La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio Riccardo Revelli Il prolungamento della vita lavorativa dei giovani anziani: strategie delle imprese e interventi di politica del lavoro Aspettative.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio Riccardo Revelli Il prolungamento della vita lavorativa dei giovani anziani: strategie delle imprese e interventi di politica del lavoro Aspettative."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio Riccardo Revelli Il prolungamento della vita lavorativa dei giovani anziani: strategie delle imprese e interventi di politica del lavoro Aspettative e comportamenti di individui e aziende in tema di invecchiamento della popolazione Antonio Golini Torino, 22 novembre 2006

2 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, A general framework Figure 1 – Employment rates for people aged (per 100 population) in EU -15, 2002 Source: Eurostat, Labour Force Survey 2003 Lisbon goal

3 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 2 - Relationship between older workers (50-64) employment rate and younger (15-24) unemployment rate (2002) Source: Eurostat 2002 processed data - *15-24; ** A general framework

4 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, A general framework Figure 3 – Difference between legal age and actual age at retirement, EU-15, by gender, 2002 Source: European Commission and Council, Adequate and sustainable pensions, 2003

5 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, A general framework Figure 4 – Average age at retirement in Italy, by gender, Source: OECD, Ageing and Employment Policy, Italy, 2004

6 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 5 – Activity rates (per 100 population aged 15-64) by age groups, gender and birth cohort (G), Italy / Source: ILO data, a - Males4b - Females A general framework

7 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, The ageing process and the labor market in Italy: findings from two field surveys made on a sample of people aged 50 to 69 and on one of companies We explored on: 1. Policies and opinions 2. Training 3. Forms of flexible work 4. Desire of retirement 5. Opinions on the need of raising retirement age two field surveys Aims of two field surveys

8 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Policies and opinions Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL Q. 41a: Keeping them because of: Q. 41b: Dismissing them because of: Figure 6 – The opinion of employed people about their companys attitude on whether to keep or dismiss workers over 50 Q. 40: With respect to workers aged over 50, do you believe that your company or your employer tends to:

9 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 7 – Companies according to evaluations about skills and aptitudes of younger and older workers (percentage values; end 2003 – beginning 2004) 1. Policies and opinions Q. 15: According to the companys experience, compare younger ( 50) personnel with respect to the aspects listed below NB: the 100 difference is represented by the substantial equality Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

10 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 8 - Q. 25: In order to face productive and market trend, personnel policies provide for training, conversion and up-grading courses (companies answers) 2. Training Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

11 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 9a - Employed (aged 50-69) who have attended professional training and upgrading courses and period in which the course has taken place (percentage values; June-July 2003) Q. 13: During your professional career, have you been involved in professional training and/or upgrading activities? If yes, Q.13a: When does your last course date back to? 2. Training Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

12 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 9b - Pensioners who have attended professional training and retraining courses and age in which the course has taken place (percentage values; June-July 2003) Q. 13: During your professional career, have you been involved in professional training and/or retraining activities? If yes, Q.13a: How old were you when you attended to last course? 2. Training Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

13 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Forms of flexibile work Table 1 – Companies according to preference towards flexible forms of work to be adopted during the last years of workers career (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Figure 10 – Companies according to forms of consultancy adopted for people aged over 50 who are not employed anymore (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

14 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Forms of flexibile work Table 2 – Workers and pensioners who would enjoy a gradual form of retirement (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Figure 11 – Employed and pensioner who would enjoy a gradual retirement and would work together with younger workers (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

15 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Desire of retirement Figure 12a - Employed workers opinion about their desire and motivations for retirement (percentage values; June-July 2003) Q. 20: If it would only depend on you, would you retire: Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL Q. 21a: As soon as possible, and why? Q. 21b: As late as possible, and why?

16 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Desire of retirement Figure 12b - Pensioners age at retirement and motivation for retirement Q. 20: What was your age when you retired? Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL Q. 22: Why did you retire?

17 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Desire of retirement Figure 13 - The opinion of companies about their workers desire to anticipate retirement (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Q. 22: Do you think that workers would like to anticipate retirement before achieving the legal retirement age? Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

18 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Desire of retirement Figure 14 - The opinion of employed as concern the age until which one mantains a full capability to work, by age Q.14: In your opinion, up to what age could a person at your age and with your work condition work efficiently? Age group Respondents age Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

19 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 15 – Companies according to opinions on a five-year extension of the minimum contribution period for retirement (percentage values; end 2003 – beginning 2004) Q.20 – With respect to the activities of your company, do you think that a five-year extension of the minimum contribution period for retirement would be useful? 5. Opinions on the need of raising retirement age Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

20 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Table 3 – Companies according to their opinions on policies that could foster employment or older workers permanence in the company (percentage values; end 2003 – beginning 2004) 5. Opinions on the need of raising retirement age Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

21 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 16 – The employed workers opinion on the urge for raising retirement age (percentage values; June-July 2003) Q. 33: Do you think that is necessary to raise retirement age? 5. Opinions on the need of raising retirement age Q. 34: If you think so, what does make it necessary? Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL

22 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Figure 17 – Agreement expressed by employed and pensioners about the effects of the ageing process on the ratio between pensioners and workers (percentage values; June-July 2003) Q.35 – Population ageing in Italy is changing the ratio between pensioners and workers in an unsustainable way. With respect to this statement you: 5. Opinions on the need of raising retirement age Source: survey data, Department of demographic Sciences and ISFOL employed pensioners

23 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Popolazione di età anni e anni, Italia A B C A popolazione in milioni B variazione assoluta media annua (in migliaia) C tasso percentuale di variazione media annua Fonte: elaborazione propria su dati ONU, 2006

