La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 COMUNE DI MASSA MARITTIMA BILANCIO CONSUNTIVO 2011 ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 7 Maggio 2012 Giacomo Michelini - Assessore Delegato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 COMUNE DI MASSA MARITTIMA BILANCIO CONSUNTIVO 2011 ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 7 Maggio 2012 Giacomo Michelini - Assessore Delegato."— Transcript della presentazione:

1 1 COMUNE DI MASSA MARITTIMA BILANCIO CONSUNTIVO 2011 ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 7 Maggio 2012 Giacomo Michelini - Assessore Delegato

2 2 RIEPILOGO BILANCIO 2011 ENTRATE Titolo 1° - TRIBUTARIE ,68 Titolo 2° - CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI ,31 Titolo 3° - EXTRATRIBUTARIE ,59 Titolo 4° - ALIENAZIONI, TRASFERIMENTI DI CAPITALE E RISCOSSIONI DI CREDITI ,57 Titolo 5° - ACCENSIONE DI PRESTITI ,00 Titolo 6° - ENTRATE PER SERVIZI C/TERZI ,00 Avanzo applicato44.142,37 TOTALE COMPLESSIVO DELLE ENTRATE ,52 SPESE Titolo 1° - CORRENTI ,58 Titolo 2° - CONTO CAPITALE ,94 Titolo 3° - RIMBORSO PRESTITI ,00 Titolo 4° - SPESE PER SERVIZI C/TERZI ,00 Disavanzo applicato0,00 TOTALE COMPLESSIVO DELLE SPESE ,52

3 3 GESTIONE DI COMPETENZA 2011 Differenza tra accertamenti ed impegni: ,01 ENTRATAAccertamenti 2011 Titolo 1° - TRIBUTARIE ,58 Titolo 2° - CONTRIBUTI E TRASFERIMENTI ,54 Titolo 3° - EXTRATRIBUTARIE ,88 Titolo 4° - ALIENAZIONI, ecc ,55 Titolo 5° - ACCENSIONE DI PRESTITI ,44 Titolo 6° - ENTRATE PER SERVIZI C/TERZI ,84 TOTALE ENTRATE ,83 SPESAImpegni 2011 Titolo 1° - CORRENTI ,49 Titolo 2° - CONTO CAPITALE ,47 Titolo 3° - RIMBORSO PRESTITI ,04 Titolo 4° - SPESE PER SERVIZI C/TERZI ,84 TOTALE SPESE ,84 Avanzo di amministrazione 2010 applicato al ,37

4 4 ANALISI DEGLI SCOSTAMENTI Stanziamenti iniziali Stanziamenti definitivi Differenza tra stanziamenti definitivi e stanziamenti iniziali Scostamento in percentuale ENTRATE DI COMPETENZA Totale , , ,81 8,57% SPESE DI COMPETENZA Totale , , ,81 8,57% Lobiettivo è fornire informazioni riguardanti gli scostamenti dei dati finanziari indicati nel conto del bilancio rispetto a quanto programmato, al fine di evidenziare il grado di attendibilità e la capacità di realizzazione di quanto programmato.

5 5 Fondo di cassa al 01/01/ ,76 + riscossioni effettuate in conto residui ,21 in conto competenza , ,56 - pagamenti effettuati in conto residui ,52 in conto competenza , ,66 Fondo di cassa al 31/12/ ,66 + somme rimaste da riscuotere in conto competenza ,48 in conto residui , ,42 - somme rimaste da pagare in conto competenza ,70 in conto residui , ,10 RISULTATO CONTABILE DI AMMINISTRAZIONE 2011 Avanzo di amministrazione al 31/12/ , = + - =

6 6 Sia la gestione di competenza che la gestione dei residui chiudono entrambe con un risultato positivo La gestione finanziaria risulta in equilibrio ma si registra una situazione di difficoltà di liquidità. LEnte ha comunque sempre registrato un avanzo di amministrazione.

7 7 FONTI DI FINANZIAMENTO DELLE SPESE TIPOLOGIAIMPORTO ACCERTATO PERCENTUALE Entrate correnti27.000,00 1,83% Permessi a costruire ,28 7,76% Mutui0,00 0,00% Altri indebitamenti0,00 0,00% Contributi ,82 78,44% Alienazioni patrimoniali ,00 8,99% Avanzo di amministrazione44.142,37 2,99% Altro0,00 0,00% TOTALE ,47 100,00% Allocazione degli investimenti: costruzioni di opere, acquisti di beni mobili ed immobili, manutenzioni straordinarie, acquisizioni di partecipazioni, erogazione di contributi in conto capitale a terzi, ecc. La situazione dellindebitamento dellEnte è ampiamente al di sotto del limite previsto dalla legge (art. 204 del D.Lgs. 267/2000). Nellanno 2011 il nostro Ente non ha fatto ricorso allindebitamento.

