La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 La formazione del SEZIONALE 2010

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 La formazione del SEZIONALE 2010"— Transcript della presentazione:

1 1 La formazione del SEZIONALE 2010

2 2 La figura del sezionale Il percorso formativo Progetto e contenuti del percorso formativo UniCai: definisce la formazione comune OTCO: definisce la formazione specialistica OTTO: realizza la formazione e gestisce il processo (eventualmente delegando le scuole dipendenti) La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

3 3 Requisiti di base Maggiore età allatto della nomina Socio CAI da almeno due anni Godimento dei diritti civili La figura del sezionale Ammissione al percorso formativo - 1 La domanda allOTTO per diventare sezionale è firmata da: Richiedente Presidente della sezione Direttore scuola / commissione di appartenenza La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

4 4 La figura del sezionale Ammissione al percorso formativo - 2 Curriculum individuale di specialità (regola generale per tutti) Durata minima di due anni Corso di formazione di base consigliato Caratteristiche minime stabilite dal relativo OTCO Per specialità inerente lOTCO di appartenenza Attività minima e corsi definiti dallOTCO LOTTO esamina la domanda e se il curriculum è adeguato prende in carico la formazione (regola generale per tutti) La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

5 5 La figura del sezionale Quadro culturale di riferimento valoriin contrapposizione a 1lentezza e consapevolezza dellazione frenesia dellazione 2condivisione dei saperitecnicismo da manuale 3conoscenza della montagna intesa come avventura dello spirito sport agonistico e atletismo 4solidarietà tra le persone e convivialità sociale egoismo e autismo tecnologico 5difesa dellambiente, del paesaggio e delle identità locali consumismo, globalizzazione culturale, banalizzazione dei modelli di sviluppo 6valore della formazione permanente e della cultura della sicurezza cultura del fare senza conoscenza, cultura del no-limits 7valore della ricerca personalericerca del piacere fine a se stesso La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

6 6 La figura del sezionale Iter formativo Base culturaleFormazione specialistica 1) Modulo comune orientato a valori e finalità 2) Collaborazione 1anno alla attività specialistica A cura del Coordinamento regionale OTTO A cura del direttore di scuola / comm. sezionale 3) Modulo tecnico competenze minime di base 4) Tirocinio/Corso di formazione specialistica A cura del responsabile della formazione specialistica Articolato su tre blocchi autonomi La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

7 7 La figura del sezionale Scopi della Base culturale comune Scoprire perché e con quali finalità il Club alpino italiano da quasi un secolo e mezzo ha scelto di insegnare a conoscere le montagne e a intraprendere ascensioni, escursioni ed esplorazioni scientifiche Chiarire il ruolo, i diritti e i doveri di ciascun attore delle attività sociali: dirigente di club, direttore di gita/corso, titolato, partecipante nei confronti di sé, degli altri e dellambiente montano Condividere con i partecipanti gli scopi del Club; i suoi obiettivi e linee programmatiche; i progetti strategici in atto La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

8 8 La figura del sezionale La collaborazione Collaborazione per la durata minima di un anno con la scuola o commissione di appartenenza A cura e sotto il controllo del direttore della scuola / commissione, che può delegare un suo titolato Il direttore della scuola / commissione comunica allOTTO la positiva riuscita della collaborazione quando accertata La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

9 9 La figura del sezionale Il corso / tirocinio Partecipazione con valutazione positiva ad un corso o a un tirocinio con titolati di 2°livello e relativa verifica finale I contenuti a carattere comune sono stabiliti da UniCai con le linee guida 2010 (giugno 2010) 1 2 I contenuti di specialità sono stabiliti dal relativo OTCO che li rende noti in UniCai 3 La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

10 10 La figura del sezionale Esempio di percorso formativo per sezionali Modulo tecnico della Base Comune stabilito da UniCai e comune a tutti i percorsi formativi per sezionali http//unicai.cai.it Parte specialistica definita dall OTCO Se la Base culturale comune non è ancora stata attivata in zona, i relativi contenuti sono svolti dal direttore del corso in collaborazione con docenti appartenenti alle altre specialità Il direttore del corso comunica lelenco degli idonei allOTTO e leventuale svolgimento della BCC 4 La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

11 11 La figura del sezionale Nomina del sezionale LOTTO verifica il superamento con giudizio positivo dei tre blocchi formativi e propone la nomina al presidente della sezione di appartenenza Il presidente della sezione, su richiesta dellOTTO, nomina il nuovo sezionale Il nominativo viene inserito nellalbo sezionali del Gruppo regionale gestito dallOTTO Per il sezionale valgono, con i dovuti adattamenti, i criteri di aggiornamento, vidimazione attività, sospensione ecc. 4 La formazione della figura del Sezionale istruttore, accompagnatore e operatore – 2010

12 12 Documento UniCai del 4 aprile 2009 La figura del sezionale e la base culturale comune Documento UniCai del 5 giugno 2010 Base culturale comune – Linee guida 2010 con allegati i contenuti del modulo tecnico La figura del sezionale Riferimenti specifici Questi e altri regolamenti, documenti e articoli su Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "1 La formazione del SEZIONALE 2010"

Presentazioni simili


Annunci Google