorso quinquennale statale

33 IeFP (Istruzione e Formazione Professionale) OPERATORE ALLA RISTORAZIONE: PREPARAZIONE PASTI IIIIII LINGUA E LETTERATURA ITALIANA 333 LINGUA INGLESE 222 STORIA 222 MATEMATICA 222 DIRITTO ED ECONOMIA 22- SCIENZE INTEGRATE (scienze della terra e biologia) 22- SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 222 RELIGIONE CATTOLICA o attività alternative 111 Totale insegnamenti area culturale Scienza degli alimenti 333 Lab. di servizi enogastronomici di cucina 6612 Lab. di servizi enogastronomici di sala e vendita 55- Seconda lingua straniera 222 Diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva 3 Totale ore area dindirizzo ORE SETTIMANALI 32 ISTITUTO PROFESSIONALE IeFP percorso triennale OPERATORE ALLA RISTORAZIONE Sono previste: 80 ore di stage nella classe II 160 ore di stage nella classe III Lo stage è effettuato durante lanno scolastico.

34 PIANO DELLOFFERTA FORMATIVA ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO - I PROGETTI CONTINUITA CON LA SCUOLA MEDIAORIENTAMENTO IN ENTRATA E USCITA LABORATORIO TEATRALELABORATORIO POMERIDIANO STUDIO ASSISTITO PROGETTI SPECIFICI PER IL SETTORE ALBERGHIERO PROGETTI SPECIFICI PER IL SETTORE MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA ATTIVITA DELLA BIBLIOTECAGEMELLAGGIO UNA SERATA ALLOPERATEATRO IN LINGUA STAGE – ALTERNANZA SCUOLA LAVOROSIMULAZIONE DIMPRESA CENTRO INFORMAZIONE E CONSULENZACRESCERE INSIEME CERTIFICAZIONE ESTERNA LINGUA STRANIERA LETTORATO IN LINGUA STRANIERA IL CARCERE ENTRA A SCUOLA, LE SCUOLE ENTRANO IN CARCERE LEZIONE CON IL GIUDICE DI PACE ATTIVITA SPORTIVA – CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO QUOTIDIANO IN CLASSE ATTIVITA INTEGRATIVE PER IL SETTORE TURISMO PROGETTO LEONARDO PROGETTI SPECIFICI PER IL SOSTEGNOAPERTAMENTE

35

36


Scaricare ppt "ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO ASIAGO ISTITUTO COMPRENSIVO GALLIO."

Presentazioni simili


Annunci Google