8 8 RISULTATI ECONOMICI 2011 RISULTATO DELLA GESTIONE OPERATIVA "INTERNA" ,51 RISULTATO DELLA GESTIONE DERIVANTE DA AZIENDE E SOCIETA' PARTECIPATE 0,00 RISULTATO DELLA GESTIONE FINANZIARIA ,28 RISULTATO DELLA GESTIONE STRAORDINARIA ,66 RISULTATO ECONOMICO DELL'ESERCIZIO ,89 RISULTANZE PATRIMONIALI ED ECONOMICHE RISULTATI PATRIMONIALI 2011 ATTIVITÀ ,63 PASSIVITÀ ,30 PATRIMONIO NETTO ,33 Il Patrimonio Netto misura il valore dei mezzi propri dellEnte, ottenuto quale differenza tra le attività e le passività patrimoniali

9 9 Saldo finanziario OBIETTIVO in termini di COMPETENZA MISTA ,00 Saldo finanziario REALIZZATO in termini di COMPETENZA MISTA ,00 OBIETTIVO DI COMPETENZA RAGGIUNTO PATTO DI STABILITÀ 2011 Per lanno 2011 è stato applicato il meccanismo dei SALDI per quanto riguarda il calcolo degli obiettivi ed il loro raggiungimento. Determinante per raggiungere lobiettivo è stata la cessione in favore del nostro Comune da parte della Regione Toscana di una quota di Patto di stabilità territoriale toscano pari a complessivi ,79. Gli obiettivi dellEnte sono stati rivisti con deliberazione del consiglio comunale n°3 del 7 febbraio Il nostro Comune ha rispettato gli obiettivi del Patto di stabilità

10 10 CERTIFICAZIONE EMAS Certificazione ambientale Emas ed ISO Assegnato ad enti o imprese che si impegnano nel miglioramento continuo della propria efficienza ambientale Principali obiettivi Il riconoscimento viene conferito in funzione di : 1.miglioramento dell' efficienza nei processi; 2.maggiore controllo per rispetto regolamenti ambientali; 3.migliore rispondenza ai più moderni requisiti di carattere ambientale. 1. razionalizzazione della rete dellilluminazione pubblica attraverso lutilizzazione del sistema cut-off; 2. diminuzione dei documenti cartacei grazie allo sviluppo della gestione informatica dei flussi informativi; 3. contenimento dei consumi energetici degli edifici pubblici attraverso interventi sugli immobili già esistenti e grazie alle scelte progettuali dei nuovi edifici; 4. recupero dei compendi minerari dimessi.

11 11 RACCOMANDAZIONI DEL REVISORE Nel 2011 risultano impegnati in favore dellimpresa Pizzarotti ,37 finanziati per ,00 con alienazioni patrimoniali ed ,37 mediante lapplicazione dellavanzo La rata del 2011 risulta prorogata al 2012 con le seguenti scadenze: euro ,84 al euro ,84 al A questo riguardo il Revisore raccomanda di destinare al pagamento di dette rate tutte le risorse disponibili per non incorrere in situazioni che potrebbero creare ulteriori danni allEnte. Questione Pizzarotti Inoltre lOrgano di Revisione consiglia allEnte: 1.di esercitare un costante controllo sullandamento dei costi relativi al personale dipendente; 2.di esercitare una attenta programmazione negli impegni delle spese da sostenere, al fine di evitare il costituirsi di debiti fuori bilancio; 3.di recuperare in tempi brevi il volume dei residui attivi Il revisore attesta la corrispondenza del rendiconto alle risultanze della gestione ed esprime parere favorevole per lapprovazione del rendiconto dellesercizio finanziario 2011.

12 12 COMUNE DI MASSA MARITTIMA BILANCIO CONSUNTIVO 2010 ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 7 Maggio 2012 Giacomo Michelini - Assessore Delegato


Scaricare ppt "1 COMUNE DI MASSA MARITTIMA BILANCIO CONSUNTIVO 2011 ASSESSORATO BILANCIO/PATRIMONIO Consiglio Comunale 7 Maggio 2012 Giacomo Michelini - Assessore Delegato."

Presentazioni simili


Annunci Google