La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Presentazione di Antonio Corvino, Direttore Generale Obi Roma, 10 ottobre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Presentazione di Antonio Corvino, Direttore Generale Obi Roma, 10 ottobre 2011."— Transcript della presentazione:

1 Presentazione di Antonio Corvino, Direttore Generale Obi Roma, 10 ottobre 2011

2 2 IMPRESE E COMPETITIVITA’ 2011 Competere attraverso l’efficienza produttiva Dalla competizione “demand side”… …alla competizione “supply side” dallo stimolo alla domanda aggregata, allo sviluppo dell’offerta sul mercato globale e sulle nicchie in esso presenti

3 3 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva LA COMPETIZIONE SUPPLY SIDE SVILUPPO NUOVO PARADIGMA COMPETITIVO (Finanza,internazionalizzazione, R & S, risorse umane) EFFICIENZA DEL CONTESTO ESTERNO EFFICIENZA CONTESTO AZIENDALE CRESCITA DELLA PRODUTTIVITÀ

4 4 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Efficienza produttiva Fonte: OBI

5 5 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva EFFICIENZA PRODUTTIVA L’assenza di un sistema logistico efficiente impedisce l’ottimizzazione dei flussi logistici e limita l’attrazione degli investimenti esterni Il costo per aprire e tenere a norma una impresa in Italia è pari al 18,7% del reddito procapite Il 90% delle imprese si dichiara insoddisfatto del rapporto con le P.P.A.A. L’elevato debito pubblico crea distorsioni negli investimenti e deprime gli interventi sul sistema economico Deficit di sistema Carenze logistiche Deficit sistemico di crescita Inefficienza P.A.

6 6 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva EFFICIENZA PRODUTTIVA K umano dequalificato e costoso: Il sistema scolastico sforna studenti le cui abilità in lettura, matematica e scrittura sono, per il Mezzogiorno, le peggiori di tutta l’area Ocse. Il sistema formativo a valle non compensa tale gap Deficit di sistema il 37,4% delle imprese segnala un accesso al credito più difficile rispetto al la propensione ad investire passa dal 37% del 2008 al 15,5% del Carenza di liquidità Inefficienza del sistema di istruzione- formazione

7 7 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva EFFICIENZA PRODUTTIVA Deficit aziendali 90% ha meno di 5 addetti; 99% ha meno di 50 addetti solo il 10% delle imprese aumenta il capitale, anche ricorrendo a nuovi soci (7% nelle costruzioni ) Prevalgono le strutture di governance padronali; solo 1,5% imprese ha aumentato il numero netto di dirigenti (14% nel turismo) 50% segnala un allungamento dei tempi di incasso; 68% delle imprese investitrici ha un B.E.P. oltre 1 anno 8,7% delle imprese manifatturiere meridionali fa innovazione nel 2010; 5,2% nel 2011; 13,2% imprese manifatturiere (10,3% costruzioni) fa investimenti in aumento della produttività Sottodimensionamento delle imprese: Sottocapitalizzazione Inefficienze nel modello organizzativo/gestionale Bassa propensione all’innovazione e agli investimenti Limitata disponibilità di riserve liquide ( cash flow ) Bassa propensione all’internazionalizzazione si va da un 34% di giudizi di inadeguatezza per i servizi di internazionalizzazione, ad un 39,5% per quelli di marketing. 44% livello di pressione fiscale

8 8 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva LA BASSA PRODUTTIVITÀ TOTALE DEI FATTORI SI TRADUCE IN Una crescita globale sistematicamente inferiore alla media nazionale Tassi di crescita annuali del PIL Fonte: OBI I RIFLESSI DEI DEFICIT SUL PIL

9 9 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Tasso di crescita cumulato del valore aggiunto meridionale Fonte: OBI I RIFLESSI DEI DEFICIT SUL PIL

10 10 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva L’efficienza del contesto aziendale IL Nuovo Paradigma Competitivo SVILUPPO FUNZIONE RICERCA E INNOVAZIONE SVILUPPO FUNZIONE RISORSE UMANE SVILUPPO FUNZIONE INTERNAZIONALIZZAZIONE SVILUPPO FUNZIONE FINANZIARIA

11 11 L’efficienza del contesto aziendale – Attuazione NPC Le performance delle imprese in base alla loro dimensione IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva ARRANCA LILLIPUT Fonte: OBI- SRM

12 L’efficienza del contesto aziendale – Attuazione NPC Le performance delle imprese in base al comparto produttivo IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Fonte: OBI- SRM

13 L’efficienza del contesto aziendale – Attuazione NPC Le performance nel comparto manifatturiero IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Fonte: OBI- SRM

14 BEST PERFORMERS 14 L’efficienza del contesto aziendale – Attuazione NPC le performance delle imprese sui diversi territori IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva WORST PERFORMERS Campania Abruzzo Molise Campania Abruzzo Molise Sicilia Puglia Abbruzzo Sicilia Puglia Abbruzzo Puglia Campania Abbruzzo Puglia Campania Sardegna Abbruzzo Molise Sardegna Abbruzzo Molise Puglia Basilicata Sicila Puglia Basilicata Sicila Campania Basilicata Sardegna Campania Basilicata Sardegna Sicilia Basilicata Sardegna Sicilia Basilicata Sardegna Campania Sicilia Basilicata Campania Sicilia Basilicata Area finanziaria Area R& S Area R& S Area Internazionalizzazione Area Internazionalizzazione Area K umano Area K umano

