La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il verbale delle sedute di organi collegiali relatore Maurizio Lucca Elementi essenziali e redazione del verbale, quorum, votazioni, obbligo di astensione,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il verbale delle sedute di organi collegiali relatore Maurizio Lucca Elementi essenziali e redazione del verbale, quorum, votazioni, obbligo di astensione,"— Transcript della presentazione:

1 Il verbale delle sedute di organi collegiali relatore Maurizio Lucca Elementi essenziali e redazione del verbale, quorum, votazioni, obbligo di astensione, diritto di accesso ai verbali

2 La verbalizzazione VERBALE La verbalizzazione è latto conclusivo con cui le varie fasi della manifestazione concreta della volontà dellorgano vengono esternate nella forma del processo verbale, meglio definito VERBALE. verbale sono contenute, quindi le operazioni di formazione e di documentazione della manifestazione volitiva o della rappresentazione Nel verbale sono contenute, quindi le operazioni di formazione e di documentazione della manifestazione volitiva o della rappresentazione dellOrgano Collegiale: concretizza giuridicamente unattività documentatrice. Il Segretario comunale cura la verbalizzazione delle riunioni di Consiglio e Giunta Il Segretario comunale cura la verbalizzazione delle riunioni di Consiglio e Giunta (art.97, comma 4, lettera a), del TUEL.

3 Il verbale(costituisce una fase procedimentale) Il verbale (costituisce una fase procedimentale) Il verbale riassume i punti principali della discussione, lesito della votazione, il numero dei voti resi a favore o contro ogni proposta e devono contenere le altre enunciazioni richieste dallatto che lo integra (T.U. n.148/1915, art.300). verbalizzazione Fase procedimentale di una serie di atti e di operazioni (es. convocazione, adunanza, discussione, votazione e verbalizzazione).

4 La verbalizzazione Inserimento solo punti essenziali della discussione. Le frasi ingiuriose o manifestamente illegali possono essere omesse, salvo che non gliene sia fatto esplicito obbligo (GIOVENCO). Lapprovazione del verbale costituisce un atto ricognitivo e non una nuova deliberazione,e si presume che i soggetti abbiano potuto constatare ed eventualmente rettificare la loro volontà.

5 Potere certificativo il potere certificativo per dare pubblica certezza alle operazioni di presentazione delle liste. In materia elettorale, il potere certificativo è attribuito dalla legge (art. 32 comma u., d.P.R. 16 maggio 1960, n.570) ad un soggetto determinato, il Segretario comunale o chi legalmente lo sostituisce, per dare pubblica certezza alle operazioni di presentazione delle liste. Detto potere certificatorio la redazione del verbale delle operazioni (la ricevuta) da consentirgli di disporre di un atto pubblico legalmente formato, modificandone senso e portata, attraverso interpretazioni autentiche Detto potere certificatorio si esaurisce con il compimento dell'operazione esclusivamente in vista della quale fu conferito, ossia con la presentazione della lista e la redazione del verbale delle operazioni (la ricevuta), sicché, a procedimento elettorale ormai concluso, il Segretario non è munito di un potere tale da consentirgli di disporre di un atto pubblico legalmente formato, modificandone senso e portata, attraverso interpretazioni autentiche, T.A.R. Molise, , n.342.


Scaricare ppt "Il verbale delle sedute di organi collegiali relatore Maurizio Lucca Elementi essenziali e redazione del verbale, quorum, votazioni, obbligo di astensione,"

Presentazioni simili


Annunci Google