24 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Il mercato del lavoro Occorre lavorare tutti di più Ad oggi in Italia il mercato del lavoro degli anziani e quello dei giovani tendono a non sovrapporsi, poiché: gli anziani sono meno istruiti, meno qualificati, meno informatizzati i giovani hanno livelli di istruzione più elevati, sono più informatizzati, conoscono lingue straniere (slide A), quindi mirano a posizioni lavorative diverse rispetto ai loro padri (è per questo che non vedono negli stranieri un pericolo per il loro posto di lavoro (D)) Se i giovani accettassero lavori meno qualificanti/ti (slide B), redditi inferiori, e fossero propensi alla mobilità (slide C) potrebbero entrare in concorrenza parziale con i propri padri e/o con gli immigrati stranieri

25 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Giovani per titolo di studio, situazione occupazionale e tipologia di rapporto (valori percentuali) Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 A Scuola media superiore Diploma para/universitario Laurea e più

26 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Giovani di anni per tipologia di rapporto e grado di conoscenza di una lingua straniera (A) e capacità nellutilizzo del pc (B) (valori percentuali) Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 A A Conosce almeno una lingua straniera? B Quale capacità ha nelluso del pc?

27 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Tasso di occupazione giovanile (valori percentuali) A Fonte: S. Gazzelloni, La partecipazione dei giovani al mercato del lavoro,

28 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Tasso di disoccupazione giovanile (valori percentuali) A Fonte: S. Gazzelloni, La partecipazione dei giovani al mercato del lavoro,

29 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Giovani di anni che cercano lavoro per condizione economica della famiglia di origine (a-b) e titolo di studio conseguito (c-d), in base alle disponibilità ad accettare un lavoro senza contratto o un lavoro non corrispondente alla propria qualifica professionale (valori percentuali) Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 B in ba se all a co nd izi on e ec on o mi ca de lla fa mi gli a di ori gi ne Se non trovasse un lavoro con contratto, accetterebbe un lavoro senza contratto (in nero)? Se non trovasse un lavoro corrispondente alla sua qualificazione professionale, accetterebbe un lavoro diverso? a)a) b)b) in ba se all 'ul ti m o tit ol o di st ud io co ns eg uit o c)c) d)d) a)b) c)d)

30 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 C Giovani di anni che cercano lavoro, per sesso e propensione a spostarsi (valori percentuali) Dom: In termini generali, dove sarebbe disposto a lavorare?

31 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 C Giovani di anni che lavorano, per sesso e propensione a spostarsi (per migliorare la propria situazione) (valori percentuali) Dom: Lei sarebbe disposto a trasferirsi stabilmente, se Le offrissero un lavoro per migliorare la sua situazione?

32 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 C PROPENSI PURCHENON PROPENSI PERCHE: Giovani di anni che cercano lavoro, per sesso e propensione a spostarsi (valori percentuali)

33 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 C PROPENSI PURCHENON PROPENSI PERCHE: Giovani di anni che lavorano, per sesso e propensione a spostarsi (valori percentuali)

34 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Fonte: elaborazione propria su dati dellindagine DSD-Isfol, settembre-ottobre 2005 D Percentuale di giovani anni per tipologia di rapporto che sono del tutto daccordo con le affermazioni seguenti (valori percentuali) Dom: La disoccupazione giovanile è considerata un problema importante nella società italiana. Quanto è daccordo con le affermazioni elencate di seguito Affermazione Lavoratori Non lavoratori Totale Autonomi Con contratto a tempo indeterminato Con contratto a tempo NON indeterminato 1. La preparazione professionale dei giovani è inadeguata I sindacati tutelano solo i già occupati Il progresso tecnologico riduce i posti di lavoro Leconomia non offre un posto a tutti coloro che vogliono lavorare Il Governo non affronta seriamente il problema disoccupazione giovanile Gli immigrati tolgono lavoro agli italiani Totale dei giovani in valore assoluto

35 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Demography, aging and GDP GDP Employed WAP GDP = * * * Population Employed Working Age Population Population |productivity| | economic components ||demographic components| Fonte: Leanza, 2005

36 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Demography, aging and GDP GDP Employed WAP GDP = * * * Population Employed Working Age Population Population 11, ,711.8 = * * * USA , ,677.8 = * * * 57.6 ITALY , USA = * * * , ITALY USA 6.98 = 1.12 * 1.21 * 1.00 * ITALY GDP (current US$) in billions, 2004 source: World Bank Employed in millions, 2004 source: USA, ILO; ITALY, ISTAT WAP (population. aged ) in millions, 2005 source: UN, population estimates Population in millions, 2004 source: World Bank

37 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Population by broad age group: less than 15, 15-59, 60 and over Italy, medium variant) Source: UN, World Population Prospects. The 2002 Revision (medium variant), New York, 2003

38 A. Golini, Aspettative e comportamenti di individui e aziende, Torino, Il mercato del lavoro Una conclusione che dal versante demografico sembra chiara: in presenza di una più o meno forte attesa diminuzione della popolazione in età lavorativa, occorre lavorare tutti di più e più a lungo. Far crescere la produttività anche per questa via contribuisce a far crescere leconomia e quindi i posti di lavoro, pure di medio-alto profilo per i giovani, mantenendo alta loccupazione dei giovani anziani


Scaricare ppt "Laboratorio Riccardo Revelli Il prolungamento della vita lavorativa dei giovani anziani: strategie delle imprese e interventi di politica del lavoro Aspettative."

Presentazioni simili


Annunci Google