15 15 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva La Formazione

16 16 58% del manifatturiero 58% del manifatturiero Mancanza di risorse 17,9% Mancanza di risorse 17,9% Troppo costosa 26% Troppo costosa 26% Scarsa percezione vantaggi 69% Scarsa percezione vantaggi 69% IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva LA FORMAZIONE NON HA INVESTITO NEL % delle costruzioni 43% delle costruzioni il 32% delle imprese non ha investito negli ultimi 3 anni PERCHÈ Asimmetria domanda/ offerta 7% Asimmetria domanda/ offerta 7%

17 17 Profili professionali: Operai specializzati (79%) Impiegati (17%) Tecnici specializzati (14%) Personale di sala nel caso del turismo Funzione aziendale: Produzione (88%) Gestione risorse umane (84%) Pianificazione strategica (84%) Servizi interni ed assistenza clienti e ristorazione nel turismo IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Risulta inadeguato LA FORMAZIONE VALUTAZIONE DEL FATTORE UMANO

18 18 INVESTIMENTI La minoranza delle imprese (42%) investe, e solo l’8,7% per più del 10% del fatturato INVESTIMENTI La minoranza delle imprese (42%) investe, e solo l’8,7% per più del 10% del fatturato MODALITÀ OPERATIVE Training on the job tradizionale: 67% Metodi innovativi (FAD, circoli qualità, autoformazione) solo 14,4% MODALITÀ OPERATIVE Training on the job tradizionale: 67% Metodi innovativi (FAD, circoli qualità, autoformazione) solo 14,4% TEMATICHE Soprattutto quelle obbligatorie e inevitabili: 78% sicurezza/igiene del lavoro Seguono: -Tecnologie di produzione - Contesto lavorativo TEMATICHE Soprattutto quelle obbligatorie e inevitabili: 78% sicurezza/igiene del lavoro Seguono: -Tecnologie di produzione - Contesto lavorativo IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva LA FORMAZIONE

19 19 FORMAZIONE Modalità operative IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva TRAINING ON THE JOB 67% delle imprese manifatturiere 61% costruzioni FORMAZIONE ISTITUZIONALE Meno diffusa, e relativamente omogenea per classi dimensionali La prevalenza del T.O.J. riflette un giudizio di inadeguatezza del sistema di formazione d’aula classico, e la necessità di avere una formazione “firm specific” Utilizzato soprattutto dalle imprese medio- grandi (80% di quelle con almeno 250 add.)

20 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Le Reti d’impresa ATTUAZIONE MOTIVAZIONI PERFORMANCES

21 21 Le Reti d’impresa: forme di aggregazione IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva 80% delle imprese meridionali opera in solitudine 80% delle imprese meridionali opera in solitudine 5,5% Opera in forma aggregata 6,7 Contatti di rete 1,5% joint venture 26,6% Gruppi di aziende controllate dall’esterno 37% In consorzi 15% Aree distrettuali

22 22 Le Reti d’impresa IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Commercializzazione ed export (29,2%) MOTIVAZIONI/ OBIETTIVI Produzione (23,8%) Reti di subfornitura (11,2%)

23 23 Le Reti d’impresa IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Investimenti in formazione: Rete: 44,6% No rete: 27,8% PERFORMANCES Miglioramento Finanziario: Rete: 18,7% No rete: 15,2% R&S: Rete: 47% No rete: 38% Internazionalizzazione: Rete: 39,6% No rete: 29,7%

24 24 LE POLICY IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva principio Ricardiano del vantaggio comparato SELETTIVITÀ DEGLI INTERVENTI

25 25 Le Policy La selettività settoriale Agricoltura/Agroindustria Abbigliamento/Arredamento Turismo/Territorio Tessile Cultura/Creatività Calzaturiero IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva TAC 3.0 Possibilità di integrazione/effetto moltiplicatore reciproco

26 26 Le Policy La selettività settoriale LOGISTICA GREEN ECONOMY IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva MANIFATTURIERO D’ECCELLENZA

27 27 Policy Gli interventi trasversali QUESTIONE FINANZIARIA DELLE IMPRESE IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva LE INFRASTRUTTURE “TRASVERSALI” RILANCIO DELLA FORMAZIONE/ISTRUZIONE fondo di garanzia/ fondo d’investimento Digital divide/ piattaforme logistiche Istruzione tecnico-professionale/ learning by doing

28 IMPRESE E COMPETITIVITA’ Competere attraverso l’efficienza produttiva Dalla propensione autarchica dei territori meridionali… …alla condivisione delle direttrici di sviluppo Dalla ENTROPIA.. ….alla SYNTROPIA

29 29 IMPRESE E COMPETITIVITA’ 2011 Grazie per l’attenzione!


Scaricare ppt "Presentazione di Antonio Corvino, Direttore Generale Obi Roma, 10 ottobre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google